Ciao ragazze!

Come sapete è tempo di sfilate e settimane della moda! Di conseguenza sto trascorrendo tantissimo tempo con le modelle e mi sembra doveroso dedicare loro un po’ di spazio vista la vitaccia che fanno.

Cavalli-backstage12

Dico “vitaccia” perché il loro è un lavoro davvero infame; prima di scatenarvi con i “sai che roba, vorrei camminare anche io su una passerella ed essere pagata per farlo” sentite cos’ho da dire a riguardo! 🙂

Mmm, che buon pranzetto appetitoso!
Mmm, che buon pranzetto appetitoso!

tumblr_mada1f5JYc1qiqbs6o1_500 tumblr_m2bphdRxZA1r3j3voo1_400

1) Quest’anno alla fashion week di New York mi è sembrato di vedere le modelle ancora più magre del solito. Ormai conosco qualcuna di loro da un po’ di tempo e le ho trovate decisamente deperite. Un esempio? La bellissima Taylor Marie Hill, che l’anno scorso avevo truccato in questo video per Maybelline!

dknyspring2013backstage

Sempre stupenda, ma avrà perso 5 kg, ed era già magra! Senza avventurarmi in discorsi troppo complicati possiamo dire che si fa presto a criticare le modelle anoressiche, ma il problema principale è che se non rispettano i canoni stabiliti dai designer non vengono scelte per le sfilate. Questo povere ragazze, tra l’altro giovanissime, si trovano spesso ad andare contro la loro natura (perché sono poche quelle secche secche di costituzione), rovinandosi il corpo in nome di…

2) …Cinque minuti di fama: le modelle sono meteore, nel senso che arrivano, diventano famose per una o due stagioni, per poi essere velocemente sostituite dalla novità di turno. Ovviamente dipende tutto dalle “mode”: al momento la grande tendenza sono le mega-sopracciglia (e mi sembra di aver capito che le odiate!), quindi Cara Delevingne & Co sono sulla cresta dell’onda, ma aspettate un paio di anni e vedrete che arriverà qualche nuovo trend!

cara_delevingne_thakoon_backstage_i6dGqtI6.sized

3) Il punto 2 vale per le poche che riescono a farsi conoscere nell’ambiente, ma la maggior parte delle modelle non arriva neanche ad avere questi 5 minuti di fama e resta nell’anonimato. Alcune restano solo dei corpi che sfilano, mentre altre non arriveranno mai alle passerelle più prestigiose.

ginta-lapina-backstage-at-miu-miu-fall-winter-2011-pfw1

4) Se per loro fortuna (o sfortuna) riescono a diventare famose, la loro vita diventa un incubo: si trasferiscono nelle grandi e costose capitali della moda, dove convivono con altre modelle in condizioni spesso modeste (sfatiamo un altro mito: le modelle non guadagnano poi tanto!), e gli aerei diventano le loro seconde case. Fidatevi quando vi dico che la maggior parte di queste ragazze si presentano nei backstage con delle occhiaie profondissime e la pelle disidratata per lo stress e la stanchezza… grazie a Dio esiste il correttore! 😉

natalia_vodianova_givenchy_ss_2012_paris_backstage_jGTEWs9.sized

5) Il loro lavoro consiste spesso nel fare gli appendiabiti umani. Sicuramente avrebbero tante cose da dire e raccontare, ma non viene data loro l’opportunità di esprimere opinioni e di far trasparire la loro personalità.

tumblr_mk7s800mEt1rznj9fo1_500

6) Il mondo della moda è duro: nessuno si ferma a chiederti come stai, soprattutto quando hai dietro di te altre 50 aspiranti modelle pronte a tutto pur di soffiarti il posto.

Insomma ragazze, con questo non voglio dire che fare la modella equivale a lavorare in fabbrica, o anche solo a passare 10 ore in ufficio…e so benissimo che nessuno le obbliga a farlo! Però mi sembra giusto farvi sapere che la loro vita non è così favolosa come pensiamo! Qual è la vostra opinione a riguardo? Vi fanno tenerezza o la cosa non vi tocca più di tanto?