Ciao ragazzee!

Ari-eccoci al nostro appuntamento settimanale con le vostre domande! Tra viaggio in Italia e rientro a Ny non mi sono certo dimenticata delle vostre richieste, dalle più originali a quelle fatte dalle più curiosone! Ehehe continuate così, mi raccomando! Oggi vi svelerò qualche aneddoto sulle mie prime esperienze da MUA e alla fine chiederò anche il vostro aiuto per un’idea davvero simpatica! Siete pronte? Cominciamo!


1)

-Certo che mi è capitato di fare errori, ad esempio, durante uno dei miei primi servizi fotografici! Me lo ricordo ancora ! 🙂
In pratica avevo comprato una specie di primer della Mac che aveva la funzione di trasformare gli ombretti normali in eyeliner. La mia idea era di fare un eyeliner rosso… ma, non vi dico… un disastro!
Era un’autentica schifezza! La palpebra della modella continuava a sporcarsi, mi veniva da piangere, stavo per svenire, non potevo crederci! 😀 Io lo mettevo e non si asciugava mai! Panico totale. Alla fine, considerato che fortunatamente durante i servizi fotografici – a differenza delle sfilate – si può cambiare l’idea iniziale e modificarla durante il lavoro, avevo deciso di cambiare tutto e fare tutta la palpebra rossa, proprio perché non sarei mai riuscita a realizzare l’eyeliner come lo volevo. Ecco, per farvi capire, com’era questo eyeliner:
unnamed
Poi vabè, in realtà anche messo come ombretto faceva davvero schifo, non stava fermo per niente, ogni tre minuti anche durante le foto dovevo intervenire per fissare il trucco sulla palpebra meglio con le dita. Comunque per fortuna non c’è stato nessuno che mi abbia rimpreverato….eheheheh, l’ho scampata bella! 😀

2)

– Sììì me lo ricordo! Stavo ancora frequentando la scuola, ma avevo già cominciato a fare qualche servizio fotografico e lavoretti extra. Avevo cercato sul sito Model Mayhem per trovare dei fotografi con cui lavorare. Ne avevo trovato uno, che a dir la verità non mi faceva impazzire, ma comunque cercavano una MUA e mi ero messa in contatto con lui. Mi aveva chiesto se sapevo usare l’aerografo e io proprio in quei giorni lo stavo ‘studiando’ a scuola… quindi gli dissi di sì, specificandogli che ero agli inizi. Mi fece capire che per lui era ok, quindi mi spiegò cosa aveva in mente: in pratica voleva ‘trasformare’ la modella in una specie di manichino e dipingerla di bianco fino a metà busto. Io andai nel panico più totale, ma per fortuna quelle foto furono solo un test di prova e non uscirono mai. Ma la cosa divertente è stata questa: mi resi conto che per colorare un corpo di una modella di bianco, questa doveva essere completamente senza peletti, completamente liscia. La povera modella ovviamente qualche pelo ce l’aveva, e non vi dico che effetto orribile aveva con il bianco! I peletti si vedevano ancora di più e quella poverina sembrava una scimmietta! 😀 Brutta roba insomma!
La mia prima esperienza è stata questa… e non è mancato neanche il lato spiacevole, oltre a quello ‘divertente’: questo fotografo l’ho letteralmente odiato, ce l’ho tuttora sulle balls perché mi aveva fatto lavorare per altre 3-4 volte per lui, ma tutte le volte GRATIS. Diceva sempre che non c’era sufficiente budget anche per noi che lavoravamo con lui. Poi però, ho scoperto che il parrucchiere lo pagava… una vera ingiustizia, mi sarei aspettata più chiarezza fin dall’inizio e non questi giochetti subdoli. In poche parole: ora questo tizio è nella mia BLACK LIST! 😀

3)

– Ascolto un po’ di tutto, soprattutto la musica commerciale e le hit del momento. Non avendo la radio o comunque la macchina, ascolto un po’ quello che capita e nel mio Iphone ho un po’ di tutto, un mix di canzoni vecchie e più recenti. Tutta la musica mi dà la carica, non ce n’è una in particolare, e raramente ascolto musica per rilassarmi. Nell’ultimo periodo mi stanno piacendo molto Bruno Mars e Rihanna.

4)

– In realtà tutte abbiamo una palpebra un po’ più chiusa dell’altra, un occhio più grande dell’altro. Io ho vissuto 27 anni senza accorgermene, e quando ho fatto le foto per il mio primo libro, la scoperta: vidi in una foto un occhio mooooolto più grande rispetto all’altro, rimasi sconcertata, pensavo avessere usato Photoshop! 😀

unnamed
eccolooo! :D

Poi ho capito che questa cosa si nota soprattuto quando sono stanca. Quindi prima di tutto vi dico: non pensate sia un problemone perché tutte abbiamo delle piccole asimmetrie e a parte noi gli altri davvero non se ne accorgono.
Poi, quello che consiglio di fare è di utilizzare o l’eyeliner (non rosso, mi raccomando! :D) e cercare di fare una linea un po’ più spessa sull’occhio più chiuso in modo da equilibrare un po’ il tutto, oppure di usare colori scuri tipo smokey, perché così si noterà sicuramente meno la differenza.

5)

– Ahaha che domanda difficile, non ci avevo mai pensato! 😀 Certo che si può fare, vediamo un po’… Mi vengono in mente questi nomi.. che ne dite di “le simpatiche ciompette” ehhehehe oppure, come spesso vi definite anche voi, “le cliettine”! Altrimenti mi viene “le ciompette colorate”. Non lo so, qualcosa del genere! Alla fine siamo un piccolo (grande!) club di ciompe quindi penso sia un nomignolo simpatico. Fatemi sapere cosa ne pensate e se avete di meglio da proporre fatevi sotto! 😀

Anche per oggi è tutto e vi dò appuntamento alla settimana prossima con altre domande!!!
Ciaoooo un bacione! :-))