Ciao ragazze!

Recentemente l’azienda Dove ha lanciato un altro spot della campagna ‘Real Beuty’, sulla stessa linea di quello realizzato un po’ di tempo fa, ve la ricordate? Ne avevo parlato qui, era quasi un anno fa. Ora Dove ci riprova, scegliendo ancora una volta il tema dell’ autostima, e puntando tutto un cerotto che promette di migliorare la concezione che ognuna di noi ha su se stessa, facendo leva ancora una volta sulle insicurezze quotidiane di noi donne, quando basta un niente per farci sentire brutte e di cattivo umore.

dove-beauty-patch

Ma di cosa si tratta nello specifico? Nel video dello spot che potete vedere qui di seguito, alcune donne si sono ‘sottoposte’ alla prova di questo nuovo prodotto, l’RB-X Beauty Patch, un cerotto ‘miracoloso’ che, una volta applicato sulla pelle,  promette di aumentare l’autostima grazie ad alcuni pricipi attivi davvero ‘particolari’.
Nello spot si vede una psicologa, la dottoressa Ann Kearney Cooke, che ascolta le insicurezze di alcune donne, le quali si sentono a disagio per la loro pelle, il loro fisico, alcuni particolari del viso come il naso o semplicemente non hanno un buon rapporto con il proprio corpo.

dove

La dottoressa propone loro di provare il nuovissimo cerotto Dove, e dà loro appuntamento dopo un paio di settimane per sapere cosa è cambiato, raccomandando anche di girare anche una sorta di video-diario giornaliero per registrare i cambiamenti. Ogni donna, dopo aver indossato il cerotto, riconosce che in effetti alcuni cambiamenti ci sono stati. C’è chi dice di sentirsi meglio, chi di non trovare in fondo così brutta la propria pelle, chi si dice incurante di mostrarsi anche stanca o malata o con un brufolo in più sul naso, chi dice che si sente cambiata in meglio da dentro: più semplicemente, tutte si sentono a proprio agio, più sicure di prima, più belle.
La dottoressa chiede poi loro di controllare la confezione del cerotto per mostrargli gli ingredienti ‘miracolosi’ in esso contenuti… e ora guardate il video per sapere come va a finire…




NOTHING
. La parola chiave è questa. Non c’è nessun ingrediente o nessuna pozione magica. Il cerotto in questione non conteneva nulla e l’effetto provocato era semplicemente un ‘placebo‘. Insomma, solo l’idea di sentirsi meglio, ha aiutato le donne a sentirsi effettivamente meglio.
Il messaggio di Dove è chiaro. ‘SIAMO SOLO NOI IL NOSTRO CAMBIAMENTO’ (come ha detto anche una di voi, Ilenia… Grazie! 🙂 ) e non ci può essere niente o nessuno che può condizionarci per cambiare l’opinione che abbiamo di noi stesse. ‘Beauty is a state of mind’ recita lo spot, e l’emozione più grande per le donne del video è scoprire che questa loro bellezza ritrovata viene da loro stesse, non dal cerotto.

Insomma ragazze, spot a parte (Dove è pur sempre un’azienda che deve vendere i suoi prodotti), noi donne lo sappiamo. Non siamo né ingenue e né crediamo alle favole solo perché qualcuno ce le racconta. Certo, abbiamo la speranza che ogni singolo prodotto – dal makeup alla cura del corpo – abbia su di noi gli effetti desiderati, ma sappiamo bene che essere belle è quello che sentiamo dentro di noi, non l’avvicinarsi il più possibile alla perfezione (sempre che questa perfezione esista! :D).

Voi che ne pensate? A parte l’operazione di marketing, siete d’accordo sul messaggio che la bellezza è uno stato d’animo? E come la mettiamo con la vostra autostima? c’è qualcosa che ha il potere di farla aumentare davvero o anche secondo voi dipende tutto da noi stesse? Aspetto di leggere i vostri commenti più che mai! 🙂 bacii!

...
banner post_footer_mobile
Post PrecedenteCome mi vorrei, come ti vorrei: la Bellezza secondo uomini e donne
Prossimo PostCoolspotting: Emma Stone

100 COMMENTI

  1. Io sono pienamente d’accordo con lo spot…
    Il nostro giudizio riguardo noi stesse, secondo me, varia a seconda dello stato d’animo. Me ne sono accorta perché quando sono stanca,stressata insomma di cattivo umore mi vedo brutta, anzi bruttissima; invece quando sono felice, sicura di me stessa, e quindi sto bene mi vedo bella, piacevole da guardare.
    A volte però, mi chiedo come possano vedermi gli altri…!

  2. Quando ho visto il video mi è sembrato piuttosto “finto”…in ogni caso il messaggio che manda la Dove da sempre è davvero positivo e lo condivido : dobbiamo imparare ad accettarci perchè questa è la nostra grande bellezza!E lo dico io che ho avuto anni neri e di insicurezza davvero!Ma ormai ho imparato ad accettare i miei “difetti”a capire che sono quelli a rendermi “ME” e poichè non punto la mia vita o la mia carriera sull’immagine, mi basta sentirmi carina e a mio agio per piacermi! Come!? con il giusto makeup il pantalone che mi sta meglio e un taglio di capelli che mi valorizzi!il resto lo fa l’autotima che parte dal capire che non è necessario essere bella per sentirsi in pace con se stessa!

  3. Noooo Barbara, non dire così! Tu sei unica e devi volerti bene senza badare ai giudizi degli altri. Tutti siamo imperfetti. Amati di più…

  4. Non c’è niente da fare… A me questi tipi di spot fanno commuovere perchè anche se so che è tutto marketing colpiscono il centro, toccano quegli argomenti che sento a pieno… Proprio oggi mi sono svegliata con un bel brufolazzo al centro della fronte… Oggi non mi sento nè bella, nè presentabile… Ma so che mi basta un pò di trucco per sentirmi meglio! Se “educassi” la mia mente a volermi bene e ad accettarmi con tutti i miei difetti probabilmente non avrei bisogno neanche del makeup e andrei fuori casa a testa alta… Ma è difficile! Ah quanto è difficile!! Però è così… Siamo solo noi il nostro cambiamento! Ha ragione Ilenia! Ed è una lezione che dovrei imparare! Grazie Clio per mostrarci questi spunti di riflessione!

  5. Questa è l’ennesima prova del miracolo placebo. L’autostima è qualcosa che viene da dentro e la mente è la nostra più grande amica e allo stesso la nostra più grande nemica. Mio papà dice sempre che “la guerra psicologica è quella peggiore al mondo” ed è vero.. La mente comanda la nostra vita..

  6. Sono perfettamente d’accordo con te Giulia. Anche per me oggi è una giornata NO su tutti i fronti, e quando è così mi sento un vero e proprio catorcio…! Hai ragione quando dici che bisognerebbe “educare” la mente a volersi più bene, ed è vero che non è facile, anche se sappiamo bene qual’è il modo per venire fuori da questo circolo vizioso.

  7. La natura delle donne e’quella di piacere, ma non capiscono o non vogliono capire che per piacere agli altri devono prima piacere a se stesse….ma per raggiungere tale state of mind bisogna puntare più sulla testa che sul fisico. Anni di sport e disciplina mentale danno più risultati che un paio di tette rifatte (anche perché dopo quelle si sentirà il bisogno di aggiustarsi qualcos’altro per essere sicure di se )

  8. All’inizio del post stavo dicendo “ma che cavolata è questa???un cerotto che aumenta l’autostima???ma non hanno niente di meglio da inventare!?!” Invece alla fine del post devo dire che il messaggio mi piace anche perché sarebbe davvero assurdo investire su un prodotto del genere! E brava la Dove che ha trovato quest’iniziativa per promuovere la bellezza interiore! complimenti!

  9. Be’ che dire per arrivare ad essere sicure di se stesse bisogna lavorare un bel po’..!! Lo dico io che ho 38 anni e ce ne ho messo di tempo!!!ma posso affermare con sicurezza che mi sento meglio adesso che quando avevo 20 anni!!sono fiera di come sono!!nonostante i difetti!!!e per le giornate no metto ciò che di più bello ho nell’ armadio mi concentro di più sul trucco e via…mi sento subito meglio!!!! un bacione clio e a voi ragazze!! E ricordate che ognuno di noi e’ bella cosi com’e’!!!!!!:-D

  10. D’accordissimo!!! se non fosse vero non esisterebbero tanti problemi come anoressia, bulimia..etc.. La bellezza è una sensazione. Ogni persona, uomo, donna, bella o meno bella trasmette quello che realmente sente dentro. Questo non significa che se mi sento bella divento automaticamente la Jolie! fosse così facile! Ma sentirsi bene e in pace con se stesse trasmette positività all’esterno e agli altri e questo ci fa apparire più belle! Abbiamo tutte giornate no ma non facciamole diventare un’abitudine!

  11. Giulia anche io ho un brufolo proprio al centro della fronte, stile indiana -.-
    però uso benzac al 5 % e nel giro di qualche giorno svanisce….io eviterei il trucco che non fa respirare la pelle….

  12. Conoscendomi nn mi basterebbe nemmeno un cerotto x far salire la mia autostima, lo stesso quando arriva un complimento, me lo lascio fare ma in realtà nn ci credo 🙂
    Xo questi spot fanno riflettere e colpiscono sempre….mi piacciono questo tipo di post!

  13. Dipende molto da noi stesse…cerchiamo si avere più autostima e saremo tutte più belle e soprattutto più belle dentro e poi fuori! Ciao ragazzeeee ciao Clio baciiii

  14. Stare bene con noi stesse è la prima cosa che ci fa essere più belle!
    Da ragazzina avevo autostima pari a zero! I miei genitori mi hanno insegnato a pensare con la mia testa, a non fare qualcosa che non avrei fatto solo per stare nel gruppo.. quindi ho passato degli anni in cui avrei voluto scomparire dalla faccia della terra, poi, fortunatamente è arrivato il diploma, una scuola di moda che mi ha fatto capire che l’individualità è più importante della massa..
    Quando ho iniziato a lavorare ho acquisito ancora più sicurezza in me, e questo si è riflesso anche nel mio modo di essere, sono cresciuta e maturata, adesso mi piaccio, con i miei pregi ed i miei difetti…

  15. Ciao Clio, con questo post mi hai fatto tornare in mente una fiaba Cherokee che mi fa piacere condividere con voi.

    Un anziano capo racconta al nipote che dentro di noi c’è una battaglia continua tra due lupi. Uno è infelicità, paura, insicurezza, dispiacere, senso di inferiorità.
    L’altro è felicità, serenità, speranza, amore.
    Il piccolo riflette un attimo e poi chiede: Quale lupo vince?
    L’ anziano Cherokee risponde semplicemente: Quello a cui dai da mangiare!

  16. Questo spot mi ha fatta davvero commuovere… Ora più che mai avrei bisogno di una pozione magica per sentirmi al top ma purtroppo non c’è.
    La soluzione a tutti i miei complessi e problemi di autostima stanno proprio dentro di me. Devo solo capire come fare.
    Grazie Clio per lo spunto che ci hai dato =)

  17. Argomento delicato che riguarda tutte le donne dell’universo … Il non piacersi , il trovarsi mille difetti allo specchio, appartiene davvero ad ognuna di noi almeno una volta al giorno … Io vado a periodi … Ci sono volte in cui mi amo alla follia e volte in cui mi detesto perché il chili in più mi fa sentire un bidone , perché la mia palpebra destra è diversa dalla sinistra , perché vorrei essere più alta e altri mille motivi … Ma sapete qual è la mia più grande fortuna sia nei giorni sì che in quelli no ?!?! Avere un uomo al mio fianco che mi apprezza per quella che sono con i miei difetti e i miei pregi … Lui ama la mia anima e il mio corpo , si proprio quel corpo “deturpato” dalla pancetta e i fianchi larghi, ama i miei occhi perché sono verdi e non perché so o uno diverso dall’altro e ogni giorno mi ripete che la sua vita è ricominciata quando mi ha conosciuta… Ecco a tutte voi auguro di trovare la forza in voi stesse e un uomo che vi ami davvero , come madre Natura vi ha fatte … Il sole splenderà davvero anche quando qualche nuvoletta si metterà lì davanti a rompere la luce e il calore di cui tutti , ma proprio tutti abbiamo bisogno … Ciao ragazze

  18. Clio io appena ho iniziato a leggere ho pensato ” se costa poco lo compro” ahahahahahahahahahahahahahahah… 😉 e non scherzo!

  19. A me gli spot Dove piacciono…trovo che riescano sempre a far riflettere (anche se magari loro lo fanno solo per soldi)!! “Beauty is a state of mind”…non credo che frase sia mai stata più veritiera ma purtroppo bisogna essere molto forti e incuranti dei modelli proposti dalla società. Personalmente non ci riesco, non amo i miei difetti…ma chissà magari un giorno mi e li accettero’ ! 🙂 D’altra parte si sa…”happy girls are the prettiest girls”!! Sorridiamo ragazze! Un bacio

  20. Io già lo pensavo, dopo questo video ne sono ancor più convinta! Se io ho un motivo per essere felice lo sarò e la mattina quando mi guarderò allo specchio dirò oggi sto proprio bene! Se poi mi posso “aiutare” a dire che sto bene e che mi sento bella allora ancora meglio!!

  21. anch’io sono come te…autostima pari a zero se non addirittuura meno di zero…e non credo nei complimenti..

  22. Secondo me la vera riflessione va spostata su un altro punto. Perché ci sentiamo insicure e non ci accettiamo mai? La risposta è nello spot: la pubblicità (in senso lato, la televisione più che altro). Siamo arrivate ad un modello di perfezione tale (finta o ritoccata, non importa) che ci sentiamo sempre e comunque inadatte; se così non fosse non compreremo decine di creme e lozioni che ci promettono effetti miracolosi (avete avuto effetti miracolosi? io no). Questa pubblicità trasuda ipocrisia da tutti i pori, a mio parere. Viviamo in un mondo che ha posto l’apparire al centro di tutto ed adesso ci vogliono dire che dobbiamo ‘sentirci bene nella nostra pelle’?? Ma per piacere! Non sto condannando nessuno, tanto meno chi come Clio fa dell’apparire una professione, piuttosto mi soffermo a riflettere sul come si sia arrivati ad un tale stato di ‘sudditanza psicologica’ dall’aspetto esteriore (me per prima, non lo nego).

  23. Sono perfettamente consapevole dei miei difetti, ma la cosa che mi fa stare meglio in assoluto è ricevere i complimenti dalla mia bimba.
    Quando ci prepariamo per andar fuori e mi dice: mamma, come sei bella!, per me è la gioia più grande del mondo:-)
    (in verità mi fa un sacco di complimenti anche il mio compagno, ma quelli della mia piccina valgono doppio:-))))

  24. assssssssssssssssssolutamente d’accordo…..messaggio pubblicitario a parte,se ti vedi e ti senti bene,così ti vedono e sentono gli altri. Ho qualche anno e vi posso dire che è così,ne ho avute esperienze e alla fine se ti vedi bene ma soprattutto se TI VUOI BENE anche gli altri lo sentono e reagiscono di conseguenza !!!!!

  25. Preferisco lo spot del quadro che credo sia più efficace….questo è fintissimo dal primo secondo…

  26. Diciamo che la mia autostima… va e viene, come i temporali estivi! 🙂
    Ci sono giorni in cui bastano jeans, maglietta e un filo di trucco e mi sento proprio carina… altri invece in cui nemmeno il vestito più bello ed il trucco più curato riescono ad impedirmi di sentimi… cessa! 😀
    Questo credo però che sia un po’ una prerogativa di noi donne, ci vediamo belle o brutte a giorni alterni… ed il vestito che ieri ci faceva sembrare delle top model, oggi ci fa assomigliare all’orso Yogi… capita anche a voi, vero??!!
    Cmq io credo che sia giusto curare il proprio aspetto ed anche cercare di migliorarsi, ma senza esagerare… la cosa più importante è accettarci così come siamo… e alla fine se ci guardiamo bene… non siamo così male dai!!! 😉

  27. Giulia, hai detto una cosa giustissima “se educassi la mia mente”..è proprio così..è solo una questione mentale..ma allora perché la mente di molte donne vede il bello in sè solo quando è truccata, vestita bene e in forma? Perché ci hanno educato così! La tv, i giornali, internet..ci hanno eductao che si è belle quando si è alte, magre, con occhi enormi e sgargianti, con il tacco, la gonna
    , la scollatura ecc (per fare degli esempi).
    forse dovremmo essere tutti ri-educati a guardare le cose in altro modo..magari con il cuore e non solo con gli occhi..

  28. Mah io rimango sempre con l’idea di rifarmi il naso xD ma cmq è vero ci sono giorni in cui si ha più autostima e altri in cui se ne ha di meno… è difficile però, anche perché di certo la società di cui facciamo parte non ce lo permette… Vedo tutti i giorni ragazze bellissime e a quel punto vorrei solo scomparire oppure avere un sacco di soldi per andare in corea e rifarmi tutta la faccia… D:

  29. Già, la prima cosa a cui ho pensato per associazione è la piuma che dovrebbe riuscire a far volare Dumbo. Dovrà perdere la piuma per accorgersi che solo lui può decidere se agitare le orecchie per riprendere quota.
    Per questo motivo, tra l’altro, alla cosmesi ed ai trucchi in particolare, riservo un’importanza limitata: alla stessa stregua dell’abbigliamento, non mi rendono più bella, ma adornano soltanto un’opera di un artista, anzi dell’Artista, del Creatore. Mi si potrò chiedere: se è già l’opera di cotanto artista perché allora abbigliarsi ed acconciarsi, dovremmo andare bene già così? Vero, ma nella nostra storia, o perlomeno nella mia, è una risposta, un ringraziamento ad un dono ricevuto, quello della vita. Immagino un innamorato che invita con ogni dolcezza la sua lei ad uscire. Sul momento lei potrà anche essere vestita con un enorme camicione e delle pantofolone, ma, se è innamorata, non uscirà così col suo lui, si sistemerà in modo da presentarsi graziosa.
    Già che ci sono … Buona Pasqua!

  30. Adoro anche io questi spot emozionali, perchè per quanto ci vogliano vendere qualcosa, parlano comunque di argomenti e problematiche reali che riguardano il mondo della donna.. un mondo piena di sfumature e sfaccettature, un mondo complesso ma che affascina, fatto di insicurezze ma anche di tanta forza. Insomma un pollice alzato per le menti che lo hanno ideato, e ancora più alzato per LA DONNA che con tutti i suoi dubbi e le sue incertezze, è secondo me l’essere più affascinante di questo mondo. Un bacio a tutte le donne qui presenti e a te Clio 😉

  31. Ciao Isabella,
    è bellissimo che tu abbia un uomo al tuo fianco che ti ama così come sei, ma io credo che tutte noi dobbiamo accettarci e piacerci indipendentemente da chi abbiamo al ns fianco… perchè purtroppo ci sono tante ragazze che ancora non hanno avuto la fortuna di trovare una persona da amare…. e non per questo devono sentirsi meno belle o meno speciali… non credi?
    Un bacione!

  32. Salve ragazze e salve Clio!

    Sicuramente questo spot è frutto di una accurata ricerca di marketing e lo scopo di questa pubblicità è vendere i loro prodotti…
    Però fa davvero piacere quando per venderti un prodotto di bellezza, invece di dire: “con noi puoi apparire molto più carina” (il messaggio di base di tutte le campagne pubblicitarie) ti si dice: “hai già tutto quello che serve per sentirti bella!”.

    È un ribaltamento di ottica, una rivoluzione copernicana nel mondo beauty!

  33. bellissimo post <3 devo dire che prima di vedere il "nothing" ho pensato tra me e me che questa iniziativa (per quanto presa da Dove, da sempre particolarmente sensibile di fronte alle donne e alle loro "problematiche" quotidiane) fosse una bufala bella e buona, nel senso che pensavo che il cambiamento fosse più un riscontro psicologico che il risultato dell'applicazione del cerotto.. e così poi è stato! quindi bellissima pubblicità, neanche più di tanto scontata. è vero è uno stato d'animo la bellezza e ciò lo si capisce dal fatto che più siamo felici e sicure di noi stesse, più ci sentiamo belle. una cosa che però emerge dalla pubblicità, a mio avviso, è che le donne sembra sempre che abbiamo bisogno di un fattore esterno per sentirsi accettate: il risvolto positivo lo si è avuto con "l'aiuto" di un semplice cerotto. invece, ritengo che l'accettazione e l'autostima dovrebbero direttamente provenire da noi, cosa che, però, è ovviamente più complicata 🙂

  34. è proprio la pubblicità (e il mondo dello spettacolo in generale) per prima che ci impone modelli idealizzati e poi se ne escono con questi spot buonisti, ma per favore!!!

  35. Assolutamente miki !!! La forza come ho già detto prima dobbiamo trovarla in ognuna di noi … Piaci a te stessa e piacerai anche agli altri, fai dei tuoi difetti un punto di forza e tutti li ameranno ( tipo i denti stortini della Casta) … Diciamo che un uomo che ti apprezzi è un valore aggiunto che auguro ad ognuna di voi di trovare !!!

  36. Ciao Miky! Hai ragione a dire che “dobbiamo guardarci bene”, ma secondo me la cosa migliore da fare è guardarsi in maniera “oggettiva”, nel senso, quando sei davanti allo specchio pensare che quella persona non sei te e quindi giudicare solo quello che vedi riflesso. A me nelle giornate NO aiuta tantissimo, perchè mi accorgo anche dei pregi e non solo dei difetti!

  37. Ciao Clio e a tutte le ragazze! Questo genere di spot mi piace molto e trovo che il messaggio sia importante da ricordare a volte ci dimentichiamo di essere soddisfatte sia dei nostri pregi sia dei difetti! La società di oggi ci dà degli standard di bellezza molto alti e noi povere mortali con le nostre rughe, occhiaie e i nostri brufoli ci sentiamo sempre più spesso insicure di noi stesse e delle nostre potenzialità quindi ricordare che la bellezza é dentro tutte noi lo trovo giustissimo! Un bacio a te Clio e a tutte le ragazze

  38. Beh, io ho un rapporto di odi et amo con questi spot, xk da una parte,come dici tu, il loro obbiettivo è vendere, dall’altro, trovano un modo meno brutto (o piu brutto, dipende dal punto di vista) perchè fanno leva sui problemi di tutte le donne! Io da novembre ad ora ho perso 18kg, tutti dicono che sto alla grande, ma io non mi vedo affatto bella..e mi sto distruggendo per assottigliare le cosce che sono la nota dolente del mio corpo. Pazienza. Spero di riuscire a cambiate la mia attitudine e ad accettarmi..
    Clio, grazie per il bel post! Un bacio grande

  39. Avevo visto il nuovo spot proprio ieri su youtube e devo dire che mi aveva colpita. In effetti credo proprio che la bellezza sia uno stato mentale e dovremmo esserne più consapevoli. I prodotti miracolosi non esistono, ma possiamo cercare quelli che ci fanno sentire più a nostro agio, senza aspettarsi un miracolo. E’ un dato di fatto che la vera bellezza non è nella perfezione, ma nello charme che una buona autostima può regalarci.

  40. La mia autostima? Lo sguardo di chi mi vuole bene! Curarsi, truccarsi un po’, ma è l’amore che ci rende bellissimi! Amore per gli amici, chi lavora con noi, per la nostra famiglia!

  41. Io sono pienamente d’accordo col messaggio che vuole far passare questo spot, perché io stessa ho avuto un’esperienza simile. Mi spiego meglio: fino a poco tempo fa come tante altre donne ero insoddisfatta del mio aspetto, mi vedevo brutta e spesso provavo vergogna. È stato il mio ragazzo ad aiutarmi ad aumentare la mia autostima. Giorno dopo giorno non ha fatto altro che ripetermi che sono bellissima, che ho un sacco di pregi e nulla di cui vergognarmi. All’inizio ovviamente non gli davo molto peso, pensavo: “Per forza dice che sono bellissima, lui è di parte!” 😉 Però non potevo ignorare la sincerità che leggevo nei suoi occhi, e giorno dopo giorno questa sua sincerità mi ha aiutata a vedermi in modo diverso. Poco a poco le sue parole hanno contribuito a strappare il velo che io stessa mi ero messa davanti agli occhi, e la mia autostima è aumentata sempre di più. Adesso ovviamente non tutto è risolto, non penso certo di essere la donna più bella del mondo, non sono ingenua 😉 Però mi vedo in modo diverso, mi sento più sicura e, soprattutto, mi vedo e mi sento bella. Sono consapevole di non essere perfetta (la perfezione non esiste), ma non ho più le fisime che avevo prima, e mi sento finalmente in pace col mio corpo. Credo che non smetterò mai di essergli grata per questo.

  42. La bellezza è tutta dentro la nostra testa… un giorno mi sento bellissima e il giorno dopo con un brufolo enorme in viso mi sento orribile… è tutto dentro di noi, come ci vediamo, cosa pensiamo di noi stessi.
    Nasi storti, seni piccoli, basse, alte, magre, in carne… siamo tutte DONNE MERAVIGLIOSE! Basta esserne convinte. E io lo sono 🙂

  43. Finalmente un marchio che non ci sminuisce ma valorizza tutte le donne.. Anche noi morbido se.. Mi sono sentita come loro.. e mi sono commossa.. Che mollacciona che sono ghghghgh..

  44. Di solito non commento mai (dopotutto, ho solo 15 anni), ma oggi voglio proprio dire la mia. E lo faccio citando un brano di un libro che adoro, Elogio alla bruttezza:

    La cosa che devo ancora capire è questa: se tutti noi siamo nati per uno scopo, la mia bruttezza a cosa serve? Non posso credere che serva a far divertire gli altri. Sarebbe troppo, perchè io non mi diverto affatto.
    A cosa serve? Però un attimo, un attimo solo. Fermami.
    E la bellezza a cosa serve? A cosa serve crescere tra parrucchieri, pedicure, manicure, tra giornali che ti spiegano come rendere ricci i tuoi capelli lisci e lisci i tuoi capelli lisci. A cosa serve combattere la battaglia contro i peli superflui e impegnare tutte le tue energie nell’entrare in una gonna taglia 38? Rinunciare alla panna, al gelato al limone, ai panini alla mortadella. Per essere belli? Per essere cosa? […] Se è questa la bellezza, allora io voglio essere brutta. Anzi sono contenta di essere brutta. Non proprio contenta,ma mi accontento.

    Non mi sono mai considerata una vera bellezza. Mi piacciono i miei occhi e il mio naso a patata (anche se un po’ troppo grande), ma so di avere una pelle che definire cadaverica è un complimento e delle occhiaie da panda, un girovita non da vespa e cose così. Quando ho iniziato a truccarmi, abbondavo con correttore e altro. Ma il trucco deve essere specialmente un gioco, uno strumento che ci rende artisti su una tela che è il nostro viso. Non una tortura per nascondere qualcosa che non va nascosto. Perchè, pensiamoci, se fossimo nate nel Rinascimento, dove il naso aquilino era fantastico e nessuno si faceva il contouring e gli occhi erano piccoli, cosa avremmo fatto? Non dico che sia facile, per carità. Io stessa adesso non esco senza almeno un po’ di correttore. (il che è un passo avanti dall’inizio). Ma se ci pensiamo, se ci crediamo un po’, così difficile non è. Se ci fermassimo per un attimo ad assorbire veramente la frase “La vera bellezza è quella interiore”, capiremmo davvero qual è la bruttezza. Non certo quella che intendiamo oggi.
    So di aver scritto un post chilometrico, ma vorrei sapere le vostre opinioni.

    Ne approfitto per fare i complimenti a Clio (anche se non penso che leggerà mai questo post) per farci compagnia facendoci divertire ed insegnandoci ad accettarci da anni.
    Benedetta

  45. Potrebbe sembrare banale ma a me bastano gli amici!
    Proprio quando sei giù, quando la giornata non promette nulla di buono, quando il mondo sembra davvero essersi impegnato affinché tutto vada storto, quanto ti senti valere poco più di niente… alzo il telefono e chiamo… qualcuno dall’altro lato risponderà… ed è subito tutto ridimensionato.
    Clio sai cosa anche è terapeutico: i tuoi canali youtube ed il tuo blog … 😉
    baci e forza ragazze!!!!!

  46. Davvero ganzo, la Dove mi stupisce. C fa capire come la NOSTRA BELLEZZA è qualcosa di SOGGETTIVO. Quando c sentiamo BRUTTE, vediamo sempre i difetti, e non facciamo altro che ingrandirli e drammatizzarli, ritenendoli come la fine di ogni cosa. Dobbiamo imparare a VOLERCI BENE DI PIÙ, ad apprezzare quello che Madre Natura c ha donato. Ad esempio, quando Clio parlava di “Quale parte del corpo avrebbe potuto cambiare, se ne avesse avuto la opportunità”, lei disse IL NASO. Beh, quando lo lessi, rimasi a bocca aperta, perché mi dissi: ” ma come? il suo naso? Il suo naso è perfetto, io non ne vedevo e non ne vedo difetto. Mi fa capire come ognuna di noi è fissata con una propria parte del corpo, talmente tanto, che non facciamo che odiarla o non gradirla, perché forse abbiamo un IDEALE DI BELLEZZA per quella parte del corpo. Siamo davvero influenzate dalle mode, da tutto ciò che ci circonda, che nn ci rendiamo conto che influenzano il nostro modo di pensare, vedere e apprezzare le cose ;)….Vi capisco. A me è venuto un brofoletto sulla punta del naso…la voglia di rimuoverlo era tantissima. Poi si è assorbito da solo, ma ora arriva la parte tragica, è rimasta la macchia noooooo !!!!….Cmq mi dico, non fa niente prima o poi andrà via. Non c penso troppo, anche perché non m voglio deprimere per qualcosa di superfluo…dipende tutto da come diamo PESO ALLE COSE…;) un bacione a tutte !!!

  47. Ciao Clio!!!! Tempo fa avevo letto questa storia e questo post me l’ha fatta tornare in mente! È lunghina ma vale la pena leggerla, è simpatica e volevo condividerla con voi 🙂

    “Un giorno un uomo, attraversando la foresta, trovò un aquilotto, lo portò a casa e lo mise nel pollaio dove imparò presto a beccare il mangime delle galline e a comportarsi come loro. Un giorno un naturalista, che si trovò a passare di là, chiese come mai un’aquila, la regina degli uccelli, si fosse ridotta nel pollaio a vivere con le galline.
    “Perché l’ho nutrita con mangime di gallina e le ho insegnato a essere una gallina, e non ha mai imparato a volare”, replicò il proprietario. “Si comporta come una gallina e dunque non è più un’aquila”.
    Tuttavia, insistette il naturalista, possiede ancora il cuore di un’aquila e può certamente imparare a volare.
    Dopo averne parlato a lungo, i due si trovarono d’accordo nel voler scoprire se ciò era possibile. Il naturalista prese con delicatezza l’aquila fra le braccia e le disse “tu appartieni al cielo, non alla terra. Spiega le ali e vola”.
    Ma l’aquila si sentiva piuttosto confusa. Non sapeva bene chi era e, vedendo le galline che beccavano il mangime, saltò giù e si unì a loro.
    Per niente scoraggiato, il naturalista tornò il giorno dopo a riprendere l’aquila, la portò sul tetto della casa e la incitò di nuovo dicendo “tu sei un’aquila. Apri le ali e vola”. Ma l’aquila aveva paura di questo nuovo se stesso che non conosceva il mondo; ancora una volta saltò giù e andò a beccare il mangime.
    Il terzo giorno il naturalista si alzò di buon’ora, andò a prendere l’aquila e la portò sulla cima di una montagna. Lì sollevò in alto la regina degli uccelli e cercò di incoraggiarla dicendo: “sei un’aquila, appartieni al cielo e alla terra, apri ora le tue ali e vola”.
    L’aquila si guardò intorno, guardò giù verso il pollaio, guardò in su verso il cielo. Ma non volò ancora. Allora il naturalista la sollevò verso il sole e l’aquila cominciò a tremare e piano piano aprì le ali. Infine con un grido trionfante di eccitazione e di paura insieme, spiccò il volo verso il cielo.
    Può darsi che l’aquila ricordi ancora le galline con nostalgia; può darsi che di tanto in tanto torni a fare visita nel pollaio. Ma per quanto si sa non è più tornata a vivere come una gallina.
    Era un’aquila, sebbene fosse stata nutrita e allevata come una gallina.
    Proprio come l’aquila, chi ha imparato a considerarsi come in realtà non è, può prendere una nuova decisione e vivere secondo le proprie reali potenzialità di vincente.”

  48. E’ ottimo anche l’olio di teatree contro i brufoli 😉 E’ un antibatterico naturale, anche con questo nel giro di pochissimo i brufoletti spariscono 😀 Si può usare sia mettendo una o due gocce nella crema per il viso sulla mano e miscelando, sia dopo aver messo la crema sul viso ungendo con una gocciolina appena la parte da trattare. 🙂

  49. Ciao!!! Autostima? Che cos’è l’ autostima? Fino a qualche tempo fa mi sentivo tipo brutto anatroccolo (fino ai 17 anni), non avevo autostima per niente (non che ora ne abbia una cariola ovviamente) fin quando è arrivato il mio primo ragazzo: lo so che la considerazione di se non dovrebbe dipendere da qualcun altro ma a me è stato lui a far aprire gli occhi e a farmi vedere bella davanti a quello specchio che rimandava sempre un immagine diversa di me… Ora, a distanza di 6 anni quel ragazzo non c’è ma l’ autostima minima (quella che ti fa uscire di casa struccata senza problemi) è rimasta!!! Certo ci sono i giorni in cui mi piaccio di meno ma passano come tutto, in fondo: domani è un altro giorno!!!! 😉

  50. Ciao Clare 🙂 Il tuo commento mi fa venire a mente un libro che ho letto, è di Giulio Cesare Giacobbe e parla anche di come gli uomini giudicano bella una donna. Poi c’è il resto che secondo me è un bel po’ discutibile, ma nel complesso non è male perché fa anche ridere. Se ti interessa il titolo è “come diventare bella, ricca e stronza”. Me l’hai fatto venire in mente perché dal tuo commento mi pari amante della psicologia 🙂

  51. Io ho pianto di commozione!! Sarà che deve venirmi il ciclo e sono più suscettibile e sensibile.. però è bello leggere che non sono la sola ad essersi commossa!

  52. Avevo visto la pubblicità ma non fino in fondo! Che bel messaggio! Sì, la Dove si sta decisamente impegnando bene 🙂 Rispondendoti, sì, si è più belle quando ci si sente belle, lo si comunica col linguaggio non verbale e anche gli altri lo percepiscono. Per cui benvenga l’autostima come cura di bellezza! Penso anche, però, che comunque sia necessario continuare anche a curarsi, sentirsi belle così come si è ok ma non uscire tutte spettinate o vestite in maniera orrorifica (tipo chessò, con le ciabatte, oppure con cose assurde) solo perché “tanto son bella lo stesso”. Ecco >_> Perché sai mai, c’è sempre qualcuno che estremizza…
    La mia autostima sale a livelli favolosi dopo aver fatto all’amore come si deve. E’ un toccasana micidiale 😀

  53. Ciao clio! Lo spot è proprio bello, Dove ancora una volta arriva al cuore. Mentre lo guardavo ci credevo anche io, mi sentivo una di quelle donne forse un po’ ingenue che crede di poter stare meglio con un cerotto. Poi vedendo la loro reazione nel leggere quel “nothing” mi sono emozionata anche io. Non esiste modo più esplicito per far capire quanto una donna sia bella e forte senza bisogno di niente e di nessuno, ma di come sia fragile e insicura tanto da credere ad un cerotto miracoloso. Le lacrime di quelle donne erano lacrime di gioia, hanno capito quanto possono essere straordinarie senza bisogno di nulla, solo godendo di ciò che hanno. Un bellissimo messaggio che insegna ad accontentarsi e a piacersi di più 🙂

  54. Ha descritto perfettamente quello che mi succede molto spesso ..penso che succeda un po’ a tutte .. Io dei giorni altro che orso Yogi!!!!.. L’uomo di Neandertal mi sento!!..

  55. Secondo me la bellezza, nel senso più ampio del termine, dipende dal nostro stato d’animo e soprattutto dalla nostra autostima. Certo, ciò non deve poi spingere ad essere vanitose o egocentriche o fanatiche..tendiamo e tendo poi a non credere ai complimenti, ma soltanto alle cattiverie. Cosa accresceva la mia autostima? Lo sguardo innamorato del mio EX ragazzo.. Ora l’autostima e la forza le devo cercare solo in me!! Grazie Clio e grazie ragazze per la compagnia e i consigli!!

  56. Purtroppo non succederà mai 🙂 posso dare la colpa agli stereotipi che ci propone questa società ma alla fine ci casco in pieno 🙂

  57. ciao Benedetta! certo che ho letto il tuo commento! Grazie mille per il tuo contributo! un bacio enorme!!! 🙂 e grazie per la compagnia che fate voi a me! :-))

  58. Trovo molto interessanti queste campagne particolari, anche se alla fine si tratta solo di marketing. E’ la verità, la bellezza è in ognuna di noi e in ognuno dei nostri difetti. Io ho un’autostima scarsissima, vuoi un po’ il carattere fragile, vuoi il bullismo subìto per anni, vuoi i kg in più, posso dire di non avere un buon rapporto con me stessa, né dentro né fuori. Ora però che sto attraversando una malattia che mi ha completamente cambiato la vita (per il momento in peggio) sto riscoprendo il valore che ho. Il valore dell’essere me stessa senza paura, il valore di amare la vita per il solo fatto di averla, e non importa se il naso è largo, la pelle è impura, la taglia è over. Tutto questo però è scattato dentro di me, e confermo che non c’è nulla, davvero nulla che possa convincerci che siamo bellissime “anche se”. E’ per questo che amo il makeup, non solo come forma d’arte, ma come esercizio di autostima, di esaltazione e valorizzazione dei propri punti forti, non come copertura dei difetti.
    Sì Clio, dipende tutto da noi. Cosa fa aumentare la mia autostima? Pensare a chi sta peggio di me, pensare a ciò che ho passato e sconfitto fino ad ora. Pensare ai miei sogni anche se non potrei permettermi di guardare tanto in là. Tutto ciò mi fa sentire bella, fuori e dentro.
    Buonanotte Cliuzza, un bacino.

  59. Lo spot è bello ma avevo intuito già dall’inizio come sarebbe andata a finire, quindi mi ha colpita ma non più di tanto..
    Quello che mi ha veramente emozionata invece sono le storie delle ragazze qui nei commenti che raccontano di come hanno imparato ad accettarsi ed amarsi! Ragazze, siete fortissime e sono sicura che siate anche bellissime! Un grande applauso a tutte voi, siete un esempio e una grande ispirazione!

  60. Bellissime parole..un grandissimo augurio anche se non ti conosco personalmente e un abbraccio forte, come te 🙂

  61. Ciao Benefetta! Bellissimo commento 🙂 molto profondo e davvero ben scritto. Dovresti commentare più spesso, leggerti mi ha arricchito.
    Buona giornata

  62. Ciao Sara! Si! Valeva proprio la pena di leggere il tuo commento anche se un po’ lungo. “Tu appartieni al cielo. Spiega le ali e vola” Mi sono venuti i brividi e assieme le lacrime agli occhi! Grazie mille per aver condiviso! Non sono un’aquila, ma voglio volare anch’io, e questa frase me la stamperò a caratteri di fuoco in testa! Un bacio ^3^

  63. Brava Francy!
    Sai che faccio io invece? Guardo molto anche le altre ragazze… e a parte qualcuna veramente bella a cui scaglierei volentieri un fulmine, mi rendo conto che le altre sono tutte ragazze come me, con pregi e difetti… la perfezione non esiste!

  64. D’accordissimo con te!
    E ci tengo a dirti che la mia replica non voleva essere una critica al tuo commento, anche io ho la fortuna di avere un compagno al mio fianco, ma ho alcune amiche single che non vivono benissimo la loro singletudine e volevo solo spronare le ragazze che sono tristi a credere in loro stesse e a volersi più bene… tirate fuori le unghie!!!

  65. Sì in effetti alcune mattine l’uomo di Neanderthal è dentro anche al mio specchio… O-O!!
    Ciao bella! 🙂

  66. Ciao Alessandra!! Grazie per le tue belle parole! Sono contenta che ti sia piaciuta la storia e ti abbia fatto emozionare, come è successo a me quando l’ho letta la prima volta. Un abbraccio e buona giornata!!! :**

  67. Non ho capito, ma questo prodotto doveva essere in vendita?
    No perchè se è così mi sarei incazzata abbestia sapere di aver comprato aria fritta 😀

  68. Grazie a te Clio che sei l’esempio a cui dobbiamo ispirarci per “essere il nostro cambiamento!!” Un Bacione a te e a tutte voi!! Siate il vostro cambiamento!!!

  69. Sarebbe bello sentirsi al top tutti i giorni, ma sappiamo tutte quanto è difficile!
    Quando proprio l’autostima non arriva, allora intervengono i miei cerotti personali, ossia tutte le persone che mi vogliono bene, la famiglia, il mio ragazzo, le mie migliori amiche, che mi tirano subito su il morale e mi fanno vedere tutto sotto una luce diversa!
    Questi sono i cerotti migliori del mondo 🙂

  70. Woooow, è vero ! Tremendamente vero! Una settimana fa ho provato un vestitino , mi piaceva e lo avrei anche preso se il mio ragazzo non avesse storto il naso (non era di suo gusto il modello ) , ieri l ho riprovato con mia mamma e mi sono vista orribile ! La bellezza è uno stato mentale, io ieri avevo pensieri per la testa ecc e non mi sarei piaciuta con niente addosso !.

  71. Si lo conosco quell’olio grazie a Clio che ne parlò nel post delle macchie da brufolo, cmq grazie del consiglio =) finita benzac sarà il prossimo acquisto ciao bellezza !

  72. Anche io ho i segnetti, e all’inizio mi disperavo…mi dispero tutt’ora ma molto di meno, alla fine sti cavoli del segnetto, si toglierà =D ciao bellezza !

  73. Ciao Rachele 🙂 sì, hai ragione! Sono molto interessata alla psiche umana e a tutto ciò che succede nella mente delle persone..mi affascina davvero tanto! Mi sorprende che da un semplice commento si sia potuto dedurre e mi fa anche piacere che tu lo abbia colto 🙂 Ho letto diversi libri che parlano un po’ dei comportamenti dell’uomo e questo che hai citato tu mi incuriosisce. Da sempre le donne fanno di tutto per piacere agli uomini quindi sono curiosa di capire cosa passa a loro nella mente..vedrò di procurarlo, grazie 🙂

  74. Io ho sempre avuto pochissima autostima… Addirittura mi da quasi fastidio ricevere un complimento figuriamoci… Il fatto è che spesso siamo noi donne per prime a essere spietate con le altre dello stesso sesso. Un esempio pratico: ultimamente sto leggendo migliaia di annunci di lavoro perché ho finito l’università e sto cercando lavoro. Bene, dov’è il problema? Il 99% degli annunci rivolti a ruolo femminili ha sempre la solita stupidissima frase “bella presenza”/”ottimo standing” e via dicendo… Adesso: una donna che ha qualche kg in più o ha un naso più grosso di un’altra, o altri piccoli stupidi difetti deve essere scartata perché non rasenta la perfezione? E chi la detta questa perfezione? Gli stessi idioti che poi predicano dando la colpa ai mass media… Cominciassero loro a non dare importanza a queste cretinate valutando le persone per le loro abilità invece di chiedere le foto anche per ruoli di impiegata normalissima e non di top model magari qualcosina cambierebbe e noi povere donne non ci sentiremmo sempre sotto esame…

  75. Concordo in pieno!!!!!!!!
    Intanto, dalla foto penso proprio che non ti manchi l’ottimo standing 😉 Ma al di là di questo, credo che sia vergognosa la “bella presenza” richiesta come… requisito!! Pensa che io sono una oversize, ma non da taglia 48, un po’ di più… eppure ho lavorato come receptionist in villaggi turistici ed hotel. Ma che fatica! Ad alcuni non importa quanta esperienza hai, quante lingue parli, quanto sai fare bene quel lavoro… e continuo a non capire cosa c’entri l’aspetto fisico con l’ambito amministrativo/impiegatizio…

  76. Brava, infatti non capisco nemmeno io che requisiti ci vogliano per stare chiusi in un ufficio… Boh! Grazie per l’ottimo standing” :-D… Se si limitassero al viso non avrei problemi perché grandi difetti li non credo di averne, il mio “problema” è che non sono magrissima, ho la 46, ok tu dirai cosa vuoi che sia! Quelli che ti giudicano pensano che sei obesa se hai una taglia dalla 40 in su, ma soprattutto che il tuo cervello non sia in grado di lavorare se il fisico non è all’altezza. Ovviamente non tutti i posti sono così ma ormai la gran parte si purtroppo ed è molto triste nei confronti di noi donne perché non mi sembra che agli uomini chiedano mai la bella presenza…

  77. Ciao Chiara, il libro si intitola “Elogio alla bruttezza”, scritto da Loredana Frescura ed edito da Fanucci 🙂 è per ragazzi, ma l’ha apprezzato anche mia sorella che di anni ne ha quasi una decina più di me. Grazie, un bacio

  78. è davvero un bel messaggio!
    io credo che ognuno debba fare qualcosa per se stesso per sentirsi meglio.. io per esempio ho fatto una dieta e ho perso 10kg, mi sento rinata 🙂 e sto continuando per sentirmi sempre meglio 😀

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here