Ciao ragazze!

Oggi voglio fare un esperimentoIl canale delle review funziona bene ed è molto apprezzato, ma so anche che molte di voi hanno una vita frenetica, che non permette di passare troppo tempo navigando su Youtube e guardando video. Ho pensato che potrebbe essere una buona idea ogni due settimane fare un riassunto SCRITTO delle ultime review; in questo modo avrete tutte le informazioni che vi servono “a portata di clic”, sempre a vostra disposizione quando ne avete bisogno! Che ne dite? Iniziamo subito!

Schermata 2014-04-14 alle 16.58.09

1) Palette Em Cosmetics Day Life: la famosa enorme palette della collezione di Michelle Phan, famosissima Youtuber. È composta da 24 ombretti, 4 blush, 4 rossetti e 4 gloss. Tutte le cialdine sono magnetiche e compresa nel prezzo arriva anche una palette più piccola, vuota, che potete riempire con i colori che volete e portare in giro per i ritocchi (idea molto carina e originale). Passando agli ombretti, diciamo che sono principalmente perlati, ma c’è anche qualche opaco. In generale i colori più scuri sono belli e particolari, ma saranno in tutto 8 su 24. I restanti sono chiari, simili tra loro e poco pigmentati: insomma, senza infamia e senza lode. Tutto sommato si riescono a creare dei bei trucchi, ma invece di quei 16 ombretti chiari avrebbero dovuto introdurre anche qualche colore medio più intenso, che aiutasse a dare profondità al trucco. I blush sono così così, anche qui niente di entusiasmante; lo stesso fare per i gloss, semi-trasparenti, mentre i rossetti sono veramente buoni e di tonalità stupende. Resta il problema che i rossetti in cialdina sono più difficili applicare e che rischiano di sporcarsi con le polveri. Il prezzo è di 59 dollari, circa 43 euro. Il mio voto? 5.5, ci sono troppi colori inutili, non raggiunge la sufficienza nell’insieme. 

Schermata-2014-03-01-alle-11.30.30

Swatch di alcuni ombretti
Swatch di alcuni ombretti
Rossetti e gloss
Rossetti e gloss

2) Nuface Trinity Facial Toning Device: questo strano oggetto è uno strumento di microcorrente, insomma, una palestra per la faccia. La corrente stimola varie parti del viso, sollevando i muscoli: usandolo con costanza i contorni del viso diventano più definiti, le zampe di gallina diminuiscono e gli zigomi e le tempie si alzano. Non so in Italia, ma qua in America le estetiste professionali utilizzano strumenti simili; questa è la versione casalinga, probabilmente con una potenza minore. Ho scoperto l’esistenza della microcorrente quando mi sono viziata con un facial da una delle più famose estetiste di New York, che vanta diverse star tra le sue clienti, come Michelle Williams e Gwyneth Paltrow. Mi aveva stupito scoprire che prima del trattamento vero e proprio aveva utilizzato un’oggetto simile per 20 o 30 minuti; l’aveva passato prima su una parte del viso, poi mi aveva passato uno specchio per vedere la differenza e… si vedeva eccome! Prima di comprare il Nuface ho riflettuto a lungo, perché costa davvero tantissimo; l’ho comprato con lo sconto, sapendo che qui da Sephora si possono restituire i prodotti nel caso non ci si trovi bene. Che dire? Mi piace molto, non posso negarlo. Lo uso tutte le mattine appena sveglia, prima ancora di lavarmi la faccia. Applico il gel che viene venduto nella confezione (senza una crema la corrente pizzica troppo!) e passo questi rulli sul viso, insistendo sulle zone che necessitano di un “lifting” in più. Non cambia la vita e soprattutto serve tantissima costanza, perché se lo mettete da parte per un paio di settimane vi ritrovate al punto di partenza; se avete la pelle che inizia a cadere e vi sentite di fare questo investimento, però, non resterete deluse. Si nota già la differenza dopo un paio di giorni, ma ovviamente i risultati saranno più evidenti col tempo. Il prezzo è di 325 dollari, circa 235 euro. Il mio voto? 8, mi piace, serve costanza ma funziona!

1322772407__nuface-trinity-2

Nuface in azione!
Nuface in azione!

3) Fondotinta Pupa Extreme Matt: il nuovo fondotinta in polvere di Pupa viene venduto con una spugnetta in dotazione. Esistono sei colori, il mio è il più chiaro ma devo dire che non è chiarissimo, per me è giusto a malapena! Le altre tonalità sono comunque medie, non ce n’è una particolarmente scura. Personalmente non lo uso come fondotinta perché opacizza… troppo! Io ho la pelle mista, che tende a lucidarsi nella zona T, ma che resta secca sul resto del viso. Quando lo applico come fondo va a evidenziare ogni singola rughetta e pellicina che ho, soprattutto vicino ai resti dei brufoli. Trovo che sia davvero troppo secco per qualsiasi tipo di pelle; lo consiglio giusto a chi ha una pelle molto grassa, ma senza imperfezioni, altrimenti si vedrebbero ancora di più. La coprenza è media; provando ad aumentarla facendo più strati mi sono ritrovata con un effetto ancora più orribile, sembravo una befana polverosa! Come cipria, invece, mi trovo BENISSIMO! La applico con un pennello, non con la spugnetta, per un effetto più leggero, ed è davvero miracolosa, opacizza alla perfezione. Il prezzo è sui 19 euro, non poco. Il mio voto è 6.5: bocciato come fondotinta, ma promossissimo come cipria!

050022010_big_183906

Schermata 2014-04-14 alle 12.17.58

4) Rossetti Deborah Milano Red Laque: vengono descritti come 4 prodotti in 1: rossetti, tinte, balsami e gloss. Personalmente direi più che altro 3 in 1, perché non tingono assolutamente le labbra; giusto quelli più scuri lasciano un po’ di colore quando se ne vanno, ma nel complesso non li chiamerei. Pensate che addirittura li tolgo… con un fazzoletto! La consistenza è strana, “marmellatosa” come ho detto nel video: alla prima passata non sono per niente omogenei, ma facendone una seconda e aspettando un minuto diventano belli e uniformi, come per magia. Ho notato che alcuni colori, però, danno un effetto più bruttino: si tratta dei numeri 1, 8, 9 e 10. I migliori, secondo me, sono il 5 e il 6. La durata in generale è sorprendentemente buona contando che non tingono, sulle 2 o 3 ore, anche mangiando e bevendo. Quando iniziano ad essere meno freschi li tolgo semplicemente con una velina e non ci penso più! Il prezzo è di circa 12 euro. Il mio voto? 7, in generale mi piacciono, ma alcuni colori sono decisamente peggio di altri, quindi bisogna stare un po’ attente.

deborah milano red laque

Schermata 2014-04-14 alle 12.21.05

...Si tolgono con un fazzoletto!
…Si tolgono con un fazzoletto!

5) Correttori Pupa Cover Cream Concealer: di questi nuovi correttori Pupa con applicatore a spugnetta esistono quattro colorazioni: la prima è chiara sul giallo, la seconda chiara sul rosa, la terza color biscotto e la quarta scura e aranciata, perfetta per contrastare le occhiaie blu. Purtroppo quest’ultima per me è troppo scura, ma volendo si può usare per correggere e poi fare un secondo strato con un correttore del nostro tono di pelle, per uniformare. Per risparmiare tempo uso lo 02, quello chiaro per sottotoni rosati, e mi trovo bene. Purtroppo la copreza è medio-bassa, infatti quando ho le occhiaie più pronunciate non le riesco a coprire bene. La consistenza è strana: sono cremosi, facili da lavorare e sfumare, ma si asciugano con un finish leggermente polveroso, che va a segnare ancora di più un contorno occhi secco come il mio. Su brufoli e imperfezioni, invece, questo risultato cipriato e opaco va bene. Il prezzo è di circa 14 euro. Il mio voto? 7, mi piace la texture, ma sul mio contorno occhi non vanno bene e anche la coprenza non è delle migliori.  

19449

6) Revlon Matte Balm: questi sono i fratelli opachi dei miei amatissimi matitoni-tinte di Revlon, usciti ormai qualche anno fa e ancora sul mio podio personale. I colori usciti in Italia dovrebbero essere 7: io ne ho quattro, ma uno di questi, quello più scuro, non è disponibile da voi. Come quelli classici profumano leggermente di menta, ma non in modo fastidioso. In generale sono confortevoli, hanno una consistenza morbidina, che non secca troppo le labbra; la durata è buona, sulle 3 ore, ma si possono sempre riapplicare al volo senza fare pasticci. Tra quelli che ho il mio preferito è sicuramente il 210, un corallo molto pigmentato che tinge anche le labbra; anche il 205, il rosa, è carino. Il 245, quello aranciato, non mi piace perché evidenzia le pellicine. L’ultimo, il 215, è quello che non viene venduto in italia. Il prezzo è di 12 euro e 20. Il mio voto? 7, mi piacciono, ma non me ne sono innamorata come di quelli della linea originale. Insomma, sono carini, ma segnano un po’ le labbra, anche se non le avete particolarmente secche. 

Revlon-Color-Burst-Matte-Lipsticks

Ragazze, che ne dite di queste review scritte? Vi sembrano utili? Volete che continui a farle? Pensavo a una cadenza bi-settimanale, come ho fatto oggi, riassumendo gli scorsi 15 giorni. Mi raccomando, siate sincere, se non trovate questo genere di post utile fatemelo sapere e non li farò più! 🙂 Voi avete provate questi prodotti? Cosa ne pensate? Un bacione bellezze!