Ciao ragazze!

Oggi vorrei discutere con voi della tendenza che ho notato nell’ultimo periodo da parte delle case cosmetiche di lusso di lanciare prodotti particolari, dai colori più stravaganti, indirizzandosi verso un pubblico più giovane… ma mantenendo prezzi elevati! 

Schermata 2014-05-19 alle 13.41.10

Da anni esiste una suddivisione abbastanza chiara nel mercato del make-up: da una parte ci sono brand storici e lussuosi, come Dior, Chanel, Yves Saint Laurent e Guerlain, che si sono sempre mantenuti su una linea classica, con tonalità neutre e portabili, puntando più sul packaging e sulla tradizione invece che sull’innovazione. Dall’altra abbiamo i marchi più recenti come Urban Decay, Too Faced, Stila e Tarte, che, sempre in una fascia di prezzi medio-alta, hanno preferito indirizzarsi a un pubblico giovane, con esigenze diverse e più specifiche, che possono essere colori ricercati,  texture particolari o ingredienti naturali. Ai primi ci si rivolge per viziarsi e per riconoscersi in uno status symbol, ai secondi invece si affida un desiderio di qualità e novità.

Notate la differenza di stili?
Notate la differenza di stili?

Ultimamente ho notato che i brand classici hanno iniziato a lanciare prodotti inaspettati, che si discostano dai loro standard e che sembrano indirizzati a teenager o ragazze ben più giovani dei loro soliti target. Mi riferisco ai mascara viola e arancioni di Chanel o a quello fucsia di Dior…

Schermata 2014-05-19 alle 13.33.46

…alle palette super-colorate di YSL, che io stessa troverei difficili da portare…

1034

…ai Bubble Blush di Guerlain, che sembrano quasi trucchi giocattolo per bambine (e hanno anche un packaging abbastanza plasticoso)…

8458514_fpx

…agli smalti magnetici di Dior o ai loro ultimi usciti adesivi a righe per unghie, con tanto di logo…

diormystic2 s1593805-main-Lhero Dior-Sailor-Couture-Nail-Stickers

…ai rossetti versi, gialli e viola di Dolce e Gabbana…

Christmas-makeup-2013-Dolce-and-Gabbana-Sicilian-Jewels-lipsticks-736x432-horizontal

…e a quelli color magenta, viola e arancioni (tutti trasparenti) di Armani…

Giorgio-Armani-Summer-2014-Bright-Ribbon-Collection-Sheer-Rouge-2

Insomma, mi sembra proprio che questi brand stiamo cercando a tutti i costi di togliersi di dosso la polvere per risultare allettanti agli occhi degli eserciti di ragazze appassionate di make-up, cresciute a pane e Youtube. L’idea di base non è male, ma non riesco a non pensare che ci sia un problema di fondo che non farà mai funzionare del tutto questa strategia: il prezzo! Quante di voi spenderebbero una trentina di euro per un mascara fucsia da usare giusto un paio di serate estive? Quante investirebbero 20 euro in uno smalto magnetico firmato Dior, quando da Kiko se ne può trovare uno identico a un decimo del prezzo? Penso che in poche direste con sicurezza “io!”

Schermata 2014-05-19 alle 13.47.02

Chanel con il suo mascara viola ed arancione

Chanel-Le-Vernis-in-623-Mirabella-and-Inimitable-Waterproof-MascaraIn linea di massima credo che da marchi di questo tipo non ci si aspetti (e non si desideri) novità e stravaganza: se cerco una palette di colori accesissimi compro la Electrics di Urban Decay, mentre se voglio una stupenda cipria dalla confezione raffinata e dalla consistenza impalpabile vado sul sicuro con Givenchy. Insomma, credo che alla gente non piacciano troppo questi esperimenti, anche perché mi sembra di aver capito che normalmente ci si rivolga ai brand di lusso per acquistare prodotti classici, senza tempo, da usare tutti i giorni per sentirci speciali, mentre per togliersi gli sfizi e sperimentare ci si accontenta di Kiko, almeno se quel rossetto viola non ci dona come speravamo non abbiamo buttato via una piccola fortuna…

Questo era il mio punto di vista, ma voi cosa ne pensate? La svolta “giovane” vi ispira o preferite che questi marchi mantengano una linea più classica? Comprereste qualcuno dei prodotti che ho portato ad esempio?