Ciao ragazze!

Ari-eccoci con il nostro appuntamento delle vostre domandine!! Oggi vi spiegherò qualcosa in più sugli ombretti cotti, sui trucchi delle sfilate (ma stavolta uomini!), sulle concorrenza con le altre youtubers e…. basta! ehehh leggete oltre per scoprirlo! 😛

1)
differenze tra cotto .38

– I prodotti cosiddetti ‘cotti‘, come ciprie o ombretti, vengono fuori da un processo diverso rispetto agli altri più comuni. Il termine cotto si riferisce alla fase finale del processo di produzione in cui vengono letteralmente cotti, quindi esposti al calore, in modo da perdere tutti i liquidi o l’acqua contenuta all’interno. Per questo sembrano quasi ‘secchi‘ o comunque ‘asciutti’ e non cremosi o morbidi. La maggior parte degli ombretti poi sono realizzati con più colori al loro interno e questo è evidente ancor più nella resa finale. Spesso sono metallizzati e molto luminosi e perlati, quasi cangianti appunto perché hanno più sfumature al loro interno. Inoltre possono sembrare leggeri o poco scriventi, ma se si usano bagnando il pennellino, ecco che il colore riaffiora e si intensifica molto!

pupa-50s-dream-collection-spring-2013-02
Questo perché bagnando il pennello si restituisce quell’idratazione che l’ombretto ha perso nella cottura. Questo tipo di ombretti quindi sono gli ideali da usare bagnati a differenza magari di quelli classici, che se inumiditi possono creare una specie di patina sulla cialdina. Gli ombretti cotti in realtà non mi fanno impazzire, non è uno dei finish che preferisco… Una delle poche cose ‘cotte’ che uso è un illuminante della MAC che è il Soft and gentle, ma bisogna fare attenzione perché da asciutto essendo molto polveroso tende a far cadere molti gltterini per tutto il viso!
Mac-minerlise-soft-and-gentle-small-crop

2)
truccato uomini sfilate

-Sì! mi è capitato… ma se posso evitare lo faccio! Non per niente, ma non c’è gusto a farlo! Eheheh.. il trucco uomo è sempre abbastanza banale, ridotto solo a un po’ di crema, cipria, correttore e burrocacao, a meno che non ci sia un trucco specifico a tema per quella sfilata. Quindi diciamo che non è il massimo divertimento e dell’emozione per un truccatore e io se posso preferisco naturalmente le modelle! 🙂

3)
Schermata 2014-06-26 alle 15.35.12

-Prima di questo devo dirvi una cosa: proprio l’altro giorno parlando con Claudiettis, gli ho detto che vorrei tanto inventare un qualcosa che tenga giù le gonne quando tira vento! NON NE POSSO PIU’! Quando c’è tanto vento (e qui a NY capita spesso) io che amo i vestitini non so cosa fare!

e l'effetto non è propriamente come quello di Marilyn! :D
e l’effetto non è propriamente come quello di Marilyn! :D

Non so, qualche calamita, un gancio, qualcosa! So che non è un accessorio di makeup ma sempre di donne e bellezza parliamo! 😀 Vi lancio una sfida e un’idea per un eventuale business! ehheh 😀
Per il trucco invece, penserei a qualcosa che ci faccia rendere conto se abbiamo esagerato o no con il fondotinta o se il trucco che abbiamo fatto va bene o no. Spesso capita che quando ci trucchiamo a casa non riusciamo a capire se abbiamo azzeccato tonalità di colore del fondo, o quantità di prodotto applicato (ad es. cipria o correttore!) e cose del genere… ecco. Uno strumento che ci avvisi se stiamo facendo bene o male, se stiamo esagerando o no! 😀
Cliccate qui per le domande 4 e 5! 🙂