Ciao ragazze!!

Potremmo dire che la notizia della settimana si possa riassumere così: Renee Zellweger non assomiglia più a Renee Zellweger. O forse, come direbbe lei, semplicemente non assomiglia più a Bridget Jones. Insomma, non voglio proprio ripetere le solite cose sulla chirurgia plastica, ma vorrei cercare di comprendere cosa è successo. Non per gossip, ma per capire se nel 2014, cambiarsi la faccia ci fa essere vittime di un sistema malato che non ci fa accettare, o coraggiose e coerenti, finendo per essere, come lei ha affermato, davvero più felici. Voi cosa ne pensate? cliorenee Mi spiego subito: avete in mente quella scena in cui ci si piazza davanti allo specchio e si comincia a dire/pensare “vorrei il naso più sottile e piccolo, gli zigomi più alti, le labbra più simmetriche, gli occhi più grandi e il mento meno pronunciato“? Ecco, chi non l’ha mai fatto scagli la prima pietra. Tutte conosciamo i nostri difetti e, almeno a livello teorico, tutte vorremmo disfarcene. E magari, qualcuna aggiungerebbe: “il naso lo vorrei come quello di Natalie Portman, gli zigomi di Angelina, la bocca della mia vicina di banco”, ecc.

Insomma, Renèe, in qualche modo, non ha fatto altro che realizzare questo sogno che noi stesse diciamo desiderare. Magari lo desideriamo immaginandoci con in mano una bacchetta magica e non un bisturi, ma poco cambia. ELLE's 21st Annual Women In Hollywood Celebration - Arrivals Ma procediamo con ordine: Renèe Zellweger ha una storia un po’ particolare e ci terrei pertanto a separarla da altre sue colleghe ‘vittime‘ di un botox/intervento mal riuscito (sì, Meg e Emanuelle, ahimè, sto pensando a voi).

Celebrities At The Lancia Cafe - Day 6 - Taormina Filmfest 2013
Hollywood, tra l’altro non l’ha perdonata: i suoi ruoli si sono ridotti quasi a zero.
Emmanuelle-Beart-Plastic-Surgery-Picture
Stessa cosa è successa a Emanuelle Beart, bellissima un tempo e ora colpita irrimediabilmente dalla mano maldestra di un bisturi. Non ha più avuto ruoli di rilievo da allora.

Per prima cosa il rifacimento di Renee, di per sé, non è mal riuscito. Ora non è ‘brutta‘, anzi. Non la conoscessimo e la vedessimo per la prima volta ora penseremmo probabilmente che per avere 40 anni, questa donna sta benone.

Renee-Zellweger-Elle-Women-Hollywood-2014
Sinceramente darei una sistemata alle sopracciglia, al di là di tutto, ma forse sono io che sono fissata 😀 !

E’ avendola vista prima che tutto il mondo ha storto il naso, pensando che ha perso molto. Perso cosa? Ha perso quelle caratteristiche che la rendevano un po’ buffa, bella ma particolare e bizzarra, simpatica. Le guanciotte paffute, gli occhi che con il sorriso diventavano una fessura e la bocca a cuore che è diventata famosa con il cartellone de Il Diario di Bridget Jones. bridget-jones-diary renee-zellweger-wallpaper-2 234401_1242009206677_full Ecco, Bridget Jones. Il personaggio che l’ha consacrata a Hollywood e che ce l’ha fatta amare. Però anche il personaggio che l’ha fatta ingrassare e poi dimagrire, facendole iniziare un malsano yo-yo, accompagnato da vari cambiamenti di look, come se l’attrice volesse dire al mondo: Bridget Jones non sono io, io posso essere più sexy, più magra, più ‘star’.

renee+zellwegger
Scavata VS burrosa
zellwegerR210607REX_468x781
Con e senza curve
renee-zellweger-wallpaper-3
In versione mora e sexy

E non è bastato nemmeno che si trasformasse della sensuale Roxie di Chicago perché ci dimenticassimo la sua interpretazione nei panni della single d’America. Insomma, la vecchia storia dell’attore che rimane incollato al personaggio (Sean Connery-007, Daniel Radcliffe-Harry Potter e così via), e che per le donne, ancora una volta, è più difficile da gestire.

3540892_640px
Bellissima in Chicago, quasi in versione Marilyn
Roxie-Hart-chicago-the-movie-2942522-852-480
Sempre nei panni di Roxie…
renee-zellweger-young
…Da giovane, agghindata da pin-up. Ma non è così che la ricordiamo…
bridget-jones-underwear-main
…bensì così!!! <3

Ma il post non è finito: cliccate qui per continuare a leggerlo!