Ciao ragazze!

Allora, siete ben ben appesantite da cenoni, pranzi, pranzoni, cene degli avanzi, panettoni, creme al mascarpone e zabaioni? Leggere solo questa lista vi ha fatto pensare “basta pietà”?! Benissimo! E’ normale e mangiare a Natale è sacrosanto, ma ora bisogna un po’ riprendersi (anche perchè a Capodanno si ricomincia). Un’ottima alleata per questa missione allora è la bevanda più diffusa al mondo dopo l’acqua…e no! non è la Coca Cola! Parlo del , che oltre ad essere per molte culture una “faccenda molto seria” fa benissimo al corpo e alla mente! 

AUDREY_tea_Cliomakeup

Ma è la stessa cosa fare il tè in bustina o in foglie? Cambia tanto tra tè verde e nero? Esiste il tè giallo e blu? I tempi di infusione influiscono sulle proprietà? Fa bene sempre e proprio a tutti? Ma poi, cos’è davvero il tè? e perché dovrebbe fare bene? Trovate tutto e anche altro nel post!

Innanzitutto: i gusti. Il tè non piace a tutti e io sono la prima a non essere una grande fan: negli ultimi tempi inizio a non-disprezzarne qualcuno, ma in generale non sono mai stata un’esperta né una estimatrice. Però c’è da dire che ignorarlo del tutto è un peccato!

David Beckham
Mettete che David vi offra una tazza di tè: voi potete rispondergli “no grazie, mi fa schifo”??? Eh no!

E’ una bevanda totalmente ipocalorica (finchè non si aggiungono zuccheri, mieli ecc ecc), facile da preparare e universalmente conosciuta come benefica. In più ha una storia millenaria e un fascino da non sottovalutare!! Scopriamola rapidamente insieme!

Brigitte Bardot

Inutile sottolineare il fatto che ormai “l’ora del tè” sia immediatamente collegata alla tradizione inglese! In realtà però è una bevanda esotica e proprio per questo in Inghilterra era particolarmente apprezzata e ritenuta “aristocratica”: costava molto, era simbolo del loro colonialismo e nella sua “lentezza” era riservata quasi esclusivamente alla nobiltà!

IMG_3113
L’irriverente e mitica Lady Violet di Downton Abbey chiede che fine abbia fatto il suo tè!
downton_abbey_series2_ep1_09-1-
Ma non si rifiuta nemmeno al personale (sempre Donwton Abbey)!

Il prezzo alto oggi sembra “abbattuto”, ma è un’illusione: le coltivazioni di tè sono pochissime e restano sparse nel lontano oriente! La pianta del tè, la Camellia Sinensis, infatti esiste solo in pochissimi giardini (così vengono chiamati i “campi” di tè) in India, in Ceylon, in Cina, a Formosa, in Giappone, in Africa e in Russia.

Si dice che a scoprirlo fu un imperatore di 5000 anni fa (!!!!) e che poi si diffuse tra i monaci tibetani e in seguito il popolo cinese. La colonizzazone poi trasferì la tradizione dall’Oriente all’Europa.

teafields-clio

Ma se si tratta di una bevanda ricavata da una pianta rara e preziosa, la cui coltivazione è complicata, il raccolto raro (due volte all’anno) e difficilissimo (a mano, spesso in montagna in zone non sempre facilmente raggiungibili), l’essicazione e lavorazione lunga e complessa, com’è possibile che tanti tè in bustina non costino molto?

Ecco il primo “shock”: nelle bustine spesso (quelle più industriali e meno care, altre invece hanno una qualità migliore) è presente la parte meno pregiata della foglia, le foglie più piccole e poco ricche, le parti “tritate” che i grandi produttori scartano… e così via. Risultato? Tanto tannino (troppo, e rilasciato troppo in fretta) e poco altro. I benefici quindi si riducono a un effetto “sveglia” non troppo benefico. toxic-tea-bag

Quindi, sia se si ama davvero il gusto nelle sue moltissime varietà (dovute alla lavorazione, al raccolto e alle miscele), sia se se ne vuole trarre un beneficio maggiore di quello che si trae da una tazza di acqua calda, varrebbe la pena optare per i tè in foglia, venduti a peso o già confezionati nelle scatolette di latta.

Ma prima di passare alle “regole d’oro” per una preparazione che sfrutti al massimo i benefici e gli aromi dei vari tè, passiamo a una rapida classificazione delle qualità e delle proprietà!!

grace kelly_cliomakeup_tè

 

BENEFICI

Innanzitutto il tè è una fonte ricchissima (issimissima) di antiossidanti e di sostanze polifenoliche: il meglio che c’è contro i radicali liberi. Sono presenti soprattutto in certi tè e non contrastano solo l’invecchiamento cellulare ma è stato scientificamente provato che siano efficaci per prevenire le cardiopatie ischemiche e anche della diffusione di cellule cancerogene. Contiene anche l’EGCG, un componente con un potere ossidante 20 volte maggiore la Vitamina E nel proteggere i lipidi del cervello, rendendolo di beneficio anche per chi sta lottando contro la leucemia.

E’ evidente che il tè non sia un farmaco e non va inteso come tale: semplicemente ha delle proprietà benefiche per l’organismo, e ciò lo rende  in grado di sostenere il benessere generale del corpo e migliorare la situazione quando si ha deciso di interrompere certi comportamenti scorretti (come fumare).

E’ quindi un buon alleato che può far bene affiancare a terapie (dove necessario) o diete e in generale per il proprio equilibrio quotidiano. In salute ha effettive e provate proprietà preventive, proprio come lo stile di vita attivo e sano!

Princess Kate Midleton

Inoltre è un ottimo disintossicante (per questo è perfetto per chi ha deciso di smettere di fumare, per chi sta cercando di uscire dall’obesità e chi lotta contro il colesterolo!). Fa benissimo contro la cellulite e se consumato con regolarità per almeno 10 anni pare sia una ottima prevenzione contro l’osteoporosi.

Consumandolo spesso in piccole quantità (come fa tradizionalmente il popolo cinese) si ottengono proprietà idratanti imparagonabili a qualunque altra bevanda: se si hanno perso liquidi o se si è disidratati è davvero un toccasana. Se quindi ieri avete brindato molto e bevuta poca acqua  (e ricordatevelo anche per il primo dell’anno!!) passare una giornata o due sorseggiando tè tra un pasto e l’altro è un’ottima idea!! Considerate che per non alterare l’idratazione del corpo per ogni bicchiere di vino bisognerebbe berne sei di acqua!

Morticia Addams
Lo beve anche Morticia!

Ma quale scegliere tra tè nero, verde, giallo, blu e bianco? E quali sono le maisons du tè più famose? E in ambito beauty? Se volete scoprirlo, continuate a leggere il post!