Ciao a tutte!

Oggi parliamo di un’invenzione che potrebbe fare la gioia di tantissime donne: le scarpe con i tacchi intercambiabili! E’ finita l’era delle ballerine di ricambio portate in borsa, in futuro basterà semplicemente premere un bottone sulla scarpa per scendere dai trampoli e ritrovarsi con delle comode ballerine. Se siete curiose non vi resta che leggere il post!

ddabcb591205852f59974801fab806ff

Dite la verità, a quante di voi è capitato di pensare che un paio di scarpe con i tacchi provvisori, da poter togliere all’occorrenza, sarebbero state l’invenzione del secolo, quella in grado di migliorare tantissimo la vita dell’intero universo femminile?

In realtà ci avevano già pensato in passato, ma nessuno era riuscito a risolvere completamente il problema del tacco intercambiabile…ma finalmente una geniale stilista Canadese che vive a Parigi ce l’ha fatta! Eccola!

st-0117-Tanya_Heath_001

L’inventrice è Tanya Heath! Tanya ha dedicato gli ultimi tre anni della sua vita all’ideazione e al perfezionamento di questa sua invenzione, creare una scarpa del genere non è stata esattamente una passeggiata: la struttura del tacco si è rivelata complicata e difficilissima da realizzare, ma alla fine Tanya ha avuto la meglio.


Immagine74

All Credits: Tanya Heath instagram

Il suo obiettivo? Offrire un modello di scarpa comoda (e decisamente più pratica delle calzature salva piedi in borsa!), utilizzabile sia per i look da giorno sia per quelli più eleganti della sera. L’idea le è venuta quando si è resa conto di sentirsi inadeguata e quasi a disagio quando andava in ufficio con delle scarpe senza tacco.

Immagine5

Trattandosi di una stilista il resto è venuto da sé: ha cominciato a pensare a quanto sarebbe stato pratico avere un unico paio di scarpe portabili dal punto di vista della comodità, ma potenzialmente in grado di trasformarsi in calzature più eleganti, perfette in caso di riunioni importanti, o in sensuali tacchi a spillo per le serate fuori.

Immagine5452
Immagine2520150404_94706_TANYA5

Sono così venute alla luce le prime scarpe dotate di tacchi intercambiabili, che da comode scarpe con un mini tacco si possono alzare fino da 4 cm a 9 cm in altezza a seconda del tacco scelto…figata!

Immagine

Ma c’è di più, Tanya ha progettato tanti modelli di tacchi, con forme, stampe e colori diversi, in modo da poter abbinare facilmente la calzatura e rivoluzionare il proprio look grazie a un semplice accessorio.

Immagine8 Immagine85Immagine2

 

Al di là dell’estetica di questi modelli, che ovviamente possono piacere o non piacere, l’idea che in un futuro possano cominciare a trovarsi delle scarpe di questo tipo è entusiasmante, non trovate? L’unico tasto dolente, per il momento, è il prezzo: la calzatura base va dai 350 ai 400 euro, mentre i set da tre tacchi oscillano dai 25 ai 75 euro circa.

 

Che ne dite? Avevate mai pensato alle potenzialità di una scarpa simile? Vi piacerebbe poterne avere un paio? In quali occasioni vi sarebbero più utili? Ufficio, passeggiata in centro, cerimonia o discoteca? Ciao dal Team! 🙂

 

151 COMMENTI

  1. Che figata! Io avendo problemi di schiena devo stare lontanissima dalle ballerine e quindi devo sempre ripiegare su tacchi intermedi ma l’idea di cambiare solo il tacco e sbizzarrirmi con le fantasie mi piace molto!
    A 300€ sono sicura che non sfonderà mai però

  2. al di là dei modelli che ho visto qui, che non mi piacciono nemmeno un po’, trovo che l’idea sia geniale….soprattutto per chi come me fa fatica a trovare un paio di scarpe (ho il 34,5) …..se il modello va bene ed è comodo, sarebbe una figata metterle sia per il giorno che la sera (perchè io, di giorno, col mio piedino, col cavolo che metto i tacchi! anzi se posso evitarli, evito anche la sera!)

  3. Che figata 😀 pensare a tutte quelle volte che vado a ballare con i tacchi e dopo 30 min mi pento di essermeli messa… Problema risolto! Speriamo che anche altri brand di calzature producano un domani scarpe del genere…

  4. Ottima idea!! Soprattutto per il tacco intercambiabile! Non sono una grande fan delle ballerine, mi piacciono sulle altre ma non su di me, ma l’idea di modificare i tacchi e la loro altezza è fantastica!
    Mi lascia un pò perplessa la questione “stabilità”, tipo, se passo sui sanpietrini devo stare super attenta che il tacco non si stacchi ogni 2×3?
    A parte questo dubbio, l’idea è ottima!

  5. L’idea è effettivamente geniale, al di là del prezzo, spero davvero che il brevetto possa essere anche applicato a scarpe più economiche. Cmq le trovo anche molto carine, A livello estetico, pur non essendo il mio genere di scarpa preferito (purtroppo le punte mi stanno malissimo).

    Complimenti per il post, molto interessante.

    Nicole

  6. Figataaaa.! Speriamo che l’invenzione prenda… “piede”… e si arrivino a realizzare tanti modelli diversi e sopratutto accessibili a tutte, perché secondo me l’idea, se ben sviluppata e realizzata su una scarpa veramente comoda, è geniale!

  7. Porto poco i tacchi. Sono già alta di mio, poi faccio una vita “in bicicletta”, quindi non sarebbero molto comodi. Però l’idea non è male. No in effetti è tutt’altro che una brutta idea… Più che altro bisogna trovare delle scarpe davvero comode, perchè se non lo fossero, tenerle ai piedi 12/13 ore… ahiaaaaaa!!!!!

  8. L’idea è prp bella!! Ma tra i modelli mostrati neanche 1 mi è piaciuto, in più io sono una tipa da super altezze e pochi modelli mi sembrano alti quanto piacciono a me..se ci fossero altri modelli cmq risparmierei fino all’ultimo centesimo x comprarle *.*

  9. I tacchi mi piacciono tantissimo ma sulle altre persone perchè io non riesco proprio a portarli… soffro di mal di piedi anche con le scarpe da tennis o con le ciabatte l’estate quindi figuriamoci con i tacchi… queste scarpe sono però geniali , speriamo che si diffondano presto magari ad un prezzo ragionevole…

  10. E pensare che per il master ho progettato lo stesso identico concept, con prezzi più abbordabili… mi sto davvero mangiando le mani per non averle brevettate!

  11. *.* mi piace!!! Ci ho sempre pensato sempre (sono una visionaria anche io?) ma mi è sempre venuto da dire “vabbè ma è impossibile..” perché penso subito alla forma e alla (IN)stabilità studiata di una scarpa con tacco 10 a spillo e un tacco 4..
    Sarebbe una stracciata ‘sta scoperta! Prezzo a parte che di figata non ha nulla, anzi!

  12. L’idea è una genialata!!!!
    Non mi piacciono le ballerine,preferisco stare comoda ma sempre con almeno un paio di cm da terra; il problema sorge qnd si sta tutto il giorno con i tacchi alti…..qst scarpe sarebbero una manna dal cielo,peccato xò che dei modelli proposti non me ne piaccia neanche uno!!!

  13. magari!!!! è quello che dico sempre ogni volta che vado a comprarmi le scarpe con i tacchi alti… “se solo si potesse staccare il tacco!” evviva! solo… speriamo le facciano più economiche 🙂

  14. Se le scarpe progettate sono anche comode e morbide, sono pronta a fare l’investimento! Odio dover spendere soldi x scarpe da mettere solo nelle occasioni e x di più scomode. Sarebbe bello poterle indossare anche in altre occasioni. Brave ragazze del Team! ( oltre alle critiche è bene fare anche i complimenti quando ci vuole!!!)

  15. Ok per me sono l’invenzione del secolo, peccato il prezzo, insomma in fondo i modelli non sono niente di che..

  16. Idea sicuramente buona per chi non è abituata ai tacchi (non è il mio caso, ma capisco benissimo chi non riesce a portarli dalla mattina alla sera)… solo che i modelli sono veramente brutti! 😐
    Cioè, per una signora sui 60 le vedrei anche bene.. sforzandomi 😀
    Poi il prezzo lo vedo eccessivo.. ma quello sicuramente scenderà non appena usciranno le varie imitazioni 😉

  17. Bellissima idea di Tania Heath e bellissimo post del Teamclio! Questo mi fa sperare in delle serate dove l’unica cosa che vedo è il ritorno a casa lontano di secoli a causa dei tacchi!!! e poi carina questa idea di cambiare i tacchi!!!! Così è come se si avessero più paia di scarpe diverse in 1!!! 😉

  18. Meravigliosa notizia!!! Il prezzo é altino ma se c’é interesse per il prodotto cominceranno a produrle anche altre case meno care….speriamo!

  19. L’idea è geniale. I modelli non mi dispiacciono! Certo io userei sempre i tacchi grandi e non troppo alti avendo il piede piccolo non mi posso permettere grandi altezze e poi sono imbranata. Il prezzo è alto ma come per tutte le novità. Speriamo che prenda piede!

  20. non saprei….a quel prezzo mi ci comprerei un paio di scarpe di lusso e anche le ballerine da portarmi dietro =)

  21. Io penso che FINALMENTE qualcuno inizia a disegnare scarpe pensando ai piedi delle donne oltre che alla bellezza dell’oggetto.
    Spero veramente che quest’idea prenda piede (no pun intended).

  22. A me fa piangere! 😀 Ho finito a luglio la triennale in Design della Comunicazione al Polimi, il master era in Web Markting Specialist 🙂 in realtá era un progetto di Web Marketing (per l’appunto), ma su un prodotto di nostra invenzione… io mi ero inventata delle scarpe simili. In realtá esistono piú linee del genere, tutte a prezzi altissimi (probabilmente l’ingegneria che ci sta dietro é notevole). Un concept simile e interessante e quello di Bronzo Miré, che fa zeppe con lacci/stringhe di colori diversi http://www.bronzomire.com/

  23. che genialata! peccato il prezzo..Chissà però, magari fra un paio di anni si adegueranno tutte le marche e si troveranno scarpe e tacchi con prezzi accessibili..!Speriamo!!!!

  24. Penso che dopo che ci ha lavorato su tre anni, un prezzo così alto c’era da aspettarselo… Brava lei è un’idea geniale! Tante volte l’ho pensato anch’io, ma credevo che non sarebbe stato possibile perché la tomaia della scarpa col tacco è piegata, si vede che in questo caso è molto flessibile… Se fossero comode (e penso di sì dato che questo è praticamente l’unico scopo di questo tipo di scarpe) sarebbe proprio una rivoluzione!

  25. Devo dire che i modelli visti qui, non mi hanno fatto impazzire, se poi penso al prezzo…. Perché con quei soldi ci si comprano delle calzature fantastiche! (Guardiani, Tod’s, Pollini, Casadei..)
    Comunque, il tacco mai stato un problema. Quelli a stiletto sono riservati ai matrimoni, sennò uso solo quelli un po’ più grossi ma comodi, e soprattutto tronchettti e stivali col freddo, e sandali in sughero d’estate. A lavoro, devo stare comoda, quindi stivali bassi o scarpe da passeggio tipo Frau, tutta la vita.

  26. Ma se infatti guardi bene la foto numero 8, quella con i tre tacchi, vedrai che la scarpa è più progettata per un tacco 4, sembra di alzi un po’ da terra, con quello più alto.

  27. I sanpietrini malefici!!! Io evito un certo tipo di tacco più stretto sennò si incastra o peggio si rovina tutto!!!!

  28. Figataaa!!!! io sono una di quelle che porta sempre un paio di scarpe basse di riserva..ma adesso forse posso sperare in qualcosa di meglio!!! 🙂

  29. Fantastica idea!! Sicuramente fra qualche anno i prezzi saranno più abbordabili, x ora è già importante che qualcuno le abbia inventate

  30. Chefffigataaaaaa:):) l’idea ancora più geniale, secondo me, è che veramente cambiando solo il tipo tacco si possa dare una svolta al look!!

  31. Scusate magari dico una cavolata ma mi lascia perplessa una cosa … in una scarpa il tacco 12 anche la suola ( che è rigida ) si deve adattare all’ altezza e quindi essere sagomata ( leggi incurvata ) . In un paio di ballerine la suola è ultraflat . Se queste scarpe si trasformano da scarpe col tacco a rasoterra vuol dire che la tomaia è flessibile ? Perché altrimenti non vedo come possano essere comode ( avere mai provato a camminare su una scarpa con il tacco rotto ?? Orribile !! ) . Se invece si tratta di scarpe che hanno semplicemente il tacco intercambiabile non la trovo stá gran comodità! ! Io a fine giornata , se invece di un tacco a stiletto me ne fai indissare uno largo … il piede mi fá male comunque !! Mah …

  32. Appena escono online ad un prezzo abbordabile per gli esseri umani ci avvisate? Mi sa che saremo tutte in fila ad acquistarle ahahah 😛 😉

  33. Anch’io stamani appena ho letto il post mi sono domandata la stessa cosa ma non ho scritto niente perchè avevo paura di non riuscire a spiegarmi !!! Forse la suola è mooooto flessibile … per essere flessibile però dovrebbe essere anche piuttosto sottile o dico una cavolata? però più le suole sono sottili , più sono anche scomode in genere (tipo quando si sentino i sassolini) …

  34. Si Roma ha un po’ di buche, quindi poveri ammortizzatori e pneumatici delle macchine…. Io poi sono pure distratta quando cammino, se non ci fosse il mio fidanzato a sorreggermi, mi sarei rotta più di una volta le caviglie…

  35. mah… il costo non è da tutti i giorni … immagino l’ingegneria che ci sta dietro però sono andata sul sito e i modelli, soprattutto quelli dei sandali, sono datati e vecchieggianti e i colori tristi e banali. l’idea c’è assolutamente ma non mi attira poi così tanto.
    Quando arriveranno in Italia o se dovessi andare in vacanza in un paese che ha questo brand lo proverò sicuramente ma per ora non mi fa sobbalzare il cuore.

  36. Ma che bella idea… Veramente utile… però come tutte le innovazioni costosetta…
    Solo tacco 75 € …Insomma… Speriamo che Brand più economici, copino l’idea…Mi piace moltissimo…

  37. Mi dispiace veramente! Non puoi riuscire a fare qualcosa lo stesso? Simile, magari più a buon mercato. Qui hai già un’acquirente! 🙂

  38. Anch’io ho visto il sito e la penso allo stesso modo, tuttavia quelli sono i modelli venduti on line, magari nei negozi hanno più varietà. In effetti sbirciando in rete ce ne sono altri, molto più carini. Comunque sì: sono evidentemente rivolti ad un pubblico di almeno 30enni, dallo stile classico.

  39. In effetti… Però se vedi il sandalo in previsualizzazione, noti che ha una zeppetta interna, per cui non è proprio rasoterra neanche senza tacchi… Mah!

  40. Ma soprattutto. .. in ognuna di queste foto si vede la modella mentre si leva il tacco dalla scarpa ma mai mentre cammina in modalità rasotessa !! Esisterá una rewieu in internet ?

  41. Il concetto è bello e innovativo.. È vero che si può portare un paio di ballerine di ricambio in borsa ma spesso è scomodo perché poi i tacchi che ti togli dove li metti? Ingombrano molto di più delle ballerine e se non hai una borsa capiente (spesso di sera si preferiscono infatti i modelli più piccoli) sei costretta ad andare in giro con il sacchetto!

  42. Ciao I T ! Si in effetti magari nei negozi avranno più scelta ma visto che non vendono in ogni parte del mondo quale modo migliore di uno shoponline per mettere tutti i modelli? Magari più nuovi, più colorati… Aspetteremo fiduciose dai… magari leggeranno questo post hahahahahahahahahahhaahha

  43. ma una fregatura doveva pur esserci…il prezzo! speriamo solo che con il tempo prendano piede (battuta pessima) e che inizino a proporla marche più economiche, un po’ come è successo con i fondotinta cushion!

  44. le ho progettate anch’io per un esame in università ormai 6 anni fa, praticamente quasi ignorate dal mio professore e ora vederle in produzione…che nervi!

  45. Wow,una facoltà meravigliosa!!Te l’ho chiesto perché quest’anno ho la maturità e per l’università sono molto orientata sulla facoltà di design

  46. Grazie team per l’informazione e grazie ragazze per i vari link che state postando! Chi le ha provate può dare una recensione?! 🙂

  47. sei ancora in tempo! se hai bisogno di una collaboratrice mi faccio avanti!! 🙂 l’idea è geniale e farlo in italia ad un prezzo accessibile sarebbe meraviglioso!!

  48. Beh, qui a Torino c’è una ragazza, Alexandra Alberta Chiolo, che ha inventato Le Albertine, stesso identico concept 😉

  49. Eh in realtá mi sa tanto che l’ingegneria che ci sta dietro é davvero laboriosa, credo che i prezzi alti siano giustificati… aggiungici il fatto che é un prodotto nuovo e, tutto sommato, di nicchia e il prezzo sale alle stelle (anche se 400 € sono in ogni caso troppi!)

  50. Mah… Bella idea senz’altro, anche se a me i modelli proposti non è che piacciano molto, a dire il vero. Almeno quello che riesco a vedere tramite questo link…
    In generale, comunque, non mi piacciono le scarpe con il plateau…

  51. secondo me si trova il modo di farlo diventare qualcosa di “massa”…magari puntando su materiali più economici oppure omogeneizzando il tipo di tacco intercambiabile (invece che tanta scelta uno può solamente farli diventare da uno stiletto ad una zeppa). Comunque studiando start up e simili ogni volta che vedo un’idea originale sprono sempre a realizzarla!! 🙂

  52. Eh noi per abbattere i costi avevamo pensato a un tacco base a cui aggiungere un altro tacco + un plateau della stessa misura. In questo modo la suola era rigida… in realtá peró non eravamo stati tanto a guardare la struttura perché era un corso di web marketing, quindi verteva sulla comunicazione del prodotto, in particolare sul web e sui social

  53. Mi servirebbero troppo!!! Ma costano troppo -__-”, aspetterò modello più arrivabili però! 😉

  54. mi pare proprio un bell’affare !!!! 475 EURO PER UN PAIO DI SCARPE !!! mica meglio prendersene due, e spendere la metà??

  55. Anche una designer italiana ha realizzato un’idea simile: si tratta di tacchi intercambiabili, ma sempre tacchi sono,.,si chiamano Albertine!

  56. Avevo già letto qualche articolo a riguardo ma purtroppo il prezzo è un bell’ostacolo. Diciamo che in genere il prezzo medio che sono disposta a spendere per una calzatura è di circa 80/100 euro… arrivare a 350/400 mi sembra un po’ troppo… poi per un tacco carino 85 euro??? vabbè aspetterò un alternativa più economica!! l’idea però è buona!!

  57. Attendo con ansia..
    Io sono una che va a lavorare con le scarpe da ginnastica per 7km e quelle eleganti nello zaino!!

  58. io mi candido per il futuro tacco cambiabile ;D…..aspetto solo che il prezzo si abbassi alla grande. Questo è FUTUROOOOOO!

  59. Io il prossimo sabato sosterrò il test d’ammisione per design proprio al polimi! Sarebbe bellissimo riuscire ad entrare!

  60. C’è chi ha avuto questa idea Made in Italy: Alexandra Alberta Chiolo con le
    Albertine.Belle e non eccessivamente costose!

  61. Non ho facebook,mi è stato rubato più volte in passato e mi è passata la voglia di inscrivermi.Scrivimi la tua mail così ti scrivo,ho un paio di domande da farti 🙂 🙂
    Ps.dopo cancella sia la mail che il link di facebook,sai in internet non si sai mai!!E grazie mille per la disponibilità….sei gentilissima :*

  62. Wow…..vedrai che andrà bene!!!In bocca al lupo.Ma sei anche tu una maturanda o già diplomata? 🙂

  63. Io le trovo orrende.senza contare che i tacchii sono bassi lo stesso quando brevetteranno un tacco 15 e un plateau 4 5 oppure una zeppa alta allora ci farò un pensierino.. sembrano le scarpe di mia nonna!e poi io ci sto tutta la giornata e la notte sui tacchi e sto benisssimo

  64. si effettivamente è strano perché ogni scarpa è disegnata per un determinato tacco, lo so perché i miei zii le producevano, e non si può mettere un tacco qualsiasi…
    questa cosa la si vede spesso anche nelle scarpe molto low cost…cinesi o simili…e la scarpa risulta tutta storta!

  65. Ciao Team e ragazze, non mi è mai venuta questa idea geniale! 🙂
    Sono delle belle scarpe e sarebbero utilissime un po’ per andare ovunque! Ovviamente per me il prezzo è altissimo, ma immagino che se avranno successo nei prossimi anni tutte le marche di scarpe copieranno l’idea 😀
    Io non uso quasi mai i tacchi (w le scarpe da ginnastica Fornarina rialzate), però una scarpa del genere potrebbe farmi cambiare idea e farmele usare un po’ di più 😀

  66. Crepi 🙂 , come prima preferenza ho messo design del prodotto ma mi piacerebbe anche comunicazione! Ti sei trovata bene tu?

  67. Però a queste si cambia il tacco e il plateau e rimangono sempre alte uguali e allora le comprendo . È la trasformazione tacco killer-ballerina che mi fá strano ..

  68. Se ci spostassimo nel salottino? La discussione si è sviluppata parecchio, non vorrei “dare fastidio” alle altre ragazze, o a Clio e al Team 😉

  69. Le sto puntando da un po’ di mesi perché ne avevo già seguito l’idea e il progetto. All’inizio pensavo potessero diventare proprio delle ballerine rasoterra poi mi sono accorta anche io che, forza di cose, almeno il tacco più piccolo va applicato.

    Ora resta un solo, enorme problema: il prezzo!!!

  70. la penso esattamente come te, quando vuoi togliere i tacchi dove cavolo li metti??? ahahah 🙂 comunque x quanto riguarda la suola, credo che i 3 anni di studio che ci sono dietro includono anche (o soprattutto) questo. sarebbero da provare, ma 400 euro x poi non sapere se ne valgono la pena mi lascia un po’ perplessa eheheh 🙂

  71. Ah hai ragione, mi sa che l’hanno tolto… scrivimi pure per e-mail, non farti problemi 😉 @disqus_BBpRfowbuW:disqus se anche tu hai bisogno di info chiedi pure!

  72. il successo del post del Team di oggi ripaga una parte degli insulti gratuiti che hanno ricevuto ultimamente! GO TEAM GO!!!

  73. A furia di togliere mettere il meccanismo si rovina ed ecco che mi trovo a perdere tacchi per la strada… X’D incubo.. per adesso preferisco portarmi dietro una scarpa di ricambio! 🙂

  74. Sono una figata incredibile…quante volte sono uscita d casa alla sera con i tacchi alti e a metà serata la voglia d tagliare via i piedi per il male…le voglio!!!

  75. Sarà deformazione professionale ma quando vedo certi tacchi riesco solo a pensare ai danni che ci creano fisicamente e a come rovinano la meravigliosa dinamica dei nostri movimenti rendendoci imbranate e traballanti. Detto questo, perché privarsi della possibilità di sfoggiare più paia di scarpe, visto che ci sono ballerine splendide che costano molto meno?

  76. Probabilmente ora inizieranno pian piano a produrli anche altre aziende e il prezzo si abbasserà! In quel caso sarei tentata a provarli 😀
    Anche se spero che facciano modelli un po’ meno “datati” rispetto a quelli che ho visto in queste foto…

  77. Esatto!! Se riesci a fare una cosa simile con dei prezzi più abbordabili, stai sicura che ci sono pure io!! 😀

  78. Mmmm .. Non ci avevo mai pensato! È un’idea fantastica! Se potessi, le indosserei al mio matrimonio ihihih 🙂

  79. ciao ragazze del team!ho una proposta x voi: perché non fate una guida sulle marche da consigliare a chi va all’estero alla stregua della guida x i prodotti make up?

  80. io ultimamente pur avendo un tacco che non supera i 6/7cm e con la zeppa ho paura a camminare e guardo spesso a terra perché ho preso parecchie storte, sono caduta e infine ho rotto un piede, e quindi queste strade rotte mi preoccupano, molto.
    Oltretutto non posso indossare scarpe troppo basse, perché mi viene mal di schiena e ho deciso che alla prossima storta, denuncio il comune.
    un’associazione di consumatori dice di fare così, quando si prende una storta bisogna fotografare la buca, chiamare un vigile e sporgere denuncia, almeno col tempo riceveremo un indennizzo e forse indennizzo oggi, indennizzo domani, si decideranno a mantenere le strade in ordine (diciamo così)
    Fatelo tutte mi raccomando, appena ho il sito, che ho memorizzato da qualche parte nel mio computer e che appunto,difende questo tipo di diritto, perché è un nostro diritto non cadere per strada o prendere storte, dicevo, che se vi interessa vi faccio sapere il sito che promuove e protegge il malcapitato/a giuridicamente.
    ciao

  81. L’idea è carina e molto utile, peccato che le scarpe siano a dir poco orrende e i tacchi per niente alti…

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here