Ciao ragazze!

Nonostante l’estate e la temutissima prova costume siano dietro l’angolo, ultimamente ho sentito parlare tantissimo di una dieta che con i chiletti di troppo non c’entra nulla, la cosiddetta “5:2 skin diet”. Di cosa si tratta? Secondo alcuni dermatologi evitare di truccare la pelle per due giorni a settimana (anche non consecutivi), in modo da ‘disintossicarla’, rappresenterebbe l’arma segreta per donarle un aspetto più sano e luminoso e per farla sembrare più giovane in meno di un mese! In realtà questo approccio al trucco non è sicuramente la scoperta del secolo: leggo spesso che molte di voi, pur non utilizzando il pomposo termine “dieta” (che diciamocelo, fa sempre il suo effetto!), mettono da parte fondotinta & co durante buona parte della settimana. Cosa ne penso? Ve lo racconto nel post…

new-season-beauty-minimum_2

La “5:2 diet” è quella famosa dieta in cui si mangia normalmente per cinque giorni a settimana e si limitano le calorie assunte nei due restanti. Recentemente alcuni dermatologi hanno preso in prestito l’accattivante formula e l’hanno trasportata nel mondo della skincare e del makeup, affermando che anche la pelle può beneficiare di un paio di giorni a settimana all’insegna della disintossicazione dal trucco… ovviamente a patto che si segua la “dieta” seriamente, rinunciando anche a piccoli ma fondamentali step come coprire le occhiaie o ridisegnare le sopracciglia!

makeup-or-no-makeup-blog-benetton-3

Beccata! Con le sopracciglia disegnate e la terra non vale 😛

karlie-kloss-nomakeup1

Karlie Kloss è stata più diligente!

Questi esperti, intervistati dal Daily Mail, hanno dichiarato che una periodica rinuncia al trucco è in grado di promuovere la rigenerazione e il ricambio cellulare, facendo apparire la pelle più luminosa e più giovane.  Inoltre quest’opera di disintossicazione impedirebbe l’accumulo, favorendone l’eliminazione, di tutti quei componenti dei prodotti che sono potenzialmente irritanti, che causano secchezza oppure sfoghi e brufoli.

original

Avrà ceduto alla Face diet anche Kim?!

Nell’intervista il dottor Noor Almaani ha affermato: “Prendersi delle pause regolari dal make-up è una saggia decisione, in quanto si consente alla pelle di recuperare e di ridurre le irritazioni che possono essere causate dall’utilizzo del trucco per lunghi periodi di tempo (…) Questo perché non importa quanto rigorosamente puliamo la pelle, un po’ di makeup rimane sempre e si accumula nei nostri pori”.

10-olivia-wilde-no-makeup

C’è poi chi tira in ballo la necessità di permettere alla pelle di mantenere la giusta idratazione: qualsiasi prodotto rischia di creare una barriera occlusiva che interferisce con questa capacità dell’epidermide di equilibrarsi ed adattarsi naturalmente all’ambiente che la circonda.

Face_in_water_Wallpaper_JxHy1

La cosa mi ha molto incuriosito, essendo direttamente toccata dall’argomento, e facendo un po’ di ricerca ho trovato anche dei pareri non del tutto concordi circa l’efficacia dei due giorni di rinuncia al make-up. Ad esempio ci sono esperti che sottolineano come delle brevi pause non possano bastare a compensare cinque giorni di ‘full immersion cosmetica’: secondo loro la cosa più intelligente da fare per prendersi cura della propria pelle sarebbe rivedere in tutto e per tutto la propria routine, puntando su prodotti di qualità e su uno struccaggio profondo, in modo da garantire una disintossicazione quotidiana.

Remove

Ci sono poi dei dermatologi che si rifiutano di demonizzare i prodotti cosmetici, i quali rispetto al passato sono notevolmente migliorati dal punto di vista degli ingredienti…anzi, oggi come oggi ce ne sono alcuni che apportano addirittura dei benefici alla pelle! Se dunque il trucco ci fa sentire belle, non ci causa irritazioni né sfoghi, ed è accompagnato da un’adeguata pulizia, perché rinunciarci?

Cosa ne penso e come cerco di bilanciare la mia routine? Ve lo racconto nella prossima pagina…