Ciao ragazze!

Eccoci tornate con un altro post dedicato ai consigli beauty per le diverse fasce d’età; oggi tocca a noi trentenni! Sapete già che la considero una fase davvero affascinante nella vita di una donna, perché è caratterizzata dall’avvento di un fascino maturo e consapevole, estremamente sexy a mio parere. Se siete curiose di leggere i miei suggerimenti cosmetici, leggete il resto del post!

image_gallery

Ovviamente il passaggio dai 20 ai 30 anni non è particolarmente brusco, la nostra vita non si trasforma in modo netto dal giorno alla notte; allo stesso tempo, però, è vero che si iniziano a notare dei cambiamenti graduali, che non vanno assolutamente ignorati. Parlando con le mie amiche e coetanee, per esempio, mi capita spesso di sentire la frase “eh, quando avevo 20 anni…”, solitamente riferita a situazioni che fino a poco fa davamo per scontate, ma che ora sono rese più complicate da diversi fattori. 

winter-haircuts-2015-5

Kate Mara, 32 anni

Alcuni esempi banali? A 20 anni uscivamo fino a tarda notte e andavamo a dormire a orari impensabili, svegliandoci il mattino dopo belle pimpanti e attive; ora superare la mezzanotte è già un evento degno di nota, e le nostre occhiaie amano farcelo pagare per giorni. A 20 anni potevamo andare a letto con un po’ di fondotinta addosso e il giorno successivo non ci attendeva uno sfogo di brufoli, ora sì. A 20 anni potevamo uscire con uno smokey carico e intensissimo sentendoci le regine del mondo, mentre ora, tra le palpebre cadenti e lo sguardo stanco, preferiamo la semplicità di un trucco naturale e sobrio. Insomma, l’unica vera sfida con cui deve combattere chi supera i 30, è l’accettazione del fatto che il nostro corpo non perdona più errori e disattenzioni, e per questo motivo è ancora più fondamentale prendersene cura.

Personalmente, credo che una buona skincare sia il primo step per affrontare con serenità questa fase della nostra vita. Se fino a poco tempo fa mi accontentavo dei primi prodotti che trovavo, ormai ho capito che con un po’ di ricerca e investimento economico posso raggiungere dei buoni risultati, che mi permettono poi di risparmiare su altre cose. Per intenderci, mi capita di spendere un po’ di più per creme, maschere, sieri e fondotinta, quindi tutto ciò che va a contatto diretto con la pelle, piuttosto che per rossetti, mascara e ombretti, che bene o male si trovano di buona qualità anche per cifre molto modiche. In questo modo, ho sposato la filosofia del “chi più spende meno spende”: quando ho un viso in buone condizioni ho meno bisogno di coprire imperfezioni e uniformare l’incarnato, e in questo modo mi trovo a “risparmiare” sul make-up. Al contrario, nei periodi più critici mi accorgo che non c’è fondotinta o correttore che mi possa salvare dall’assomigliare a una mummia incartapecorita!

jaimie-alexander-erin-fetherston-fashion-show-in-nyc-feb.-2015_1

Jaimie Alexander, 31 anni e una pelle splendente

A prescindere dal tipo di pelle che abbiamo, comunque, noto che il primo problema dell’età che avanza è il viso segnato; la perdita di elasticità, infatti, fa sì che ogni minima ruga e ogni segno di stanchezza e stress rimangano impressi sul nostro volto. Io, per esempio, ho sempre avuto un contorno occhi segnato, ma ultimamente mi è capitato che la gente me lo facesse notare: a 20 anni non se ne accorgeva nessuno, mentre ora mi basta trascorrere qualche ora senza idratare e nutrire la pelle, che subito lei si vendica e mi lascia a fine serata con qualche anno in più sulla faccia.

Kristen-Bell

A 34 anni, Kristen Bell inizia ad avere qualche rughetta intorno agli occhi, ma nel complesso la pelle è ancora luminosa e distesa

In questo senso, allora, sono diventata “schiava” della skincare, e rendermene conto è stato un vero e proprio shock. Pensate che a volte mi trovo in condizioni così disperate da dovermi viziare con l’uso quotidiano di maschere, anche per una settimana di fila, soprattutto quando sono in prossimità di eventi o collaborazioni in cui devo per forza apparire al meglio.

Schermata 2015-06-11 alle 20.06.22

Certo, non siamo tutte uguali e ci sono tante donne che hanno la fortuna di non doversi preoccupare così tanto della propria pelle, ma credo comunque che sia il momento giusto per darci dentro con trattamenti intensivi idratanti e creme antirughe (che comunque andrebbero introdotte nella propria routine già con un po’ di anticipo). Ascoltare le esigenze del proprio viso è fondamentale: se vi accorgete che la crema si assorbe in pochi secondi e non sembra fare effetto, probabilmente la vostra pelle è molto assetata e ha bisogno di un prodotto più ricco o di un’applicazione più abbondante. Se invece vi ritrovate a sudare crema, è possibile che sia troppo pesante per voi e per questo motivo viene rigettata dalla vostra pelle. Ormai esistono milioni di alternative, quindi non sarà troppo difficile trovare quella che fa per voi!

Schermata 2015-06-11 alle 20.39.10

Sempre luminosa la pelle di Liv Tyler, 37 anni

Un altro problema non indifferente, comune a tutte le donne della mia generazione e più grandi, è che ci portiamo inesorabilmente dietro gli errori del passato, un passato senza internet, e quindi senza informazione accessibile a tutti. Dalle lentiggini dovute al mancato uso di crema solare, alle sopracciglia invisibili causate dall’abuso di pinzetta (di cui sono terribilmente colpevole), passando per i capelli infragiliti da tinte aggressive e permanenti, bisogna ammettere che abbiamo sottoposto il nostro corpo a non pochi traumi, ed è quindi fondamentale cercare di rimediare almeno ora.

malin-akerman-coming-to-2014-gq-men-of-the-year-party-in-los-angeles_1

Sopracciglia sottili per Malin Ackerman, 37 anni: natura o pinzette?

Finita la skincare, possiamo dedicarci al make-up! Cliccate qui per scoprire i miei consigli!