Ciao a tutte!

Oggi vogliamo proporvi un post diverso dal solito. Come fa Clio per il make-up più costoso, oggi noi vi abbiamo trovato delle alternative più economiche agli abiti più belli, fiabeschi e…costosi, che avete visto indossare negli anni dalle più belle celebrities! E’ ovvio che da brand come Valentino o Michael Kors ci si aspetta una qualità completamente diversa e non vogliamo metterla in dubbio, ma ci siamo impegnate per trovarvi alternative a prezzi mooolto inferiori per potervi ispirare nei vostri look estivi. Dato che siamo in piena stagione di matrimoni, magari avete bisogno di qualche spunto: non si sa mai che tra questi dupes non ritroviate l’abito di cui vi eravate innamorate a prima vista guardando le foto di qualche red carpet! NB: quelli che troverete in questo post sono tutti abiti che potete trovare nei negozi italiani o su siti che prevedono la spedizione in Italia!

be-mine-valentino-a-girl-can-dream-enjoy-these-whimsical-gowns-with-best-and-valentino-gown

Il primo dupe che vi presentiamo è quello del bellissimo abito bianco di Michael Kors indossato da Emily Blunt per la serata dei Golden Globe di quest’anno. Quell’abito leggero e con incrocio di stoffa sul petto ci aveva subito rapite, e siamo riuscite a trovarne uno simile del Brand Fame and Partners per circa 150€: non certo economicissimo, ma decisamente più accessibile della versione di alta moda!

1421023876_emily-blunt-zoom

bnv


Il secondo dupe riguarda un meraviglioso abito Elie Saab color rosa cipria dalle atmosfere “greche”. Se volete ottenere un simile effetto ad un piccolo prezzo potrebbe essere perfetto uno dei due vestiti che vi proponiamo di Asos (circa 70€). Perfetto per una magica sera d’estate.

gallery_big_Elie_Saab_Couture_Spring_2014_Look_(18)

page11image1432-18

page11image1600-16

Il prossimo abito è il famosissimo Dior indossato da Jennifer Lawrence per gli Oscar del 2014, un abito leggermente a sirena rosso fuoco con peplo sui fianchi, senza spalline e linea semplice e pulita. Abbiamo trovato per voi in questo caso due versioni: una sempre Asos dello stesso colore ma con un peplo più strutturato, e la seconda del brand Jarlo molto più simile alla forma morbida del Dior ma di un bel colore pesca (tutti e due circa 90€).

Jennifer-Lawrence-Red-Dior-Dress-Oscars

ghj

 

dfgh

Se invece preferite abiti più corti e stoffe di pizzo, ne abbiamo trovati due di Dolce & Gabbana che fanno proprio al vostro caso. Per quanto riguada il primo, strutturato e con fantasie blu, il dupe è del brand Chi Chi London (90€ circa), mentre per il secondo, un completo in pizzo sangallo di Zara (80€ circa).

page12image1632-20

page12image1464-22

dolce-and-gabbana-fw-2014-womenswear-macrame-lace-dress

page10image4016-24

Rimanendo sempre in tema “abito bianco” abbiamo trovato un dupe del bellissimo vestito Solace London indossato il mese scorso da Chrissy Teigen per i CFDA Awards a New York. Niente ricami o grandi volumi: il suo vestito era reso particolare dal peplo sul bustino. Per imitare il suo stile, molto simile l’abito Jarlo (150€ circa).

29433AF100000578-3106746-White_hot_Chrissy_Teigen_put_on_a_leggy_display_in_a_strapless_w-a-196_1433212708021

dfgh

Se invece sognate di poter “copiare” lo stile della bionda e bella cantante Taylor Swift, ecco qui alcuni esempi: dall’abito super ricamato e prezioso, al mini abito dai colori pastello, passando per il lungo e leggero abito nero, fino al prezioso con maniche corte super brillanti e al color nude meraviglioso.

Taylor-Swift-dress-The-40th-Anniversary-American-Music-Awards-2012-2

sdfgh

Needle&Treat (circa 200€)

Taylor+Swift+Dresses+Skirts+Cocktail+Dress+3Le8qOQkjcLl

asd

TFNC (circa 50€)

taylor-swift-2009-grammys

tyuio

Fame and Partners (circa 200 €)

rs_634x1024-140126164619-634-taylor-swift-grammy.ls.12614_copy_2

cg

Asos (circa 130€)

634.taylorswift2.mh_.112912

image4xxl

Forever Unique (circa 200 €)

Se invece cercate un abito lungo di un color viola pastello e con inserti di pizzo come il bellissimo Elie Saab indossato da Mila Kunis per la serata degli Oscar di qualche anno fa, allora questo di Jarlo potrebbe fare al caso vostro (100€ circa).

oscars-2

bchd

Se invece vi piace il blu e avete sempre sognato un lungo abito che fosse simile a quello indossato da Amber Heard agli Oscar di qualche anno fa, provate a dare un’occhiata a questo di True Decadence (70€).

rs_634x1024-140112151743-634.amber-heard-golden-globes-011214

dfghj

…E se lo chiffon dell’abito di Valentino di Emma Stone è sempre stato il vostro sogno, quello principesco di Asos (100€ circa) potrebbe essere una buona alternativa:

emma-stone-green-valentino-dress-venice-film-festival-2014-h724

rtyu

cvb

Se invece avete sempre desiderato di indossare un abito in pizzo rosso, meraviglioso come uno di quelli di Dolce & Gabbana, allora l’abitino elegante di Chi Chi London (100€ circa) oppure quello di Topshop (140€ circa) potrebbero essere perfetti per voi!

uecbh

image1xxl copia

35L13IBER_3_large

In questa stagione dell’anno però la fantasia che più vediamo e ci piace è quella floreale, come l’abito a fantasia lucido di Keira Knightley che con la sua particolarità e forma “rigida” ci ricorda, per lo stile, questi prossimi due abiti:

Keira-Knightley-got-feminine-floral-strapless-fit--flare-Mary

cvbnm Chi Chi London (80€ circa)

sddhg

Asos (80€ circa)

Se le righe sono la vostra passione e vi piacerebbe imitare lo stile della bellissima Sienna Miller con il suo Altuzzarra per un look da giorno, ecco l’abito che fa per voi:

461597908-(1)

ndj

Asos (50€ circa)

Ed infine, dato che è estate e il giallo con l’abbronzatura è più facile da portare, abbiamo pescato questo abito giallo pallido con bustino, ispirandoci a quello indossato dalla magnifica Blake Lively.

stars-without-stylists-blively02

cvb

Asos (100€ circa)

Per oggi è tutto! Speriamo che questo post possa piacervi! E speriamo di essere riuscite a darvi qualche ispirazione per i vostri prossimi eventi o serate speciali durante la vostra estate. Qual è il vostro abito da sogno? E quali tra questi vi piace di più?

Un saluto dal Team! 

169 COMMENTI

  1. No ma sono io il problema, quando leggo dupes economici mi aspetto qualcosa di economico quindi quando leggo 80,100,200€ mi viene solo da storcere il naso.
    Si costeranno pure meno ma li trovo cari e si vede già in foto che sono cinesate

  2. Brave ragazze. Un post nuovo, valido, efficace e sicuramente interessante per tutte. Forza team Clio!!! 🙂

  3. Speravo in qualcosa di moooolto più economico…ed ora mi ritrovo innamorata degli abiti Asos!!!!

  4. Ma che bel post team!!!! X me fino a 100€ si può fare visto che sono andata x negozi e l’abito più economico che ho trovato costava 280€ o.O i miei preferiti sono il primo e l’ultimo *.* davvero brave!!!
    Ps.se ne trovate altri a me piacerebbe un aggiornamento 🙂

  5. Che bella idea! Magari potreste farlo per ogni singolo colore. Se posso suggerire il primo, vi direi il rosso xD

  6. Post interessantissimo. Alla prossima cerimonia, mi sono convinta che prendo qualche vestito on line.

  7. Quando voglio qualcosa di bello bello per un’occasione vado da Diffusione Tessile, ma non spendo mai più di 80€. Per la vita di tutti i giorni mi butto sui saldi di H&M.

  8. bellissimissimo post!!solo sono sempre un po’titubante a ordinare gli abiti su internet,soprattutto se devo spendere 90 euro!!qualcuna ha mai ordinato su Asos?è facile rimandare indietro la roba?

  9. Bellissimi!! Però per me 200€ sono troppi xD
    Quindi magari potrebbero servire solo per occasioni super speciali..
    Sono vestiti importanti direi!
    Più che altro essendo anche dei vestiti così importanti non posso neanche metterli spesso.. Fortunate loro che si possono mettere vestiti favolosi ogni volta senza pagare nulla e cambiare a ogni evento!

  10. La penso come te!! Ahaha quando ho letto 80 100 e addirittura 200 € ho detto “alla faccia dei vestiti economici” ahaha probabilmente saremo noi il problema 🙂

  11. Sono molto belli e molto particolari… però sono i classici che metti una volta e rimangono nell’armadio! ^_^” anche perché quante occasioni possiamo avere per mettere vestiti del genere? Però sono sempre abiti lunghi, e l’abito lungo ha il suo fascino! 😀

  12. Gran bel post ragazze, complimenti!
    Credo proprio che ci farò un giretto su questi siti! Chissà se non trovo anche il mio abito da sposa senza svenarmi da atelier o stilisti vari…;)

  13. brave! bel post spero la serie continui! sarebbe carino magari che nei commenti noi potessimo mettere i nostri vestiti che più ci hanno colpito e poi voi trovarne i dupe! magari farlo anche con il make up! grazie cmq!

  14. Si ma almeno non spendi 3/400 euro!! Tipo: la mia migliore amica si sta disperando perché deve farmi da testimone e sta rosicando da morire perché deve spendere 400 euro per un abito (bellissimo sí, mache metterà solo un giorno). Pensa che siamo andate “al risparmio da uno stilista perché gli atelier volevano il doppio! Secondo me comprare da questi siti conviene eccome!!!!

  15. Ora mi parte il commento un po’ polemico, ma senza intenzione di offendere! 😉
    Alcune commentano con in sonstanza “speravo in vestiti più economici, questi prezzi sono troppo elevati”. Io non che sia piena di soldi eh, lungi da me, studentessa fuori sede che arriva ogni fine del mese con forse giusto due spiccioli. Resto comunque dell’idea che 100-150, anche 200 € per un vestito di questo genere ci possano stare, se la qualità lo giustifica. H&M, Zara, Pimkie e compagnia bella ci hanno abituati a prezzi stracciati, ma in realtà il prezzo viene pagato da chi i capi li produce. Non sto giustificando Asos, Chichi Londono o chi altri, non sono brand che conosco, non ne conosco la qualità e non mi posso sbilanciare. Quello che vorrei trasmettere è l’idea che quando compriamo una maglietta a 3€ forse sarebbe il caso di pensare a PERCHE’ la paghiamo così poco…
    Detto ciò, a volte mi sono piaciuti più i dupe che gli originali! 😀 Ultimamente sto portando le gonne lunghe, forse se sdrammatizzati con i giusti accessori anche molti di quesi vestiti si potrebbero portare di giorno! 😉

  16. guarda, per il momento l’ultima volta che ho comprato un vestito per un matrimonio sono andata da H&M e me la sono cavata con 40/50€ XD ma ero un’invitata… per il testimone è tutta un’altra faccenda!! O_O ricordo la mia migliore amica che ha fatto da testimone a sua sorella… stava impazzendo! Sicuramente questi siti convengono per vestiti del genere! (nonostante siano sempre 200€ e non sono pochi… rimangono sempre meno di 400, 500 e 800€!!!)
    I vestiti di ChiChi London sono un attentato al mio portafogli! -_-“

  17. bel post!!! soprattutto grazie per proporre siti che magari molte di noi non conoscono e darci nuove occasioni per svuotare il portafoglio XD XD XD!!! Mi sono innamorata degli abiti di dolce e gabbana!! (occhi a cuoricino occhi a cuoricino!) gli abiti di saab sono meravigliosi ma di colori che mi uccidono l’incarnato!

  18. ciao laura!! infatti io rosico a vedere vestiti meravigliosi che non ho molte occasioni di mettere… insomma mi viene spesso da pensare ( dato che mi sono appena guardata l’ultima stagione di downton abbey) che una volta questi abiti si usavano per andare a teatro, o per cene formali anche quando queste erano tra amici e/o famiglia. oggi invece se si va a teatro cosi anche se è una prima ti guardano tutti strano come se fossi esagerata… alle cene ci vai comunque informale salvo eventi estremamente particolari… trovo un vero peccato che la serata elegante sia considerata al massimo come un abito da cocktail….

  19. Maa sono tutti bellissimi!!!sono due i miei preferiti:quello con i ricami blu di dolce e gabbana ma a me starebbe malissimo e poi l’ultimo color panna di Taylor swift

  20. Ciao Elisabetta! 😀 Come va?
    Esatto! Un tempo le occasioni per usare questi abiti erano molte di più! Ora mi sentirei un pesce fuor d’acqua a mettere un vestito simile anche ad un matrimonio! Mi ricordo che anni fa (quasi una decina forse) sono andata con la scuola alla Scala per una serale. Non era una prima, ma pur sempre una serale era. Mi ricordo di aver visto questa coppia giapponese vestiti da gala: lui un omone ingrigito e un po’ tracagnotto in frac e lei con questo abito da gala giallo e tanto di pellicciotto sopra! O_O a me piacerebbe mettermi un bel vestito di quelli senza sentirmi fuori luogo… ma quando noi poveri comuni mortali possiamo avere certe occasioni? XD

  21. ahahahahahhahahah intendi il sito di ChiChiLondon? XD ah, guarda, io mi sto già trattenendo dal comprare le palette sul sito di Zoeva, su quel sito non ci metto proprio piede!! XD

  22. Bel post davvero! anche su instagram mi capita di vedere foto meravigliose, ma le ammiro e basta ed invece con i siti che ci avete fornito inizierò a dare una sbirciatina ai vari vestiti e soprattutto ai vari prezzi!!! 😉
    E cmq meravigliose Emma Stone, Sienna Miller e Blake Lively! 😉 alla prossima!!!

  23. Io ho partecipato ad un matrimonio ad inizio giugno. Scarpe e gonna le ho prese su internet: sandali in pelle su yoox pagati 46 euro (da 107 che costavano), gonna presa su Zalando 27€ (costava 40€). L’unica cosa che ho comprato a prezzo pieno è stata una maglietta da H&M; la pochette ce l’avevo già.
    Utilizzerò gli stessi indumenti per un altro matrimonio il 1° di agosto.
    Io da questi due siti mi son trovata bene e non ho avuto problemi. Stando un po’ attenti alle offerte e ai buoni sconti aggiuntivi che mi inviano questi siti per mail, si possono fare buoni affari.

  24. Secondo me, se si trova una sarta e la stoffa giusta, può essere una buona idea anche farsi fare l’abito su misura.

  25. che bella idea e che bel post! non sono alla ricerca di un abito, ma leggere questo post mi ha fatto comunque piacere e l’ho trovato utile ugualmente. chissà, farebbe comodo un post simile anche per la stagione invernale e quella autunnale 🙂

  26. io ho la fortuna di avere la mamma sarta eheh, torna molto utile quando ci si ritrova davanti a degli abiti a sbavare ma anche ad inorridire per i costi esorbitanti

  27. scusate ma io penso che se devo spendere 200 € su asos o su french connection tanto vale andare nei negozi in Italia che le cose carine si trovano, e visto che c’è crisi spendiamo nel nostro paese, oppure il metodo migliore per copiare qualche vestito di alta moda che ci piace, sarebbe comprare le stoffe e farselo fare da una sarta e penso che con i prezzi ci saremmo cmq, per anni e anni le nostre sarte hanno lavorato per dolce e gabbana, gucci & co prima che queste aziende delocalizzassero nell’est europa, solo così avremmo un abito come lo desideriamo realmente, quelli che avete fatto vedere non mi sembrano proprio simili

  28. Anche io ho la mamma sarta!solo che nel mio caso dopo che ha passato tutto il giorno a fare vestiti non ne ha proprio voglia di farne uno anche a me! 🙁 ma io non demordo e continuo a chiederglielo! 😉

  29. Purtroppo io in Italia non vedo cose carine e di mio gusto, dato che la moda per tanto tempo l’abbiamo fatta noi credo ci voglia poco a fare un abito carino. Eppure se giro per negozi tipo motivi, ecc. trovi abiti a prezzi spropositati per la qualità che hanno, devi prenderli ai saldi. Le stoffe nei negozi appositi non hanno fantasie particolari (qualche vestito me lo sono fatto fare pure io), trovare una sarta brava e che non ti spenni è un miracolo.

  30. già per questi prezzi si può benissimo spendere in negozi Italiani o farsi fare dei vestiti su misura, mah! poveri noi! e poi dicono che c’è crisi e le attività commerciali chiudono!

  31. Bellissimo post team Clio, complimenti avete proprio colto nel segno, almeno per me, anche io ho sognato di poter indossare il bellissimo abito lungo rosso di Blake Lively <3 🙂 anche se in questo post non c'è…. quindi credo che per me rimanga solo un sogno….. comunque grazie, mi avete dato tante bellissime idee, vi mando un bacio grande ciao

  32. Più che altro se avessi la possibilità di provarli allora pure pure, ma 100€ o 200€ da investire a scatola chiusa comprando online forse sono un po’ troppi…almeno per me! 🙂 il post comunque è molto carino e interessante

  33. Da oggi obbligherò il mio ragazzo a chiamare il suo coso “peplo” invece di “pipo” ahahahahahah 😛

  34. Il problema è che tanto chi ha fabbricato l’abito viene sfruttato sia che produca un abito da 200 euro, sia che lo produca da 10 euro. Piú o meno si fa tutto negli stessi luoghi e nelle stesse fabbriche…

  35. Ciao, devo dire che mi piace guardare questi abiti ma in generale il concetto abito da cerimonia lo trovo un po’ uno spreco. Come dici tu, non si ha poi mai occasioni per metterlo! Io ho solo due vestiti di questo genere, uno per l’inverno e uno per l’estate: uno rosso estivo, lungo che uso da ben 12 anni per tutti i matrimoni a cui sono andata (giuro!) e uno rosa lungo invernale che ho usato per qualche cerimonia (ma molto più raramente). Sono ancora perfetti, mi vanno ancora bene e non ho mai sfigurato in nessuna cerimonia. Investire grandi cifre per queste cose, per me, non vale la pena. Meglio investire in scarpe di ottima qualità e vestiti eleganti ma portabili in più occasioni (un vestitino non troppo impegnativo, un bel paio di pantaloni scuri, un abitino per le cene). Io almeno faccio così e non mi sono mai mancati i vestiti per ogni occasione! 🙂

  36. Mi sa che sono l’unica a cui non è piaciuto questo post :/
    Alcuni di questi dupes mi sembrano bruttarelli e troppo costosi. Ad esempio il dupe del primo abito bianco ha proprio un elastico grezzissimo sulla pancia. In piú molti non somigliano mica tanto agli originali. Io le cose devo vederle dal vivo nei negozi, non riuscirei a comprare on line! :/

  37. È vero, però io vorrei tornasse questo coraggio perché anche i matrimoni sono la fiera della banalità. Se con 100 euro posso prendere un abito così, li spendo a occhi chiusi.
    Ma quanto è bello Downton Abbey? Attendo con trepidazione la sesta stagione!

  38. Ciao siamo un gruppo di studenti dell’università di Firenze, stiamo progettando un nuovo prodotto professionale per il make up, uno specchio portatile con luce led, chiunque voglia aiutarci può farlo rispondendo a questo breve questionario:

    http://goo.gl/forms/FtTHzFWzB1

    Grazie!

  39. Pensa che abito vicino a Diffusione Tessile, ma ci credi che a parte qualche giacchina, o maglia non trovo niente che mi stia bene?

  40. mah a me non sembra che asos ultimamente abbia granchè, ti parla una che ha preso vestiti on line, scarpe ecc, ma ultimamentente su asos (ma anche su altri siti) i prezzi sono spropositati in confronto alla qualità, 100 200 € per un vestito semplice di poliestere mi sembra esagerato, sono un po’ di mesi che controllo sempre ma non hanno più gli abiti che avevano prima, le marche che hanno fatto vedere loro (tfnc, needle&thread, french connection sono costosissime, poi le cose carine ci sono anche ma costano un occhio, invece nei negozi sto vedendo cose carine, però è ovvio è una questione di gusti

  41. Moolto belli i dupe dell’ abito bianco e pizzo blu e il dupe di Emma Stone addirittura più bello dell’ originale magari alla prossima cerimonia saprò già che mettere..

  42. Ragazze adoro questo post!!! Grazie a vostri preziosissimi consigli ho appena ordinato su il sito zalando un abito di Chi chi London…

  43. Anche mio padre, pellettiere, appena gli faccio vedere qual cosa di nuovo mi trova tutti i difetti hahahahahahahahahah 🙂

  44. Hahaha anche io! Mi capita anche di comprare dei vestiti in saldo che magari mi vanno larghi o non mi piacciono in qualche punto e lei me li sistema come voglio io 😀

  45. Hai perfettamente ragione. Io quando vado a un concerto cerco sempre di vestirmi elegante. I concertisti sono sempre vestiti benissimo, mi sembra il minino che anche chi va ad un concerto si vesta un po’ meglio di quando va a fare la spesa. Invece no, vedo spessissimo ragazzi (ma pure uomini di 40 anni) in jeans e maglietta! +_+ Anche jeans stracciati, slavati, t-shirt e scarpe sportive.
    Ogni volta mi cadono le braccia.

  46. Io mi sono innamorata di questo. Non avrei mai occasione di metterlo, ma lo vorrei solo per averlo nell’armadio e accarezzarlo ogni tanto ç_ç

  47. Volevo fare i complimenti per il post, proprio in questi giorni mi guardavo in giro per un abito da cerimonia!
    Un appunto a chi spara a zero solo per criticare gratuitamente: state offendendo il lavoro di chi ha perso tempo e lavoro a cercare alternative di vestiti da red carpet, magari di facile reperibilità online. Se non vi va bene il post, leggete altro del blog che possa interessarvi di più, invece che criticare gratuitamente fuorviando.
    Una volta qualcuno mi insegnò che a polemicizzare si spreca solo fiato e aria, meglio usarli per respirare bene.

  48. A trovarli! Dalle mie parte i negozi di stoffa sono falliti tutti, uno dopo l’altro. Anche un bel negozio in centro a Milano, in cui non sono mai entrata, ma che aveva delle bellissime vetrine, ha appena chiuso.

  49. E’ un sito molto carino, soprattutto la sezione saldi ^_*
    La comodità è che quando ordini ti arriva tutto velocemente e se non sei soddisfatto rimandi indietro (viene il corriere a prendere il pacco a casa tua).

  50. Anche io ho fatto ottimi affari su Yoox. Purtroppo ho notato che adesso i prezzi sono più alti, considerando il prezzo originale del prodotto. Peccato.

  51. Anch’io proprio non ce la faccio a comprare cose che non posso provare on-line….se poi non vanno bene è uno sbattimento rederli (ammesso e non concesso di poter renderli). Poi ogni corpo ha la sua forma, purtroppo non sono una modella e non ho neanche misure da modella. Quello che sembra bello in foto poi su di me fa letteralmente ca..re!!!!
    Detto questo non posso non confermare che il post è bellissimo. Almeno ci si può vestire da red carpet (o quasi) senza lasciarci giù le mutande!
    Ciao

  52. Mi è piaciuto questo post anche se non li comprerei perchè non mi piace comprare vestiti online, devo provarli prima, poi i prezzi sono comunque alti ma rispetto agli originali sono una valida alternativa, detto questo mi piacerebbe vedere altri post come questo, complimenti al team!! 🙂

  53. Sul comprare online sono perfettamente d’accordo. se su cosmetici posso chiudere un occhio (ci sono gli swatch oppure vedi i colori sui siti), sugli abiti no. Io DEVO provare un vestito o un paio di scarpe: solo chi ha un fisico perfetto puo’ permettersi di non provare un abito, secondo me. Mi è capitato tante volte di amare un vestito, poi lo provavo e mi stava malissimo (e pure il contrario, trovare un vestito che non mi piaceva molto ma che indossato mi stava bene).

  54. Si, è piaciuto anche a me. Ci ho trovato un favoloso pantalone e tante maglie carine. ci tornerò questa estate con i saldi per cercare un vestito per un matrimonio (se lo trovo, altrimenti riciclo quello che ho usato negli ultimi 10 anni eheheheh!)

  55. non so se con 200 euro riesci a farti fare un vestito su misura… a roma con 60 ti fai solo una camicia.

  56. sono d’accordo.. però boh, io mi sento perennemente a disagio se troppo agghindata, anche se fossi alla cerimonia degli oscar o.o’ ..che poi anche lì.. diciamocelo, è un pochino ridicolo che le attrici passino 200 ore a prepararsi per farsi fare due foto D:

  57. Post meraviglioso! Complimenti ragazze! Finalmente ho trovato il brand che produce gli abiti dei miei sogni a prezzi abbordabili: Chi Chi London! Vi chiedo anch’io di fare aggiornamenti ogni tanto, quando ne trovate di nuovi, per favore!

  58. CHE BELLO QUESTO POST! OTTIMA IDEA RAGAZZE DEL TEAM…….GIro il post a mia figlia e già vedo il mio borsellino preoccupato!

  59. Mah, secondo me il prezzo lo fa il brand: su 150 €, 50 sono dovuti a materie prime, manodopera etc, e 100 sono dovuti alla marca. Per questo proprio non riesco a spendere più di tanto per vestiti, scarpe e borse.
    Oltretutto abiti del genere si possono mettere in occasionissime, quasi quasi val la pena noleggiarli!

  60. Perchè, pensi che ci sia distinzione tra abiti di marchi costosi come Armani, Boss e vestiti di Zara o H&M? Pensi davvero che non provengano dagli stessi paesi (come il Bangladesh), esattamente dalle stesse fabbriche con uomini, donne (soprattutto), e minorenni sottopagati costretti a lavorare molte più ore del normale per arrivare ad avere un salario mensile che pare corrisponda circa ad una trentina di euro? La differenza di prezzo tra un capo di marca low cost ed uno high cost è dato semplicemente dal nome del brand.

  61. Ho cercato il vestito dupe di Emma Stone su asos ma non lo trovo da nessuna parte! qualcuna di voi lo ha trovato??

  62. Ragazze, io una settimana fa ho comprato 2 abiti su Asos, purtroppo non sono belli come sembrano anzi, i materiali sono mediocri e le cuciture sono abbastanza approssimative. Sono abbastanza delusa e ho fatto il reso (che tra l’altro è a pagamento).

  63. l’idea dei dupe è carina, ma si vede già dalle foto che la maggior parte di questi vestiti sono di pessima fattura e di materiali sintetici, non spenderei mai quelle cifre per dei capi del genere!

  64. Una settimana fa ho comprato 2 abiti su Asos, purtroppo non
    sono belli come sembrano anzi, i materiali sono mediocri e le cuciture
    abbastanza approssimative. Sono abbastanza delusa e ho fatto il
    reso (che tra l’altro è a pagamento).

  65. Se mi dici in che negozio vado. Purtroppo non vivendo in una grande città ci sono le solite catene e qualche negozio che tiene marchi costosi tipo Pinko Liu Jo…io ho preso qualcosa, ma in saldo per fortuna, perché la qualità è davvero bassa in rapporto a quanto paghi. A me del marchio non importa, mi basta trovare qualcosa di carino e pagarlo il giusto.

  66. Io per il matrimonio di mia cognata mi sono fatta fare l’abito da una mia amica! Ho scelto il modello sul sito di Pronovias, poi abbiamo comprato le stoffe a Milano. Ho speso in tutto 120€ perchè mi ha fatto pagare solo 50€ di lavoro. In ogni caso, se in negozio si spenderebbero circa 100€ non vale la pena di andare dalla sarta, ma per vestiti del valore di centinaia/migliaia di euro consiglio vivamente di farselo fare su misura

  67. Io ho il top in Sangallo di Zara… Avevo… É diventato rosa :-(… Ora ė nero… Era cosi bello!!!

  68. Ciao ragazze! Un bellissimo posto per comprare i vestiti, scarpe ed accessori è Diffusione Tessile, per chi non lo conosce già. Sicuramente non è un negozio economico ma neanche caro visto l’ottima qualità di fattura e tessuti che offrono. Io lo conosco perché lì mi rifornisco di stoffe, visto che mi faccio i vestiti da sola, è vi assicuro che i tessuti sono ottimi! Vendono anche online! Per le curiosette ecco qui il link:http://it.diffusionetessile.com

  69. Il post è carino e l’idea mi piace molto!potreste farlo con abitini e capi da poter indossare tutti i giorni o per una cena o cose simili?

  70. E’ davvero un peccato! Vuol dire che ormai sono davvero in pochi a pensare di farsi fare un abito su misura. La maggior parte delle persone preferisce spendere poco per avere capi di bassa qualità per poi cambiarli T_T
    A me sarebbe piaciuto provare ad avere un abito su misura, niente di speciale o da cerimonia, ma qualcosa di semplice che mi stesse bene (visto che ho una grande sproporzione tra torace e fianchi). Purtroppo non saprei proprio dove andare +_+

  71. Penso che sia dovuto al fatto che i capi belli che arrivano vengano venduti abbastanza in fretta. Ho notato che arrivano molto spesso nuovi prodotti, non come nei negozi normali.
    Per me è un po’ scomodo andarci spesso, però sono stata fortunata, ho trovato una gonna stupenda (di Max Mara) che mia madre aveva preso a prezzo pieno e io l’ho trovata da Diffusione Tessile scontatissima! *_* Ce n’era solo una di una sola taglia.
    Va proprio a fortuna.

  72. Diffusione Tessile è ottimo! Sono tutti prodotti che arrivano dalla catena Max Mara smarchiati, quindi ottima qualità.
    Che bello che tu riesca a farti i vestiti da sola! *_*
    Riesci a trovare delle stoffe abbastanza grandi? Io avevo dato un’occhiata al reparto stoffe, ma mi sembravano un po’ piccole.

  73. Ricordati che la qualità è molto diversa..e la resa dopo il lavaggio, e soprattutto come cade addosso

  74. Gli abiti indossati dalle attrici e cantanti tipo agli oscar costano qualche migliaia di euro, non centinaia

  75. Troppo agghindata non mi sento a mio agio nemmeno io… Per gli Oscar, bè, è l’occasione che lo richiede! 😀 (e detto sinceramente dal mio lato vanesio una volta all’anno lo farei pure io! XD Mettere vestiti da favola e stare sotto le mani di qualcuno come Charlotte Tildbury o Lisa Eldridge e avere i capelli acconciati dal parrucchiere non deve essere così male!)

  76. Ciao Team!!! 🙂 bellissimo post! Ripropongo la mia idea di qualche tempo fa, dupes anche per outfit da giorno pleaseee!!:) bacio 🙂

  77. grazie per il post davvero interessante! l’unica nota negativa (in generale non del post) è che questi capi non sono economici nel senso che 200 euro per un vestito di Asos sono una follia in quanto la qualità è davvero scadente, spesso allo stesso livello di H&M che almeno cmq mantiene dei prezzi più abbordabili rispetto a quello che produce! Pero ripeto post interessante 😀

  78. Oh my God! non conoscevo questo sito e la prima pagina che mi si apre propone una sfilza di vestitini strabilianti! Accidenti a voi! 😉

  79. Ciao Elisabetta! sono proprio d’accordo con te! Prima quando uscivo il venerdì o il sabato cercavo l’abbinamento giusto, la gonnellina giusta e il tacco giusto. Oggi quando mi metto “in tiro” mi sento quasi sempre fuori posto, perchè trovo ragazze che in qualsiasi locale sono con scarpe da tennis e jeans stracciati, non che io non li usi ci mancherebbe,ma tendo a relegarli per le serata al pub o un giro in città. Io non abbandono il mio stile ricercato per la sera, ma sempre di più mi sento un pesce fuor d’acqua..

  80. beh se abiti in paese o se non puoi andare in un centro commerciale la cosa è diversa, quello che volevo dire è che ho notato che non è vero che si risparmia molto, tutto dipende da cosa prendi e gli affari si possono fare solo ai saldi (sempre se trovi le taglie), come del resto in qualsiasi negizio fisico, l’unico vantaggio è appunto che prendi tutto comodamente da casa senza muoverti e quindi per chi non ha tempo o voglia o possibilità di andare per negozi questo è un bene, per quanto riguarda il rispamio invece non vedo differenze, le cose più carine e di qualità si pagano, le cose così così costano meno, ma non è neanche detto, a volte i prezzi anche lì sono veramente esagerati.

  81. raga io non abito a Roma e anche tra prendersi un gelato a Palermo o a Milano oppure un caffè c’è una bella differenza, so solo che su asos i prezzi sono un po’ sparati, c’è una bella differenza tra pagare 200 € per un abito di seta o uno in poliestere di marca asos, andate a controllare ai saldi di quanto si abbassano i prezzi di quei preziosi capi e poi ne riparliamo, una volta lì ho preso per 17 € un abito che a prezzo pieno costava 90 €!, non so se mi spiego, poi le cose carine si trovano pure a prezzi modici, ma devi avere un bel culo a trovare le taglie e ad essere più veloce degli altri a comprare.

  82. Bellissimo questo post, davvero utile e d’ispirazione! Sarebbe bello diventasse una serie. Blake è divina con quell’abito giallino, ma d’altronde lei è divina con qualsiasi abito 🙂

  83. Io per fortuna ho un negozio di stoffe non tanto lontano dalla mia città e mia mamma ha trovato una brava sarta. Ogni tanto si fa fare delle camicie, in totale spende circa 100 €, non è pochissimo ma le stanno davvero bene e rimangono perfette per anni.

  84. Non discuto sul fatto che molto spesso anche i brand più costosi sono quelli che sfruttano le basse protezioni offerte alla manodopera straniera per poter ricavare un maggiore guadagno dalle vendite.
    Quello che volevo far arrivare (che sia legato ai brand nominati dal posto o meno) è la scelta consapevole. Siamo stati “abituati” alla moda a basso costo, come se fosse una cosa normale. Non lo è, e la qualità (in senso lato) si paga. Mia nonna, da brava sarta diceva sempre che una buona stoffa fa già mezzo vestito.
    Non voglio dire che asos (o qualunque altro marchio uno voglia considerare) ha il diritto di richiedere quei prezzi. Dico che un vestito con un design particolare e fatto dei materiali giusti per me è giusto che rispecchi le sue caratteristiche di qualità nel prezzo.

  85. Non sempre, certe cose le paghi tanto ma poi valgono poco. Ad esempio la roba della benetton ha una qualità inferiore rispetto all’h&m, ma costa il doppio e oltre. Poi se spendi 200 euro per un maglione magari è un’altra cosa, ma io lo stesso non comprerei ad occhi chiusi nemmeno un vestito ultrafirmato :/

  86. Ragazze potete aiutarmi? Non sono riuscita a trovare da nessuna parte il completo di Zara bianco con pizzo blu. Per caso non è commercializzato in Italia?

  87. Grazie! Oggi ho fatto da testimone alla mia mamma e ho indossato un abito in raso di seta x soli 30 euro! Un affare no? 😉

  88. Si, trovi tagli da abiti, gonne, cappotti etc. E per chi non sa cucire, però vuole prendersi la stoffa x andare dalla sarta, ci sono le commesse molto competenti che danno buoni consigli!

  89. non me lo dire che mi sento maleeeeeeee 🙁 cmq ho controllato il sito che hai detto, la roba che hanno è veramente bella, grazie lo terrò a mente!

  90. mia nonna e’ sarta! o meglio lo era, adesso non riesce piu a cucire poverina… e quella con senso critico per le qualità delle cuciture sono io! XD ora vorrei imparare a cucire.. il mio problema è che noi familiari di sarti siamo anche viziatelli: abbiamo vestiti cuciti su misura e secondo il nostro preciso disegno… è quasi impossibile trovare qualcosa di così perfetto nei negozi!

  91. stupendissimo! adoro poi come sono legati alle buone maniere.. anche io vorrei tornasse questa attenzione all’eleganza e alla buona educazione… ed infatti non importa l’occasione… se io sono convinta che sia richiesto un determinato livello di eleganza non mi faccio scrupoli e mi vesto elegante… e non mi sento nemmeno a disagio se tutti gli altri non hanno fatto altrettanto. vuol dire semplicemente che io sono la meglio vestita!! XD XD XD

  92. guarda proprio ieri sono andata ad un appuntamento che richiedeva business style… io ero appropriata, ma in giro non ne ho vista nessuna che si avvicinasse a quello che per me è business style! mia mamma ha sempre cercato di insegnarmi l’eleganza, lo stile e sopratutto la necessità di adeguarsi all’occasione… purtroppo pero non tutti hanno questo concetto.. io pero non ci rinuncio! cerco sempre di essere elegante e soprattutto curata! i jeans e maglioncino cerco di metterli solo per fare la spesa! e io cerco di non sentirmi un pesce fuor d’acqua… anzi! dovremmo essere orgogliose di avere un minimo di gusto nel vestirci e di non essere schiave della street fashion!

  93. ciao omonima! 🙂 quanto hai ragione!! io ho messo spesso i piedi su un palcoscenico anche se a livello amatoriale… e sono spesso andata a teatro come pubblico! ed è una tale tristezza vedere come la gente se ne freghi perche tanto è al buio e nessuno ti vede! andiamo non siamo mica al cinema! un minimo di rispetto per un luogo d’arte e cultura!!

  94. a chi lo dici!!! nella mia regione andava di moda per i diciotto anni di fare la festa ufficiale stile ballo delle debuttanti, la festeggiata in bianco e l’abito scuro per gli invitati. quindi ho un abito un po principesco nel mio armadio, e uno bianco lungo con il pizzo.. tutto grazie alla nonna!

    peccato che allora non fossi granche con il trucco!

  95. tutto bene grazie!! e tu?? ho trovato un lavoroooo! yaaay
    anche io mi sarei vestita come la giapponese per la serata alla scala ma scherziamo?? è LA SCALA. LA. SCALA. magari un po smorzato senza pellicciotto ma vestito da sera lungo sicuramente!! io ho convinto il mio ragazzo per andare all’opera di vienna appena la stagione ricomincia. E prima o poi andremo ad un gala! Abito da sera cercasi!

  96. hai ragione che gli sprechi, soprattutto di questi tempi, sono da evitare! pero io sono anche una persona che non potrebbe mai e poi mai indossare lo stesso abito per troppe occasioni. ho solo un vestito che ho usato per due matrimoni, ma erano due parti della famiglia diverse e nessun invitato in comune. Lo stesso abito l’ho usato anche per il ballo della maturità organizzato dal mio liceo, forse l’unica cosa decente di quella scuola! pero non spendo nemmeno 3-400 euro per abito! sono sempre intorno ai max 150, e soprattutto non sono mai da cerimonia stile red carpet. alla fine ai matrimoni l’abito da favola deve essere diritto esclusivo della sposa.

  97. Io pure per il mio matrimonio sono riuscita a risparmiare sull’abito: ho speso 750 euro scarpe comprese (che poi ho riciclato in estate sotto molti abitini) ed era lungo, con un po’ di strascico e ricamato! Proprio non ce l’ho fatta a spendere di più per un abito che avrei messo una sola volta! Però se si rimane su cifre modiche va bene concedersi qualche abito più elegante 😉

  98. guarda sul fatto di spendere e comprare in italia sono proprio d’accordo con te. Io ho trovato un negozietto in provincia che vende cose carinissime e particolari e si addicono bene al mio gusto! io vivo all’estero ma piuttosto che comprare vestiti in catene che magari altre 25 000 ragazze hanno aspetto di tornare a casa e poter andare in questo negozietto. Spendero di piu ma almeno sono un po diversa dalla massa!

  99. io sono d’accordo con te! indipendentemente dal brand trovo giusto pagare di piu per un abito fatto coon buoni materiali e buone rifiniture. infatti da h&m o chicchessia raramente compro qualcosa: non perche non mi piacciano ma comunque cerco una determinata qualità che li non riesco a trovare. E non dico, e credo anche tu la pensi come me, che un abito di qualità significhi un abito armani o gucci o chi per loro. se vedessi un abito di armani con una qualità inferiore alle mie necessita potrebbe benissimo essere a prezzi stracciati, non cambia il fatto che lo lascerei li. La qualità per me è irrilevante dal brand. se un cappotto è fatto perfettamente e con stoffe pregiate, se me lo posso permettere me lo prendo. Se un cappotto è fatto con lana sintetica dura con fili persi di qua e di la, ma nemmeno per due lire lo prendo! è questione di selezione.
    il fatto poi che i prezzi siano bassi per sfruttamento e che molte aziende si facciano pagare tanto per produzione comunque a basso costo, solo per un maggiore profitto questo è un altro discorso e completamente separato dal concetto di qualità che intendi, no?… se ho capito bene tu non parlavi di costo per manodopera ma solo escusivamente di come un capo è fatto, non da chi.

  100. non credo che lei intendesse marca high end= alta qualità / marca low cost= pessima qualità… penso parlasse esclusivamente della qualità oggettiva del vestito, indipendentemente dal brand. se un vestito ha materie prime buone e cuciture perfette è giusto che si paghi qualcosa in piu di uno con orli scuciti e fatto di sintetici, e in questo mi trovo d’accordo con lei

  101. Ma dai? Questa cosa non la sapevo mica! Sono tutte quelle tradizioni che magari per chi tocca possono essere un filino imbarazzanti (io mi sarei rifugiata sotto al tavolo allo stare in mezzo all’attenzione!!) ma che comunque sono tanto belle!! Scusa la domanda, ma da che regione provieni? 😀

  102. Sì, dai tutto bene! 😀 Starò meglio domani quando saranno le 17.30 XD Fantastico!! Ma quindi abiti a Vienna? O_O
    Sì, il pellicciotto era un po’ eccessivo, ma spiccavano comunque!! 😀 Poi io ero in balconata quindi avevo una visuale aerea sul pubblico XD Era il “Don Giovanni” *w* e non me lo scorderò mai! Vorrei tornare di nuovo alla Scala… (fortunatamente al mio moroso il teatro piace!!) devo trovare un’opera da andare a vedere!! 😀

  103. Ho un po’ unito i discorsi forse. Sono pienamente d’accordo sul fattore qualità, se un capo è lavorato male si vede e non lo prendo, che sia di Gucci o di H&M, ma se è lavorato bene si vede altrettanto, e il più delle volte anche dal prezzo. La mia riflessione era partita dalla constatazione che diamo sempre per scontato che la moda “debba” essere a prezzi piccoli, e questo è secondo me parzialmente dovuto al fatto che i grandi marchi di fast-fashion ci hanno abituato a prezzi a volta irrisori, sulle spalle invece di chi produce.
    Mi ripeto forse, ma l’appello è ad una scelta consapevole e informata quanto possibile, e insieme alla consapevolezza del fatto che non è sempre giusto pagare un vestito “solo” 30 €: a volte 30€ sono troppi, a volte troppo pochi. Scegliamo in base alla qualità (e con qualità si possono intendere molte cose!). 🙂

  104. eheh sono veneta. Forse dovrei dire città più che regione… almeno 10 anni fa c’era questa tendenza. a me è piaciuto tantissimo! anche perchè ho potuto sentirmi un po principessa

  105. A grande richiesta!! rubrica fissa!!! fate degil articoli anche su look meno importanti, ispiratevi alle trend setter anche per i look più quotidiani, “spiando” olivia palermo et similia!! Grazie!

  106. Si si, appunto. Ma se dei brand, economici e non, hanno contratti con delle fabbriche (che rispettano le norme di sicurezza ecc) che poi subappaltano a quelle non ufficiali (e quindi senza rispetto di regole e norme che tutelino i lavoratori e approvino la sicurezza nelle fabbriche), mi chiedo come la qualità possa essere superiore o meno dato che di fatto, a prescindere dal prezzo con cui fanno pagare i loro abiti, stanno sfruttando lo stesso tipo di persone che fanno lo stesso tipo di lavoro.

  107. guarda io lo trovo ingiusto… certo il profitto e’ necessario altrimenti non si tira avanti, ma prendermi un capo di alta marca magari pagato abbastanza e made in bangladesh… beh, rimango estremamente delusa! non necessariamente per la manualita’ ma per la politica aziendale

  108. però un capo H&M è di così bassa qualità che ti dura una stagione.
    Un paio di pantaloni da 100€ ti dura qualche anno in più. Verranno anche dagli stessi luoghi, ma che la qualità sia diversa è insindacabile.
    E la storia del “si paga il nome” vale per marchi che trovi anche sulle passerelle. Dubito che un’Esprit ti faccia pagare 80€ di pantalone perché 50€ sono solo per il nome del marchio…

  109. No, non la obbliga nessuno (o meglio io la sto obbligando a rubarmi la scena perché mi vergogno ad essere osservata!) ma è il vestito meno caro e adatto all’occasione che abbia trovato!!!

  110. Dimmi come hai fatto ti prego!! Io ne spenderó 1000 scarpe, accessori e modifiche tutto incluso ma se potessi risparmiare ancora non sarebbe affatto male!

  111. anche mille è un ottimo prezzo, considerando tutto! Io sono andata in tantissimi atelier, poi ho trovato questo che mi ha fatto questo prezzo, includendoci anche le scarpe e le modifiche. considera che sto parlando di 5 anni fa, quindi i prezzi potrebbero essere cambiati. l’unica cosa che ti posso dire è che devi girare tanto, farti segnalare da tutti quelli che conosci ogni possibile negozio (io sono andata anche a casa di una sarta che aveva solo i vestiti di campionario, quindi taglie leggermente troppo piccole per me ma anche quella è un’alternativa) e così puoi risparmiare un bel po’. e scegli un colore ‘classico’, così non sarà un problema abbinarci le scarpe di identico colore.

  112. esatto, se già mi capita in negozio l’80% delle volte di innamorarmi di vestiti che poi mi stanno male non vedo proprio il motivo per cui su internet non dovrebbe succedermi!! ciao bella! 🙂

  113. pensa che era più informato di me, mi ha spiegato che il peplo era un abito femminile dell’antica grecia composto da un unico pezzo di stoffa!
    ci sono rimasta malissimo, mi ha stupita!!! fatto sta che peplo mi fa
    comunque troppo ridere e ora lo chiamo così! 😛

  114. Sono contenta che qualcuna mi capisce…….!!!! 80% è un buon compromesso. Purtroppo è così anche per me. Buona serata!

  115. Potrebbero provenire pure dallo stesso paese, ma la stoffa e la lavorazione è diversa. Alcuni maglioni da 50 euro sono da buttare dopo un inverno, quelli lacoste non hanno un pallino dopo anni. Idem per i filati. Ho bluse di cotone di 40-60 euro di comptoir de cotonniers, perfette dopo 5 anni, proprio non posso dire lo stesso di Zara che si rovina dopo pochi mesi.
    stesso Paese= stessa qualità non è un fondamento scientifico.
    Che poi ci sono vestiti che costano uno sproposito e non c’è corrispondenza di qualità è vero. Ma bisogna avere anche esperienza nell’acquisto. Non esistono paradigmi assoluti.

  116. Non ho detto che è una regola matematica assoluta, sono la prima a non fare di tutta l’erba un fascio. Mi pare assurdo però leggere cose tipo “se l’hai pagato 20 euro ci sarà un motivo” perchè di questi tempi sono tante le marche che fanno quello di cui ho parlato nell’altro commento e spesso si tratta pure, guarda un po’, di marche costose che fanno la bella faccia parlando di ideali di uguaglianza e stronzate varie. Anche perchè spesso sono le marche più famose e ricercate che cercano di tagliare su diverse spese (come ad esempio la scelta di modelle poco famose, in modo da doverle pagare meno) quindi non c’è molto da stupirsi. Mia madre ha tanti vestiti di marche molto costose che dopo 20 anni sono ancora come nuovi (complice anche il fatto che lei tratta benissimo le sue cose) ma dare per scontato che pagare molto un vestito significa che sia di qualità eccellente mi sembra sbagliato visto tutto quello che sta succedendo.

  117. ah beata te! mia madre in tutta la mia vita mi ha cucito solo due vestiti per carnevale, e se mai le porto qualcosa da modificare mi manda male! lei stessa se li fa fare dalle sue ex colleghe perchè non ha tempo! però anche a me piacerebbe tanto imparare a cucire

  118. Guarda che io non ho dato per scontato nulla, mentre tu dici che non c’è differenza tra Zara e Armani e “che la differenza è data solo dal nome del brand”. Io che compro sia brand costosi che non, la differenza la vedo spesso.
    Quando faccio acquisti poi, sinceramente non mi domando quali ideali sostiene un qualsiasi brand, lo trovo un discorso completamente inutile. Mi interessa solo la qualità della stoffa, come è cucito e come mi sta addosso.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here