Ciao a tutte!

Quante di voi stanno pensando ad un cambio di look? Molto spesso l’autunno è la stagione giusta per rivoluzionarsi un po’: come gli alberi, anche le ragazze hanno voglia di cambiare le foglie in questo periodo, non è vero? Ecco, la domanda che ha ispirato questo post è: da dove prendete ispirazione per i vostri capelli? E anche: perché spesso non siamo soddisfatte, una volta uscite dal parrucchiere? Abbiamo notato che i “canali tradizionali” di ispirazione risultano un po’ ingannevoli e qui cerchiamo di svelarvi i trucchi per non farsi aspettative impossibili e quali sono le fonti migliori per trovare i proprio prossimo look!

__COVER_ISPIRAZIONE CAPELLI_CLIOMAKEUP_b090

CATALOGHI DEI PARRUCCHIERI

Il percorso “tradizionale” della scelta del proprio taglio dovrebbe passare attraverso il catalogo del proprio parrucchiere. O almeno, così i parrucchieri, soprattutto quelli legati a brand di franchising, si aspettano. In teoria.

CATALOGHItony-and-guy-editorial-by-mdf-retouching-at-the-wow-factory-biz

La verità è che i cataloghi sembrano più interessati a mostrare ciò che di più “estremo” i parrucchieri del brand sono pronti a fare, piuttosto che ispirare le clienti con i reali ultimi trend. Insomma, gli shooting pensati per i parrucchieri puntano più sull’ “inedito” che sul “portabile”. Per alcune ragazze, a cui piacciono i look eccentrici, potrebbe anche essere una vera fonte di ispirazione, ma sicuramente la maggior parte cerca qualcosa di meno particolare e più adatto al proprio stile e viso.

CATALOGHI2013_2_JeanLouisDavid_JukeBox_03_700

Vi è mai capitato di trovarvi lì davanti allo specchio con già i capelli lavati e il turbante di asciugamano in testa e non saper proprio trovare niente di vostro gusto sul catalogo del negozio?

CATALOGHIcolore13estate12

Per fortuna, questo scenario appartiene soprattutto alla realtà di qualche anno fa, quando internet non era ancora la potenza che è oggi e le consumatrici si sentivano meno indipendenti e con meno stimoli e ispirazioni a portata di mano. La domanda, comunque resta: perché i cataloghi ancora oggi si incaponiscono nel proporre look abbastanza importabili che difficilmente una ragazza qualsiasi indicherebbe dicendo “voglio questo”? Il mistero resta insoluto.

CATALOGHIMaisie_Larkspur_0115-DT1

Se, invece, avete la fortuna di trovare il taglio che vi piace e che vorreste, dovreste essere in una botte di ferro: i parrucchieri dovrebbero aver seguito dei corsi di aggiornamento o delle istruzioni dettagliate su come ottenere il taglio o il colore che riporta la loro rivista ufficiale!

CATALOGHIToni_Guy_Bob_Haircut

RIVISTE / PUBBLICITÀ

Il fatto che i parrucchieri stessi si siano resi conto di quanto difficilmente le donne e le ragazze riescano a trovare il loro look sui cataloghi di tagli e colore ha fatto sì che le riviste presenti nei saloni aumentassero e non avessero più solo la funzione di intrattenere le clienti, ma anche di dar loro ispirazione e modo di spiegare bene cosa vorrebbero (anche perché magari una di voi non vuole necessariamente “copiare” un taglio, ma ha ben in testa cosa le sta bene ma non sa spiegarsi con chiarezza: mostrando magari anche due immagini diverse riuscirebbe a mostrare bene cosa intende quando dice “una frangetta piena ma sottile” ecc).

PUBBLICITAMiss-Dior-Cherie-Add-natalie-portman-18346242-2020-2560Scommettiamo che più di una di voi è andata dal parrucchiere con questa pubblicità in mano… o in testa!

Ecco il primo alert: state attente quando scegliete un’immagine da una rivista come riferimento per il vostro taglio. Chiedetevi innanzitutto cosa vi piace davvero di quella foto: è incredibile come il fascino della modella, del suo make-up o banalmente di come è vestita potrebbe far pensare che siano i suoi capelli ad avervi attratto. Quindi, come prima cosa, siate sincere con voi stesse.

Ma se sono proprio i capelli a piacervi, i tranelli non sono finiti. Non “fidatevi”, per esempio, delle foto i cui i capelli sono troppo “costruiti” (perché non potete immaginare come siano quando non hanno quella piega così “perfetta”) e quando non “troppo belli per essere veri” (probabilmente non lo sono: ricordatevi che per le pubblicità e gli shooting esistono Photoshop e le parrucche!).

PUBBLICITAscarlett-johansson-dolce-gabbana-maNemmeno Scarlett ha mai più avuto i capelli alla Marilyn che ha in questa pubblicità!

PUBBLICITAEva-Mendes-Profumo-Angel-240911La piega dei capelli di Eva Mendes nella pubblicità di Angel hanno, guarda caso, la stessa forma della boccetta del profumo. Vi piace proprio quel ricciolo che hanno in fondo? Non vi serve un parrucchiere, ma un graphic designer e Photoshop!

Vi consigliamo anche di non selezionare foto di modelle con i capelli “al vento” (chissà se vi piacerebbero ugualmente senza quel volume) o quando non si vedono tutti e la foto taglia la parte alta o bassa dei capelli (il parrucchiere potrebbe essere in difficoltà nel capire bene com’è il taglio.)

PUBBLICITAarizona-muse-louis-vuitton-art-of-travel (1)Una di noi è stata fissata per anni con il taglio di Arizona Muse in questa pubblicità di Louis Vuitton. Peccato che non si vedano per nulla bene i capelli e, infatti, in altre foto appaiono molto diversi! Inutile aggiungere che tutti i tentativi di imitarla sono risultati deludenti!

SHOOTINGkerry-washington-ne-se-trouvait-pas-jolieIn questa foto i capelli di Kerry Washington sembrano i protagonisti dell’immagine e invece non è per nulla chiaro quale sia davvero il suo taglio!

__shootingtumblr_ms5ni3WuIn1rf29u9o1_1280In questa immagine di Vogue Cate Blanchett è magnifica, ma risalire a quale si il suo taglio quando i ventilatori sono spenti sarebbe un’impresa anche per un bravissimo parrucchiere!

Insomma, pensate che quando mostrate il taglio che vi piace al parrucchiere è un po’ come se mostraste l’abito di una pubblicità ad un sarto, chiedendo di riprodurvelo. Lui deve prendere le misure su di voi e, senza avere un modello che lo guidi, riprendere i volumi e le forme di quello che gli avete mostrato.

Cercate, quindi, di rendergli la vita più semplice e mostrate immagini dove il taglio è fotografato in modo chiaro e dove non sembra che “i trucchetti della moda” ci abbiano messo troppo lo zampino! E non fatevi abbindolare: pensare di diventare Marion Cotillard solo perché si mostra una sua foto al parrucchiere è un buon modo per rimanere deluse!

PUBBLICITAchristian-dior-2010-shanghai-advert-marion-cotillard-blue-lady-dior1

Soprattutto se la foto mette in evidenza tutto tranne il suo taglio di capelli!

Ma ci sono molti altri modi per scegliere il proprio look…e modi che non vi traggono così in inganno! Scoprite anche il metodo che usa Clio nella prossima pagina ;-D !