Ciao a tutte!

Il 2015 ormai è alle spalle e un nuovo anno ci aspetta con tante sorprese… Con Clio abbiamo fatto bilanci, classifiche, top & flop, ecc, Ma quali sono i prodotti che più di tutti hanno rivoluzionato il mercato del Beauty così come lo conosciamo? Abbiamo voluto, infatti, non concentrarci solo sull’anno passato, ma intraprendere un viaggio negli ultimi 25 anni per scoprirne i prodotti best-seller, le innovazioni più iconiche e rivoluzionarie che in qualche modo hanno lasciato il segno e che ancora oggi sono rinomate e diffuse!

Insomma, quali sono gli evergreen che hanno condizionato un po’ tutte le categorie cosmetiche? Quali i prodotti che dopo anni e anni ci sembrano ancora attuali? Esistono trucchi ormai divenuti “eterni”?
Volete seguirci in questo fantastico e affascinante viaggio nel tempo? Non vi resta che leggere il post 😀

cliomakeup-25anni-pdt-iconici-rossetto

Innanzitutto, la fonte: una ricerca del Mintel (un autorevole fornitore di ricerche di mercato) ha identificato i prodotti di bellezza più innovativi comparsi tra il 1990 e il 2014. Abbiamo pensato che sarebbe stato interessante ripercorrerli con voi (selezionando i più interessanti): quanti ne avrete provati? Li usate ancora oggi? Tra di loro si nascondono degli incredibili flop? Scopriamolo subito!

cliomakeup-25anni-pdt-iconici-rougenoirchanel-madonnaUn esempio di cult che continua a fare tendenza è il Rouge Noir di Chanel, qui indossato da Madonna, la quale sembra che il giorno dopo la sfilata P/E 1995 abbia contattato l’ufficio di Parigi per utilizzarlo immediatamente nel suo video “Take a bow”!

Estée Lauder Origins (1990)


Partiamo dagli anni ’90: niente colori pazzi e rossetti marroni, la rivoluzione del 1990 è la fondazione di Origins,il marchio di Estée Lauder nato come primo department store per il benessere e la cura della pelle con estratti vegetali, ingredienti biologici e il 100% di oli essenziali naturali, prodotti con risorse rinnovabili e nel rispetto dell’ambiente. Una linea decisamente anticipatrice dell’attenzione al bio (di cui anche Clio ha recentemente parlato) dei tempi moderni!

blog.cliomakeup.com/2015/12/inci-bio-vegan-siliconi-petrolati-leggende-metropolitane-verita/

 

Nuxe Huile Prodigieuse (1991)

Passiamo poi, l’anno dopo, ad un prodotto che molte di voi avranno ancora sullo scaffale del bagno (speriamo non sempre quello del ’91 eh :-P): l’olio secco multi-funzione (nutriente, riparatore, emolliente) e multiuso (viso, corpo, capelli) di Nuxe è nato più di 24 anni fa ed è ancora un best-seller!

cliomakeup-25anni-pdt-iconici-Nuxe-oil-AmazonNuxe Huile Prodigeuse in versione spray, 50 ml. Prezzo: 13,88 € su Amazon.it

YSL Touche éclat (1992)

Un grande classico che torna ogni anno, come fosse una novità: la penna rivoluzionaria (riduttivo chiamarlo correttore) illuminante di Yves Saint Laurent promette di cancellare la stanchezza dal viso e di perfezionare l’incarnato, tanto da essere ribattezzata “bacchetta magica” dalle sue fan :-D. Considerate che un Touche Éclat è venduto in tutto il mondo ogni 10 secondi!!!

cliomakeup-25anni-pdt-iconici-YSL-ToucheEclat-AmazonYves Saint Laurent Touche éclat Radiant Touch qui nella tonalità Honey. Prezzo: 26,57 € su Amazon.it

Dior Svelte (1993)

Più volte aggiornato nel tempo, è stato il prodotto anticellulite che ha letteralmente dato una scossa al settore e… al nemico n. 1 della maggior parte delle donne ;-)!

cliomakeup-25anni-pdt-iconici-diorsvelte-amazonDior Svelte Soin Perfection Intégrale, 200 ml. Prezzo: 76,64 € su Amazon.it

Chanel Vernis Rouge Noire (1994)

Creato nel 1994, ma lanciato ufficialmente nel ’95 lo smalto Rouge Noir di Chanel è diventato un’icona: quasi fosse l’equivalente beauty delle borse Birkin di Hermès per la moda.

Rouge Noir era infatti il colore preferito da Coco Chanel – come si era già accennato sui sul blog. Si tratta, infatti, di una tonalità di rosso che Mademoiselle aveva individuato come quella che si vede “dentro alle ciliegie nere” e che, insieme al bianco e al nero, esprime la sua passione per gli opposti e la rivendicazione di una femminilità che diventa sinonimo di forza.

In occasione dei suoi 20 anni, Chanel gli ha dedicato un’intera collezione make up per il Natale 2015, di cui ci ha parlato anche Clio!

cliomakeup-25anni-pdt-iconici-visualChanelRougeNoirEcco il visual della collezione Rouge Noir Absolument 2015

St. Tropez Bronzing Lotion (1995)

Lo conoscono tutti: il St. Tropez è il prodotto che ha scatenato l’amore per l’autoabbronzante!

cliomakeup-25anni-pdt-iconici-StTropez-Bronzing-AmazonSt. Tropez Self Tan Bronzing Lotion, 240 ml. Prezzo: 35,86 € su Amazon.it

Laura Mercier (1996)

Considerata la pioniera del viso perfetto, Laura Mercier nel 1996 fonda il brand di make-up al quale dobbiamo prodotti famosissimi che sono andati a finire nei kit dei MUA di tutto il mondo e nelle trousse delle appassionate. Quante di voi hanno ceduto al fascino (e all’efficacia) dei suoi correttori?

cliomakeup-25anni-pdt-iconici-lauramercierIl famosissimo Secret Camouflage di Laura Mercier come prodotto multiuso per illuminare l’incarnato e soprattutto per nascondere i brufoletti ;-). Lo troviamo anche nei preferiti di Clio! Prezzo: 36€

NARS Orgasm (1999)

Il blush nella tonalità Orgasm è diventato così popolare che NARS ha creato un’intera collezione dai nomi provocanti come Sex Machine e Streap Tease (c’è anche un post dedicato ai nomi allusivi dei prodotti make-up!). Guarda caso sono i prodotti preferiti da star trasgressive come Madonna e Victoria Beckham!

cliomakeup-25anni-pdt-iconici-NarsOrgasmBlushEccolo… il prodotto iconico e di riferimento nell’universo dei blush! Orgasm è una tonalità rosa pesca-corallo con un pizzico di riflessi d’oro che si addice a molti tipi di pelle. Prezzo: 30,50 €

Crest Whitening Strips (2000)

Le strisce sbiancanti di Crest hanno reso più accessibili ai consumatori i trattamenti dentali professionali, molto di moda negli USA. La moda dello sbiancamento dei denti è diventata una realtà alla portata di tutti grazie a questa soluzione veloce ed economica 😉 !

cliomakeup-25anni-pdt-iconici-CrestWhiteningStrips-AmazonConfezione da 5 bustine con 10 strisce sbiancanti. Prezzo: 17 € su Amazon.it

Dal 1990 siamo arrivate alle soglie del nuovo Millennio… Cosa ve ne pare ragazze di questa beauty-carrellata? Siete curiose di scoprire quali altre novità famose sono state introdotte nel nostro secolo? Non vi resta che proseguire con noi questo sorprendente viaggio! Basta seguirci a pagina 2 :-D!!!


52 COMMENTI

  1. Ciao ragazze Ke bel post io x esempio nn sapevo Ke la “bacchetta magica” di ysl fosse stata inventata così tanti anni fa pensavo fosse 1 novità recente… insomma non si finisce mai di imparare.

  2. Io mi ricordo degli smalti Rimmel alla frutta (ne avevo uno alle ciliegie buonissimo) pre-2013, ma forse questi Revlon hanno un profumo più composito.

  3. Ma daiiii io non avevo assolutamente idea che certi prodotti così famosi avessero addirittura la mia età!!!

  4. Di questi prodotti conosco l’autoabbronzante, il primo ( della Collistar) l’ho comprato nel lontano 1992.. Era una novità ma faceva un effetto giallo terribile!
    E poi le BBCream di Garnier: quella normale, che è troppo unticcia ed ho testato solo con i campioncini e quella pelli miste, che per me è una delle miglior BB sul mercato, ad un prezzo economico. L’olietto di Nuxe lo vedo sempre in parafarmacia, ma non l’ho mai testato.

  5. Io ne ho uno marrone cioccolato che mi pare si chiami chocolate truffle e ha un odore zuccheroso ma per niente eccessivo, per me 3

  6. Wow! gli smalti profumati! li avevo visti da Tigotà ma pensavo solo avessero un boccettino più grazioso degli altri, potrebbero risolvere l’annoso dilemma che mi perseguita, ovvero mettere lo smalto senza sentir brontolare per due ore il mio lui perché puzzo di roba chimica (è un po’ all’antica, è rimasto fermo agli smalti di sua mamma, quelli con un kg di formaldeide..);
    sul touch eclat di YSL posso dire che per me è il n.1, nel mio beauty non manca mai anche se, visto che non è proprio economicissimo, lo uso solo nelle occasioni speciali!

  7. Wow! gli smalti profumati! li avevo visti da Tigotà ma pensavo solo avessero un boccettino più grazioso degli altri, potrebbero risolvere l’annoso dilemma che mi perseguita, ovvero mettere lo smalto senza sentir brontolare per due ore il mio lui perché puzzo di roba chimica (è un po’ all’antica, è rimasto fermo agli smalti di sua mamma, quelli con un kg di formaldeide..);
    sul touch eclat di YSL posso dire che per me è il n.1, nel mio beauty non manca mai anche se, visto che non è proprio economicissimo, lo uso solo nelle occasioni speciali!

  8. Anch’ io mi aspettavo la naked , mi sembra strano che non l’ abbiano inclusa … si saranno dimenticate ? Spero di no , è la palette che sta nel cuore di quasi tutte noi !!!

  9. mi piacerebbe vedere anche negli anni indietro, 80/70/60 ecc…. sarebbe curioso!!! 🙂 Bel post!!! come sempre 🙂

  10. bel post…non credevo che il Touche Eclat fosse così “anziano”…mi rendo conto di quanto sia anziana io…perchè tante di queste cose le ho viste nascere…eheh. Il Profumo JLo è ancora uno dei miei preferiti ed è tra quelli che ho ricomprato di più in assoluto. Lo adoro.

  11. A me il prodotto che ha rivoluzionato la vita è stato il primer potion di Urban Decay, ora sostituito da quello di too faced che mi piace ancora di più!

  12. Sono pessima…l’unico prodotto che ho avuto è la bb cream garnier!
    Ho il correttore di Laura Mercier ma quello per le occhiaie nel pottino (non mo ricordo come si chiama), vale lo stesso?
    Sogni nel cassetto: orgasm di Nars (che sto puntando da un po) e rouge noir che non comprerò mai perchè è una cifra che io ritengo assurda per uno smalto…ma che ne so…magari in un momento di depressione…o di follia…

  13. aahahah gli smaltini profumati andavano di moda anche nei primi anni 2000… non ricordo la marca però erano carini! il profumo di Jlo è molto buono 🙂 d’estate è molto fresco e d’inverno prende una piega diversa… molto rilassante!

  14. Io l’unico prodotto che ho è il correttore di Laura mercier preso un mese fa! Devo ancora provare la BB cream e mi ispira la touche eclat.. Ma ogni volta che la provo in profumeria non mi pare sia chissà che cosa.. Quindi per ora sto bene senza XD

  15. Io ho il touche eclat di ysl e sto quasi per finirlo.. In realtà stavo pensando di abbandonarlo una volta finito e comprarmi l’airbrush concealer di clinique.. Qualcuna di voi l’ha provato?

  16. Ero indecisa, poi ho optato per quello Lancôme ma è stata una delusione! Su di me non trovo effetti “illuminanti”

  17. Ho comprato il touche eclat anni fa. Dona un bel l’effetto luminoso. Però finisce subito, e soprattutto ho deciso di non mettere più paraffina sulla pelle (o capelli) da anni.
    Ho provato un campioncino di Glow, sempre anni fa, prima che mi votassi alla profumeria di nicchia. Non era male, sapeva di pulito.
    Gli altri, invece proprio no.

    Non so dire invece cosa ha rivoluzionato la mia beauty routine. Credo tutto.
    Negli ultimi 7/8 anni mi sono orientata verso prodotti bio. Sul make-up, scendo a compromessi, ma sulla skincare, hair care no.

    I miei prodotti must sono:

    – Skin food Weleda. Ragazze provatela, le mie mani sono a nuovo, e l’effetto è duraturo. La metto solo la sera. Il giorno, non ho bisogno.
    – I pennelli!! Io prima di te, Clio, non li usavo.
    – Il primer occhi.
    – L’acqua termale. Ottima per rinfrescare, lenire, fissare. Mi calma pure la dermatite che ormai mi viene solo se entro a contatto con della frutta che non devo toccare.
    – crema bioearth c3. Anche se davvero troppo ricca, è l’unica che fa qualcosa per i rossori.
    – lip repair Lavera.
    – il piegaciglia!!! Vera rivoluzione per me, sempre grazie a te, Clio.

  18. per me nessun prodotto sopra citato è un must have l’unico che ha attraversato indenne il nuovo secolo è Chanel 5 che resta primo tra i profumi più venduti al mondo e al minuto nel mondo non so se da Sephora a Parigi sugli Champs cè ancora il contatore collegato ai vari store Sephora nel mondo ..io restai senza parole a vederlo scattare ma avendolo usato e odorato da sempre su mia madre ,che lo usa da 35 anni ,nn posso nn citarlo ..

  19. per me nessun prodotto sopra citato è un must have l’unico che ha attraversato indenne il nuovo secolo è Chanel 5 che resta primo tra i profumi più venduti al mondo e al minuto nel mondo non so se da Sephora a Parigi sugli Champs cè ancora il contatore collegato ai vari store Sephora nel mondo ..io restai senza parole a vederlo scattare ma avendolo usato e odorato da sempre su mia madre ,che lo usa da 35 anni ,nn posso nn citarlo ..

  20. Ciao Clio,
    domanda: ma il Tom Ford Conditioning Beard Oil.. dove accipicchia l’hai trovato a 25€??? .. io lo trovo solo dai 50 euro in su ..senza considerare l’eventuale spedizione. Gracias 😉

  21. non ho mai usato il touche eclat quindi non ho termini di paragone, però a me piace molto la penna-correttore di pupa (ora mi sfugge il nome esatto)… costa più o meno un terzo di quello YSL e spesso è in sconto 😉

  22. e allora mettiamoci pure le Meteorites di Guerlain e il Juicy-qualcosa , uno dei primi gloss di Lancome quando ancora non si sapeva cosa fossero igloss

  23. io si ma quelle az che costavano un sacco di soldi ed erano disgustose!! però un risultato lo davano alla fine…non certo uno sbiancamento professionale ma qualcosina la fanno 🙂 e comunque se qualcuna ha provato queste mi associo alla richiesta!

  24. Le strisce sbiancanti sono pericolose perché per ottenere l’effetto desiderato vanno a “togliere” smalto ai denti…

  25. Mah! Tempo fa provai una mini size regalata dalla parrucchiera. Tutti siliconi come altri in commercio (oltretutto meno costosi). Non ho visto miglioramenti miracolosi.

  26. Ciao TeamClio, bel post! 🙂
    Ho provato solo i campioncini di bb cream garnier (erano in una rivista), purtroppo non mi è piaciuto, non copre un gran chè, e soprattutto dura poco (e mi ero ritrovata tutta lucidissima). Io ho la pelle mista e secondo me è più adatto a pelli secche.
    Sicuramente era un po’ meglio il campioncino di bb cream Dior rispetto a quello Garnier (ma anche quello non è adatto alla mia pelle).
    I prodotti più “rivoluzionari” secondo me sono: fondotinta Dior Star e tinta labbra in olio YSL.

  27. Lo smalto di Chanel ha due dupe identici!! Ho fatto l’applicazione omaggio da sefora, ma si è rovinato quasi subito, così l’ho rifatto il dito rovinato con uno smalto kiko che avevo in casa 226, e della pupa 608, nessuna differenza!! Se non di prezzo visto che quello della Pupa era in offerta a 2.80€ al beauty star!

  28. Ma grazie!! Sará sicuramente il mio prossimo acquisto!! Ho troppa voglia di uno smalto rosso scuro!! (Quel rosso scuro)

  29. volete dire che la crema di Dior, fa sparire miracolosamente la cellulite?
    li conosco tutti, e non ne ho neppure uno… dato i prezzi…
    in verità ne avete dimenticati molti, i rossetti mlbm.. (non mi ricordo mai come si chiamano!) i plump, gli ombretti in crema, per non parlare dei prodotti per capelli e per lo strobing! ahi ahi ahi…
    ciao, grazie!

  30. Io l’avevo comprato dalla parrucchiera alla “modica” cifra di 10 euro. Buon profumo ed efficace sulle punte, purtroppo l’inci è spaventoso

  31. La metà mi erano sconosciuti essendo nati prima di me (1998). Mi piace un sacco il colore di Chanel Rouge Noir, per tutto ciò in cui è usato nella foto ma soprattutto per le unghie. Molto autunnale secondo me, adatto alla stagione. Per quanto riguarda l’uso, posso dire di avere visto concretamente solo la BB Cream di Garnier, usata da mia madre, e quella di Kiko che uso io. Un’altra cosa che vedo ovunque è l’olio di Argan, ma il prodotto originale non l’ho mai trovato. Must have tra tutti quelli citati in questo post.. secondo me la BB Cream, almeno per l’estate io la uso al posto del fondotinta per rimanere leggera. Forse dopo questo post il Rouge Noir mi conquisterà e diventerà un altro mio must have

  32. Non ho mai provato nessuno dei correttori citati, ma mi sento di consigliare una cosa molto simile. Di Kiko ci sono i correttori illuminanti dalla confezione identica dal colore argentato! A me durano abbastanza ma andrebbero usati in combinazione con un correttore sotto più secco per evitare di sprecare prodotto nel tentativo di coprire le occhiaie. Con la colorazione giusta è ottimo per illuminare sia sotto agli occhi che nelle altre parti del viso.. È leggero e fluido!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here