2) NON SIATE PARCHE CON BALSAMI, CONDITIONER E MASCHERE

Quando decidete di tentare il liscio senza calore, è il giorno giusto per una bella maschera idratante per capelli. Anche prima di mettere il balsamo, strizzate bene i capelli (con delicatezza) e lasciatelo in posa almeno un minuto, se sulla confezione non indica altro. Dopo, concedetevi una maschera nutriente da lasciare in posa un po’ di più.

ClioMakeUp-ruota-svedese-lisciare-capelli-ricci-senza-piastra-calore-american-creamInsomma, la prossima volta comprate la confezione grande 🙂

Se i vostri capelli non sono super-iper ricci tentate già ora di pettinarli con un pettine a setole larghe, meglio se di legno o di bambù. Se invece sono troppo crespi, tentate comunque, con le dita, di dividere la chioma e applicare il prodotto in modo omogeneo. Sciacquate poi tutto in grande abbondanza.

ClioMakeUp-ruota-svedese-lisciare-capelli-ricci-senza-piastra-calore-inci-pettine-legno-tek

Nei video sulla ruota svedese, se notate, tutte hanno i capelli già un po’ pettinati e nessuna, alla fine, li ha secchi e stopposi.


3) IN CASI ESTREMI: TENTATE UN IMPACCO

Se secondo voi Shakira è appena mossa e Nathalie Emmanuel non è tanto più riccia di voi, la cosa migliore è partire ancora prima della doccia con un impacco anti-crespo. Se non conoscere prodotti specifici per questo potete facilmente realizzarlo a casa.

ClioMakeUp-ruota-svedese-lisciare-capelli-ricci-senza-piastra-calore-Nathalie-Emmanuel-capelli-ricci

Se non avete le radici particolarmente grasse (evitate comunque il cuoio capelluto) potete unire un balsamo (magari naturale) o dello yogurt bianco (il quantitativo dipende dalla lunghezza dei vostri capelli), a dell’olio di cocco e dell’olio d’oliva (un cucchiaino a testa circa – di più se avete usato molto balsamo o yogurt). In alternativa, se volete una ricetta un po’ più raffinata, potete applicare sui capelli un composto contenente un cucchiaino di questi ingredienti: olio d’oliva, miele, limone, yogurt bianco, burro di karatè, olio di mandorle dolci e latte in polvere.

Lasciate in poso 20-25 minuti e poi lavatevi i capelli!

4) PRIMA DI PROCEDERE, RACCOGLIETE I CAPELLI (CON CRITERIO)

Da quello che ho visto su YouTube, le ragazze raramente hanno i capelli MOLTO bagnati. Sembrano sempre comunque molto umidi o bagnati ma non grondanti d’acqua, come quando siamo appena uscite dalla doccia.

Non accontentatevi di tamponarli con l’asciugamano: soprattutto se siete molto ricce, raccogliete i capelli prima in una coda molto tirata e pettinata, per la parte delle radici, e le cui lunghezze, in modo ordinato, si arrotolano su loro stesse.

ClioMakeUp-ruota-svedese-lisciare-capelli-ricci-senza-piastra-calore-KIM-K-COSMOCredtis: Cosmopolitan

Non create un torchon con la coda però: mettete due dita al centro dell’elastico e fate passare le lunghezze “di piatto” attorno alle dita, per poi fissare con le mollette. Quando sentirete i capelli un po’ meno bagnati sarà ora di cominciare e, almeno sulle radici, avrete già iniziato il lavoro.

5) SE C’E’ UNA CIOCCA CHE INGOMBRA, AVVOLGETELA ATTORNO AD UN GRANDE BIGODINO

Ho visto che alcune, particolarmente ciompettis :-D, si trovano con una ciocca al centro della testa che non si sa bene dove mettere. Se avete paura di fare curve troppo strette, pur di arrotolarla intorno alla testa e siete un po’ in difficoltà, sappiate che alcune arrotolano la ciocca rimasta intorno ad un grande bigodino. Se non state andando a dormire sappiate che sì, anche le lattine funzionano davvero.

ClioMakeUp-ruota-svedese-lisciare-capelli-ricci-senza-piastra-calore-ciocca-ribelle-bigodino-aveda

6) NIENTE CELLOFAN, SOLO COTONE

Anche io avevo sentito (e visto) “impacchettare” la testa nel cellofan, in attesa che si asciughi il tutto. E che attesa! Il cellofan ovviamente non lascia traspirare niente e i capelli non riescono ad asciugarsi per bene.

ClioMakeUp-ruota-svedese-lisciare-capelli-ricci-senza-piastra-calore-cotone-AlexandrasGirlyTalkCredits: AlexandrasGirlyTalk

Dopo che avete arrotolato per bene le ciocche è molto meglio avvolgere il tutto in una sciarpa leggera di cotone! Quelle un po’ trasparente, che lasciano che si intraveda la mano dietro, sono il top!

7) DOPO AVER FINITO, PASSATE UN PO’ DI OLIO

Dopo aver finito il tutto, se il liscio è venuto, ma c’è ancora un po’ di frizz, aggiungete un paio di gocce del vostro olio preferito: che sia di semi di lino, di Argan, di cocco, di mandorle o di ciò che preferite, passatelo con le dita sulle lunghezze e sarete pronte per la giornata da lisce come delle bisce! 😛

ClioMakeUp-ruota-svedese-lisciare-capelli-ricci-senza-piastra-calore-inci-oil-of-moroccoCredits: Oil Of Morocco

Ragazze, ovviamente esiste anche il metodo contrario, per cui ci si addormenta lisce e ci si risveglia mosse:

1) 5 METODI INFALLIBILI PER SVEGLIARSI CON I CAPELLI PERFETTI!

2) 5 MODI PER AVERE ONDE, RICCI E BOCCOLI SENZA IL CALORE!

Oppure c’è il metodo più anni 2000: la piastra!

1) TOP PIASTRE LISCIANTI E LE MIGLIORI PIASTRE A VAPORE!

2) I MIGLIORI TERMOPROTETTORI PER PIASTRARSI SENZA DANNI AI CAPELLI!

Avete provato questo metodo o ne avete altri più efficaci? Ditemi la vostra anche sul FORUM e nel DOPOPOST! Cliccate qui!

Allora, spero che il post vi sia piaciuto e vi sia stato utile. Vi uso un po’ da cavie: provate il metodo, se vi va, e poi fatemi sapere se voi, questa volta, riuscite ad ottenere il risultato sperato! Grazie bellezze, fatemi sapere che ne pensate! Un bacioneee

66 COMMENTI

  1. io non so come facciano ad asciugarsi i capelli… una volta sono andata a dormire con le trecce e al mattino avevo ancora i capelli bagnati, e io ho i capelli fini e pochi! senza contare che ho dormito malissimo con la testa bagnata!

  2. apochi ma buoni”.

    Nella maggior parte delle formulazioni di Weleda è presente l’ Alcohol, l’azienda mi ha spiegato che l’alcohol presente nei loro cosmetici è esclusivamente ricavato da grano biologico coltivato in Italia e i motivi per cui ne fanno uso sono essenzialmente due:

    – Per estrarre i principi attivi delle piante, rendendo così i loro prodotti più efficienti;

    – Per mantenere stabili nel tempo le formulazioni, cosa più difficile essendo un’azienda che rinuncia completamente all’utilizzo di ingredienti di origine chimica.

    L’ alcohol inserito nelle formule ben dosate e calibrate non da problemi. Sfatato questo mito, continuiamo con la recensione.

  3. La ruota svedese me la faceva spesso la mia mamma in passato, ma con i capelli appena asciugati e veniva benissimo lo stesso. Eppure ho i capelli crespi

  4. esistono piastre liscianti fantastiche ch nn rovinano i capelli se usate con accortezza lasciamolo agli svedesi questo metodo che nel 90% dei casi nn funziona e fa perdere un mucchio di tempo .una mia amica tempo fa si era fissata e stava sempre con i capelli arrotolati intorno alla testa ,quando finalmente li liberava ,vnivano fuori peggio di come li avesse in realtà ,appena mossi .un anno a Natale le ho regalato una piastra in ceramica con dvd su come utilizzarla ecc non na ha ancora smesso di ringraziarmi, anzi è diventata espertissima nell’usarla

  5. Da piccola, la mia parrucchiera mi faceva la ruota. Mi pare mettesse un bigodino grande e poi girava i capelli intorno, prima da un lato e poi dall’altro…
    E mi metteva sotto il casco…
    I capelli venivano lisci e lucidi, ma comunque il casco era importante e mi ricordo ci dovevo stare pure parecchio…
    Metodo vecchissimo, pre piastra…

  6. Volete la moglie ubriaca, e la botte piena.
    A parte rispetto a 20 anni fa, ottenere i capelli lisci da un bel riccio naturale, ora mi sembra molto, ma moooolto più facile. Dopo è ovvio che non fa bene alla chioma, ma sono scelte che si devono fare.
    Ps: andare a letto con dei capelli bagnati con tanto di casco di pellicola è ridicolo quanto andarci con un foulard di seta ed il balsamo quando poi a letto c’è Ryan Gossling.
    Come vedete questa cosa mi ha segnata.

  7. mia mamma me la faceva da ragazzina 🙂 funziona! certo il liscio non è lo stesso che dà la piastra ma più morbido…
    noi facevamo così: rotolo di carta igienica come bigodino da mettere sopra la testa avvolgendo i capelli della frangia e della nuca, il resto dei capelli avvolti intorno alla testa fermandoli con le forcine e poi sopra un bel berretto di lana e.. a dormire! 🙂

  8. Non credo che potrei provare..soffro di mal di testa e a pensare di andare a dormire con i capelli bagnati mi viene già ora, in più con il phon ci impiego più o meno 1 oretta ad asciugarli chissà se si asciugherebbero da soli..e non posso dimenticare che i miei capelli sono come quelli di nathalie emmanuel

  9. Concordo con nevecalda,anche a me la parrucchiera la faceva così e i capelli venivano bene . Però ci voleva l asciugatura col casco ! Non penso che senza funzioni.

  10. io lo facevo da bambina quando volevo i capelli mossi, al mare, quindi in estate, mi facevo le treccine alla sera, ma alle sette di sera, e a mezzanotte stavo ancora aspettando che si asciugassero! e da bambina non soffrivo ancora di cervicale!!!!!!

  11. si beh certo l’alcool ha le sue ragioni e capisco che in un prodotto biologico ci debba essere. Sta a vedere se l’alcool come secondo ingrediente (quindi tanto!) anche se bio e se utile, faccia bene ai nostri capelli, in questo caso, e non li rovini! voglio dire che se anche la formula è più che studiata e l’alcool c’è per un motivo, quindi per rendere efficaci tutti gli altri ingredienti, sarà pure bio, ma sempre alcool è…..e se per un certo tipo di capello è aggressivo, lo è anche se deriva dal grano e se è stato prodotto senza disturbare l’ecosistema!

  12. Mai sentita prima ‘sta ruota svedese… ma credo di poter tranquillamente farne a meno: ci metterei molto più tempo a farmi questo tagadà in testa che non continuare col mio caro vecchio phon… vabbeh il calore del phon magari li rovina un pò di più, ma almeno non rischio di trovarmi col collo di Robocop la mattina dopo.

  13. La ruota svedese me la faceva la mamma quando ero piccola però funzionava così: prima girava tutti i capelli in un verso, retina da bigodini e phon.. poi tutti nell’altro…

  14. Ti sei dimenticata di scrivere che va girata: a metà del tempo di posa si disfa tutto e si riavvolge nel senso contrario. È uno step importantissimo. ..

  15. Moltissimi mascara bio per esempio contengono alcool al secondo posto e anche se bio , volatile, utile per conservare e cose del genere a molte persone può dar fastidio , facendo lacrimare o bruciare gli occhi. Quindi in generale sono d’accordo con te, poi logicamente bisogna valutare il prodotto singolo ….

  16. Chissà come mai ma ogni volta che ho provato a riprodurre un tutorial di qualsivoglia youtuber il risultato è stato sempre una ciofeca…sarà colpa dei miei capelli!

  17. Ricapitolando: metodo lunghissimo, difficile, e in più devi stare con la testa bagnata con tutti i mali che ne conseguono! Così in inverno per prendere una bella polmonite con cervicale annessa è il top! Ahahah mamma mia! Clio ecco perché nella vita reale non vedi nessuno farlo ;D 😀
    Meglio un po’ di allenamento con spazzola e phon, e se non basta, una volta ogni tanto meglio la piastra che questa tortura

  18. Perché tanta fatica? Non ne vale la pena e non può essere fatto tutti i giorni quindi non è meglio fare la piastra e via? Una volta ogni tanto non li distruggerà.

  19. Non c’entra nulla con qst post,ma visto che sto x fare un acquisto su amazon ho bisogno di un consiglio…..
    x stendere il fondo,meglio la spugnetta o l’expert face brush della RT??? o li prendo entrambi???

  20. Ma chi ha tempo! Perchè fare un passo indietro dopo l’invenzione del brazilian e Japanese blowdry, la piastra etc? E’ come dire va bene esistono gli aerei ma prendo carrozza e cavalli …

  21. Se proprio li voglio lisci, piastra e via…. veloce, rapida, zero sbattimento, e se usata bene i capelli non bruciano….

  22. io ho poca manualita’ coi capelli, ma una cosa penso mi sia sfuggita: ma se li giri tutti dallo stesso verso diciamo da destra verso sinistra, quando dopo 20 ore ti si sono asciugati non stanno tutti da un verso come se fossi in Olanda al confine del mare del nord???? O_O

  23. La faceva mia mamma da ragazza , a me non ha mai convinto, i capelli spiacciccati sulla testa boh non so… Sono assolutamente incapace di usare phon, spazzola e piastra quindi quando li voglio lisci vado di bigodini anzi di bigodoni vista la dimensione XD

  24. Ciao, mi spiegheresti come fai ad ottenere i capelli lisci usando i bigodini? Ho in casa una marea di bigodini di vari farme anche quelli molto grandi ma non so mai come usarli ( io ho quelli che si auto reggono non so come si chiamano ! ).

  25. Di velcro? Io quelli un po’ li odio perché mi tirano i capelli 🙂 io ho tolto il velcro sopra e uso i becchi per fermarli (2-3 per ciocca) ti consiglio di farti aiutare da qualcuno le prime volte! Cmq i consigli di Clio sono validissimi anche per la piega coi bigodini 🙂 conta molto ammorbidirli con balsamo / maschera e cremine varie (senza alcool) e soprattutto metterli in piega quando sono un po’ asciutti, non devono grondare d’acqua. Più li tieni e più vengono e rimarrano lisci, se tiri giù tutto che non sono completamente asciutti addio liscio. Ah e usa quelli più grandi che hai! Se vuoi sapere altro chiedimi pure 🙂

  26. Ma se giro la ciocca intorno al bigodino a me viene un onda morbida , te come fai ad ottenerli lisci ?

  27. Mah…mai provata, ma se devo pensare di star lì a separare tutti i capelli in ciocche e cominciare ad avvolgerli e dormire poi con la testa bagnata…vado dalla parrucchiera e con 10€ me li faccio stirare

  28. A me piace sperimentare tecniche di messa in piega senza calore eccessivo (per dirti phon si ma piastra no), e se ne avessi la necessità proverei questa tecnica. Già di mio preferisco lavarmi i capelli prima di andare a dormire, e mi durano una settimana senza nemmeno sembrare sporchi quindi la fatica sarebbe ricompensata. Sono dubbiosa però sui tempi di asciugatura, perché anche io con due trecce arrivo alla mattina che li sento ancora umidi.

  29. Per chi dice che in questa epoca così moderna esiste la piastra,bhè sicuramente non ha i veri capelli ricci.
    Io ho provato a lisciarli a casa,dal parrucchiere con chili di prodotti anticrespo e lisciante usando piastre ultra moderne ma nulla non c’è nulla da fare i miei capelli non si lisciano rimangono crespi e sembrano bruciati!e quindi mi sono dovuta arrendere all’evidenza e tenerli sempre ricci!

  30. Infatti vengono lisci, non dritti spaghetto 😉 comunque se hai i bigodini davvero grandi (io per esempio non li ho trovati nei negozi normali) puoi provare, più grandi sono più verranno dritti!

  31. Io quelli grandi li avevo presi in un negozio per parrucchieri. Comunque hai ragione sul fatto che sono un pò scomodi perchè strappano i capelli e faccio un disastro quando devo toglierli. Domani sera mi laverò i capelli e voglio provare ! Grazie ancora 🙂

  32. Ma cosa avete contro il caro vecchio phon? No perchè io mica posso stare due ore (facciamo pure 10 visto che ho tanti capelli quanti peli un cane bergamasco!) con i capelli bagnati… Certo farei la gioia della mia fisioterapista! 😉

  33. L’ultima foto in seconda pagina ha un che di inquietante! Consigliate le un buon parrucchiere per l’amor del cielo!

  34. UNA SETTIMANA?? Soffro se penso a tutto il tempo che ci guadagni :'( ma con palestra e simili come fai?

  35. Ti capisco, quelli di mia sorella sono un incubo. Io ho la ‘fortuna’ di avere un riccio boccoloso che con la piastra si alliscia e ci rimane (più o meno), ma lei… L’ultima volta ci ho messo quattro ore (e non scherzo) a farle la piastra perchè lei non riesce. Mezz’ora dopo erano frisée.

  36. una bella cloud nine,mi ha salvato la vita e i capelli sono sanissimi usandola un lavaggio si e uno no

  37. N vabbè ma che storie sono queste!!? Io se dovessi provare a fare una roba simile rimarrei senza testa dove arrotolare dopo circa un quinto dei capelli… Per non parlare che non si asciugherebbero mai e poi mai….

  38. si ma sempre di alcool si tratta e al secondo posto è in percentuale piuttosto alta e si sa che secca i capelli: è innegabile! e te lo dice una che non è contro il bio, anzi. il punto è che dire che una cosa è bio non vuol dire che per forza faccia bene. tanti balsami bio non hanno l’ alcool al secondo posto… basta informarsi

  39. No ma ci credo!l’ultima volta che ci ho provato dal parrucchiere erano in 2 e ci sono stata un infinità e poi per niente! Peccato mi piacerebbe vedermi almeno una volta con i capelli lisci a modo!

  40. Da noi si chiama girotesta e funziona. Però si fa molto prima se li asciughi sotto il casco e comunque a metà tempo bisogna girare tutto dalla parte opposta.

  41. In palestra non ci vado per ora. Ammetto però che purtroppo è una fortuna temporanea perché sto facendo una cura per l’acne che mi ha asciugato tutta la pelle del corpo, testa compresa. Quando finirò la cura tornerò ai soliti 2/3 lavaggi settimanali.

  42. Si vabbè mi tengo i miei capelli ribelli e quando ho voglia (raramente) mi faccio la piastra.
    ilmondodiary1.blogspot.it

  43. io la faccio da anni e con ottimi risultati, non uso piastre e affini da anni perchè ovviamente bruciano i capelli e tengo alla loro salute :p
    La svedese non è un miracolo e per le ricce l’effetto spaghetto non avverrà mai.
    Io ho capelli mossi e crespi, ad esempio, soffrendo di cervicale, prima di fare la svedese li asciugo, li rendo umidini, pettino e avvolgo senza bogodino però, lascio un paio di ore su un verso, poi la disfo e la faccio nell’altro verso.
    se ho poco tempo, vado di casco gonfiabile che accelera le cose.
    comunque funziona, ve lo assicuro!! 🙂

  44. Io avendo i capelli distrutti da una brutta esperienza con una parrucchiera l’anno scorso, è stata la mia prima volta dalla parrucchiera… E anche l’ultima

  45. Io un periodo la facevo coi capelli asciutti e la lasciavo in posa un po’ e mi veniva una bella piega ma: 1. Non avevo tinture e decolorazioni 2. I capelli erano scalati e si giravano soli nelle punte. Ad averli adesso così. Un mosso naturale che ora cerco di riprodurre con ogni sorta di bigidini

  46. penso che i capelli debbano essere solo leggermente umidi quando decidi di metterli in piega. non c’è bisogno che grondino, così fai peggio secondo me

  47. io non uso il phon, li lascio avvolti nell’asciugamano per mezzoretta. L’importante è che siano umidi ma proprio leggermente. Puoi usare anche il phon per poco tempo, in modo che siano quasi asciutti ma che si senta che sono ancora umidi!

  48. Quando ero giovane (ora ho 60 anni) facevo il vortice – si chiamava così – ogni volta che lavavo i capelli ed era un vero strazio. Lo facevo perché la piastra non l’avevo, non so neanche se esisteva al”epoca ed io amavo i capelli a spaghetto. Si dava prima una asciugata col phon, usavo il cartone del rotolo della carta igienica per la ciocca centrale in alto e cominciavo a girare fissando tutto con i becchi d’oca. Poi cercavo di scaldarli col phon e aspettavo. Tanto. Almeno 3 ore. E poi veniva il bello… bisognava GIRARLI perché se non lo facevi venivano tutti storti. Dovevo stare almeno un’altra ora prima si smontare il tutto. E poi non venivano mai perfetti come li avrei voluti, quando ho scoperto la piastra è stata la svolta, niente di confrontabile. E IO HO I CAPELLI SOLO UN PO’ MOSSI

  49. Stessa età stessi ricordi. Le piastre non c’erano proprio e nemmeno il balsamo. Avevo un casco asciugacapelli poco potente (regalo di natale molto desiderato). Ricordo che ci stavo delle ore!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here