Ciao a tutte!

La recensione di oggi riguarderà una palette di ombretti dalle tonalità nude rosate: la Maybelline The Blushed Nudes.

Questo prodotto, sul sito ufficiale di Maybelline New York, viene descritto come una palette dalla scrivenza assoluta  con cui è possibile realizzare infiniti look: si compone di 12 ombretti caratterizzati dalle sfumature del nudo rosato, dal rosa romantico al taupe intrigante.

Le ragazze che hanno un sottotono rosa (e non solo loro) saranno sicuramente curiose di scoprire cosa pensiamo di questo prodotto, non è vero? Per scoprire tutti i dettagli e gli swatch delle cialdine, non vi resta che continuare a leggere questa review!

ClioMakeUp-recensione-maybelline-the-blushed-nudes-palette-copertina

La palette The Blushed Nudes contiene, come vi abbiamo già anticipato, 12 ombretti dalla tonalità naturali ma tendenti al rosa (al contrario della Maybelline The Nudes, in cui prevalgono le colorazioni classiche che ci vengono in mente quando si parla di makeup nude): tra questi, 8 hanno un finish shimmer/satinato e 4 sono opachi.

All’interno della confezione sono presenti 9,6 g di prodotto , il prezzo è di circa 17€ (ma è possibile reperirla anche ad un costo inferiore) e il PAO è di 24 mesi.

ClioMakeUp-recensione-maybelline-the-blushed-nudes-palette-macro

Come per la The Nudes, anche questa palette è fornita di un applicatore doppio, da una parte è piatto e dall’altra stretto e allungato.
Qui di seguito, potete vedere gli swatch* degli ombretti (in certi casi, a causa della bassa intensità di colore, poco evidenti) che, anche in questo caso, indicheremo con “primo”, “secondo” etc. a seconda dell’ordine in cui sono disposti nella palette:

ClioMakeUp-recensione-maybelline-the-blushed-nudes-palette-swatch1*Gli swatch sono stati realizzati alla luce naturale.

Il primo ombretto è un panna opaco; il secondo è un rosa delicato satinato; il terzo è un grigio chiaro satinato; il quarto è un rosa confetto, anch’esso satinato. Come avrete potuto constatare, la pigmentazione di questi primi quattro ombretti è davvero scarsa, quasi inesistente.

ClioMakeUp-recensione-maybelline-the-blushed-nudes-palette-swatch2

Il quinto è un lavanda opaco; il sesto è un bronzo rosato luminoso (ed è uno dei colori più pigmentati della palette); il settimo è un oro con una punta di rame al suo interno; l’ottavo è un marrone scuro opaco.

ClioMakeUp-recensione-maybelline-the-blushed-nudes-palette-swatch3

Il nono è un nocciola/taupe satinato; il decimo è un grigio fumo dai micro riflessi rosa; l’undicesimo è un rosa metallico che, tra tutti gli ombretti della palette, rappresenta quello più setoso e pigmentato; il dodicesimo e ultimo è un marrone molto scuro e opaco di base, ma con numerosi glitter rosa al suo interno.

La texture di questi ombretti (fatta eccezione per alcune cialdine) è poco setosa e i colori risultano difficili persino da prelevare.

Per quanto riguarda la pigmentazione, nel complesso è piuttosto scarsa: anche se alcune tonalità risultano abbastanza scriventi, la maggior parte delle colorazioni risulta a malapena percepibile e c’è bisogno di prelevare più volte il prodotto per ottenere un risultato omogeneo ed evidente sulla palpebra (tuttavia, non si raggiunge mai un’intensità di colore elevata).

La durata non è il massimo nel senso che, una volta che si riesce ad applicarli, gli ombretti resistono 6/7 ore e poi cominciano a svanire, anche se non finiscono nelle pieghette: tutto ciò vale solamente se si utilizza un primer occhi prima della stesura!

Per alcune colorazioni (soprattutto quelle più scure come l’ottava e la dodicesima) abbiamo riscontrato qualche problema di fall out, anche perché quasi tutti gli ombretti sono polverosi e non aderiscono facilmente alla palpebra.

La scelta dei colori poteva rivelarsi anche originale dal momento che, mentre è ormai piuttosto semplice trovare delle palette che contengano ombretti declinati nelle classiche colorazioni naturali, ne esistono poche caratterizzate totalmente da tonalità nude rosate, tuttavia le cialdine sono davvero troppo poco scriventi.

RIASSUMENDO:

Pigmentazione: 2  –  nel complesso, è piuttosto scarsa; anche se alcune tonalità sono abbastanza scriventi, la maggior parte delle colorazioni è a malapena percepibile, tanto da rendere difficoltoso anche farne gli swatch. Inoltre, c’è bisogno di prelevare più volte le polveri per ottenere un risultato omogeneo ed evidente sulla palpebra.

Durata: 3 – una volta applicati, resistono 6/7 ore prima di iniziare a svanire (durano in questo modo solo se si utilizza un primer occhi), anche se non finiscono nelle pieghette.

Tendenza a non fare fall out: 3 – per alcune colorazioni (in particolare quelle più scure come l’ottava e la dodicesima) abbiamo riscontrato qualche problema di fall out.

Sfumabilità: 1,5 – la texture delle cialdine è polverosa (fanno eccezione giusto due/ tre colorazioni, come la settima e l’undicesima) e il colore non aderisce facilmente alla palpebra; c’è bisogno di prelevare più volte il prodotto per ottenere un risultato omogeneo e, in generale, gli ombretti sono difficili da lavorare.

Selezione colori: 3 – la scelta dei colori poteva anche rivelarsi originale, dato che si concentra sulle tonalità del nude rosato e non sulle classiche colorazioni naturali, tuttavia la pigmentazione è talmente bassa che non possiamo apprezzare fino in fondo l’idea.

VOTO FINALE: 2

Ragazze, questa volta è un vero e proprio flop! La palette The Blushed Nudes di Maybelline non ci è proprio piaciuta: la pigmentazione è scarsa per la maggior parte degli ombretti, la durata diventa accettabile solo se si utilizza un primer e la texture polverosa ne rende difficile l’applicazione, nonché lavorarli sulla palpebra.
Se teniamo conto, inoltre, che il prezzo non è poi così contenuto, non possiamo che bocciare questo prodotto!

Vi ricordiamo che i voti sono così pensati: 5 eccellente; 4 molto buono; 3 sufficiente; 2 male; 1 NUN CE SEMO PROPRIO! 😉

Se siete rimaste deluse, non preoccupatevi! Abbiamo recensito altre palette di ombretti che ci hanno conquistate a pieni voti o quasi:

1) MINI RECENSIONE MAKE UP REVOLUTION NAKED CHOCOLATE PALETTE

2) MINI RECENSIONE ZOEVA COCOA BLEND PALETTE

3) MINI RECENSIONE URBAN DECAY VICE 4

Qui di seguito, invece, troverete le ultime palette che Clio ha avuto modo di provare e le sue opinioni al riguardo:

LE NUOVE PALETTE DI OMBRETTI CHE HO AVUTO MODO DI TESTARE ULTIMAMENTE

Anche la recensione di oggi termina qui! Quante di voi possiedono la The Blushed Nudes di Maybelline New York? Anche voi siete rimaste deluse o vi piace? Conoscete altre palette che hanno una selezione colori simile? Fateci sapere tutto nei commenti! Alla prossima review 😉