Ciao ragazze!

La primavera è ormai arrivata e anche se in giro per l’Italia so esserci climi decisamente diversi, il sole e i suoi raggi sono sicuramente più forti di quanto non lo fossero qualche mese fa. Proprio per questo motivo è arrivata l’ora di ricominciare a proteggersi (per chi avesse smesso): non solo per prevenire le malattie (che resta, comunque, il motivo più importante), ma anche per prevenire le rughe, attenuare le occhiaie e riaccendere il colorito. Sì, avete capito proprio bene!

E come fare ad essere costantemente protette, senza sprecare tempo ed energie, anche in città? Sappiamo benissimo che nessuna di noi ha voglia di aggiungere step alla propria routine, ma per fortuna hanno inventato dei prodotti a mio parere rivoluzionari: gli spray idratanti SPF, da applicare anche sopra al trucco. Come? Quali esistono? Come mi sono trovata? Scoprirete tutto ne post!

ClioMakeUp-spf-spray-idratante-citta-novita.001

L’anno scorso, ve lo ricorderete, vi avevo iniziato a parlare di queste nuove protezioni in spray, non solo per il corpo, dedicate ai più pigri e capricciosi della spiaggia, ma anche per il viso, da usare in città, sotto o sopra al trucco.

Il brand che avevo provato era Supergooop e il loro spray  Defense Refresh Setting Mist SPF 50 al rosmarino è stato uno di quei prodotti che, d’estate, ho consumato in quantità industriali. E siccome ho visto che ora anche Bioderma (sì, lo stesso brand che produce la più famosa acqua micellare) ha prodotto qualcosa di simile – che si trova anche in Italia – ho pensato di scrivere questo post, per parlarvene e spiegarvi bene tutto!

ClioMakeUp-spf-spray-idratante-citta-novita-8Immancabile nella mia borsa mare…e non solo! Purtroppo in Italia non è disponibile 🙁 ! Prezzo: 28$ per 100 ml (esiste anche a 12$ per 30 ml).

Facciamo un passo indietro e cerchiamo di capire di cosa stiamo parlando. Questi spray ad azione protettiva sono dei prodotti pensati non come sostituto alla crema solare – soprattutto in un contesto in cui si sta prendendo il sole diretto – ma come supporto alla protezione giornaliera.


ClioMakeUp-trucco-skincare-ogni-età-30-anni-spf-protezione-solare-emily-blunt-parigiEmily Blunt, a Parigi, dove il sole picchia fortissimo, sente che avrebbe dovuto applicare più protezione solare.

Avrete sicuramente sentito dire che le creme solari, anche le più potenti, hanno un’azione temporanea anche abbastanza limitata. E se questo problema può essere sopperito, al mare, cospargendosi di crema ogni 2 ore, in città non è altrettanto semplice garantirsi una protezione costante.

ClioMakeUp-spf-spray-idratante-citta-novita-2O un fattore più alto!

Possiamo anche mettere una crema SPF 50+ sotto ad un fondotinta e una cipria SPF, ma dobbiamo mettere in conto che, già a metà mattinata, l’effetto di tutta quella protezione sarà pressoché svanito. Ma dopo esserci truccate per benino, non possiamo mica ogni 2 ore ricominciare da capo no? Oltre al fatto che l’idea di rimettere la crema più volte al giorno mentre si lavora o studia è impensabile. Ecco che allora entrano in gioco i nostri amici spray.

ClioMakeUp-spf-spray-idratante-citta-novita-3Certo, l’alternativa è il cappellone. Ma potrebbe non essere troppo pratico da indossare per andare al lavoro la mattina.

L’idea geniale, infatti, è quella di aver creato un prodotto liquido e applicabile sopra al trucco, così da poter prolungare l’azione della crema giornaliera con SPF (la quale, comunque, va applicata). Essendo spray dovete mettere in conto che il prodotto non può coprire al 100% la pelle del viso e che quindi non è sufficiente, come schermo totale – soprattutto al mare. Tuttavia, per la facilità con cui lo si può applicare, rendere costante il refresh della propria protezione fa davvero la differenza per la lotta agli UV, UVB, UVA ecc ecc.

ClioMakeUp-spf-spray-idratante-citta-novita-5Quella della foto in realtà è una normale acqua termale, ma era giusto per rendere l’idea.

E, come anticipato all’inizio del post, garantirsi una protezione costante è sì innanzitutto una questione di salute, importantissima, ma vi aiuta anche a combattere la “spossatezza” (che si vede!) di questo periodo. Le occhiaie, così come il colorito spento e la pelle secca sono spesso aggravati, se non causati, dai primi danni del sole – sì, anche se da abbronzate le occhiaie si vedono meno e il colorito sembra più sano. Inoltre, tutte le macchie della pelle e le cicatrici da acne, brufoli e quant’altro sono dovute praticamente esclusivamente dall’esposizione ai raggi solari.

Combattere e prevenire questi inestetismi con la protezione è sicuramente una mossa strategica anche perché, proprio per questi motivi, questi prodotti promettono anche un’azione idratante e nutriente, così da compensare l’aridità della pelle dopo essere stata esposta al sole e/o allo stress della città.

ClioMakeUp-spf-spray-idratante-citta-novita-9La pelle sottoposta ai raggi ultravioletti, dopo una normale esposizione al sole: anche quando a occhio nudo sembra non esserci nessuna differenza tra la parte protetta e quella lasciata al suo destino…la differenza c’è eccome.

Pensate di essere immuni a questi problemi perché avete la pelle scura? Mi dispiace, ma come ho recentemente sentito dire da Alex Steinherr (Beauty Specialist di Glamour UK) in un live su FB, se avete la pelle mediterranea, il fattore di protezione “naturale” di cui potete vantarvi non supera l’SPF 4. Se siete nere potrebbe arrivare fino a 6. In entrambi i casi è decisamente insufficiente!

ClioMakeUp-spf-spray-idratante-citta-novita-7Anche Lupita spiega sempre, nelle interviste, di aver capito di dover indossare tutti i giorni l’SPF.

Volete sapere come mi sono trovata con questi due prodotti che ho provato allora? Saranno davvero rivoluzionari o la solita trovata per vendere? La risposta, a pag. 2!

117 COMMENTI

  1. Da brava portatrice di pelle mozzarella corro a comprare quello di Bioderma! Comunque vorrei dire che sull’argomento c’è ancora tanta ignoranza, le mie amiche mi guardano storta quando metto la crema solare non al mare. E anche se glielo spiego mi rispondono con un “vabbe ma io ho la pelle più scura e non mi serve”, sono un caso disperato! Anche perché nonostante la mia base chiara e le tonnellate di crema protettiva d’estate prendo comunque un bel colore ambrato, bisogna smettere di avere paura della crema solare.

  2. Io metto la protezione 50 tutto l’anno, anche senza filtri chimici, ed ora Clio mi dici che a metà mattina è già andata via ???

  3. Wow Clio pensa che era qualche giorno che mi chiedevo se esistesse un prodotto del genere, una protezione spray da applicare durante il giorno perché rimettere una crema é scomodo..

  4. Ultimamente mi sto mettendo la protezione solare sul naso perché noto che prende più colore rispetto al resto de viso ed in più mi viene l’impronta dell’asta degli occhiali!

  5. Io ho la pelle medio-scura, e quando mi abbronzo al massimo sembro nordafricana 😀
    Eppure mi scotto sempre se non metto la crema, con tanto di eritema… Fin da piccola! Quindi vero, anche le pelli scure devono proteggersi!

  6. Ragazze, AIUTO !!!

    Una buona crema viso quotidiana con SPF (da 30 in su) non comedogena e che non lasci appiccicaticce?

    Clio, se hai voglia di farci un post dedicato a quelle viso, noi pallidone te ne saremo eternamente grate!

  7. Eucerin spf 50 mat. È perfetta non unge e non è nemmeno bianca. Inoltre è delicata io ho la pelle super sensibile!

  8. Ciao, io uso questa consigliatami dal dermatologo. È davvero moooolto opacizzante e si asciuga in un attimo lasciando la pelle assolutamente non unta, però nemmeno idratata e se hai la pelle secca evidenzia molto le screpolature.

  9. Esiste una crema idratanta prime rughe con fattore di protezione 30 che non sia pesante come le crema da mare? Ho 29 anni e la pelle mista!

  10. Dura…ma questo anno prenderò vichy tocco secco che fanno sia spf30 che 50. Al massimo arrivano a 20-25.

  11. Non esco mai senza protezione, si d’estate che d’inverno. La metto sempre dopo che é asciugata la crema perché non mi sono trovata bene con le formule “due in uno”.

  12. Giustissimo proteggere sempre la pelle 🙂 forse però anche questa paura esagerata del sole è un po’ troppo!! Mi viene l’ansia a pensare che devo mettere la crema con spf alto in pieno inverno quando i raggi sono più deboli, che la devo riapplicare dopo qualche ora anche in città, e così via! A volte mi sembra davvero un’ esagerazione, una fobia quasi! Non si tratta di non usare la crema solare, passare le ore più calde esposti, e scottarsi con noncuranza, ma solo di non farne l’ennesima nostra fissazione, e prendere il tutto con moderazione senza un allarmismo eccessivo! Clio, le cicatrici da acne sono causate dall’acne, non dal sole. Il sole preso in modo inappropriato può aggravare la situazione, questo sì.
    Non dimentichiamo del tutto gli effetti benefici che il sole ha su di noi e il nostro organismo. Certo poi chi avrà una pelle chiarissima e super sensibile saprà il fatto proprio 🙂

  13. Silvia, grazie!!! Non ci crederai, ma è proprio quella che avevo addocchiato cercando online! 😉

    Tu la usi tutti i giorni?

    Per l’idratazione pensavo di applicarla dopo un buon siero (da rimettersi la sera appena struccata), che ne pensi?

  14. Sto usando con soddisfazione la Bioearth viso protezione 50. È una linea tutta naturale e questa con gli spf usa quelli più innocui. La metto la mattina e uscendo non troppo presto, la porto comunque dietro in caso la dovessi riapplicare. Anche se ne metto tanta, si assorbe dopo un pò perfettamente.
    Gli spray non mi sembrano pratici. Tanto sempre in bagno bisogna andare. Io poi, truccandomi poco durante il giorno, riapplicando la crema, non dovrei fare pasticci.

  15. Se trovi quella giusta ok. Sennò, ti dico che un pò di paura verso il solare bisogna averla.
    Molte sono formulate con spf che tendono alla lunga a fare danni non meno dei raggi solari. Ogni tanto bandiscono un fattore di protezione che è stato usato per anni.
    Io per ora mi sto affidando alla Bioearth che è il più naturale possibile. Già se nell’inci leggo nano- qualcosa, sono tutte particelle che da quanto ho letto, entrano nel nostro organismo a livello cellulare.
    Molti dei filtri chimici sono accusati di modificare il nostro dna. Visto che ci sono molti sospetti, io non dico di non usare la crema solare, perché pure il sole non scherza, ma di scegliere quella più sicura possibile ed abbinarla a filtri fisici come cappello e occhiali.

  16. Ciao! Io non la uso tutti i giorni ma x un semplice motivo: sto facendo una cura per uno sfogo di acne sulla zona mandibolare a base di antibiotico in compresse e anche in crema che mi sta seccando molto la pelle e, come ti dicevo, in questa zona questa crema, che è bianca, evidenzia le screpolature ed essendo molto secca quando la spalmo mi fa venire via tutte le pellicine…tuttavia per il resto del viso che è rimasto “normale” la trovo buona, si assorbe subito, opacizza, però appunto non idrata. Secondo me dopo un buon siero leggero può andare bene. Io però il siero non posso metterlo x i motivi che ti ho detto x cui non ho mai provato!!

  17. Non riesco proprio a capire come spalmarsi un prodotto a base di acqua sul viso truccato possa non rimuovere o quanto meno rovinare tutti i prodotti applicati prima!
    Poi io d’estate ho il problema inverso, non sento affatto il bisogno di voler reidratare la pelle durante il giorno…anzi piuttosto combatto contro il sebo da assorbire!!
    Boh, mi sembra un prodotto adatto solo a chi ha la pelle secca e zero imperfezioni da coprire.

  18. Usare lo spray su tutto il viso mi sembra un po’dispendioso, però potrei usarlo sul contorno occhi, visto che le creme contorno occhi con spf sono introvabili

  19. Prova a guardare tra le creme dell’Avène, ce ne sono tantissime con spf! Anche della rilastil c’è qualcosa se non sbaglio (prova a guardare nella linea “aqua”)

  20. Mmm. .. questo post mi ha ricordato che è arrivato il momento di pensare alla protezione solare soprattutto in vista dell’estate… e come ogni anno tra protezioni in crema, spray, schermo totale.. alto basso fondotinta con protezione non so mai dove buttarmi!! 0_o però devo iniziare.. oltre ai vostri consigli andrò a farmi un giro in farmacia! 🙂

  21. io cerco quella della Bioderma da mesi ma ancora niente! la protezione la metto sempre, ma questa sarebbe comoda per quando si è già truccate e bisogna riapplicarla.
    rompo sempre alle mie amiche che devono metterla anche se non sono al mare, ma loro mi rispondono che non serve e mi preoccupo troppo. quando avremo 50 anni se ne riparlerà XD

  22. Ciao a tutte ragazze! Io penso K sia davvero importante dedicare del tempo alla ricerca della crema viso + crema solare perfetta X noi! Qui sul gruppo, una ragazza mi consigliò la crema solare della caudalie con spf,e la metto sopra la mia crema viso e nn unge X nulla! Ovviamente, prima di mettere il fondo, la lascio asciugare 5 minuti.
    Questa paura del sole però mi lascia un attimo perplessa… Nel senso… Questa cosa di proteggerci mi sembra K stia diventando una malattia!
    Fino a 5 minuti fa ero tranquilla Xk metto sempre la crema solare e adesso scopro K nn basta e K ogni 2/3 ore devo riapplicarla o spruzzarmi il prodotto con spf…
    Ma cavolo! Secondo me c’è anche da dire K bisogna vedere quanto una persona stia al sole! Nn tutti stanno al sole mentre lavorano… Io ad esempio vedo il sole poco, essendo K lavoro in cucina!
    E poi un altra cosa: ma quante confezioni di questo spray dovremmo mai comprare???x riuscire a stare tranquille un annetto

  23. Spero che le persone capiscano come regolarsi senza usare la protezione SPF 50 in pieno inverno con tempo nuvoloso e temporale. Come dici tu, bisogna non eccedere né in un senso (scottarsi tutte le volte al mare, perché non si mette mai la protezione), né nell’altro (usare SPF 50 quando c’è un temporale o si sta chiusi in ufficio per 8 ore).
    Bisogna capire come proteggere la nostra pelle dai danni del sole, senza eccessi. Io per esempio ho la pelle chiarissima, mi hanno confermato che ho bisogno della 50 in estate e della 30 in inverno, però in inverno non succede quasi mai che io rimanga esposta al sole (che è comunque raro XD), quindi non la metto.

  24. So che molte persone prendono alla leggera i danni del sole e vorrei riportare la mia esperienza, anche per far capire che ogni pelle ha esigenze diverse anche per quanto riguarda la protezione solare.

    Cinque anni fa sono andata in montagna ad agosto e insieme ad altre persone abbiamo fatto una piccola gita. Era un po’ nuvoloso, freddino, sembrava potesse piovere. Avevo indosso maniche lunghe e pantaloni lunghi. Ho messo la protezione 50 in viso, come faccio sempre d’estate quando esco, perché ho la pelle molto chiara.
    Mentre camminavamo ogni tanto una nuvola si spostava e c’era un po’ di sole, ma sono stata sempre con le maniche lunghe fino ai polsi.
    Tornata a casa ho notato che le uniche zone di pelle esposte senza protezione (dorsi delle mani e collo) si erano ustionate. E’ stato molto doloroso, per giorni mi bruciavano, sono venute fuori le bollicine e la pelle si è staccata. Ustione di secondo grado.
    Il mio viso era stato protetto perfettamente. Le persone che erano con me non avevano messo nessuna (!) protezione e forse si sono leggermente abbronzati (già lo erano un pochino prima).
    La pelle delle mie mani si è rovinata così tanto che a distanza di 5 anni ho ancora le mani più scure e la pelle è molto più sensibile delle altre zone. Si vede bene il segno dell’orologio.

    Questo per farvi capire che proteggersi va bene, ma bisogna farlo sapendo di cosa ha bisogno la propria pelle. La mia evidentemente ha sempre bisogno di protezione alta se rimango esposta al sole per qualche ora, pure sui dorsi delle mani!
    Altri invece avranno bisogno di una protezione più bassa.
    Non bisogna eccedere né in un senso non usandola mai anche se esposti in spiaggia per ore, comprese le ore peggiori (conosco persone che fanno così e si scottano tutte le volte), né usare la protezione 50 con pelle media, in pieno inverno, con la pioggia, quando si sta chiuse per 8 ore in ufficio.
    Bisogna sapersi regolare trovando una protezione adeguata che eviti le scottature. Ci si abbronza lo stesso, ma non ci si scotta.

  25. La uso anche io, è fantastica! L’unica cosa che non mi piace tanto è che lascia la pelle bianca, ma per le pelli grasse/miste è fantastica!

  26. Giustissimo proteggersi e cercare la propria protezione piu’ adatta e darsela SEMPRE in esposizione diretta al sole, sia al mare che in montagna e in citta’, ma farsene una paranoia mentale mi sembra un po’ troppo… Sotto la crema viso, sopra, sotto fondotinta e cipria, sopra al trucco….ne abbiamo gia’ abbastanza di problemi ed essere ossessionati dai danni che il sole potrebbe farci non e’ una delle cose che voglio avere!! Piu’ che altro questo spray lo userei per rinfrescarmi perche’ in estate sudo come una fontana, e poi ricordiamoci di quanto ci fa bene il sole: fonte primaria di vitamina D. Ciauu a tutte / i.

  27. Io so di fare malissimo, ma uso la protezione solo al mare o piscina nonostante la pelle chiara e sensibile.. Ma proprio l’idea di avere un prodotto in più sul viso, mi fa sentire “soffocata”. E comunque credo che demonizzare così tanto il sole, sua sbagliato perché alcune vitamine e sostanze necessarie all’organismo si fissano e si rendono utilizzabili, solo col sole.

  28. Una cosa simileè capitata anche a me, ma sulle cosce. Nonostante siano passati 5 anni anche per me, la pelle è più sensibile e se uso l’acqua troppo calda per la doccia, mi si arrossano ancora.
    Detto ciò, comunque scottarsi mai ma anche demonizzare il sole così tanto non va bene.

  29. io ho sempre usato creme solari ecobio o comunque con inci davvero ottimi, per l’inverno cerco sempre quelle più leggere e senza altre caratteristiche inutili come essere resistente all’acqua o altra roba visto che non mi servono in quelle occasioni. Avevo trovato una crema viso della Remedia che aveva dentro anche l’spf 20 e l’ho usata tutto l’inverno scorso proprio come crema idratante e insieme protezione solare. La adoravo! Quella di Bioderma mi incuriosisce come formula, anche se magari l’inci non sarà il massimo ma ammetto di non essermi ancora informata 😉

  30. Neanche io mi sono informata, però non m’ispira lo stesso. Nella micellare ha comunque i peg. Poi lo spray non mi convince come formula. E ormai mi trovo bene con la mia della bioearth.

  31. Esatto! Purtroppo invece quando si esagera si arriva a pensare che una protezione totale serva sempre e comunque! La moderazione è sempre la soluzione, io odio il terrorismo psicologico! E poi, siamo sicuri che spalmarsi il filtro in faccia ogni due ore faccia bene alla pelle? La mia sputerebbe fuori tutto! e chissà cos’altro!

  32. Clio ho dei dubbi, le mie domande sono rivolte a te o alle altre ragazze che l’hanno provata e ne sanno qualcosa :
    1) esiste anche con protezione 50?
    2) le goccioline di cui parli non rovinano neanche un po’ il trucco? Soprattutto se si ha terra e blush o comunque più prodotti
    3) non c’è il rischio di sporcarsi i capelli o i vestiti?
    Perdonate tutte queste domande ma vorrei capire se fa al caso mio, visto che ho la pelle molto chiara, voglio proteggerla ma anche evitare di abbronzarmi, ho il problema opposto alla maggior parte della gente 😛

  33. Sono d’accordo con te, io ho la pelle chiara e devo starci attenta, la protezione 50 la metto ma solo d’estate, anche perché sapevo che usare la protezione sempre fa male, sinceramente non so se è vero ne il motivo però mi sembra un esagerazione, io il sole non lo prendo quasi mai sia per evitare di scottarmi sia per non abbronzarmi, mi piace la pelle chiara, ma le macchie da acne ce l’ho comunque, il sole causa macchie ma quelle da acne sono un’altra cosa.

  34. Pensa che invece io ho la pelle scura, roba che se mi abbronzo seriamente (cosa che non faccio da decenni) divento color “nordafricano” 😀
    A 10 anni, alle prime esposizioni sconsiderate al mare con protezione nulla (tipo la 6 che usava mia madre), mi sono venute ustioni allucinanti con tanto di eritema che non passava più… Da allora bastano poche ore in spiaggia senza protezione per scatenare l’inferno sulla mia pelle! Eritema e bolle specialmente sulle braccia, un incubo…
    Sotto consiglio del dermatologo, quando devo espormi al sole d’estate, uso la protezione 50 i primi tempi, per poi scendere alla 30 o al minimo 20… E i farmacisti ogni volta che chiedo la protezione 50+ mi trattano come se fossi una fissata! Quante volte mi hanno detto che la mia pelle non ha bisogno di un fattore così alto perché sono scura… Ma purtroppo esiste anche chi ha la pelle scura che si scotta facilmente come una pelle chiara!
    Oltretutto anche ‘sta storia di prendere troppo alla lettera gli “schemini del fototipo” a me sembra una ca***ta, visto che io ho pelle scura me con le efelidi, occhi neri ma capelli castano chiaro/biondo scuro…

    Meno male che vivo al nord e lavoro in ufficio, quindi in generale vedo il sole solo durante i weekend o al mare d’estate… Quindi non è che esco tutti i giorni con l’spf, però ammetto che ad esempio ora, se so di dover stare all’aperto, metto almeno la BB cream con spf 15 😀

  35. Come ti trovi con la Bioearth? Vorrei sapere se lascia la pelle bianca, se unge e dove posso trovarla, anche se ha un prezzo fattibile perché d’estate me ne servono litri, scusami per tutte queste richieste.

  36. Sto cercando da settimane quella della Bioderma ma in zona sembra introvabile, persino dai rivenditori ufficiali, più di una farmacista non aveva la più pallida idea di cosa stessi parlando, vivendo vicino ai monti, il clima cambia molto velocemente e il sole è più forte e intenso della media anche in inverno, sarebbe l’ideale da tenere in borsa per quando il sole spunta all’improvviso

  37. purtroppo molti solari bio non sono stabili e proprio l’anno scorso sono usciti vari studi che hanno dimostrato che anche molti filtri “fisici” (minerali) in realtà sono addirittura più inquinanti per flora e fauna marina e andrebbero evitati se si fa il bagno spesso, l’idea di base è buona ma i formulatori sono ancora indietro a livello tecnologico e scientifico, meglio prodotti di farmacia a filtro misto, testati, sicuri per la pelle, ben stabilizzati e formulati, se non lo conosci ti consiglio il blog nononsensecosmethic che ha dedicato parecchi studi all’argomento 🙂 http://www.nononsensecosmethic.org/scegliere-la-miglior-protezione-solare/

  38. Il sito lo conosco. Non mi affido solo ai filtri fisici.
    Quella della Bioearth usa un mix di filtri. Quello chimico è l’ Ethylhexyl Triazone foto stabile e approvato. E ha all’interno tanti emollienti naturali che proteggono al contempo la pelle.
    Sinceramente non metterei in unico fascio i solari da farmacia, perché non è che siano una garanzia per il canale di vendita. In farmacia ho trovato tante schifezze negli inci, a partire da siliconi, parabeni e petrolatum come in quelli di La Roche Posay almeno fino a due anni fa.
    Preferisco leggere ogni etichetta di ciascun prodotto, piuttosto che l’insegna del negozio.

  39. Io uso questa:
    http://bioearthsun.it/crema-viso-solare-spf50-protezione-alta/
    Mi trovo bene. La metto sopra la mia crema sempre Bioearth C3. E quando ancora non si è asciugata aggiungo questa. Non massaggio troppo, ma piano e lascio che si assorba. Non unge. Considera che io ho la pelle tendenzialmente secca. Se la metto con sotto il siero, poco grasso, si assorbe pure prima. Non mi fa la pelle bianca.
    L’ho pagata 20 euro. Ha un odore gradevole.

  40. Concordo su tutto. La protezione solare è importante, soprattutto se si passa molto tempo all’aperto, ma credo che non dovrebbe diventare una fissazione.

  41. Scusa, ti ho risposto due volte, perché pensavo mi avesse cancellato la risposta. Spero di esserti stata utile.

  42. Sul loro sito, mi sembra che trovi i rivenditori. Io a Roma la trovo vicino casa, a piazza Sant’Emerenziana, quartiere Trieste.

  43. Io vivo e lavoro nel bio, lo uso da fine anni ’80 quando era ancora una cosa per hippy sfigati e si trovavano tre prodotti in croce super pesanti (di solito tedeschi) 😀 , per me è una scelta di vita, ma sui solari è un dato di fatto che sono molto indietro, cosa ammessa anche dagli stessi produttori e formulatori che conosco di persona, con i raggi solari non si scherza, specie se si ha la pelle sensibile o si è a rischio eritema, solari come Bioderma, Biogena e alcuni LRP venduti in Europa (perchè gli Usa con i filtri sono ancora fermi agli anni 80), sono “pieni di schifezze” ambientali, ma a livello di protezione sono fra i più sicuri, stabili e all’avanguardia, da allergica a parecchie cose (compresi alcuni filtri solari), trovo che il bio italiano si occupi fin troppo dell’ambiente e fin troppo poco della salute della pelle con conservanti e allergeni da bollino giallo per il biodizionario perchè non inquinano ma da doppio bollino rosso per il potenziale irritativo e allergenico…naturale non vuol dire innocuo e, pur credendoci, ho imparato la lezione sulla mia pelle, cosa confermata anche dal mio medico Skineco che come saprai è un’associazione di dermatologi che evita paraffina, siliconi, petrolati, ecc.

  44. Io penso che non comprerò questo prodotto. D’inverno sto pochissimo all’aperto e non credo di avere la necessità di usare un solare, d’estate metto la protezione 50 se so che starò al sole e uso occhiali neri e cappello… basta. Ok proteggersi, ma non so se usare tanti strati di creme etc faccia davvero bene alla pelle.

  45. Terribile che ti sia successo così da piccola. Hai perfettamente ragione, ogni pelle ha esigenze diverse. Certo che in farmacia potrebbero chiederti informazioni sulla tua pelle, senza trattarti come una fissata.
    Lo schemino del fototipo infatti è molto generico, bisognerebbe prenderlo solo come spunto. Anche per me non vale molto, perché ho la pelle da fototipo 1, ma capelli castano chiari e occhi verdi; non rientro nello schemino come fototipo 1. Però la mia pelle è più chiara di quella di mia madre che è bionda naturale con gli occhi chiari.
    Il tuo dermatologo ti ha forse detto che la tua pelle si è “sensibilizzata” per l’ustione presa? Perché a me la pelle della mano è diventata più sensibile proprio dopo l’ustione. T_T

  46. Anche a me le mani si arrossano con l’acqua calda. La fregatura è che le mani vanno spesso in contatto con l’acqua e sono visibili. Non ti dico come mi dispiaceva andare in giro a maniche corte con i “guantini scuri”. T_T
    Sinceramente di persone che demonizzano il sole non ne conosco (dal vivo, intendo). Conosco invece varie persone che non usano la protezione solare, anche chi ha pelle chiara e si scotta spesso.
    In ogni caso, le esagerazioni non vanno mai bene.

  47. Ciao io ho scoperto questa crema da qualche settimana e mi ci sto trovando molto bene. Ha tutte le caratteristiche da te richieste ma in più contiene dei pigmenti colorati che ti evitano l’effetto bianco. Ho la pelle problematica soprattutto zona mento e questa si assorbe bene e non unge. Spero ti sia utile!

  48. Sono d’accordo, le esagerazioni non vanno mai bene, in nessun campo.
    Secondo me la protezione 50 non sparisce in così poco tempo. Io non l’ho mai riapplicata e ha sempre retto benissimo (e ho una pelle che si scotta subito se non la metto). Non so se dipenda dal tipo di pelle o dalla marca.
    Ho anche letto di persone che usano sia crema idratante con SPF, sia crema solare, sia fondotinta con SPF e che tutti questi filtri messi uno sopra l’altro non vadano per niente bene.

  49. Anche io protezione 50 d’estate, ma d’inverno non la metto, perché c’è poco sole e non sono mai esposta a lungo (mi piace molto la pelle chiara *_*)
    Penso Clio si riferisse al fatto che alcune persone prendono il sole per migliorare l’acne, facendosi venire invece delle macchie per le scottature o peggiorando quelle che c’erano.

  50. Anche io la uso, con SPF 50 però e mi trovo benissimo! L’ho scoperta l’anno scorso e la riprenderò.

  51. Io tutta qst demonizzazione per il sole la trovo esagerata…ho la pelle medio scura e la protezione la uso solo al mare e nemmeno altissima,il resto dell’anno utilizzo un fondotinta con spf 15 e niente più…sarò fortunata ma per la mia pelle va benissimo così…anzi aggiungerei che per alcune occasioni come matrimonio o feste particolari faccio anche qc lampada ovviamente in centri specializzati e con la giusta protezione..insomma in medius stat virtus,cm sempre del resto !!!

  52. Questo è il primo anno che uso solari più naturali.
    Il bio invece sulla skincare, lo uso da 8 anni più o meno. E molti marchi sono tedeschi (Dr Hauschka, Weleda, Lavera…)
    Mi è piaciuto l’inci di questo solare Bioearth. Non è solo fisico, perché ne conosco i limiti, e mi sembra ben formulato.

    So che purtroppo si è un pò indietro, e so che naturale non vuol dire innocuo, perché ci sono reazioni allergiche, però pensò sempre che una reazione allergica è cosa ben più auspicabile di un danno a livello cellulare cosa che si sospetta causino molti ingredienti chimici, o no?

    Io soffro di dermatite alle mani. Da quando ho cominciato ad usare prodotti naturali, non ho avuto più manifestazioni, se non quando taglio certa frutta.
    E da osservazione diretta, so che i parabeni mi danno tanto fastidio. Mi avevano dato in omaggio una crema Lichtena (da farmacia) che li aveva come unico elemento “brutto”. Messa, tempo 10 minuti, mi sono cominciata a grattare.
    Io credo che la cosa migliore sia osservare come reagisce il nostro corpo.
    E quando un ingrediente è “sospettato”, lo evito.
    Preferisco oli puri, burri, Inci molto corti.
    Perché, alla fine credo il peggio sia una reazione allergica.
    E poi Einstein non diceva che “ogni cosa che puoi immaginare,mala matura l’ha già creata?” 😉

  53. Non va bene demonizzare il sole, come non va bene scottarsi ogni volta. Ci vorrebbero delle vie di mezzo, ma spesso queste persone rimangono fissate nella loro idea e non la cambiano neanche davanti all’evidenza.
    Se non sei in giro esposta al sole non c’è bisogno del solare. Per esempio per chi lavora in ufficio e fa 5 minuti di camminata per arrivarci, non ha senso mettere una protezione per quei 5 minuti (dove magari cammini pure all’ombra).
    Se invece sei all’aperto per qualche ora, ti consiglio di metterla. Anche io ho la pelle chiara e sensibile e non mi piace l’appiccicaticcio dei solari in faccia. L’anno scorso ho provato il solare La Roche Posay Anthelios 50 tocco secco e mi sono trovata molto bene. Non unge per niente e non la sento neanche.

  54. Secondo me non c’è bisogno di rimettere la protezione dopo solo due ore. Io uso la 50 in viso, pelle chiara e sensibile, ma pur non riapplicandola non ho nessun problema se sto fuori con il sole per 4 ore. Se non la mettessi mi ustionerei (come purtroppo mi è successo sui dorsi delle mani T_T), quindi mi accorgerei se la protezione svanisse in sole due ore.
    Se stai pochi minuti al sole per andare al lavoro non c’è bisogno del solare, che poi rimarrebbe sul viso per tutto il giorno.

  55. Ti consiglio di usare una crema idratante anti rughe e in aggiunta un solare, perché la crema la puoi usare tutti i giorni, anche la sera, invece il solare è da usare solo se ci si espone al sole.
    In inverno, quando c’è poco sole (da me lo si vede una volta al mese se va bene XD) o piove, non serve mettere il solare. Se la tua crema idratante però ha la protezione, ti ritroveresti ad avere la protezione sempre, anche quando non serve.
    Io ho provato l’anno scorso la protezione La Roche Posay Anthelios 50 tocco secco e mi sono trovata molto bene. Ho pelle mista che si lucida spesso (e sudo tantissimo col caldo!). Mi danno fastidio le creme appiccicose e questa neanche la sentivo. Te la consiglio!

  56. Io non uso mai la protezione solare in città, solo al mare o piscina nonostante abbia la pelle chiara e mi Scotti facilmente. Ma sono sempre dentro a lavorare, cosa me la metto a fare? Per quei 10 min di macchina che faccio? Mi sembra esagerato in questo caso.

  57. E’ vero, il naso si abbronza subito! Anche io uso gli occhiali e bado sempre a stendere bene la protezione in quel punto in modo che non mi rimanga il segno.

  58. Appunto, ciò che dice mio prima al tuo commento.
    Io quest’anno ho preso la protezione 50 di Alga Maris per il mare, ma ora non la uso perché appunto, faccio macchina/ lavoro e non ha senso.

  59. Io l’anno scorso ho provato un nuovo solare (nuovo per me, non ho idea di quando sia uscito ^^) e mi sono trovata proprio bene, perché ho la pelle che si lucida subito e mi danno fastidio le creme appiccicose. E’ la protezione 50 Anthelios di La Roche Posay, quella tocco secco anti lucidità. Ne avevo sentito parlare bene e l’ho provata. Ottima.
    Se hai la pelle secca però non penso che vada bene.

  60. Posso chiederti che prodotti usi per la dermatite alle mani? Mi interessano molto i prodotti bio e da qualche anno ho iniziato piano piano a provarli. Mi trovo molto bene, ma sono ancora decisamente inesperta sugli INCI.

  61. No no, in quel caso non ha proprio senso! Quando parlavo di persone che non la mettono intendevo quelli che vanno al mare e stanno ore sotto il sole senza mettere niente e poi si scottano tutte le volte. Scusami, non mi ero spiegata, ce lo avevo in mente e non l’ho scritto ^^

  62. Basta applicare la stessa crema con protezione per il viso, sul contorno occhi. Il gioco è fatto

  63. Non uso qualcosa di specifico, nel senso che se uso prodotti naturali non ce l’ho.
    Per lavarmi le mani uso saponette solide: Weleda, e altre che trovo da Naturasi.
    Per nutrirle uso la Lavera Basis sensitive in latta.
    D’inverno, uso la skinfood di Weleda. Quest’ultima contiene lanolina che può essere irritante, ma a me non ha mai fatto reazione.
    Se malauguratamente mi viene dopo aver toccato pachino, kiwi, ecc. Vaporizzo l’acqua termale di Avène e mi passa il prurito.
    Un prodotto che invece uso dopo la ceretta, e se ho la pelle arrossata è la pasta alla calendula della Weleda.
    Spero esserti stata utile.

  64. Con tutti questi dubbi fai prima a prenderlo e provarlo. E se non fa per te, lo regali a tua amica. Alla fine nella peggior’ ipotesi saranno 10 euro buttati.

  65. A questo punto basta provare.Oppure se hai già una crema con SPF fidata che sul viso non ti dà problemi, quasi certamente farà lo stesso per il contorno occhi ^_^

  66. quelli che ti consiglio vivamente sono la pasta alla calendula, da anni nel mio bagno; l’olio comfort viso, il latte amande per il viso, il burro cacao everon e il loro olio anticellulite alla betulla. Le saponette sono costosette in proporzione. Io le alterno con quelle di Zefiro, sempre naturali.

  67. Ah!! Grazie! Buono a sapersi!.. Io ho la pelle mooolto mista 🙂 che d’estate con il calore e umidità diventa decisamente più grassa… Spero di trovare un campioncino in farmacia! Grazie Elisabetta! 😉

  68. È sempre questione di idratazione … Se non hai problemi e hai una pelle bella idrata non lascia nessun alone…la cosa si presenta solo sulle zone molto secche

  69. A me non sembra molto affidabile come protezione molto alta uno spray che per forza di cose è pensato per fare strato sottilissimo. Pensiamo che la protezione dichiarata è garantita solo con uno strato di prodotto piuttosto spesso. Inoltre per valutare un prodotto solare bisogna conoscere i filtri impiegati, per vedere se sono fotostabili e se proteggono dagli uva, molto piú dannosi degli uvb a lungo termine (l’SPF indica la protezione uvb). Bisogna poi valutare le interazioni negative con i filtri diversi presenti nella crema protettiva o nel trucco: se i prodotti non sono pensati per stare insieme i filtri possono diventare instabili. Insomma sono problemi molto complessi, che devono essere affrontati con competenza e documentandosi molto seriamente, proprio perché il problema non è fare pubblicità più o meno occulta ma salvaguardare la salute. Mi piacerebbe sentire il parere di un bravo dermatologo

  70. Cercavo una crema unica perché non volevo appesantire la pelle, ho paura che mettere separatamente crema e solare mi faccia sudare! Anch’io infatti tendo a lucidarmi molto, specialmente in estate! Ma se ti sei trovata bene voglio provare anch’io, magari questa soluzione funziona anche per me! Grazie!

  71. Sul non appesantire la pelle hai ragione, ma è peggio usare un solare tutti i giorni anche quando non è necessario. L’importante è trovare una buona crema che si assorba bene, senza lasciarti la pelle unta. In questo modo ti basta aspettare che la crema sia assorbita per mettere il solare.
    La crema così la puoi usare anche la sera prima di andare a dormire.
    Il solare però usalo solo quando ti esponi al sole. Se per esempio rimani chiusa in ufficio per 8 ore il solare non serve, a meno che tu non faccia un tragitto in pieno sole per molto tempo. Se cammini pochi minuti per arrivare al lavoro, ti bastano occhiali e cappellino o camminare all’ombra e sei a posto. 🙂
    Io quando ero in vacanza ho usato sia crema idratante (leggera) sia il solare Anthelios tocco secco. Lo picchiettavo invece di spalmarlo e mi sono trovata proprio bene. Aspettavo un pochino e poi mettevo un po’ di cipria. Nonostante il sudore non ha mai fatto un brutto effetto.
    Spero di esserti stata utile ^_^

  72. No, in realtà fino a quel momento non mi ero esposta così selvaggiamente al sole (quell’anno per la prima volta sono stata un giorno intero in barca senza un filo d’ombra!)… Mi ha detto che la pelle ha mantenuto una “memoria” soprattutto per quanto riguarda l’eritema, cioè che una volta che mi è venuto così potente è facile che mi torni anche per nulla.. che fortuna 😀
    Comunque la pelle io non la sento più sensibile in generale, solo quando sono sotto al sole 😉

  73. infatti it s all about the money 🙂 cioe credo che dietro ci sia un enorma business, e bene proteggersi dal sole ma con giudizio! in inverno non metto mai la protezione solare, sebbene sia molto chiara, perche i raggi sono molto deboli . l unica protezione che ho e quella della crema giorno. ma ve bene cosi, credo che un pochino di sole faccia invece bene!

  74. m,a neanch io la metto in inverno 🙂 dai non ha senso!!! anche perche in inverno non sto perennemente sotto il sole a picco, esco, entro nei negozi, oppure sono al chiuso dell ufficio….poi dalle 16,30 in poi e proprio buio!!

  75. sono d accordo con te! io credo anche che in citta, soprattutto d inverno, la crema non serva , direi di evitare in quel caso, soprattutto visto le schifezze che ci sono dentro

  76. Si anche io ormai mi sono convertita alla crema 50 anche in città! Chiaro che il sole in piccole quantità non è pericoloso nel vero senso del termine, ma fa davvero la differenza in termini di rughe e macchie cutanee!
    Ora sto usando una crema della nuxe per il viso e ho preso due protezioni spray molto comode per il corpo, sempre 59 della Bilbao e un’altra marca che non ricordo, inoltre voglio sperimentare presto anche la polvere da città con protezione 50 che ho visto mi pare della l’oreal o comunque alla coop.
    buona giornata a tutte e viva la protezione

  77. Già, purtroppo non ne ho trovata una neanche io, io uso una normale crema solare, non è specifica per il viso però non è bianca, è un gel e non unge, io la usavo d’estate sia al mare sia sotto al trucco senza la crema idratante, non ne sentivo il bisogno, è della Heliocare, è una buona marca, io uso la 50, ho appena visto su internet che c’è anche lo spray.

  78. Faccio prima a non prenderla e non buttare 10€ 😛 mi incuriosiva visto che devo stare attenta a proteggere la pelle e quando sono truccata è un problema ma a questo punto meglio stare all’ombra o munirsi di cappello, una crema solare per metterla sulle braccia mi ha rovinato un sacco di vestiti, vorrei evitare che risucceda.

  79. Ah non so, può essere… Non sono sola ad amare la pelle chiara allora, la gente non fa altro che dirmi di prendere il sole d’estate perché sono troppo bianca, se non ci stai a lungo immagini succederà anche a te 😛

  80. È un solare. A parte qualche bbcream e la superdefense di clinique non mi viene in mente altro. Mi pare che la roche.posay abbia fatto già l’anno scorso una crema idratante che vanta un spf100, ma non è proprio così protettiva come un solare. Magari fa al caso tuo però. ..

  81. GrazieClio!! sai che stavo giusto pensando al mare?! ci stavo pensando perché purtroppo ho dei problemi di salute e spesso finisco di usare i giorni di ferie per starmene a casa a rimettermi in sesto anziché andare al mare o in vacanza, e dopo aver letto questo post, mi son detta bèh.. non tutto il male viene per nuocere, d’latra parte ho trascorso per una decina d’anni quasi, tre mesi di mare all’anno, ora posso anche farmene una ragione e guadagnare in pelle, lo so che anche in città avrò bisogno di protezione ma nei luoghi di vacanza vuol dire stare sotto al sole per almeno otto ore, invece in città le ore al massimo saranno due… grazie Clio, mi hai di nuovo liberata e correrò a comprarmi quello spray di bioderma, ormai ho un’acqua idratante in ogni luogo, borsa, casa, ufficio e beauty, ci aggiungerò certo anche questa Baci baci baci

  82. @fabiolamassimi:disqus @disqus_ynIdozctVf:disqus @Elisabetta83:disqus @silviabubi77:disqus @FrancescaV13:disqus @lilysol:disqus @disqus_teXCCz5wP9:disqus grazie mille per i consigli 🙂 oggi giro in farmacia a testarle!

    Un bacione a tutte :* e buon weekend!!!

  83. ho comprato bioderma ma la bomboletta spray dopo due applicazioni non spruzza più! l’ho pure cambiata in farmacia ma niente! qiualcun’altra ha il mio stesso problema? grande delusione …11 euro e scarso packaging, pensateci prima di comprarla!

  84. ma non è che se non c’è il sole a picco allora non importa proteggersi…non ti proteggi dal calore del sole, ma dai raggi nocivi che passano anche attraverso le nuvole, in qualsiasi stagione… i filtri servono a questo.

  85. di inverno, in città, magari basta una 15, filtro che ormai si trova tranquillamente in quasi tutte le creme da giorno, anche quelle “da supermercato”.

  86. Qualcuna ha provato lo spray abbronzante di Pupa? È disponibile con vari spf e la descrizione sul sito riporta che non è necessario spalmarlo, il che lo rende molto interessante!

  87. L’unica cosa che mi lascia perplessa è il fatto che con il sole peggiorino le cicatrici da acne. Il mio dermatologo anni fa mi disse di prendere delle pastiglie di beta carotene e fare o docce solari a bassa intensità o prendere almeno un’ora di sole al giorno per toglierle. Odiando il caldo e non riuscendo a stare al sole non l’ho fatto, ma conoscendo il medico e vedendo come mi ha risolto il problema acne, non credo fosse uno che non capisce nulla. Poi certo, l’esposizione selvaggia sicuramente non fa bene e bisogna proteggersi, al mare o in città se si è per esempio in gita e sotto il solo per ore ed ore.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here