Ciao a tutte!

Oggi parliamo di un problema davvero odioso e di cui molte di noi pensano di essere (a torto o a ragione) vittime! L’alito cattivo o alitosi può essere provocato da una sbagliata igiene orale o da vari problemi di salute, ed essere aggravato da ciò che mangiamo o da cattive abitudini come il fumo.

Per fortuna c’è moltissimo che si può fare, in primis agire, dove possibile, sulle cause e quindi svolgendo un’adeguata prevenzione. Inoltre, Clio ci ha raccontato che in America sono piuttosto “fissati” in merito e si trovano tanti prodotti contro l’alitosi: nel post vi parleremo naturalmente di quelli reperibili in Italia senza tralasciare i rimedi naturali.

ClioMakeUp-alitosi-1

Le cause dell’alito cattivo

Alitosi e igiene orale

ClioMakeUp-alitosi-2-audrey-hepburn

L’alitosi può essere causata in primis da una errata igiene orale: più saremo accurate e puntuali nel lavare i denti, meno ci sarà il rischio di avere l’alito pesante. Ciò significa usare regolarmente lo spazzolino dopo ogni pasto, ma è altresì importante prendere confidenza con altri strumenti che rendono la pulizia dei denti più completa, come scovolino e filo interdentale. Anche usare un collutorio aiuta ad eliminare i batteri che si formano in bocca e che causano l’alito cattivo, ma bisogna evitare quelli che contengono alcol e che possono quindi “asciugare” la bocca.

Cibi e vizi che causano l’alitosi

ClioMakeUp-alitosi-4-alcol

I cibi con odori forti, come l’aglio, la cipolla, alcuni formaggi e le spezie esotiche sono associati all’alito cattivo, e anche un collutorio o uno spray rinfrescante lo copriranno solo temporaneamente: l’odore andrà via quando i cibi saranno completamente digeriti. Inoltre, anche gli alcolici e il fumo causano o aggravano l’alitosi.

ClioMakeUp-alitosi-3-dopo-sbornia.jpgVi è mai capitato di pensare durante le classiche scene del film in cui il/la protagonista si sveglia dopo una sbornia: Oddio, chissà che alito ;-)?

Il fatto che la causa dell’alito cattivo sia il cibo è un pò un mito da sfatare: in realtà si tratta di casi rari e circoscritti. È vero però che l’alito cattivo può essere legato ai problemi di digestione: in questo senso una dieta equilibrata non può che aiutare.

Problemi di salute e alito cattivo

Inoltre, l’alito cattivo può essere indice di alcune malattie: gengivite e carie, ma anche infezioni alla bocca in generale. Farmaci e problemi di salute che causano secchezza delle fauci possono provocare alito cattivo, così come malattie quali polmonite, diabete, reflusso gastrico e altri.

I sintomi dell’alito cattivo

Come fare per capire se siamo vittime effettivamente di questo problema o se è solo una nostra “fissa”? Beh, oltre ai classici metodi basic che si possono adottare quando si è sicuri di non essere visti eheheh…

ClioMakeUp-alitosi-5-mr-beanMr Bean Docet 😉

… Anche sapore sgradevole in bocca, bocca secca o lingua che appare biancastra sono sintomi di alito cattivo!

ClioMakeUp-alitosi-6-mattinaSe ci fate caso, spesso l’alitosi si ha al mattino, a causa della riduzione della saliva all’interno della bocca.

Igiene orale e corretta alimentazione costituiscono di per sé delle ottime basi per evitare che si presenti il problema dell’alito cattivo. Tuttavia, non garantiscono affatto di esserne immuni: nella prossima pagina vedremo quindi tutti i rimedi (naturali e non) contro l’alitosi!