Ciao a tutte!

Voglia di estate = voglia di frutta, non credete? Saranno le calde temperature o la ricca offerta di frutta di stagione… sappiamo solo che, in questo periodo, non ci dispiace fare uno spuntino o iniziare la giornata con una bella dose di freschezza!

La frutta fa da base ai famosi frullati nutrienti che oltreoceano vengono più semplicemente definiti smoothies. Negli Stati Uniti, infatti, questa bevanda fa parte della cultura alimentare del paese e non mancano le ricette potenziate al massimo per regalare al corpo la giusta dose di nutrizione!

Non si tratta solo di mescolare della frutta per ottenere il classico frullato, no, l’obiettivo è proprio quello di ricreare un pasto che possa contribuire al nostro benessere. Spesso lo smoothie viene arricchito con diversi componenti per promuovere tanti benefici e molti di questi influenzano proprio l’aspetto della nostra pelle!

I possibili ingredienti dello smoothie sono tantissimi, con combinazioni infinite, andiamo a scoprire insieme le nostre ricette di bellezza!

cliomakeup-smoothiecredits: Anni Kravi

La comodità di banana e mandorle

cliomakeup-smoothiecredits: blog.williams-sonoma.com

Ricco di proteine vegetali, potassio, calcio, fibre e omega tre, questo frullatone non farà che bene alla vostra pelle. In particolare l’olio di semi di lino è considerato un anti–infiammatorio eccellente, ottimo contro rossori e gonfiori della pelle. E avete letto bene: va ingerito (senza esagerare ovviamente ;P), non solo applicato sui capelli per donargli lucentezza e idratazione.



cliomakeup-smoothiecredits: ideegreen.it

Ingredienti:

– 1 cucchiaio di olio di semi di lino
– 2 cucchiai di crema di mandorle al 100%
– 1 banana
– 210 ml circa di succo alla mela
– 170 gr circa di cubetti di ghiaccio

Il colore degli antiossidanti: frutti di bosco e kiwi!

cliomakeup-smoothiecredits: theprettybee.com

Quando pensiamo agli antiossidanti ci viene in mente la prevenzione contro l’invecchiamento, e pensiamo bene! Le sostanze antiossidanti mirano a combattere i radicali liberi (gli scarti delle cellule) che altrimenti intaccherebbero l’organismo con la loro azione negativa.

Ci sono cibi che contengono moltissimi nutrimenti antiossidanti, come la più celebre vitamina C. Sia i frutti di busco che il kiwi hanno un’alta percentuale di questa vitamina al loro interno. Sapevate che solo i kiwi verdi possiedono più vitamina C di un arancio? L’altra vitamina per un’azione antiossidante è la vitamina E. Indovinate chi possiede pure questa? Sempre il kiwi ovviamente ;P

cliomakeup-smoothiecredits: thegoldlininggirl.com

Per quanto riguarda i frutti di bosco, più sono scuri e più contengono sostanze antiossidanti, quindi scegliete bene 😉

Ingredienti:

– 150 gr circa di fragole congelate
– 130 gr circa di lamponi congelati
– 90 gr circa di mirtilli congelati
– 2 kiwi piccoli pelati e tagliati a fette
– 210 ml circa di succo all’arancia (o in sostituzione acqua)

Vi è venuta l’acquolina in bocca solo a leggere le nostre ricette? Non è finita qui! Nella prossima pagina troverete un buon alleato per l’abbronzatura perfetta! Poi ancora, chi ha detto che un frullato non può trasformarsi in un’opera d’arte?

51 COMMENTI

  1. Post salvato nei preferiti, mi sa che me lo stampo pure e attacco al frigo.
    Per l’anniversario del matrimonio (9 giugno 9 anni 🙂 quest’anno ho chiesto a mio marito di non farci i regali ma di prendere un estrattore. Già quando ero una ragazza a Bad Worishofen in Germania mi facevano dei frullati con mela verde e finocchio. Ne vado matta sul serio.
    Ora queste ricette le proverò TUTTE. Non vedo l’ora!

  2. Eh. Meglio o peggio? Dici che la fibre non ci sarà?
    Sai perchè lo voglio? Perchè avevo un frullatore tempo fa e aveva un buco tanto piccolo e dovevo tagliuzzare tutto in mille pezzettini. E poi il filtro o cos’era si tappava subito. Tra un bicchiere a l’altro dovevo smontare tutto, pulire tutto, rimontare tutto … e così via. Uno sbattimento. Sono stanca solo a pensarci.
    Ho visto mio cognato che ha l’estrattore – ci metteva la pera praticamente intera…

  3. ok, io vivo in mezzo al nulla, col cavolo che l’acqua di cocco e la frutta congelata la trovo! faccio già fatica con mango e avocado (che poi, non sono nè di stagione nè del territorio!)

  4. No in effetti la fibra non c’é, l’estrattore tira fuori la parte liquida, dove trovi comunque la maggior parte delle vitamine, ma lascia fuori tutta la parte fibrosa che é quella più spessa. L’estrattore é l’ideale se vuoi dei succhi belli liquidi senza dover aggiungere ghiaccio o latte per diluire ma devi poi considerare di aggiungere altre fonti di fibra alla dieta.

  5. Siccome sono un po’ fissata con la storia del km 0 e dei prodotti del territorio cerco di evitare i frutti troppo strani o comunque di limitarne il consumo. Credetemi, anche con quello che avete in casa ogni giorno potete fare dei succhi ottimi. Io uso un semplicissimo frullatore a immersione e ci butto qualsiasi cosa in base alla stagione. Un mesetto fa il mio preferito era fragole, arance, kiwi, banana e un po’ si zenzero. Quando non ho le arance come parte liquida uso l’acqua, il latte, lo yogurt magro oppure il cocomero in piena estate. Io adoro i succhi, sono la mia merenda preferita anche perché saziano tanto e sono freschi!

  6. io ho un estrattore di succo ma per queste ricette serve il frullatore…
    cmq ti consiglio di prenderlo l’estrattore di succo per fare molte bevande di frutta e verdura =) è meglio della centrifuga!!!

  7. ciaoo… io avevo letto che i succhi industriali alzano alle stelle la glicemia essendo ricchi di zucchero più che del glucosio del frutto.. ma che se si beveva il succo di un frutto spremuto… questo avveniva comunque ma di meno.. è corretto??

  8. Molti succhi industriali sono in effetti addizionati di zucchero oltre a quello naturale del frutto e quindi sono ancora più dannosi per il metabolismo del glucosio nel sangue. I succhi freschi appena spremuti sono indubbiamente migliori, anche perché nei succhi industriali non c’è più nemmeno una traccia di vitamine. Diciamo che i succhi industriali sono proprio da evitare come la peste.

  9. Grazie Laura! Forse devo cercare meglio all’Esselunga! Altrimenti cerco nei negozi etnici allora!

  10. I ghiaccioli mi sembrano un’ottima idea, ma perché frullare la frutta per berla quando posso semplicemente mangiarla così? Inoltre il frullato dà minor senso di sazietà rispetto alla frutta

  11. io vado matta per i frullati! mi danno la possibilità di mangiare più frutta insieme in un’ unica volta. a gennaio per il mio compleanno il mio ragazzo mi ha regalato l estrattore (lo desideravo da tempo) e ci do dentro anche con i succhi. con i frullati preservi tutto anche le fibre: semplicemente sono già “spezzettate” (o “masticate” come dice il mio ragazzo per prendermi in giro 😀 ). con i succhi le fibre si perdono ma, soprattutto se bevuti al momento, e con l’ aggiunta di un cucchiaino di olio di semi di lino (è insapore) e del succo di limone (per evitarne l’ ossidazione)riesci a veicolare tutte le sostanze nutritive e a favorirne l’ assorbimento. ma al di là di questo: bevo succhi e frullati perchè mi PIACCIONO! da morire! io aggiungo spesso un vasetto di yogurt o del latte vegetale allo smoothie e in estate dei cubetti di ghiaccio (oppure metto la frutta in freezer per almeno mezzoretta)

  12. nei frullati le fibre e vitamine/sali minerali vengono preservate. a me piacciono molto perchè mi danno la possibilità di mangiare più frutta tutta insieme e certe combinazioni sono da SBAVVV! è un pò come mangiare la macedonia (nel senso più frutta insieme). poi mi piace quel sapore un pò vellutato (io aggiungo anche un vasetto di yogurt o latte vegetale)

  13. succhi o frullati? lo smoothie è un frullato in teoria. per fare i succhi serve un estrattore o una centrifuga 😉 piacciono molto anche a me comunque. lo zenzero nei succhi è immancabile

  14. io ho sia l’ estrattore che il frullatore. succhi e frullati sono cose ben diverse, oltre che per l aspetto e la consistenza anche dal punto di vista nutrizionale. lo smoothie/frullato conserva tutte le proprietà, anche le fibre: sono solo spezzetate (o “masticate” come dice il mio ragazzo per prendermi in giro). l’ estrattore estrae appunto il succo, per questo puoi usare anche verdure a foglie verde(spinaci, rucola, coste…) e verdure dure tipo sedano e finocchio e carote. comunque io con il mio per evitare di fonderlo taglio a pezzi i cibi (soprattutto le verdure dure).

  15. Eh il mio problema è riempirmi la pancia, quindi finirei per bere una grande quantità di frullato e ingurgitare troppe calorie purtroppo

  16. Ho preso questa abitudine da quando li faccio ai miei bimbi. Ma mi piacciono con frutta e/o verdura senza altre aggiunte di olii o proteine, a parte un goccio di latte. Mi piacciono pesche e ciliegie o albicocche semplici, fragole e banane o mela e banana. I kiwi non li ho mai frullati. In viaggio di nozze, in Messico, a colazione bevevo un frullato di ananas, sedano e spinacini: era delizioso.

  17. Ho preso un frullatore al lidl fantastico e facile da pulire. Ho pure la centrifuga ma l’ho usata pochissimo perché è difficile da pulire.
    Mi piace di più la consistenza vellutata.

  18. Dall’inizio della primavera faccio colazione con questo frullato:
    – 1 banana
    – 5/6 fragole
    – 5/6 mirtilli
    – mezzo bicchiere di latte
    – un pochino di latte di cocco

    Così inizio la giornata di buon umore 😀

  19. Sono due cose diversissime 🙂
    Il frullatore frulla, cioè mantiene la fibra e la polpa di quello che ci metti dentro … con il frullatore ottieni gli smoothies, cioè appunto i frullati. Gli smoothies forniscono sostanza, quindi in teoria è come se mangiassi e introducessi nel tuo corpo anche nutrimento (fibre, carboidrati etc). Alcuni vivono di smoothies, per dire 🙂 ovviamente molto dipende da cosa ci si mette, ma questo è un altro discorso. Se ad esempio fai un frullato con cetriolo, mela, spinaci e arancia puoi considerarlo uno spuntino molto light e sano, se invece frulli avocado, mela, pera, polpa di cocco, semi di chia, frutta secca, banana è già più un pasto sostituitivo.
    L’estrattore invece (penso tu intenda centrifuga) elimina tutta la polpa e la fibra, e fa uscire solo il succo che è pieno di vitamine e sali minerali ma non ha un potere nutritivo. Il centrifugato è una botta di sostanze buone e preziose ma non nutre, il frullato nutre ma ha una concentrazione minore di buone proprietà per una ragione anche quantitativa (non puoi mangiare una tonnellata di frullato, muori!)
    Io ho entrambi. Il frullatore lo odio perché non frulla mai e ci metto secoli, ma serve. La centrifuga é una macchina da guerra ma, appunto, non fa frullati. Quasi tutte le ricette postate qui sono frullati 😉

  20. Le verdure a foglia verde le puoi (anzi dovresti) usare anche per fare frullati, non solo succhi 😉

  21. Bene. Mi sembra di aver capito di cosa ho bisogno. Io vorrei sostituire (a volte) il pasto (la cena). Quindi frullo una carota una mela e uno non lo so, e ci frullo in mezzo un po’ di semini (ancora non so quali) e ci metto anche un goccio di un olio perché si sa: non tutte le vitamine si legano (??? Aiuto) con acqua – ma con il grasso (he???) sì.
    Quindi un estrattore no. Centrifuga nemmeno, giusto? Allora devo desiderare un frullatore. Però una macchina da guerra deve essere, come dici tu.
    Ora vedo.
    Mi sento preparatissima. Grazie!

  22. Vedrai che quello che descrivevo prima allora era una centrifuga. Ho fatto un bel po’ di confusione. Aiuto.

  23. Devo DESIDERARE un frullatore mi ha fatto morire! :DDD
    SÌ, desiderane uno il più potente possibile, di quelli che non hanno pietà di niente e di nessuno 😀
    Di nulla, figurati 😉

  24. Dal punto di vista nutrizionale sia la centrifuga che l’estrattore eliminano la fibra e i nutrienti della polpa. Producono insomma succhi liquidi. Poi alcuni sostengono che i succhi dell’estrattore mantengono di più le vitamine rispetto alle centrifughe perché lavorano a freddo e altri dettagli tecnici, il che ha un senso. Ma comunque se quello che cerchi è fare degli smoothie che dal punto di vista nutrizionale sostituiscano un pasto l’unica soluzione è un buon frullatore potente. Con il frullatore ti resta tutto, con entrambi gli altri due macchinari butti via tutto ciò che è solido, con fibra e compagnia….

  25. Ciao Clio! Anch’io ho intenzione di darmi ai frullati e devo acquistare una centrifuga:tu quale utilizzi?sapresti consigliarmene qualcuna senza spendere un occhio della testa?baci

  26. sai che ci ho provato una volta ma non mi è piaciuto il risultato? credo possa dipendere dal mio frullatore che non è particolarmente potente e non è riuscito a frullarle ma solo a tritarle… quindi era un beverone davvero disgustoso con pezzetti di verdurine che… BLEAHHH! 😀 invece con l’ estrattore il problema non si pone

  27. beh ma a me un frullato fatto ad esempio con una banana e 5-6 fragole riempie a merenda… io aggiungo quasi sempre anche un vasetto di yogurt o del latte vegetale e anche dal punto di vista nutrizionale è completo. secondo me è più una questione psicologica, sai? 😉 poi io mangio anche la frutta intera eh, non è che frulli tutto sempre…

  28. Il mio top?? Banana, fragole, proteine alla vaniglia e latte di riso/soia! Provare per credere!

  29. questo è vero..ma rispetto ai succhi industriali ne hanno di meno perchè contengono il loro fruttosio..non ne hanno altro in aggiunta.. io intendevo questo.

  30. Dato che odio la banana ma è, aimé, in molte ricette di frullati con che cosa posso sostituirla?

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here