Ciao a tutte!

Spesso abbiamo parlato di storia del make-up, dei capelli e della moda: tuttavia, non ci si deve dimenticare dell’importanza di quello che si ha sotto i vestiti, ovvero…la biancheria intima! La lingerie, sebbene abbia una storia relativamente recente, gioca infatti un ruolo fondamentale per quanto riguarda l’emancipazione femminile e la considerazione che, negli anni, la società ha avuto delle donne, e le donne hanno avuto di loro stesse!

Passare infatti dai corsetti stretti al punto da far svenire chi li indossava al tanga sgambato, è frutto di un percorso storico e sociale elaborato e non privo di fatiche! Il sito Buzzfeed.com ha realizzato un video in cui ha mostrato le tappe più importanti dell’evoluzione della biancheria intima a partire dal diciottesimo secolo fino ad oggi: scopriamo insieme quali sono continuando a leggere il post!

ClioMakeUp-Storia-Biancheria-Intima-20

La sottogonna a crinolina fece capolino nella storia della biancheria intima all’inizio del ‘700 in Francia, dando scandalo sin da subito poiché venne da subito vista, dall’ala più conservatrice della popolazione, come un mezzo per esibire la propria vanità e quindi, di conseguenza, anche la propria sessualità.

ClioMakeUp-Storia-Biancheria-IntimaVia youtube @buzzfeedyellow

Questa sottogonna inoltre, chiamata così poiché ricavata dal crinolono, un tessuto realizzato con le criniere dei cavalli, era sostenuta da una struttura a cerchi simile a una gabbia, il cui scopo era impedire che gonna e corpo si toccassero: una questione di moda? Forse, ma anche pratica, dato che la diffusione della crinolina era nata specialmente per nascondere gravidanze indesiderate.

ClioMakeUp-Storia-Biancheria-Intima-11Un vestito del XVIII secolo con sottogonna a crinolina. Credits: hellogiggles.com

Nel corso del diciottesimo secolo si diffusero anche variazioni di questa gabbia, alcune delle quali erano piatte sul davanti ma molto larghe sui fianchi per enfatizzarli.

ClioMakeUp-Storia-Biancheria-Intima-18Credits: polveredistelleforum.forumfree.it

A causa della loro rigidità e grandezza tuttavia, le sottogonne a crinolina divennero presto problematiche, non solo per le donne che le indossavano, ma anche per il resto della società! Attività come andare sui mezzi di trasporto quali treni o carrozze, o anche solo stare in posti affollati o senza tanto spazio a disposizione, con queste sottogonne erano fastidiosissime anche per chi non le indossava.

ClioMakeUp-Storia-Biancheria-Intima-12Un’immagine satirica dell’epoca che illustra i disagi della crinolina. Credits: style.it

Questo malcontento portò, nel secolo successivo, addirittura alla diffusione, in Inghilterra, di pamphlet che condannavano le sottogonne a crinolina, presentandole come disturbo della quiete pubblica!

ClioMakeUp-Storia-Biancheria-Intima-19Un esempio è l’opuscolo “I pericoli della crinolina”, del 1858, di G. Vickers!

Nella seconda metà dell’800 invece le donne iniziarono a prediligere sottogonne più comode e, in un certo senso, sensuali: queste infatti, ormai prive della gabbia, spesso presentavano delle imbottiture sul posteriore, ed erano accompagnate dall’uso dei corsetti.

ClioMakeUp-Storia-Biancheria-Intima-1Via youtube @buzzfeedyellow

La principale funzione del corsetto era snellire la vita e, per ottenere questo effetto, a volte veniva legato e stretto a tal punto da causare svenimenti o, nei casi peggiori, costole rotte!

ClioMakeUp-Storia-Biancheria-Intima-16Credits: elle.com

Il corsetto, in poco tempo divenne sempre più sensuale e, da dritto e bianco quale era in origine, iniziò non solo ad essere venduto in diversi colori, ma anche ad adottare la classica forma “a S”, ideale per conferire alla silhouette una ancora più spiccata forma a clessidra.

Ragazze non abbiamo ancora finito! Storia biancheria intima e cambiamenti in fatto di estetica e comodità nel ‘900 sono gli ingredienti principali della seconda parte del post! Scoprite di cosa si tratta a pagina 2!