Ciao ragazze!

Spesso qui sul blog si è parlato di quanto il cibo ci faccia belle, ma sapevate che questo detto si può applicare anche alle bevande? Ebbene sì infatti, nel post di oggi, la protagonista sarà l’acquafrizzante! A tavola c’è chi la ama e chi la odia ma, da un punto di vista beauty, l’acqua gassata, da tanto tempo, è un elemento fondamentale della skincare routine in paesi molto attenti alla bellezza come la Corea!

Ciò sta portando, sempre di più, all’incremento della popolarità dei benefici apportati da questo tipo di acqua, anche unito alla sua facile reperibilità e al fatto che sia adatta praticamente a tutti i tipi di pelle! Insomma bellezze, volete scoprire come implementare l’acqua con le bollicine alla vostra beauty routine? Allora continuate a leggere, eheh!

ClioMakeUp-Acqua-Frizzante-7Credits: thestream.sodastream.com

OTTIMA ALLEATA PER LA PULIZIA DEL VISO

Usare l’acqua frizzante per la pulizia del viso apporta certamente notevoli vantaggi: questo perché, le bollicine di anidride carbonica in essa contenute, contribuiscono a migliorare l’ossigenazione liberando i pori della pelle!

ClioMakeUp-Acqua-Frizzante-9

Non è tutto, anzi, ne agevolano l’eliminazione dello sporco e dei batteri che li occludono, lasciando così la pelle più pulita rispetto a quando viene lavata con la normale acqua del rubinetto.



ClioMakeUp-Acqua-Frizzante-12

Inoltre l’acqua frizzante, in questo modo, migliora la circolazione sanguigna del viso, facendone conseguentemente apparire la pelle più compatta e luminosa.

ClioMakeUp-Acqua-Frizzante-10Credits: missbish.com

Tuttavia, qualora le bollicine dessero eccessivo fastidio, si può mescolare all’acqua frizzante della normale acqua minerale in bottiglia, in modo da non perdere gli effetti benefici dell’acqua gassata, ma rendendo il contatto con il viso più gradevole!

ClioMakeUp-Acqua-Frizzante-14

Rispetto all’acqua del rubinetto, inoltre, l’acqua frizzante (ma, in generale, tutte le acque in bottiglia) è meno calcarea, ed è arricchita di elementi che contribuiscono molto a rendere la pelle del viso più idratata, tonica e a riequilibrarne la produzione di sebo!

ClioMakeUp-Acqua-Frizzante-13

PULIZIA VISO CON L’ACQUA FRIZZANTE: COME FARLA?

Certo, la risposta più spontanea a questa domanda è “lavarsi la faccia con l’acqua frizzante” tuttavia, per incrementare gli effetti, si possono apportare delle variazioni alla pulizia del viso in base al proprio tipo di pelle.

ClioMakeUp-Acqua-Frizzante-5.jpg

Ad esempio, se la vostra pelle è mista o grassa, la cosa migliore da fare è riempire una ciotola di acqua frizzante minerale e immergerci il viso (ovviamente, trattenendo il respiro eheh) e, in base alla vostra resistenza, lasciarlo nell’acqua dai 10 ai 20 secondi.

ClioMakeUp-Acqua-Frizzante-6Credits: today.com

Questo metodo può essere usato anche da chi ha la pelle normale, ma solo una volta alla settimana; per le pelli più grasse, invece, il top è farlo per tre volte!

ClioMakeUp-Acqua-Frizzante-16Via Pinterest

Se, invece, la vostra pelle è secca e sensibile, la cosa migliore da fare è mescolare, in una ciotola, una parte di acqua minerale naturale e una di acqua minerale gassata, immergervi il viso da 10 a 20 secondi e fare questo trattamento una volta alla settimana.

ClioMakeUp-Acqua-Frizzante-8Credits: takaski.com

Qualora ci fosse una buona reazione a questo trattamento, si può optare anche per due volte, ma ciò dipende dalla tolleranza e dal grado di sensibilità della vostra tipologia di pelle!

Bellezze, ferme tutte, non ho ancora terminato! Nella pagina successiva, vi parlerò di come rendere ancora più efficace l’azione dell’acqua frizzante e di cosmetici…con le bollicine! Non perdeteveli a pagina 2 ;-)!

53 COMMENTI

  1. Ma l’acqua frizzante non contiene anidride carbonica? Non è ossigeno mi pare..
    Comunque..l’acqua frizzante me la bevo e ci levo le macchie dai vestiti..in effetti magari funge allo stesso modo sul viso, però il sub non mi piace, metterla sul dischetto penso sia inutile..le erbe sono utili indipendentemente dall’acqua frizzante. Mi ispirano invece i trattamenti, avevo usato tempo fa una maschera all’ossigenondi Sephora ed era divertente e lasciava la pelle bella pulita!

  2. Anche secondo me le bollicine sono piene di anidride carbonica e non di ossigeno, non penso che possano “ossigenare” la pelle (qualche esperta di chimica che ci illumina? :D).

    Comunque la cosa mi ispira… non bevo acqua frizzante a casa, ma pur di tentare di liberare i pori, un investimento per comprarne una bottiglia d’acqua posso farlo ahah

  3. Voglio provare! Sabato qnd andrò a far la spesa subito una bottiglia da un litro e mezzo e poi immersione. Vediamo 😀

  4. Devo dire che, da chimica, a volte mi infastidiscono questi post in cui le informazioni prese da siti non scientifici (e vi consiglio di correggere per non diffondere notizie false). Le bollicine dell’acqua gassata sono di anidride carbonica (CO2), la quale NON rilascia ossigeno (O2). Quindi ossigenare i tessuti proprio no! L’azione di “pulizia” direi più attribuibile al pH lievemente acido dell’acqua gassata, proprio dato dalla CO2 che forma un equilibrio in soluzione con l’acido carbonico.

  5. Consiglio a tutti di respirare anidride carbonica pura, vedrete che ossigenazione per i vostri polmoni…. Signore, che boiate che girano sul web.

  6. Appunto. Ma comunque, la vogliamo finire di inventarci ogni genere di boiata conclamata per ottenere il nulla? Questi beauty rimedi del web stanno oltrepassando il limite.

  7. mah …. non so proprio da dove derivino tutti questi benefici, a parte che nella frizzante che c’è in commercio ci addizionano l’anidride carbonica .. al massimo troverei più sensato un discorso fatto su un oligominerale piuttosto … ma alla fine torniamo sempre all’acqua termale .. ok il discorso dell’ossigeno che poi ovviamente non si libera così facilmente dalla molecola di acqua mi pare … se contenuto in creme e maschere ok, discorso diverso però …
    mi diverte solo la scena immaginaria in cui io ho la faccia immersa nella bacinella ed entra mio marito :-))))) immagino già la battuta …

  8. Stavo per scrivere esattamente la stessa cosa. Sono inorridita quando ho letto quella frase! Che poi non serve essere una chimica per sapere che le bollicine di acqua frizzante sono fatte di anidride carbonica…

  9. Visto che sei chimica magari mi sai rispondere: ma tra l’altro se io l’acqua gasata la metto su un dischetto di cotone, non si rompono le bollicine di anidride carbonica azzerando l’effetto?
    Anche tra i top di Clio di ieri, in cui parlava di un ammorbidente alla vitamina E, che quindi fa bene alla pelle… ma davvero un ammorbidente può avere un effetto del genere?!?
    Bah, a me sembrano tante baggianate… ormai sembra che qualunque cosa ben presentata e venduta a gente che abbocca facilmente possa avere chissà che effetti miracolosi…

  10. però non ho capito quando si fa… cioè: faccio la detersione e poi inzuppo la faccia? oppure inzuppo la faccia, insapono e poi risciacquo sempre reinzuppando?

  11. mia nonna avrebbe detto: non sanno più cosa inventare….però la soluzione con dischetto di cotone potrei metterla in atto, ma resto fedele alla mia skin care di cui sono soddisfatta!

  12. Per quanto riguarda la prima parte, otterrai un effetto mille volte migliore usando un tonico, che è acido più dell’acqua carbonata e contiene più principi attivi. I punti neri non vengono via con il clarisonic, figurati le bollicine, che si dissolvono immediatamente, specie sul dischetto. E per la seconda, non è che in linea teorica non sia possibile (se prendi uno straccio e lo inzuppi d’olio – la vitamina E è un “grasso”, in quanto vitamina lipofila – e lo strofini sulla pelle, in parte si trasferisce), però dubito che la quantità contenuta nell’amorbidente (che comunque viene risciacquato) sia sufficiente a determinate un effetto visibile.

  13. Ciao! Scusa se ti disturbo, volevo chiederti una cosa approfittando del tuo lavoro: siccome a casa vorremmo mettere un impianto di osmosi per l’acqua, mi chiedo se la pelle ne possa risentire oppure no. Su Google non riesco a trovare articoli inerenti! E io non so nulla sull’argomento.Ti ringrazio in anticipo.

  14. Sono completamente d’accordo con te, quando si scrivono articoli che hanno una diffusione del genere bisognerebbe almeno cercare delle fonti sicure da cui prendere informazioni. Non c’è da meravigliarsi se poi le persone continuano a credere che esistano creme naturali (non esiste neanche una definizione di “cosmesi naturali” ma sono sicura che lo sai già), senza sostanze chimiche che ci fanno cadere la pelle

  15. Sai cosa mi chiedo sempre più spesso ultimamente? Sarà forse il caso che qualche organo competente intervenga? Per carità, qui si parla solo di acqua, ma ci sono casi in cui vengono date delle informazioni assurde sui cosmetici.

  16. Sono d’accordo con @cliomakeup-74e2945e57b290b98755a5f3f4468cb3:disqus, ha scritto tutte cose esatte. Se posso aggiungere ancora una cosa (non sono un chimico ma una farmacista). Una sostanza per poter penetrare nella pelle deve avere delle caratteristiche chimico-fisiche precise, oltre che la possibilità di rimanere a contatto con la pelle, in un veicolo idoneo, per un tempo prolungato. Quindi credo che la tua perplessità sia assolutamente giusta. Se ti interessa questo argomento ti lascio un articolo che ho scritto sulla penetrazione degli attivi cosmetici (http://wp.me/p8iUdS-aj). Qui trovi alcune risposte alla tua domanda 😉

  17. Ciao ragazze! L’acqua frizzante dovrebbe aiutare ad ossigenare la pelle poiché contribuisce a liberarne i pori, ovviamente non perché le bollicine in essa contenute sono fatte di ossigeno.

  18. Purtroppo dubito fortemente che l’acqua gassata liberi i pori 🙂 onestamente, da un punto di vista puramente chimico, non vedo come questo possa avvenire! Posso pensare che abbia un effetto LIEVEMENTE schiarente..ma non che abbia una qualche azione “meccanica” di svuotamento dei pori. Ma sono prontissima a ricredermi (e a comprare un paio di casse di Ferrarelle 😀 ) davanti a un articolo scientifico che lo dimostra.

  19. Anche se molte bollicine se ne vanno, rimane comunque una piccola parte di CO2 disciolta nell’acqua, che quindi va anche nel dischetto. Pero’, date soprattutto le concentrazioni, credo che “gli faccia come il nonno alla nonna” (cit. toscana)

  20. Ecco! Brave ragazze! Non sono una chimica neanche lontanamente ma quella frase davvero mi ha lasciata basita, mi son proprio chiesta cosa c’entrasse l’ossigeno!! E il primo schemino tratto da pinterest è surreale!! Se le inventano proprio tutte… per fortuna con un po’ di buon senso possiamo capire che questa trovata non ha basi scientifiche

  21. Ah ma secondo loro sarebbe proprio “l’azione meccanica delle bolle” a disostruire i pori, per cui no bolle, no party 😀

  22. Però è tremendo pure questo, perché il poro è l’orifizio del condotto escretore delle ghiandole sudoripare e sebacee, non è il passaggio dell’ossigeno, che arriva alle cellule per diffusione dai capillari sanguigni.

  23. A proposito, @SkinandBeauty, bel blog 🙂 Mi fa piacere che ci sia qualcuno che scrive cose ragionevoli e documentate, ogni tanto 🙂

  24. ”Amore caro vieni, ci puliamo bene bene tutti i pori della faccia con l’acqua frizzante!!!! Fai così, trattieni il respiro, come me, come in Corea! Senti che ossigenazione!”
    E fu così che il marito fece ricoverare la moglie…

  25. Diciamo che la penso un po’ come i commenti sopra sull’improbabilità degli effetti, però non so se potrebbe dare un effetto rinfrescante. Ma figurati che quando ero in Giappone dicevano che l’acqua gasata faceva accelerare il metabolismo, guariva dalla stitichezza, insomma non sapevano più come fare a vendere quegli aggeggi che trasformano l’acqua naturale in frizzante

  26. Stavo per scriverlo anche io, che sono biologa. Punto primo, come faccia l’anidride carbonica a ossigenare la pelle è un mistero. Secondo, attraverso la pelle non passano né ossigeno né acqua: se così fosse non avremmo bisogno dei polmoni per respirare, e poi lavandoci la faccia ci ritroveremo zuppe come asciugamani, invece mi sembra abbastanza evidente, anche a un profano, che quando ti lavi la faccia le gocce d’acqua restano in superficie. Al massimo qualcosa può fare il pH leggermente acido, ma a questo punto tanto vale comprare un prodotto mirato

  27. Sono d’accordo con te. Aggiungo che, secondo me, se una persona è makeup artist come Clio ha le carte in regola per dare consigli sul trucco, sulla cura della pelle magari no. Con tutto il rispetto, ma non si diventa esperti di un argomento leggendo qualche articolo su internet.

  28. Ciao Clio! Scusami se ho creato un altro account ma quello precedente “Skin and Beauty” è stato bloccato e con lui tutti i miei commenti. Ti scrivo qui perchè non ho trovato altro modo di contattarti. Ho solo un paio di domande: sono stata rimossa perchè? Ho allegato il link di un mio articolo? Vedo persone che allegano link dei loro video YouTube. Se questo è stato il problema (e se non è lecito farlo mi scuso) non bastava rimuovere il commento e scrivere che non è consentito allegare link?
    Oppure sono stata rimossa perché la mia idea era diversa rispetto alla tua o alla ragazza del team che ha scritto l’articolo? Non sono stata io la prima e l’unica a farti notare che vi erano contenute informazioni scientificamente poco corrette.
    Mi dispiace tanto perché ti seguo da tantissimi anni con interesse, ti considero una MUA competente e talentuosa e, se lo hai notato, non ho mai scritto nulla che riguardasse il make up. La cosmetica invece è un settore a me più vicino e l’idea di commentare qui sul tuo blog era quella di confrontarmi e, se fosse stato utile, di fornire qualche informazione “più scientifica” a delle ragazze che si ponevano queste domande.
    Questo era quello che volevo dirti, spero che tu possa leggere queste poche righe e spero di ricevere una risposta.
    Ti saluto!

  29. Anche perché secondo me quando si riportano delle informazioni bisogna andare a fondo delle questioni esposte: faccio un esempio su tutti; non basta fidarsi e accontentarsi di sentirsi dire “ha dei componenti idratanti”, bisognerebbe anche spiegare quali sono e perché, in modo tale che chi legge abbia la possibilità di farsi un’idea ed esprimere un giudizio cosciente riguardo agli argomenti esposti 🙂

  30. D’accordo con te: la pelle NON respira, non essendo un organo deputato alla respirazione, al limite traspira, il che, dal punto di vista della fisiologia, è molto diverso 😉

  31. Ciao @cliomakeup-92b5eb942a693af473d741b2c487fdd5:disqus, approfitto della tua esperienza per porti una domanda (ovviamente non sei obbligata a rispondere). In fatto di idratazione ed elasticità della pelle del viso, quanto serve massaggiare la parte con oli naturali (es. rosa mosqueta o di mandorle) facendo aprire eventualmente i pori? L’olio riesce a penetrare in “profondità”? Ti ringrazio anticipatamente di una tua eventuale risposta 🙂

  32. Ciao! Purtroppo il mio background e’ piu’ di chimica pura, rispetto alla chimica biologica o cosmetica, quindi prima di darti informazioni false preferisco astenermi! Ma ci sono altre ragazze che hanno commentato che hanno studiato farmacia/chimica farmacologica/dermatologia, loro saranno sicuramente piu’ ferrate sull’argomento!

  33. Misstrawberryfields su YouTube parlava anche del fatto che a lei era stato consigliato di usarla per un ultimo risciacquo sui capelli. Diceva di essercisi trovata molto bene… Io vorrei provare 🙂

  34. Mi pare sia da usare a mo’ di effetto tonificante quindi a fine detersione come tocco di classe insomma XD

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here