Ciao a tutte!

Qui sul blog amiamo parlare spesso di skincare in quanto, prendersi cura della propria pelle, non è solo una questione di bellezza, ma anche un ottimo modo per preservare e migliorare la sua salute. Questo tipo di attenzioni è universale e, in alcuni casi, fondamentale: un esempio? Quello dei bambini, la cui cura della pelle è importantissima per il loro benessere! Oggi, dunque, vogliamo dedicare questo post alla pelle dei più piccini, molto più delicata di quella degli adulti e che, in quanto tale, ha esigenze specifiche diverse.

Prendersi cura della pelle dei bimbi, inoltre, non solo è un ottimo momento per intensificare il rapporto con loro, ma è anche la prima base per abituarli ad assumere, sin da subito, dei comportamenti igienici corretti, invitandoli, a partire sin dai primi anni di età, a prendersi cura di sé usando i giusti prodotti. In questo modo, si unisce allora l’utile al dilettevole, facendo acquisire loro buone abitudini che porteranno avanti da soli, anche quando saranno più grandicelli! Dunque, come curare al meglio la pelle dei bambini? Scopritelo insieme a noi continuando a leggere!

ClioMakeUp-Pelle-dei-Bambini-17

LE DIFFERENZE DELLA PELLE DEI BIMBI E QUELLA DEGLI ADULTI

Ammettiamolo: quando si ha a che fare con un bimbo, non si può non essere rapiti dalla morbidezza della sua pelle! Questa peculiarità, però, è anche un chiaro segnale della sua maggiore delicatezza e fragilità perché, ovviamente, possiede delle caratteristiche diverse dalla pelle degli adolescenti e degli adulti.

ClioMakeUp-Pelle-dei-Bambini-11

Innanzitutto, lo strato corneo (ovvero quello più esterno della cute) dei bambini è molto più sottile ed inoltre, il film idrolipidico della loro pelle ha una composizione diversa, a causa specialmente della scarsa attività delle ghiandole sebacee, che si attiva a partire dalla pubertà.


ClioMakeUp-Pelle-dei-Bambini-9

Questo significa che, dunque, la pelle dei bimbi è molto più permeabile e secca della nostra, oltre ad avere un pH più basico dovuto alla minore attività delle ghiandole sudoripare. Ciò fa sì che la loro pelle non riesca ancora a difendersi da batteri ed agenti patogeni nello stesso modo in cui, invece, lo fa la pelle degli adulti!

ClioMakeUp-Pelle-dei-Bambini-15

LA SKINCARE DEI NEONATI

Nella prima fase di vita dei bimbi, la cura della loro pelle gira principalmente attorno a due cose: il cambio del pannolino, e il bagnetto! Entrambi sono di fondamentale importanza poiché i più piccini, spesso, soffrono di problematiche dettate dal contatto frequente con sostanze irritanti quali i loro bisognini, o, semplicemente, dallo sfregamento con il pannolino (le mamme che stanno leggendo, conosceranno molto bene la famigerata dermatite da pannolino eheh).

ClioMakeUp-Pelle-dei-Bambini-13“No, la dermatite da pannolino no!!!”

Questo, allora, può comportare secchezza della pelle, arrossamenti o anche piccole vesciche: dunque, che fare per impedire l’insorgenza di questi fastidi?

IL CAMBIO DEL PANNOLINO

Innanzitutto, prima di cambiare il pannolino è fondamentale essersi lavati molto bene le mani e, dopo, pulire in maniera accurata l’area genitale con acqua tiepida e un detergente dal pH fisiologico (l’uso costante delle salviette umidificate infatti, anche se mirate ai più piccoli, a volte può contribuire a creare irritazioni).

ClioMakeUp-Pelle-dei-Bambini-12

Successivamente, è molto importante asciugare a fondo la pelle del bimbo, tamponandola delicatamente con un asciugamano di cotone pulito: questo passaggio è essenziale, altrimenti potrebbe ristagnare dell’acqua nelle pieghette che si formano sulle gambine e il sederino dei piccini, causando arrossamenti e fastidi!

ClioMakeUp-Pelle-dei-Bambini-10Piegoline cicciose <3!

Dopo, è bene applicare una crema dalla funzione protettiva e lenitiva: tra le più quotate ci sono quelle a base di glicerina, di ossido di zinco o di titanio biossido che, dunque, hanno una funzione dermoprotettiva e con principi attivi riacidificanti, assorbenti ed antimicrobici.

ClioMakeUp-Pelle-dei-BambiniNatura Bella Baby, Crema all’ossido di zinco. Prezzo: 2,69 €

Suggeriamo, però, di evitare prodotti con derivati della vaselina, che possono paradossalmente irritare la pelle dei più piccini con un utilizzo prolungato e continuo, e i prodotti con profumazioni contenenti alcool, in quanto il rischio di assorbimento sistemico nei bambini è molto alto!

ClioMakeUp-Pelle-dei-Bambini-1I prodotti della linea Pédiatril di Avène sono caratterizzati dall’assenza di profumi, coloranti, alcool e parabeni, come la Pédiatril Cold Cream. Prezzo: 11,12€ su Amazon.it

Ragazze, non abbiamo ancora terminato! Nella pagina successiva parleremo della skincare dei bimbi a casa…e in vacanza! Andate a pagina 2 per vedere di che si tratta!

1 COMMENTO

  1. Io per mio figlio uso i prodotti weleda alla calendula, sapone oleoso sia per corpo che per capelli, olio corpo equilibra. Salviette intime solo se fa cacca e la mattina, altrimenti acqua. Talco poco e solo in estate sotto le ascelle e nell’inguine.

  2. aggiungo che per alleviare le irritazioni è ottimo l’amido di riso diluito in acqua, è calmante e rinfrescante

  3. Ciao! Da mamma ho capito che non è assolutamente consigliabile stressare la pelle dei bambini piccoli. Quindi bagnetto si, ma non ê necessario tutti i giorni, soprattutto quando sono piccolissimi. Basta pochissimo sapone neutro e magari sciogliere nell’acqua amido di riso per mantenere la pelle idratata. Se non basta, dopo il bagnetto mettevo una crema idratante per bambini ( ottima quella gialla di Esselunga) e stop. Protezione solare 50+ sempre in estate insieme a cappellino a tesa larga e maglietta al mare dopo le 10:30 del mattino. Per il cambio pannolino solo acqua se fa pipì e poco sapone se fa altro, sempre crema bepanthenol e cambio frequente. Sono dell’idea di non usare troppi prodotti, men che meno talci, colonie e affini che ti vorrebbero vendere da tutte le parti

  4. Io per il mio piccolo mostro uso tutti prodotti bema ma ammetto che le avrò messo la crema per lenire Ie irritazioni tre volte perché fortunamente non ha mai avuto problemi di dermatite da pannolino. Massaggi mai fatti!!! Comunque i prodotti fissan non mi è mai passato per la testa di prenderli con tutte quelle schifezze (tipo paraffina) che hanno dentro!!

  5. Le foto di questo post sono adorabili, i miei figli sono ormai grandi, per i nipotini è presto, quindi ho qualche nostalgia di bimbi da spupazzarsi……

  6. Io metto qualche goccia di olio di mandorle nell’acqua del bagnetto, devo usare prodotti super delicati poiché il mio piccolino ha una pelle tendenzialmente atopica e non lavarlo troppo a lungo, anche il tempo conta, oltre alla temperatura dell’acqua. Poi lo asciugo bene ma senza talco, metto crema in tutto il corpicino e lo rivesto. Mentre il bimbo più grande amava i massaggi, gli altri due,stranamente, mostravano fastidio a essere massaggiati e non l’ho fatto. Eppure sono bimbi molto affettuosi con cui ho un legame fortissimo

  7. Stavo per scrivere un commento positivo sui prodotti weleda! Mia mamma ha sempre usato quelli per me e mio fratello… E ora li regala ad ogni nuova mamma

  8. Cerco sempre di scegliere pochi prodotti ma buoni per il mio bimbo. Uso shampoo e detergente delicati e bio, senza parabeni, alcool e quant’altro. Non ha mai avuto dermatiti serie da pannolino. Al cambio sempre lavaggio e pasta protettiva. In estate uso l’amido per rinfrescare la pelle.
    Dopo il bagno quotidiano uso l’olio per massaggiarlo e nutrire.
    Sono sempre stata orgogliosa che ad ogni visita dalla pediatra, che io abbia ricevuto complimenti per la pelle del bimbo!

  9. Io faccio incetta di creme weleda alla calendula per il cambio pannolino e la mia piccola non ha mai avuto irritazioni!uso solo prodotti bio da ultimo ho comprato sempre da eccoverde un balsamo spray per i suoi capèlli ricci e lunghi e lo adoro! Inoltre consiglierei anche una scoperta del ultimo periodo per le mamme delle femminucce alle prese con i capelli ricci e. Lunghi: ho comprato una spazzola Mercier che è uno spettacolo! Scusate se sono andato fuori argomento ma magari per qualcuna è utile!

  10. Anch’io sono fiera di aver messo il bidet qui in Germania,e, fanno la stessa cosa per pulire i bimbi. Stessa idea, se non peggio (sono zozzoni)!! Non sara’ che l’unico motivo per essere fieri di essere italiani e’ il BIDET !!?? ;-)) Sempre usato Fissan !!

  11. Ciao!
    Le ostetriche in ospedale mi hanno sempre detto di usare meno prodotti possibili, e infatti loro usano salviettine di carta e acqua per pulire il sedere, niente crema e bagnetto fatto solo con acqua una volta alla settimana.
    Poi in caso di bisogno ho usato creme e detergenti su consiglio della pediatra, comprati in farmacia.

  12. Per le mie sorelline usavo amido di riso per il bagnetto e il saugella, usato per il cambio del pannolino. Dopo aver asciugato bene un po’ di pasta lenitiva. Niente di più

  13. Io credo che la paraffina sia spesso demonizzata a priori senza sapere davvero cos’è e come funziona. Ovviamente oggi per fortuna possiamo scegliere fra tanti prodotti e usare ciò che riteniamo migliore, ma fare la guerra all’ingrediente X o Y a me non sembra tanto sensato. Lascio il link a un articolo scritto da una ragazza che ogni tanto commenta qui: http://skinandbeauty.it/paraffina-chi-sei/#more-1108

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here