#6 DAVE FRANCO E IL BRUFOLO A TRADIMENTO

Nella commedia del 2014 Cattivi vicini, Dave Franco recita a fianco di Seth Rogen e Zac Efron. Franco ha rivelato in un’intervista che, proprio il giorno in cui avrebbe dovuto girare una scena di sesso, si è svegliato con… un grosso brufolo proprio sul sedere!!

cliomakeup-scene-intime-film-13-dave-franco

Non capita solo a noi comuni mortali di avere un brufolo gigante sulla fronte proprio alla vigilia di un evento importante!

Il poverino, una volta arrivato sul set, ha dovuto prendere da parte il make-up artist e pregarlo di camuffare l’ospite indesiderato.

cliomakeup-scene-intime-film-14-dave-franco.jpeg

#7 LENA DUNHAM E L’AVVERSIONE PER “LE NUDE PATCH”

Se Jason Momoa ama le “clock sock” rosa, la collega Lena Dunham era più a disagio nell’indossare questo tipo di protezioni piuttosto che il contrario.


cliomakeup-scene-intime-film-15-lena-dunham

“È un pezzo di stoffa che si incolla sulle tue parti intime. Ti fa sudare e scende in continuazione”. Alla fine della prima stagione di Girls, Lena ha deciso di non indossarla affatto: ha rivelato che non c’è persona che abbia lavorato sul quel set a non aver visto le sue parti intime!

cliomakeup-scene-intime-film-16-lena-dunham

#8 ANNE HATHAWAY E GLI SPOGLIARELLI

Anche Anne Hathaway ha confermato, come spesso accade durante le interviste agli attori, che togliersi tutti i vestiti di fronte a una troupe di perfetti sconosciuti è davvero imbarazzante. “Ma, come per tutte le cose della vita, nel momento in cui smetti di farlo su di te e lo fai a qualcun altro, diventa divertente!”

cliomakeup-scene-intime-film-17-anne-hathaway

#9 CHRISTOPHER MINTZ-PLASSE IN SUXBAD

Nella commedia Suxbad – Tre menti sopra il pelo, al giovane attore Christopher Mintz-Plasse è capitata forse la cosa più imbarazzante di sempre.

LA COSA PEGGIORE? GIRARE UNA SCENA DI SESSO MENTRE TUA MADRE TI GUARDA!

Per girare una scena di sesso sua madre ha dovuto accompagnarlo e stare a guardare, perché il ragazzo era ancora minorenne!

 

cliomakeup-scene-intime-film-18-suxbad

#10 RYAN REYNOLDS E IL COPRICAPEZZOLO TRADITORE

cliomakeup-scene-intime-film-19-ryan-reynolds

Ryan Reynolds ha detto di aver completamente dimenticato le sue battute durante una scena di sesso con Olivia Wilde perché la sua partner indossava… copricapezzoli con disegnati degli smiles! Stiamo parlando del film Cambio vita.

cliomakeup-scene-intime-film-20-ryan-reynolds

Ecco la scena incriminata

Vi piace scoprire le curiosità sui vostri film, telefilm e attori preferiti? Allora leggete:

1) GLI ATTORI CHE SI ODIANO NELLA VITA MA NON SUL SET

2) LE GRAVIDANZE DELLE STAR NELLE SERIE TV

3) LE PEGGIORI COPPIE DEI TELEFILM
cliomakeup-scene-intime-film-21-cameron-diaz

Ragazze, speriamo che questi retroscena vi abbiano fatto sorridere come è successo a noi quando li abbiamo scovati ;-)! Ne conoscete altri che volete condividere? E soprattutto, vi è mai successo qualcosa di paragonabile nella vita :-D? Aspettiamo i vostri commenti! Un bacione dal TeamClio!

21 COMMENTI

  1. Eh sì fare l’attore è un lavoro duro! Scherzi a parte quando l’immedesimazione è forte(scena di sesso = scena di violenza) stare male è comprensibile!

  2. maddai, mettono una specie di cerotto? e io che mi pensavo che mettessero tipo delle mutandine color carne con lo string…
    certo, non dev’essere facile no, io mi vergogno di mio dall’estetista figuriamoci di fronte a un sacco di gente che ti lavora attorno…

  3. anche io non sapevo di questi cerotti..in effetti certe scene…sembra proprio che facciano sesso, pur senza penetrazione…capisco che, specie chi ha una relazione, possa sentirsi molto a disagio…infatti se ci fate caso molte love story e flirt nascono sul set

  4. È vero quello che dici, ma se stai recitando, hai firmato per avere quella parte, l’hai letta e accettata, il “sentirsi violata” mi sembra un po’ forte…

  5. Anche la scena di sesso nella caverna del trono di spade tra Jon e Ygritte è stata un disastro! Kit si era rotto una caviglia e doveva saltellare nudo in giro ahahhahaha però alla fine di sono messi insieme quindi significa che ha fatto colpo uguale 😉

  6. Penso che un’attrice possa immedesimarsi così tanto in un ruolo da continuare a provare le sensazioni del suo personaggio anche dopo aver smesso di recitarne la parte. A me personalmente succede coi libri. Il commento lo trovo poco adeguato perchè una violenza sessuale che sia fatta da un figo o meno rimane sempre una violenza. Leggere e firmare un copione comunque non vuol dire privarsi della sensibilità. Il film comunque non l’ho visto.

  7. Se gli schifa tanto fare una scena di sesso con Ryan Goslin … ci vado io la prossima volta !!!

  8. Non mi pare ci sia violenza sessuale, solo scene intense. Il film lo volevo vedere questo we, che c’è su Sky on demand. Anche io m’immedesimo nei libri letti, è appunto capisco chi s’innamora sul set. Questo disagio della Williams non l’ho capito….

  9. Ma l’articolo parla di scene di sesso, non di violenza. C’è una bella differenza. Poi siamo d’accordo che simulare sesso possa non essere piacevole, ma il commento era semplicemente una battuta.

  10. Però, perché vedere violenze ovunque? Io ho pensato la stessa cosa del Team, era solo una battuta 🙂 una violenza è ben altro, quello è lavoro, consenso, finzione per lo più, contatto ma non rapporto vero, al quale hai scelto di prendere parte in quanto attrice. Se come professionista non si è in grado di recitare queste scene ci si può rifiutare, nessuno l’avrà obbligata ad accettare la parte.. non è proprio paragonabile a una violenza

  11. Non l’ho visto nemmeno io quindi non ho idea di che scena sia. È ovvio che una violenza non dipende dalla bellezza di chi la compie, però continuo a pensare che ci sia differenza tra finzione e realtà, per quanto uno possa immedesimarsi…

  12. Ricordo di aver visto da ragazzina il backstage di “Escape”, il video di Enrique Inglesias in cui c’era la Kournikova… Nel video c’erano loro in macchina che pomiciavano, tutto molto sexy; nel backstage si vedeva il regista, un asiatico cicciottello, che diceva “prendile la mano, Anna guarda in camera, ora baciatevi” e lì ho capito che c’è moooooolta meno magia di quanto immaginiamo…
    Due note.
    1. Io a starmene ignuda con accanto un fustacchion alla Ryan Gosling non dico che stappo champagne ma certo non mi traumatizzo (al massimo traumatizzò lui)
    2. Parlando di traumi, cara Emilia, il cosettino lì sarà pure rosa, ma se dici che era enorme…

  13. Secondo me è un po di pessimo gusto l’uscita della Williams. Io capisco l’imbarazzo e il disagio, capisco pure l’immedesimazione, però fino a un certo punto; sei cmq un’attrice e dovresti essere capace di separare personaggio e vita reale, altrimenti dovresti innamorarti pazzamente di tutti quelli con cui reciti. Sinceramente mi sembra la classica uscita per far parlare un po di sé

  14. il film ha delle scene piuttosto intense perchè all’inizio la coppia ha una forte attrazione fisica, ma le scene di sesso sono tutte consensuali, non c’è alcun accenno di violenza. E’ triste perchè parla di una relazione che finisce, ma non ho visto scene traumatiche da giustificare un rigetto come quello descritto dalla Williams. Se una persona non ti piace, per bello che sia non sarà il massimo fingere di esserne attratta alla follia, ma da come ne parla lei sembra che abbia subito chissà quale violenza psicologica e fisica. Ci sarà ben di peggio in molti copioni che limonare con Ryan Gosling …

  15. Dalle interviste che ho letto ho visto come il regista avesse cercato di creare una complicità fra di loro per farli immedesimare nei personaggi. Quindi farli vivere assieme, fargli fare la spesa assieme etc. Poi quando c’è stata la “rottura” nel film, in questo modo è sembrata più reale. Io il film non l’ho visto e la Williams non mi fa impazzire. Magari sarà anche una frase montata a fini pubblicitari o semplicemente decontestualizzata. A me non è piaciuto in generale leggere sotto la frase di una donna che dice di essersi sentita a disagio, che con un figo come Gosling non ci sia da sentirsi a disagio. Penso ci sia abbastanza sessualizzazione della donna in giro. Non dico che il blog indendesse questo, a me è solo sembrata di pessimo gusto la frase. Io, quando sono stata molestata, che venisse fatto da fighi o meno non cambiava il fastidio che provavo.

  16. Se lo vedi ci farai sapere… Non c’è nessuna violenza sessuale, ho solo percepito un disagio della Williams riferito a quelle scene.

  17. Michelle Williams non sarai un tantino esagerata? Io invece penso che una delle attrici più fortunate è nina dobrev che oltre a farsela con paul se la faceva con ian risultandole poi pure naturale dato che praticamente per quasi tutto vampire diares sono stato innamorati per davvero

  18. Sarà, scrivendo questo mi sento un filo un’assatanata… saranno gli ormoni dell’incipiente ciclo, ma io ad “enorme” ho avuto un attimo il cervello in tilt XD

  19. Ciao scusa se ti rispondo solo ora non avevo accesso al blog. Ti dò pienamente ragione sul fatto che la molestia è sempre inaccettabile sia dal figo che dallo sfigato, ma qui non si stava parlando di una situazione forzata o di molestia, la Williams ha accettato il contratto era consapevole della natura delle scene e dell’attore con cui avrebbe dovuto recitarle e come tale era pienamente cosciente e consenziente, non è che Gosling l’ha assaltata poverello, magari si è sentito a disagio pure lui sapendo che la Williams provava un tale rigetto. Se il disagio provato nelle scene sensuali è così traumatizzante la Williams può anche scegliere altri film in cui recitare, non è che sono tutti assatanati di sesso. Quindi in questo contesto di consapevolezza e consenso delle parti non trovo la frase fuori luogo, non è che si stava giustificando la molestia sessuale.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here