Sappiamo che spesso le amanti dei tattoo non vogliono farsi influenzare dai trend. Tuttavia, è un dato di fatto che stia spopolando la moda di sfruttare, come punto strategico per essere sexy, non banale, e facilmente copribile (o scopribile in modo tattico), il sotto-seno e il lato-seno, chiamati in USA underboobs e sideboobs.

Siete a caccia di ispirazione? Volete capire se questo tatuaggio, spesso dall’aria orientale e sicuramente molto seducente, potrebbe fare per voi? Siete curiose di vedere quali star hanno ceduto a (o lanciato) questa moda? Allora siete nel posto giusto!

ClioMakeUp-sideboobs-underboobs-tattoo-sotto-seno-lato-seno-tatuaggio-ispirazioni-celeb-1

IN PRINCIPIO FU RIHANNA – E LA DEA ISIDE SOTTO IL SENO

Il più famoso degli “underboobs tattoo” è sicuramente quello che Rihanna si è fatta disegnare dopo la morte di sua nonna. Ha voluto una dea Iside alata, tipico disegno rappresentato sui sarcofagi dell’antico Egitto, intenta a prendere l’anima dei defunti per condurli verso la loro nuova vita, nell’Aldilà.

ClioMakeUp-sideboobs-underboobs-tattoo-sotto-seno-lato-seno-tatuaggio-ispirazioni-celeb-12

Ha pubblicato un tweet in cui ha spiegato la sua scelta:

“In onore del mio angelo custode Dolly. Iside – donna completa – Modello per le future generazioni – #grangrandolly sempre nel mio cuore”.

Da allora ogni tatuaggio in quella posizione e tutti quelli con una forma che “accompagna” quella del seno, è ricollegato a Rihanna – come fosse stata, se non la prima, sicuramente l’apripista per questo trend.

LE ALTRE CELEBRITY CHE HANNO SCELTO L’UNDERBOOBS O IL SIDEBOOBS TATTO

Si dice che sia proprio “Rihanna inspired” il tatuaggio che Lena Dunham si è fatta fare nella stessa posizione, di nuovo giocando con la forma del sotto-seno, disegnando come un gioiello indiano, con tanto di perline, catenine e pietre preziose stilizzate.

ClioMakeUp-sideboobs-underboobs-tattoo-sotto-seno-lato-seno-tatuaggio-ispirazioni-celeb-11

Perché non unire la passione per le scritte a quella per il tatuaggio sotto-seno? Miley Cyrus ha fatto proprio così, tatuandosi la scritta in corsivo “Just Breathe” sotto il seno sinistro.

ClioMakeUp-sideboobs-underboobs-tattoo-sotto-seno-lato-seno-tatuaggio-ispirazioni-celeb-14

Lady Gaga, invece, ha così tanti tatuaggi che, inevitabilmente, qualcuno è finito anche nella zona del seno. Tra la scritta “Monster” (nomignolo attribuito ai suoi fan) e la piccola àncora, appaiono parecchi altri disegni.

ClioMakeUp-sideboobs-underboobs-tattoo-sotto-seno-lato-seno-tatuaggio-ispirazioni-celeb-13

Insomma, avete appena capito di cosa stiamo parlando, ma che dire invece delle ispirazioni che si possono prendere dal web? Quali sono le strategie per creare tattici vedo-non-vedo e quali sono le differenze tipiche di stile tra l’underboobs e il sideboobs? Scopritelo a pag.2!

16 COMMENTI

  1. Ah ma vedi! Anche io stavo pensando a questa zona, più laterale, sulle costole, quasi sul fianco… Ma la domanda che mi blocca è: e quando invecchio e le tette cadono? E quando rimarrò incinta? E sti tatuaggi che fine fanno quando la pelle per un motivo o per l’altro si modifica?

  2. Il Sideboobs è davvero strategico, occhio però che è uno dei posti dove fa più male (esperienza personale).

  3. Belli, bellissimi ma mi raccomando non fate i tatuaggi per moda. Ho paura che queste posizioni particolati, sopratutto in mezzo ai seni, fra qualche hanno saranno visti come il tribale sul fondo schiena o la rosellina sul seno.. Pensateci bene, e ve lo dice una che ha diversi tatuaggi 😀
    Detto ciò preferisco quelli sul fianco del seno o comunque sul costato e non troppo vicino all’ascella (sapete..si suda..), la volpe in copertina è magnifica!

  4. Sono bellissimi ma non da tatuarsi…magari farlo con l’henné e poi aspettare che vada via ma tatuaggio assolutamente no. Amo il corpo “pulito” da tutto.

  5. Premetto che ho due tatuaggi e medito di farne almeno un altro.
    Il side mi piace ma l’under no, lo trovo particolarmente volgare, probabilmente perché lo associo a Rihanna che per me è proprio volgarotta… Comunque, ognuno ha il proprio corpo e ne fa quello che meglio crede 🙂

  6. Zone del corpo di una donna troppo particolari e delicate…linfonodi, ghiandole… E poi il seno è la parte del nostro corpo più soggetta a cambiamenti in assoluto…Per me è bocciatissimo! E poi pensare alla fase della guarigione, come si fa col ferretto? Ahiaaaa

  7. Ho avuto la fissa un po’ di tempo fa e ho fatto un disegno… Non si sa mai! Copre tutta la zone sotto e sale un po’ al centro

  8. A me piace l’idea dell’underboob ma arrivo a malapena a una seconda quindi diciamo che non ho niente che possa “scendere” col tempo ahaha… però il fatto che vada tanto di moda mi ha frenato!

    Ho invece un sideboob (in realtà è sul costato ma “sale” quasi fino all’ascella) e vi dico che:

    – Dicono che sul costato è uno dei punti più dolorosi, e io confermo, avendo già provato molti tra i punti più dolorosi (polpaccio/zona poplite – costato – vertebre – creste iliache…)… La zona diciamo “dall’elastico del reggiseno” in su è dolorosissima, e io ho una soglia del dolore alta… Vi giuro che a tratti volevo tirare un pugno al tatuatore (che per fortuna è un mio amico) e dirgli di smetterla!
    – L’ho fatto 5 anni fa e ho sbagliato, ostinandomi a tenere il reggiseno durante la guarigione e che, anche se cercavo di non fargli toccare il tattoo, inevitabilmente lo ha un po’ sbiadito proprio in quella zona… Qualche mese fa ho ripassato il tatuaggio e ho capito che la scelta migliore è non mettere assolutamente il reggiseno: qualsiasi cosa che tocca o sfrega in quel modo su un tatuaggio lo rovina, non ci sono storie… Infatti ora è perfetto anche in quel punto (ho fatto una settimana senza reggiseno)
    – Se volete fare un underboob, considerate che quasi tutti i seni scenderanno col tempo… troppo spesso ne vedo che sono lì attaccati – giusti giusti – alla fine del seno… Facile che anche solo con l’allattamento il tatuaggio va a farsi benedire!

  9. Adesso mi viene da ridere a pensarci ma a me quasi scendevano le lacrime 😀
    E io sarei quella famosa per non soffrire per niente il dolore e sopportare sedute da due ore e mezza e passa dal tatuatore… ahah

  10. ciao… per il seno che scende sappiamo benissimo che non c’è rimedio, madre natura fa sempre come le pare… Se hai molto seno (non lo so…io arrivo a malapena alla seconda!) e credi che scendendo possa formare una “piega” lateralmente, ti direi di evitare, così come l’underboob… certo, a 60anni magari non saremo comunque delle strafighe in bikini e tutta la pelle del corpo sarà meno elastica, però io eviterei di avere un tatuaggio che si è ritrovato ad essere “sotto” (letteralmente) al seno.

    Per quanto riguarda la gravidanza, a me diversi dermatologi (e tatuatori… nonché esperienze dirette di mie amiche che hanno figli) hanno detto che la perdita di elasticità della pelle è un fattore spesso genetico… Ovvero: alcune donne hanno il ventre che torna esattamente quello di prima (a livello di smagliature ed elasticità cutanea), e quindi il tatuaggio si dilaterà insieme alla pelle e poi tornerà alla sua forma originale, altre donne sono predisposte ad avere smagliature o magari pelle in eccesso nella zona addominale che non se ne va più. A questo proposito tutti mi hanno suggerito di basarmi sull’esperienza di mia madre per avere un’idea… Ad esempio la mia (per fortuna) non ha smagliature e ha ancora la pancia perfetta e piatta a 60 anni – spero di essere come lei!!! Alcune mie amiche invece hanno madri-sorelle-zie che hanno avuto molti problemi estetici dovuti alle gravidanze, quindi hanno deciso di evitare i tatuaggi in zona “pancione”.

    Io ho dei tatuaggi sul costato e due che finiscono sulle creste iliache… Sicuramente saranno comunque “tirati” da un’eventuale gravidanza, però ho deciso di evitare lo stesso la zona pancia -chiamiamola- “frontale”… con tutta la pelle che ho per tatuarmi, non vedo perchè dovrei andarmela a cercare tatuandomi proprio in quel punto… anche pensando ad una possibile cicatrice di un parto cesareo! L’ultima cosa che voglio è crearmi problemi estetici che avrei potuto benissimo evitare! 😉

  11. Ciao, se posso darti un consiglio, se puoi, tieni conto della “linea” del reggiseno / costume prima di scegliere la posizione esatta del tatuaggio… Oltre che per un fattore di comodità in fase di guarigione, anche per un fattore estetico (es. quando sei in costume il tatuaggio si vede e non è “segato” dal laccetto)… Poi dipende anche dal disegno: io ne ho uno grande sul costato e non fa niente se il laccetto ci passa sopra (è grande, era inevitabile, e comunque il disegno si vede lo stesso), ne ho uno invece piccolo dietro al collo e qualsiasi laccetto/collana un po’ grossa gli passa sopra facendolo sembrare una macchietta nera indecifrabile… ad averlo saputo prima l’avrei fatto o leggermente più in alto o più in basso! 😉

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here