Tante volte qui sul blog abbiamo parlato di stile e di abbigliamento definendone sempre a linee generali diversi tipi: da quello classico e bon ton a quello rock/dark, passando per quello gipsy e così via. Ma la domanda in questo caso sorge spontanea: “come si fa a trovare il proprio stile?”.

Come è possibile capire quello più adatto a noi che ci faccia sentire a nostro agio, che ci renda sicure di noi stesse negli abiti che indossiamo? Insomma le domande sono tante e le risposte ve le daremo noi! Con una serie di accorgimenti e trucchetti riuscirete senza problemi a definire il vostro stile, scoprendo quali sono gli abiti che vi donano di più. Siete curiose di saperne di più? Se la risposta è sì, allora non vi resta che continuare a leggere il post!

ClioMakeUp-trovare-stile-giusto-consigli-idee-step-by-step-fashion-1

SCEGLIETE UN’ICONA A CUI ISPIRARVI E I SOCIAL GIUSTI

La prima regola per scegliere lo stile che più si adatta alla vostra personalità è quella di guardarvi intorno, sfogliare riviste, magari scrollare la vostra home di Instagram e scegliere le fashion guru che vi piacciono e che sono magari un po’ simili a voi. In questo modo ispirarvi al loro modo di vestire potrà esservi utile quando andrete in giro per negozi a fare shopping.

ClioMakeUp-trovare-stile-giusto-consigli-idee-step-by-step-fashion-11Via instagram

ClioMakeUp-trovare-stile-giusto-consigli-idee-step-by-step-fashion-6


Le icone di stile, fashion blogger o semplici appassionate su Instagram sono davvero tante!   Via Instagram

Scegliete le vostre fashion guru direttamente dai social!

Una piattaforma poi davvero interessante quando si tratta di fashion è Pinterest: si tratta di una sorta di bacheca virtuale in cui trovare tantissime idee di outfit e abbinamenti per ogni occasione, salvarli e creare la propria lista personale da avere sempre a portata di mano.

ClioMakeUp-trovare-stile-giusto-consigli-idee-step-by-step-fashion-16

INDIVIDUATE LA VOSTRA FORMA FISICA

Scegliere la propria icona e i vestiti che più ci piacciono spesso e volentieri può non bastare, ci son altri fattori da tenere in considerazione, primo fra tutti la forma fisica di ognuna di noi che cambia da persona a persona. Come forse molte di voi sapranno ne esistono diverse tipologie: quella a clessidra, a mela, a pera e così via.

ClioMakeUp-trovare-stile-giusto-consigli-idee-step-by-step-fashion-9

Per ogni forma fisica ci saranno degli accorgimenti da seguire e dei modelli da prediligere. Insomma un vestito perfetto per una donna a clessidra non donerà allo stesso modo a una donna a mela o a rettangolo e così via.

CAPITE COSA VI PIACE MA SOPRATTUTTO COSA NON VI PIACE

Come step successivo, dopo aver capito cosa ci dona e cosa no, bisognerà capire quali sono i capi e gli abbinamenti che ci fanno battere il cuore ma sopratutto quelli che non ci piacciono proprio.

ClioMakeUp-trovare-stile-giusto-consigli-idee-step-by-step-fashion-13Via instagram

Stilate dunque un elenco dei capi che non indossereste mai e poi mai quelli che, per colore, fantasia o modello sapete già che non vi donano affatto. In questo modo quando andrete in negozio il vostro shopping sarà mirato: risparmierete tempo e sopratutto denaro, evitando di ritrovarvi con i capi sbagliati che una volta tornate a casa verranno abbandonati nel vostro armadio.

Bellezze, a questo punto rimangono pochi step da seguire per trovare e identificare al meglio il proprio stile. In questo modo sarete sempre perfette per ogni occasione e diventerete voi stesse delle vere e proprie icone. Pronte? Correte a pagina due! 😀

31 COMMENTI

  1. all’inizio dell’estate mi sono finalmente decisa ad eliminare tutte le magliette/top/camicette che non mettevo mai o che non mi piacevano più. mi sono fatta prendere un po’ la mano e mi sono rimasti solo una decina di capi 😀 ora con calma e cura sto comprando cose nuove che spero indosserò per diversi anni

  2. Difficile liberarsi dei capi che si hanno nell’armadio anche se non ti vanno più e/o non indossi da anni, sarà che alla fine cerco sempre di acquistare capi che possao andare bene per qualsiasi occasione…. e comunque i mie utimi outfit son tutti da divano e si chiamano PIAGIAMI!!!!…….Buon week -end a tutti/e!!!

  3. …leggendo questo post mi è venuta un pò di angoscia…io amo l’azzurro e purtroppo non è in armonia con i miei colori di pelle ma non rinuncio a usarlo…mi piace troppo e mi fa sentire a mio agio…mi potreste far suggerire dalla vostra amarcromista una tonalità di azzurro che si adatti bene ad un colorito olivastro con sottotono caldo?

  4. KATIA, scusami, ma che tristezza…i tuoi outfit sono i tuoi pigiami?a me questo indumento ricorda l’ospedale dove sei costretta a indossarlo tutto il giorno…lo indosso solo e soltanto poco prima di andare a dormire, altrimenti scelgo ,per stare in casa, vestiti supercolorati e outfit comodi ma supercolorati basta che non siano piagiami…e sto alla larga da persone che in casa indossano tutto il giorno il pigiama, mi intristiscono…

  5. il check periodico dell’armadio mi ha fatto venire i sudori freddi … io tendo ad accumulare, ora ci sono le svendite e in verità dovrei proprio farlo prima di comprare cose nuove. Sono sicura che ho cose ancora con l’etichetta, scarpe mai messe o comunque cose indossate solo una volta, ma diventa un circolo vizioso più accumulo e meno voglia ho di far pulizia. Il mio armadio sembra uscito da “Sepolti in casa”

  6. Adoro i pigiami i miei sono bellissimi ne ho di tutti i tipi, magliettoni, pantaloni, pantaloncini e ho sempre tutto coordinato compresa la fascia per i capelli e le ciabatte, per me non è sinonimo di sciatteria o di ospedale, ma di comodità e relax. Quando arrivo a casa dopo il lavoro e un’ora in treno, non vedo l’ora di togliermi il trucco, lo sporco della città e di mettermi un pigiama fresco e pulito, una delle piccole gioie della vita. Way to go!

  7. Se ti può consolare… eccomi!! Sepolti in casa arriverà presto anche nel mio armadio! Conservo tutto, perché posso ingrassare, dimagrire o i capi possono tornare di moda! Na tragedia!

  8. Io ho colori simili ai tuoi e mi trovo bene con il turchese brillante (il mio colore preferito). Non è azzurro puro, ha un punta di verde, però non si discosta troppo. Il trucco secondo me per noi more olivastre è scegliere tonalità brillanti e vivaci, non toni pastello, che ammazzano in nostro incarnato

  9. Io ormai credo di avere più o meno capito i tagli e colori che fanno per me e di solito vado su quelli, indipendentemente dalla moda del momento (che magari seguo più degli accessori). Ogni tanto però c’è qualche capo un po’ diverso dal solito che mi attira e provo a vedere se riesco a trovare un modello che mi soddisfi e possa stare bene col resto. Tipo quest’anno mi sono fissata con tute con pantaloni a palazzo o abiti lunghi (mentre di solito sono pro pantaloni a sigaretta e abiti corti), ma per quanto abbia provato modelli bellissimi, addosso non mi soddisfano. Specialmente le tute, mi fanno sembrare uno spaventapasseri. Credo tornerò al mio solito stile

  10. Anch’io non elimino mai niente, il mio più che un armadio è un archivio. Hai visto mai che gli orrendi pantaloni a vita bassa anni 2000 tornino di moda… 😉

  11. Vediamo se riesco ad allegarti qualche immagine presa da internet. Sono colori che hanno una punta di verde e sono brillanti, mentre l’azzurro puro e pastello secondo me ha troppo grigio e risulta spento, per questo non sta benissimo alle olivastre. Poi non so se ti piacciono o sono il tuo genere

    https://uploads.disquscdn.com/images/a38427a4c73b56a5d0a734129b3e8d8c7654dd4ce68e582f1f359c94b885abcc.jpg https://uploads.disquscdn.com/images/f0aa73f3bbe462234a28ef90f839111542797588c5d28a42f936c22dec48e46f.png https://uploads.disquscdn.com/images/a8bc31669fc020194daf4c30629c02ed2df536d1b11c217978ce5f8631d06039.jpg

  12. Ciao a tutte, post utile e soprattutto di ispirazione….anch’io per molto tempo sono rientrata nella categoria di quelle che accumulano; poi ad un certo punto mi sono stufata di aprire l’armadio e vederlo strapieno di capi di abbigliamento che vedevo sempre lì e che non indossavo, ma che mi piacevano. Pur soffrendo un po’ al momento ho preso alcune borse e ho incominciato a riempirle e più riempivo e più mi convincevo che sicuramente qualcuno li avrebbe indossati e così la “lacrimuccia” si è trasformata in sorriso. Senza contare che il mio armadio si era svuotato….da allora faccio il check ogni cambio di stagione!! Grazie team e un “caldo” ciao a tutte!!

  13. Io non credo proprio di avere uno stile preciso…perchè mi piacciono tutti (o quasi)!! E di conseguenza mi vedo un po’ con tutti, ognuno rispecchia un lato della mia personalità, sono infatti una persona che, per certe cose, ama cambiare continuamente, altrimenti si annoia! Ogni stile ha qualcosa che mi intriga, che mi comunica qualcosa…dall’hippie, al bon ton, al navy, al vintage, al country, a quello pin up, anche il grunge mi attira…poi è ovvio che ci sono capi che mi donano più di altri e altri ancora che mi stanno male…ma parlando solo di stili mi reputo estremamente versatile!

  14. Appunto come diceva Becky, si sa mai che tornino di moda i jeans a vita inguinale, magari tra una ventina d’anni quando invece di spuntarmi il tanga rosso con i diamanti mi spunta il tena lady … e poi perchè buttare via la taglia 34, no la tengo per quando mi faccio fare il bypass allo stomaco e poi torna utile. I pantaloni a vita elastica? Il bypass potrebbe non funzionare …

  15. Tutto torna!! Basta avere pazienza.. e se ti può consolare nel mio armadio si arriva anche agli anni ’90

  16. Bellissimo post 🙂
    Io sono una darkettona inguaribile. Certo, il mio stile si è affinato moltissimo rispetto a quando avevo 14 anni, ma il nero resta la mia comfort zone; ho imparato a spezzarlo con degli accessori colorati e soprattutto cerco di non sembrare una vecchia strega (molte volte commetto questo errore), ma il nero su di me è onnipresente. Mi è stato ripetuto e straripetuto di provare a vedermi con altri stili e fantasie, ma niente, non sembro io.
    Non ci sono icone fisse a cui mi ispiro: mi piacciono certi dettagli delle mode di certi periodi, e spesso traggo ispirazione da outfit visti online o nei film, ma non ho mai copiato nessuno pari pari, finisco sempre per crearmi un outfit tutto mio.

  17. Anche io non riuscivo a buttare niente…poi ho cominciato a dare i miei vestiti che non uso più alle associazioni benefiche!e adesso non mi pesa più svuotare gli armadi, perché penso che oltre che a creare spazio, aiuto chi ne ha davvero bisogno 🙂

  18. Anche a me è venuta l’ansia al pensiero del check!!! Ed anche io ho svariate cose con l’etichetta sopra e probabilmente un terzo di quello che possiedo l’ho dimenticato.. faccio stagioni intere senza ricordarmi di avere un top/gonna/vestito/scarpe e nonostante questo continuo a comprare! Faccio pulizia solo quando trasloco, cosa che succede generalmente ogni paio di anni 😀

  19. trasloco ogni 2 anni?? Io sono 15 anni che vivo nella stessa casa e ancora mi ricordo il trasloco … non so come fai. Sarò io che sono OCD ma prima di entrare nella casa nuova ho pulito una settimana, passato tappeti, pulito di fino dentro alle credenze, per non parlare dei bagni. La famiglia che ci abitava prima di noi aveva un cane e hanno lasciato tutto pieno di peli ho dovuto passare gli zoccoletti 2 volte una con l’aspirapolvere , l’altra con lo straccio bagnato. Quando ho finito mi sono anche messa a piangere hahhah e tu ti muovi ogni 2 anni.

  20. Eh ma io sono una vagabonda.. ho cambiato 7 case nell’ultima decina d’anni, in tre paesi diversi. Ogni tanto mi stanco e ricomincio tutto da capo da un’altra parte. E così faccio anche lo spoglio dell’armadio 😀

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here