QUELL’ABITO VERDE PERFETTO: ESPIAZIONE (2007)

Un film strano, da guardare con il cuore non troppo leggero, ma che fa sognare per gli abiti favolosi, semplici e magnifici insieme.

ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-49ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-52

Complici gli anni ’30, raffinati e rivoluzionari, la fotografia bellissima e l’eleganza innata di Keira Knightley, non si può non desiderare di toccare ogni seta, ogni tessuto, ogni ricamo che si vede sullo schermo.


ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-50

Indimenticabile, l’abito verde che “galeotto fu” in quella famosa scena (hot) in biblioteca.

ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-53ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-51

REINVENTARE UNA LEGGENDA: COCO BEFORE CHANEL (2009)

Catherine Leterrier ha avuto il non semplice compito di dover vestire Coco Chanel nel film sulla sua vita: Coco Before Chanel. La sfida è stata quella di scovare, capire, immaginare, il percorso personale, identitario e quindi anche estetico che ha portato Gabrielle a diventare Mademoiselle Coco.

ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-34

ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-35

“Ero eccitata e spaventata all’idea, come si può immaginare”, ha dichiarato la costumista che ha trasformato Audrey Tatou in una credibilissima giovane Gabrielle Bonheur Chanel. Naturalmente, ci è riuscita magistralmente.

ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-35

PSYCO-GLAMOUR: IL CIGNO NERO (2010)

Controverso e complesso, film tra lo psicologico e il thriller, Black Swan è stato uno dei film più influenti per l’immaginario del primo decennio del 2000.

ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-16

Ad ogni festa di Halloween che si rispetti, ci sarà sempre almeno una Nina Sayers, alias Natalie Portman nella sua inquietante versione de Il Lago dei Cigni.

ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-16

ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-16

Gli abiti di scena riflettono gli alter-ego, gli stati d’animo della protagonista, come un Dott. Jackhill e Mr. Hide del balletto.

ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-16

TRA DIOR DEGLI ANNI ’50 E LA RUSSIA IMPERIALE: ANNA KARENINA (2012)

Di nuovo Keira Knightley, di nuovo Jacqueline Durran – come in Espiazione. La Russia del XIX secolo è quasi “facile” da rendere bene, ma in Anna Karenina è stata resa benissimo.

ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-11

ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-11

Anna è sontuosa e, come piace a Jacqueline, è più ricca di riferimenti piuttosto che essere storicamente accurata. La ispirazioni sono infatti le sfilate anni ’50 di Dior Couture e l’architettura della Russia Imperiale.

ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-11ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-11ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-11

COSÌ PAZZO DA ESSERE GENIALE: DJANGO UNCAINED (2012)

I look dei protagonisti dei film di Quentin Tarantino raramente passano inosservati, ma quelli di Django Unchained sono così inaspettati da essere geniali.

ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-44

Dagli occhiali da sole indossati da Jamie Foxx all’abito giallo su Kerry Washington, passando per il leggendario completo blu ispirato a The Blue Boy di Thomas Gainsborough – per idea di Quentin – ogni look è talmente “pazzo” da essere eloquentissimo circa il carattere dei personaggi.

ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-43ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-45

Gli anacronismi, di nuovo sia nei costumi che nelle scelte musicali, rendono epica ogni scena, ironica e carica di pathos ogni sequenza. L’idea era quella sì di rendere il periodo pre-Guerra Civile in cui è ambientato il film, ma anche gli anni ’60/’70 in cui gli Spaghetti-Western imperavano e a cui Tarantino si è ispirato.

ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-45ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-45

QUANDO LEO È VESTITO PRADA: THE GREAT GATSBY (2013)

Se c’è un libro che deve essere divertente trasformare in film, per un costume designer, questo è Il Grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald. Se poi il regista è Baz Luhrmann possiamo immaginare che, a divertirsi, sia stata Catherine Martin, come per Moulin Rouge!.

ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-55

La novità? L’aiuto prezioso di qualcuno di speciale: Miuccia Prada. I costumi di Daisy, Carey Mullingan, sono stati tutti disegnati da Catherine e realizzati dal suo team, ma gli altri personaggi sono tutti in Miu Miu e Prada.

ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-59ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-55

La collaborazione tra i tre (o meglio: quattro!) era iniziata con Romeo + Juliet, primo capolavoro del regista: Leonardo DiCaprio era infatti già allora vestito Prada. Squadra vincente non si cambia, no?

ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-55ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-55ClioMakeUp-filme-stilosi-costumi-vestiti-moda-2000-59

Non abbiamo certo finito. Per quale costume sono stati utilizzati 240 metri di tessuto? Scoprite questa e altre curiosità sui film più stilosi del nuovo millennio… nell’ultima pagina!!!

19 COMMENTI

  1. Complimenti per il post ragazze! Molto curato e dettagliato!! Mi ha fatto morire dal ridere il discorso Delle converse lilla! Non la sapevo! Avevo visto il film a suo tempo ma non sono mai stata brava a cogliere certi particolari. Ma perché mettere volutamente Delle converse in un film in costume?

  2. Bello bello bello! Qualche film l’ho visto e ne ho apprezzato “lo stile” da voi descritto.
    Un film che ho in programma di guardare è The Danish Girl: ho letto il libro, che è molto bello, e le caratteristiche dei personaggi, come abiti e make up, sono descritti molto bene..per questo sono curiosa di vedere anche il film!

  3. siccome hanno voluto dare un tocco moderno ed hanno messo i Bow wow wow come musica nella sala da ballo, hanno deciso di mettere le converse perchè lo stereotipo della ragazza moderna di qualche anno fa (che si vedeva fino a pochi anni fa e anche adesso nelle pubblicità, nei video musicali ecc.) dice che le converse ci sono, perchè comode, semplici e colorate. un dettaglio come quello si lega bene alla colonna sonora del film che non è musica tipo quella di Mozart ma è pop rock. prima guardavo tanto la tv e c’erano SEMPRE ragazze con le converse, quindi metterle è come dare un indizio ad un qualunque spettatore, soprattutto giovane, un indizio sull’età della regina e sul suo background, oltre che avvicinare quella parte di pubblico al personaggio per dare meno l’idea di un film-documentario.

  4. Gli abiti d’epoca sono sempre bellissimi e Keira Knightley li veste benissimo, sembra nata per quei ruoli

  5. La scelta Delle foto per mostrare i costumi de “The great Gatsby” non è stata Delle migliori… Ci sono fotogrammi nel film che inquadrano Dasy che fanno sognare…! Nel film di Cenerentola avete osannato l abito blu, che più che altro è una caricatura…I costumi della matrigna-Blanchett sono meravigliosi, raramente ho visto così tanto gusto ed eleganza. Guardando il film mi sono chiesta se la scelta della Blanchett così bella, elegante e raffinata sia stata voluta, per me ha di gran lunga superato la bellezza di Cenerentola…

  6. molto bello e interessante questo post! diversi film li avevo già visti ma molti altri mi mancano, devo rimediare. però sicuramente Jackie è uno dei miei preferiti, adoro i film biografici

  7. Che post pazzesco!! Brave! Oltre a intrattenere la mia pausa pranzo mi state suggerendo un sacco di film da guardare la sera 🙂

  8. Bellissimo post!adoro i film e soprattutto i film con abiti eccezionali come quelli che avete mostrato..li ho visti quasi tutti!!ottimo lavoro ragazze!!

  9. Espiazione è, in assoluto, uno dei miei film preferiti! Peccato sia così poco conosciuto! Ne adoro la storia, gli attori, la regia, la scenografia, la fotografia… e quel magnifico abito verde indossato da Keira, chi non vorrebbe averlo?!?

  10. Non si può definire “Strano” Espiazione. È un film bellissimo, tratto da un romanzo ancora più bello. Erano anni che non piangevo su un libro come mi è capitato con questo.
    Comunque bel post. Personalmente come stile ho sentito molto Marie Antoinette. M’innamorai della colonna sonora e dei costumi, ho sempre amato questo personaggio storico e mi è piaciuto come lo ha reso la Coppola.
    Io comunque voglio aggiungere:
    – La La Land e i suoi costumi stile anni 50 ma molto rivisitati. Ho amato tutti gli abiti di Mia.
    – American Hustle. Ma gli abiti anni 70 di Amy Adams dove vogliamo metterli? Sono pazzeschi.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here