Oggigiorno, sul mercato si possono trovare colorazioni per capelli di tutti i tipi, da quelle professionali fino a quelle più delicate e prive di ingredienti che, spesso, possono risultare aggressivi, come l’ammoniaca.

Tuttavia, non sono pochi i casi in cui si ha un’intolleranza alle tinte per capelli se non, addirittura, allergie. Per questo motivo, sono numerose le alternative naturali alle classiche colorazioni per la chioma e, specialmente per chi ha i capelli di tonalità medio-scura, il mallo di noce è una di queste! Non solo: il mallo di noce è molto apprezzato anche per dare riflessi e profondità ai capelli, specialmente quando usato come ingrediente principale per realizzare delle mèches, in modo totalmente naturale!

Nel post di oggi, allora, il protagonista sarà proprio lui, il mallo di noce, nelle vesti di componente chiave e al 100% privo di agenti chimici per dare una marcia in più ai capelli. Tra l’altro, questo metodo ha radici più che antiche: si dice, infatti, che persino le donne dell’antica Roma coprissero i capelli bianchi utilizzandolo! Vi abbiamo incuriosite e volete scoprire di che cosa si tratta, ragazze? Allora, non vi resta che continuare a leggere il post per saperne di più!

cliomakeup-meches-mallo-di-noce-riflessi-capelli-scuri-16

PRIMA DI TUTTO: COS’È IL MALLO DI NOCE?

Il mallo è lo strato polposo che ricopre la noce

Apriamo l’articolo con un momento da Super-Quark, eheh! Quando si pensa alle noci, è spontaneo avere in mente l’immagine del seme (la parte commestibile) avvolto nel classico guscio da rompere con lo schiaccianoci.

cliomakeup-meches-mallo-di-noce-riflessi-capelli-scuriVia Reddit

Tuttavia la noce, in origine, non è composta solo da seme e guscio, ma è ricoperta da uno strato polposo che non si può mangiare, protetto da una buccia abbastanza spessa: questa componente è, per l’appunto, il mallo!


cliomakeup-meches-mallo-di-noce-riflessi-capelli-scuriCredits: erbecedario.it

Il mallo di noce ha numerosi utilizzi e proprietà per via dei principi attivi che presenta, tra cui lo juglone, con doti antibatteriche e astringenti, i flavonoidi e i tannini. Questa parte delle noci, inoltre, ha un elevatissimo potere colorante, noto sin dall’antichità!

cliomakeup-meches-mallo-di-noce-riflessi-capelli-scuri-3Credits: veganblog.it

Nell’introduzione vi abbiamo infatti menzionato l’uso che ne facevano anticamente le donne romane ma, spostandoci nello spazio e nel tempo, potremmo anche citare che cosa ne facevano i persiani, ovvero servirsene come tintura per i tappeti e i tessuti!

COLORARE I CAPELLI CON IL MALLO DI NOCE

Il mallo di noce, a differenza del classico henné (con cui, però, può essere tranquillamente miscelato, assieme anche ad altre erbe tintorie), non lascia riflessi rossicci.

cliomakeup-meches-mallo-di-noce-riflessi-capelli-scuri-2

Credits: pinkpearlmakeup.blogspot.it

Per questo si sposa molto bene con i capelli naturalmente castani o neri, ed è adatto a chi non desidera questo tipo di sfumature. Si può usare, però, anche su chi ha i capelli biondi e desidera scurirli leggermente, dando loro profondità!

cliomakeup-meches-mallo-di-noce-riflessi-capelli-scuri-14Credits: almostexactlyblog.com

Il mallo di noce, tuttavia, dà il meglio di sé su chi vuole arricchire la propria chioma di sfumature, più che coprirla con una colorazione.

cliomakeup-meches-mallo-di-noce-riflessi-capelli-scuri-9Via Pinterest

Questo perché, sebbene lo si possa usare per nascondere i capelli bianchi, per ottenere un effetto coprente soddisfacente c’è bisogno di più e più applicazioni applicazioni! E ciò, in termini di tempistiche, è di certo molto più dispendioso rispetto quello delle tinte tradizionali!

cliomakeup-meches-mallo-di-noce-riflessi-capelli-scuri-2

DOVE TROVARE IL MALLO DI NOCE?

Il mallo di noce è facilmente reperibile nelle erboristerie o su internet. Inoltre, si può scegliere tra molte tinte vegetali che lo hanno come ingrediente principale e che offrono, grazie alla presenza di determinate componenti aggiuntive, una durata maggiore.

cliomakeup-meches-mallo-di-noce-riflessi-capelli-scuri-6

Salus in Erbis, Polvere di mallo di noce. Prezzo: 4€ su Amazon.it

Attenzione ai prodotti con sale di picramato

In questo caso, però, fate attenzione agli ingredienti e agli additivi: se trovate, ad esempio, il sale di picramato, è meglio optare per un altro prodotto, poiché si tratta di un metallo pesante e potenzialmente nocivo. È più probabile comunque che troviate, come componenti aggiuntivi, elementi come l’henné (noto in gergo tecnico come Lawsonia), la cassia italica o obovata e l’indigorifera.

cliomakeup-meches-mallo-di-noce-riflessi-capelli-scuri-7

Phitofilos, Miscela al Mallo di Noce con Indigofera e Lawsonia. Prezzo: 6,99€

Ragazze, non abbiamo ancora terminato: nella pagina successiva vi parleremo di come fare le mèches con il mallo di noce, delle eventuali controindicazioni che questa tinta naturale potrebbe avere e di come affrontarle! Scoprite tutto a pagina 2!

15 COMMENTI

  1. Coloro i capelli da anni con miscele di hennè perché le tinture normali mi hanno dato problemi (per l’esattenza L’innoa di l’oreal Mi ha distrutto la cute). Uso anche il mallo di noce nelle miscele, ma solo per attutire il rosso e dare un riflesso più cioccolato, ma non copre assolutamente i capelli bianchi. I capelli bianchi vengono coperti solo dall’hennè, quello rosso per intenderci. Dopo si usano le miscele di lawsonia ed indigo per dare il colore desiderato. Io uso quelle di khadi, ma ho preso qualche giorno fa le nuove di alkemille per testarle. Ci aggiungo poi sempre il mallo di noce ed altre erbe.

  2. Quoto Strakikki!
    il mallo si noce da solo è in grado solo di tingere le stoffe, che sono diverse dai capelli. per avere l’effetto castano sui capelli si deve usare insieme all’hennè o alla cassia, da quello che so sono le uniche erbe in grado di legarsi alla cheratina dei capelli (l’hennè molto più della cassia). e il mallo come il katam, l’indigo, il campeggio o la robbia sfruttano la cassia e l’hennè già legati al capello per attaccarsi e dare altri riflessi.
    come ti sei trovata con quello di alkemille? io in genere uso le erbe di janas

  3. ma era in combinazione con altre cose, non puro in polvere… quello puro in genere si usa per smorzare il rosso dell’hennè e andare su toni più mielati ambrati e meno ramati, se si hanno i capelli chiari-medio chiari. sugli scuri il riflesso è quasi invisibile, se non al sole che dà dei dorati

  4. se riesco ti metto foto dell’hennata fatta ieri con l’hennè freddo, indigo, cannella e mallo di noce. tenuto 7 ore su. partivo da un biondo ambra. tutto di janas.
    per le erbe lavanti preferisco comunque la khadi o se voglio risparmiare quelle di aroma-zone e mi faccio io il mix che desidero. cosa non ti ha convinto con janas?

  5. Ciao! Quello di alkemilla l’ho comprato da pochissimo, proprio qualche giorno dopo aver fatto la colorazione con l’henné con il khadi, quindi aspetto ancora un paio di settimane e lo provo. Magari riesco proprio per i top e flop di settembre così lo recensisco!

  6. grazie! che colore hai preso? se non ho visto male quelli de la saponaria sono già preparati in miscela, come quelli di kahdi. io in genere preferisco farmi le miscele da sola prendendo le singole erbe, in modo da cambiare tutte le volte in base all’unore. mi sono specializzata nei biondi, da ieri ho iniziato il percorso con l’hennè vero e proprio. voglio un rosso mogano-viola. ci devo lavorare ancora parecchio con la statificazione

  7. Ciao! Guarda sono riflessanti molto “versatili”, ad esempio puoi provare a tenerlo per un tempo inferiore ai 10 minuti di posa oppure mescolarlo a un altro colore più neutro. E comunque dopo due settimana circa va via.

  8. Il mallo di noce da solo non copre i capelli bianchi, come alcune hanno già scritto solo l’hennè (lawsonia) ha questa capacità di legarsi al capello (meglio ancora se si usa quello per tatuaggi).
    Si può provare come riflessante su una chioma già “hennata”, ma da quel che ho letto in giro scarica il colore velocemente. Inoltre bisogna fare attenzione quando si fa un mix di erbe tintorie e si aggiunge il bicarbonato, non sono tanto sicura che l’indigo e il bicarbonato vadano d’accordo. Avevo provato ad usarlo su mia madre in un mix con la lawsonia e l’indigo, ma veniva comunque sul rosso e la sua presenza non si notava.
    Per coprire i capelli bianchi, e uniformarli con la mia chioma nera, faccio due passaggi, il primo con sola lawsonia ed il secondo solo con indigo, e ottengo un nero molto naturale.
    Chi mira a riflessi castani può provare con un primo passaggio di lawsonia e il secondo con il mallo di noce, ma non so la durata, forse si deve stratificare più volte con la lawsonia.

  9. ciao claudia! il bicarbonato potenzia l’effetto dell’indigo e porta ‘hennè a sfumature rosso leggermente più freddo, almeno su di me, ovvio. credo sia dovuto al fatto che alza le squame del capello e le molecole coloranti hanno modo di penetrare più a fondo potenziando il colore.
    se vuoi “portare su” l’indigo, oltre a fare il doppio passaggio (è la cosa migliore), puoi provare ad aggiungere un cucchiaino di bicarbonato su 100 g di erba, usare acqua molto calda e aumentare i tempi di posa. io per la miscela testata (voglio un mogano rosso freddo) sto facendo così e devo dire che sta andando benone. mi serve ancora tempo per stratificare, ma non sono color carota e gli effetti delle altre erbe si sono fatti vedere (mix di hennè indiano, indigo, mallo di noce, cannella).

  10. Non so se aia un problema di quelle di janas o in generale delle erbe, ma non mi lavavano bene i capelli e dovevo fare cmq uno shampoo. Così facendo mi seccava tantissimo soprattutto le punte, ma anche i capelli restavano puliti per poco.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here