L‘igiene personale è molto importante, e va curata in modo adeguato in ogni parte del nostro corpo, anche quelle più piccole e di cui ci si può facilmente dimenticare come le orecchie! Nel post di oggi, quindi, vi parleremo di come pulire le orecchie senza cotton fioc, e del perché questo strumento andrebbe evitato quando si tratta di igiene del padiglione auricolare.

Non solo: vi proporremo altri modi per realizzare al meglio la pulizia delle orecchie, parlandovi anche dei casi in cui bisogna prestare più attenzione, e dei metodi fai da te da evitare! Siete curiose, ragazze, di sapere di che cosa si tratta? Allora non vi resta che continuare a leggere per scoprire tutto quanto!

cliomakeup-come-pulire-le-orecchie-senza-cotton-fioc (4)

PREMESSA: IL CERUME NON È A PRIORI UNA COSA NEGATIVA

Il cerume, per quanto esteticamente possa essere problematico, di per sé non è una cosa negativa, poiché è una naturale protezione impermeabile, antibatterica ed antifungina che le orecchie producono per impedire che vi entrino corpuscoli e polvere.

cliomakeup-come-pulire-le-orecchie-senza-cotton-fioc (9)

Il nostro corpo elimina da solo il cerume

Di norma il nostro corpo ne elimina l’eccesso naturalmente, facendolo uscire dalle orecchie tramite i comuni movimenti della mascella che compiamo mangiando o parlando. La maggior parte delle persone, dunque, non necessiterebbe di una pulizia approfondita delle orecchie, dato che il nostro corpo è spesso molto abile nella “pulizia fai da te”.


cliomakeup-come-pulire-le-orecchie-senza-cotton-fioc (2)

“Interessante!”

TAPPO DI CERUME SINTOMI, FASTIDI E LE PERSONE PIÙ A RISCHIO

Quando si viene a creare un accumulo (noto anche come “tappo”) di cerume nelle orecchie, però, possono presentarsi sintomi molto fastidiosi e, in alcuni casi, addirittura dolorosi e sgradevoli. Tra i principali figurano difficoltà uditive, dolori alle orecchie, cattivi odori o vertigini. In casi del genere, è sempre bene andare dal proprio medico curante, per trovare assieme a lui o lei la soluzione migliore per risolvere il problema.

cliomakeup-come-pulire-le-orecchie-senza-cotton-fioc (12)

Ci sono alcuni casi in cui si crea una tendenza maggiore alla comparsa degli accumuli di cerume e, quindi, bisogna prestare a priori più attenzione alla pulizia delle orecchie. L’orecchio di ciascuno di noi, infatti, ha una forma unica, e ci sono alcune conformazioni che sono maggiormente portate a trattenere più cerume di altre.

cliomakeup-come-pulire-le-orecchie-senza-cotton-fioc (3)

Il cerume non risparmia nemmeno i membri dello star system!

ORECCHIE CON MOLTO CERUME? LO STILE DI VITA CONTA!

Bisogna anche tenere conto del proprio stile di vita e delle attività che si svolgono, perché anch’esse possono contribuire a far accumulare più cerume. Chi pratica molto nuoto, ad esempio, può presentare dei granuli di cerume più voluminosi e propensi ad ostacolare il condotto uditivo, poiché gonfiati dal più frequente contatto con l’acqua.

cliomakeup-come-pulire-le-orecchie-senza-cotton-fioc (10)

Anche chi indossa spesso i tappi per le orecchie è più a rischio, per non parlare di chi indossa gli apparecchi acustici. Questi strumenti, infatti, per quanto essenziali per ripristinare al meglio le funzioni uditive, possono far ristagnare maggiormente nella conca del padiglione oculare il cerume.

cliomakeup-come-pulire-le-orecchie-senza-cotton-fioc (11)

gli auricolari contribuiscono alla sporcizia delle orecchie

Attenzione anche agli auricolari: per ovvie ragioni è normale che si sporchino di cerume, ma possono contribuire ad aumentare ulteriormente la sporcizia nelle nostre orecchie trasportandovi i germi delle superfici dove sono stati appoggiati (per non parlare di quando si condividono con parenti o amici!).

cliomakeup-come-pulire-le-orecchie-senza-cotton-fioc (6)

Inoltre, quando si utilizzano, nelle orecchie si forma una specie di “camera sigillata” che crea un ambiente molto adatto alla proliferazione dei batteri, intrappolando più umidità del solito. Usateli con parsimonia e, soprattutto, puliteli spesso e conservateli in un contenitore apposito!

Ragazze, non abbiamo ancora terminato! Nella pagina successiva, infatti, vi parleremo di come pulire le orecchie senza cotton fioc e del perché questo strumento andrebbe evitato! Andate a pagina 2 per scoprire tutto!

13 COMMENTI

  1. Non ho capito la differenza tra il cotton fioc e il manico di un pennello da trucco con la carta… Non è sempre qualcosa da inserire nel canale uditivo? Anzi, il cotton fioc forse è anche più piccolo quindi meno invasivo…

  2. Dovresti farlo per professione e lavorare per Victoria Beckham o Zac Efron.. ne avrebbero bisogno ☺☺☺

  3. Usando molto le cuffiette per lavoro posso affermare che si sporcano molto di più. Personalmente uso lo spray AUDISPRAY e mi trovo bene

  4. Ho imparato a mie spese che è meglio avercelo un po’ di cerume che pulire invece tutto troppo.
    Verso i sedici anni ero fissata, per togliere tutto vi dico solo che ricorrevo all’uso dei ferrettini per capelli! Prendevo la parte arrotondata, la infilavo nel condotto e scavavo, scavavo, scavavo…il cerume veniva via che una meraviglia! Fino a quando il condotto non ha cominciato a screpolarsi, e di conseguenza anche la parte più interna del padiglione, praticamente avevo tolto “l’idratazione” all’orecchio. Quindi per risanare la pelle sono dovuta ricorrere a creme da applicare più volte al giorno tutto intorno al condotto uditivo…è stato un inferno: prurito, crosticine che venivano via, ho aspettato che si riformasse una minima quantità di cerume perché non ne era rimasto proprio più! Da allora panno umido e via, se voglio dare una ripulita più profonda il cotton fioc lo uso però solo dopo aver inumidito l’orecchio così il cerume si “attacca” meglio al cotone e non viene spinto in profondità

  5. Anche io ho l’ossessione delle orecchie pulite e ti confesso che una volta ho smesso di usciremo con un ragazzo solo perché aveva le orecchie sempre sporge. Se non è ossessione questa.. cioè proprio mi viene lo schifo!

  6. Io ho la fobia che gli altri possano vedermi il cerume nelle orecchie!
    Sarà che si tratta di un punto che sfugge del tutto al mio controllo… mi sa che sono da psicanalizzare!
    Da ragazzina ci andavo giù pesante con i cotton fiock, fino a che eccoli li due bei tapponi. Da quella volta le pulisco solo ed esclusivamente sotto la doccia per poi asciugarle con dito e carta igienica.
    La storia dei coni di cera mi fa pensare ad una vecchia megera del paese di mia nonna che a periodi fissi dell’anno passava per le case a pulire le orecchie degli altri con questo metodo. Era venerata come una sorta di strega del villaggio!

  7. Infatti una volta ebbi un infezione all’orecchio che peggioro’ dopo aver messo le gocce prescritte.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here