Mangiarsi le unghie e strapparsi le pellicine sono azioni che tutti noi, almeno una volta nella vita, abbiamo eseguito. Tuttavia, farlo in modo ossessivo e ripetuto, in risposta a situazioni di stress o emotivamente provanti, è un vero e proprio disturbo che ha un nome ben preciso: dermatillomania. Questo problema colpisce molte più persone di quello che si possa credere, e può avere delle conseguenze molto spiacevoli, non solo a livello estetico, ma anche e soprattutto a livello psicologico. Nel post di oggi, vogliamo soffermarci su questo disturbo, illustrandovi che cos’è, quali sono i trattamenti più frequentemente utilizzati per affrontarlo, e anche parlandovi di un’iniziativa mirata a destigmatizzare chi ne soffre.

Ovviamente le informazioni che riporteremo nel post sono generiche e generali, ragion per cui non si possono affatto sostituire ad una diagnosi fatta da un esperto. Tuttavia, vogliamo aiutarvi a diffondere maggiori informazioni su una problematica che da molte persone viene erroneamente scambiata per altre tipologie di disturbi della pelle, e che può causare nei dermatillomani sensi di vergogna e di colpa, causando un circolo vizioso da cui, non di rado, risulta molto difficile uscire. Siete curiose, ragazze, di scoprire di che cosa si tratta? Allora non vi resta che continuare a leggere!

cliomakeup-dermatillomania-trattamenti-cure-cicatrici (17)

DERMATILLOMANIA: DI CHE COSA SI TRATTA?

Il termine dermatillomania a molte persone non dirà niente, eppure indica un disturbo ossessivo compulsivo più diffuso di quello che si pensi, soprattutto nella fascia femminile. La dermatillomania, infatti, colpisce circa il 2% della popolazione, ed il 75% delle persone che ne soffrono è costituito da donne.

cliomakeup-dermatillomania-trattamenti-cure-cicatrici (3)

Questo disturbo non è legato alla dismorfofobia

Questo disturbo si manifesta con un bisogno irrefrenabile di pizzicarsi, graffiarsi o stuzzicarsi in modo compulsivo la pelle: per alcune persone, le zone interessate coincidono con crosticine, brufoli o calli ma, per altre, anche con la pelle sana e senza alcun tipo di problematiche. La dermatillomania, infatti, non è un disturbo legato alla dismorfofobia, ossia ad una visione distorta del proprio aspetto.


cliomakeup-dermatillomania-trattamenti-cure-cicatrici (9)

I dermatillomani non cercano di “correggere” eventuali imperfezioni che li mettono a disagio, ma sentono il bisogno di tormentare la propria pelle producendovi escoriazioni. Le zone maggiormente interessate sono le labbra, il viso, le braccia ed il petto, ma anche mani, piedi e gambe.

cliomakeup-dermatillomania-trattamenti-cure-cicatrici (5)

DERMATILLOMANIA CICATRICI E SENSI DI COLPA

Normalmente chi soffre di questo disturbo si provoca le escoriazioni direttamente con le unghie e con i denti, ma a volte può fare ricorso a strumenti quali aghi e pinzette. Spesso, inoltre, i dermatillomani cercano di coprire i segni del disturbo di cui soffrono come lesioni e cicatrici indossando abiti lunghi e coprenti, ma anche utilizzando fondotinta e correttori.

cliomakeup-dermatillomania-trattamenti-cure-cicatrici (12)

Questa cosa, però, si può rivelare molto controproducente poiché ogni tipo di cosmetici, quando viene messo su ferite aperte, può incrementare il rischio di infezioni.

cliomakeup-dermatillomania-trattamenti-cure-cicatrici (18)

La dermatillomania può causare imbarazzo e vergogna

Ciò, non di rado, contribuisce ad innescare un circolo vizioso fatto di vergogna e sensi di colpa, poiché i frutti estetici di questo disturbo risultano molto ben visibili ad occhio nudo, e possono rendere imbarazzante e difficile anche una cosa normalissima come mettersi in costume, o indossare magliette e pantaloncini corti.

cliomakeup-dermatillomania-trattamenti-cure-cicatrici (15)

Ragazze, non abbiamo ancora terminato! Nella pagina successiva vi diremo quali sono i trattamenti usati più di frequente per migliorare e risolvere la dermatillomania, e di un’iniziativa social mirata a togliere lo stigma da questa condizione e a diffondere informazione! Andate a pagina 2 per scoprire di che cosa si tratta!

9 COMMENTI

  1. Non ne avevo mai sentito parlare sinceramente… Dev’essere un disturbi molto invalidante, anche perché si rovinano letteralmente! Comunque io mangio le unghie D: anche se alterno periodi in cui lo faccio a periodi che non lo faccio. Adesso le sto facendo crescere ma è dura e non sono spiegare il perché.

  2. Be’ be’, non proprio a questi livelli ma un pochino credo di soffrirne. Ha anche un nome, wow! Ho le gambe con microcrosticine, se ho una crosta da qualunque parte cerco di valutare se possa essere tolta o meno ma a volte la gratto impunemente. Ho un po’ la fissa dei pori ostruiti o peli incarniti…
    Ad esempio, mangiare le unghie o le pellicine assolutamente non l’ho mai fatto, neanche all’asilo.

  3. io ho la mania di mangiucchiarmi l’interno delle labbra e delle guance quando sento qualche pellicina e poi continuo e continuo… a volte mi creo delle piccole lesioni interne alla bocca che mi fanno anche male. Noto che lo faccio quando sono stressata, altrimenti riesco benissimo a non farci caso e non mi viene neanche da cercare questo genere di “sfogo”. Sulla pelle esterna di braccia o gambe o viso no per fortuna, non ho mai infierito.

  4. Credo di soffrire in modo lieve di questo disturbo perchè mi stuzzica spesso le braccia che hanno un po’ di brufoletti e anche le spalle…ho notato che se sono in ansia oppure ho avuto una giornata difficile lo faccio di più. Ora sto cercando di non toccarmi e anche se è difficile sta andando molto meglio. Voglio evitare di lasciarmi cicatrici. Io lo vedo più come un brutto vizio che come disturbo vero e proprio ma alla fine è la stessa cosa

  5. Grazie per aver trattato l’argomento, in casa c’è qualcuno che ne soffre e c’è davvero tanto bisogno di divulgazione.

    P.s. #whatswithurskin è l’hashtag più corretto su Twitter 😉

  6. Io non penso di essere a livello patologico, però mi stuzzico un qualsiasi brufoletto, punto nero, poro dilatato, bollicina fino a farli diventare bordeaux ahah poi mi arrabbio per i segni che mi lascio, ma non riesco a smettere!

  7. Non ero a conoscenza di questo tipo di disturbo/patologia…..mi ha fatto impressione vedere certe fotografie e sono d’accordo sul fatto che bisogna parlarne ed è giusto farlo perchè è giusto approfondire quello che non si conosce. Grazie per il post.

  8. Io ne soffro, purtroppo, da anni.. Mi rendo conto che lo faccio quando sono sotto stress, da sola, mentre studio… 🙁 mi ha lasciato cicatrici e macchie dovunque e ora che esce il sole mi vergogno tantissimo 🙁

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here