Crema solare per abbronzarsi: è possibile?

  1. La crema solare non solo è perfetta per evitare le scottature e l’invecchiamento cutaneo, ma è anche necessaria per prevenire l’insorgenza di gravi conseguenze dei raggi UV come il cancro alla pelle.
  2. Una domanda che, però, molte persone si fanno a riguardo è: “Ma con la crema solare ci si abbronza?”.
  3. Non conoscendo la risposta a questo quesito, purtroppo in molti, temendo di prendere il sole “a vuoto”, rinunciano a proteggere la pelle con l’applicazione di questo prodotto.
  4. Questo porta ad un comportamento errato, poiché la crema solare ha componenti strategiche che fanno in modo di proteggere la pelle, non bloccando però completamente i raggi solari.

cliomakeup-ma-con-la-crema-solare-ci-si-abbronza-14

Nel post di oggi, allora, voglio aiutarvi a fare chiarezza, non solo riguardo al rapporto che c’è tra crema solare ed abbronzatura, ma anche su come questa crema funziona e quale tipo di accorgimenti si devono prendere per permetterle di operare al meglio. Siete curiose, bellezze, di scoprire di che cosa si tratta? Allora 3, 2, 1…vai col post!

MOMENTO SUPER QUARK: COME FUNZIONANO LE CREME SOLARI?

Innanzitutto, una crema solare è generalmente composta da due parti fondamentali, ossia gli ingredienti attivi e l’emulsione. I primi sono i responsabili del funzionamento del prodotto e si dividono in due categorie, ovvero gli assorbenti di UV, ed i riflettori UV. Gli assorbenti di UV sono delle sostanze chimiche che assorbono le radiazioni UV e che le convertono ad un livello di calore molto basso.

cliomakeup-ma-con-la-crema-solare-ci-si-abbronza-3

Questo piccolo effetto collaterale passa inosservato nel 99% dei casi, ma una piccola parte di persone dalla pelle particolarmente delicata non ama mettere la crema solare proprio perché genera in loro una fastidiosa sensazione di calore.

cliomakeup-ma-con-la-crema-solare-ci-si-abbronza-12

In ogni crema solare si trovano ingredienti attivi ed emulsione

Queste sostanze chimiche sono anche chiamate “organiche” perché contengono atomi di carbonio, una base per tutta la materia organica. Alcune di esse assorbono parte dello spettro UVB, il principale responsabile delle scottature e che contribuisce ad incrementare il rischio di sviluppare il cancro alla pelle.

cliomakeup-ma-con-la-crema-solare-ci-si-abbronza-8

Altre, invece, assorbono parte dello spettro UVA che, secondo recenti ricerche, ha delle lunghezze d’onda che non solo riescono a penetrare negli strati più profondi della pelle, ma aumentano ancora di più il rischio di cancro in essa, compromettendo la risposta immunitaria ai danni del DNA. Dunque, per questo motivo, è decisamente meglio usare una protezione solare ad ampio spettro, che tutela la pelle sia dai raggi UVB, che dai raggi UVA!

cliomakeup-ma-con-la-crema-solare-ci-si-abbronza-13

I RIFLETTORI UV E L’EMULSIONE

I riflettori uv sono composti da ossidi

I riflettori UV, invece, sono fatti principalmente di ossidi, come quelli di zinco e di titanio, che disperdono ed assorbono le radiazioni UV. Di solito nelle protezioni solari -anche quelle da supermercato- c’è sempre più di un ingrediente attivo (in alcuni casi più di sei) assieme all’emulsione, ossia la lozione (o la crema, l’olio, la spuma o il gel, e chi più ne ha, più ne metta) che li “trasporta”.

cliomakeup-ma-con-la-crema-solare-ci-si-abbronza-11

L’emulsione è altrettanto importante, perché fa in modo di preservare gli ingredienti chiave che proteggono la pelle dal sole, e li aiuta anche a farli resistere meglio all’acqua. E che dire dell’odore e della sensazione che danno al prodotto quando è messo sulla pelle? Insomma, ogni componente è importante!

cliomakeup-ma-con-la-crema-solare-ci-si-abbronza

Bellezze, il bello deve ancora arrivare: ma con la crema solare ci si abbronza sì o no? E l’SPF che cos’è, e come funziona? Vi risponderò a questo e ad altri dubbi a pagina 2!