Dire shampoo e balsamo è davvero come dire pappa e ciccia, è difficile pensare a una wash routine eliminando uno dei due prodotti. Spesso però, questi prodotti non sono sufficienti per conferire la giusta idratazione alla chioma, ecco che viene in nostro aiuto un altro prodotto, il leave in conditioner, ovvero il balsamo senza risciacquo. 

È l’ideale per chi ha i capelli molto secchi e necessita di un nutrimento in più o per chi avendo una chioma molto sottile, preferisce un prodotto dalla texture leggera. Oggi vorrei proprio portarvi nell’universo del balsamo senza risciacquo, vedere insieme come utilizzarlo al meglio e qualche prodotto che potrebbe essere interessante. Se siete curiose bellezze, continuate a leggere il post!

ClioMakeUp-leave-in-conditioner-1.gif

Tutte le gif sono prese da giphy.com

CHE COSA SI INTENDE CON LEAVE IN CONDITIONER 

Sappiamo tutte, che una routine ideale per il lavaggio dei nostri capelli, si basa fondamentalmente su due step. Il primo è lo shampoo, ovvero il lavaggio con un prodotto specifico per le nostre necessità, che va a pulire i capelli e la cute. Il secondo è il balsamo.

ClioMakeUp-leave-in-conditioner-2-lavello.gif

Lo scopo di questo prodotto è di nutrire, idratare e ammorbidire il capello, aiutandoci anche nel districare i nodi. Dopo averlo applicato si procede al risciacquo. Esiste poi un altro prodotto che prende il nome di leave in conditioner, ovvero letteralmente: balsamo che si lascia sù.

ClioMakeUp-leave-in-conditioner-3-balsamo.jpg

Il leave in, è un prodotto, che ha le stesse caratteristiche e funzioni del balsamo, ovvero nutre, idrata e rende il capello più morbido e setoso. Contrariamente a quest’ultimo però, non richiede di essere risciacquato, anzi una volta applicato è necessario lasciarlo in posa, se così vogliamo dire, affinché penetri al meglio nelle fibre svolgendo il suo compito.

UNA PERFORMANCE FAVOLOSA GRAZIE A UN’APPLICAZIONE TOP!

Dopo aver lavato i nostri capelli e aver lasciato in posa e risciacquato il balsamo, tamponiamo i nostri capelli. Dopo di che possiamo procedere con il passaggio del leave in conditioner.

ClioMakeUp-leave-in-conditioner-4-shampoo.gif

Per permettere al prodotto di eseguire il suo lavoro al meglio, è importante applicarlo correttamente. Spesso tendiamo a stringere i capelli nella mano e dopo averli strizzati applichiamo i vari prodotti idratanti sulle lunghezze. Niente di più sbagliato! Infatti, se facciamo così, il prodotto resta soltanto sulla superficie esterna, non penetrando nel resto dei capelli.

ClioMakeUp-leave-in-conditioner-5-megan-fox.gif

Come fare dunque? Lo step ideale consiste nel dividere i capelli in più parti, applicando poi il prodotto ciocca per ciocca su tutte le lunghezze. Impiegheremo si più tempo, ma permetteremo al prodotto di andare in profondità e di lavorare meglio.

ClioMakeUp-leave-in-conditioner-6-applicazione.gif

Credits: naturallycurly.com

L’UTILIZZO DEL LEAVE IN CONDITIONER DOPO LA DOCCIA? SI, MA NON SOLO! 

Abbiamo appena visto insieme che il leave in conditioner, è un passaggio in più che si aggiunge alla nostra hair wash routine. Dopo averlo applicato potremo quindi procedere all’asciugatura, all’applicazione di prodotti con un’azione di finish.

ACCONCIARE I CAPELLI RISULTERÀ PIÙ FACILE

Il wash day però non è l’unico giorno nel quale possiamo utilizzare il nostro balsamo senza risciacquo. Essendo di base un prodotto con un’azione nutriente e idratante possiamo applicarlo tranquillamente tutti i giorni, per rendere morbida e gestibile la nostra chioma.

ClioMakeUp-leave-in-conditioner-7-curly-hair.jpg

Credits: @mynaturalsistas

L’applicazione che suggerisco è la stessa di quando abbiamo il capello umido. Dividiamo in ciocche e applichiamo su tutte le lunghezze, un lieve massaggio per coadiuvare il tutto e dopo di che possiamo procedere nel pettinare i nostri capelli.

ClioMakeUp-leave-in-conditioner-8-applicazione-spary.jpg

Nel caso aveste capelli riccissimi o afro il leave in conditioner potrebbe essere per voi davvero una manna dal cielo. Rende infatti i capelli più morbidi e gestibili e qualora voleste pettinarli riuscireste a farlo senza vedere le stelle! Eheh!

ClioMakeUp-leave-in-conditioner-9-nodi.gif

Per chi ha i capelli sottili l’utilizzo del balsamo senza risciacquo risulta di gran lunga preferibile all’olio. Quest’ultimo infatti su una chioma sottile rischierebbe di ricreare un effetto unto, mentre un leave in conditioner dalla texture leggera, ha la prerogativa di idratare senza ungere. 

ClioMakeUp-leave-in-conditioner-10-capelli-setosi.gif

Bellezze! Nella prossima pagina vedremo qualche balsamo senza risciacquo per i capelli biondi, sfibrati e molto secchi! Se siete curiose, continuate a leggere il post!!