#3 URBAN DECAY BORN TO RUN

cliomakeup-prima-palette-urban-decay-born-to-run.jpg

Urban Decay, Born To Run Palette. Prezzo: 53,50€ su Sephora.it

Anche la palette Born to Run di Urban Decay è tra i nostri must-have! La cosa che ci ha colpito è sicuramente la sua formula particolare, che fa si che la texture dell’ombretto sia molto vellutata, facilmente sfumabile, e dalla lunga durata!

 

cliomakeup-prima-palette-urban-decay-born-to-run1.jpg

La palette è un’ottima alternativa per chi cerca un prodotto che contenga sia colori più semplici e basici, con tante nuance di transizione. Al suo interno contiene anche molte tonalità nude che possono essere usate per creare make sobrio.



Infine al palette al suo interno include anche tonalità più particolari per creare dei look super originali, come: rossi accesi, delle splendide tonalità di blu, e dei bellissimi fucsia!

cliomakeup-prima-palette-urban-decay-born-to-run2.jpg

Non è strepitoso il look realizzato dalla nostra Silvia?

La pigmentazione è ottima, e non abbiamo riscontrato problemi di fall out, il che è davvero ottimo, soprattutto se siete agli inizi perché evita che possiate fare dei disastri sporcandovi il viso. Insomma, noi ve la consigliamo al 100%!

cliomakeup-prima-palette-urban-decay-born-to-run3.jpg

Il look realizzato da Silvia, non è meraviglioso?

Per tante altre chicche beauty, segreti e metodi particolari per truccarsi, leggete questi post!

1) COME APPLICARE L’EYE-LINER? I MIEI 4 METODI INFALLIBILI!

2) COME FARE UNO SMOKEY-EYES: 7 STEP PER UN TRUCCO PAZZESCO

3) ABC DEL MAKE UP, ECCO COME APPLICARE IL FONDOTINTA!

cliomakeup-prima-palette-gif1.gif

Bellezze, cosa ne pensate di queste bellissime palette! A noi piacciono davvero tantissimo, e crediamo siano adatte a tutte le ragazze che stanno scoprendo il makeup. Avete mai provato la Sweet Peach o la Norvina? Fateci sapere tutto nei commenti e diteci che tipo di beauty look preferite! Un bacio dal TeamClio💋!

14 COMMENTI

  1. Ragazze qualcuna di voi ha provato la shade and light in versione shimmer di KVD?
    Sarei interessata a prenderla insieme alla norvina ma ho letto pareri contrastanti.
    Grazie in anticipo per la risposta

  2. Forse intendevate dire Palette complete? Per una alle prime armi che non sa truccarsi non la vedrei con colori bizzarri come quelli della Norvina o peggio quella di Kat Von D… La Sweet Peach ci sta, ma le altre secondo me mica tanto… Ci starebbero di più le Naked a mio parere…

  3. concordo!
    a parte le naked (la 1 in particolare, l’ho scritto anche io), di KVD al massimo avrei inserito o la Shade+Light grande oppure ancora meglio quella “piccola”, in versione 4 colori..

  4. Aggiungerei la First Love di ClioMakeUpShop facile da utilizzare ottima qualità e sfumabilità e colori che non fanno macchia!

  5. Io per una principiante consiglio anche le palettine di Makeup Revolution!costano poco, il rapporto con la qualità è ottimo e si può iniziare ad imparare cosa più ci piace senza spendere una fortuna

  6. Mi piacciono la Born to Run e la Chocolate Bar… Poi in effetti alle ABH x chi inizia appena a truccarsi, preferisco First Love di ClioMakeUp … X il low cost le palette Revolution e quelle con le collaborazioni delle You Tubers mi sembrano molto valide rapportate al prezzo

  7. Perdonami Clio, ma non sono molto d’accordo con te sul considerare la Norvina di ABH una palette adatta alle principianti, e per questi motivi:
    1) le cialde sono molto pigmentate, l’effetto macchia per chi non sa padroneggiare i pennelli/centellinare le polveri è dietro l’angolo.
    2) le cialde fanno fall-out, ci vogliono delle accortezze per evitare di ritrovarsi con la base compromessa dalla polvere, tipo truccarsi prima gli occhi e poi il viso, spruzzare del fissante sui pennelli prima di prelevare il colore dalle cialde, eccetera.
    Temo che una quindicenne che stia iniziando a truccarsi con la Norvina farebbe pasticci.
    Meglio palette più tranquille, come le varie Naked della UD.

  8. La mia prima palette se non ricordo male è stata la All About Greys di Essence, prezzo piccolo e buona qualità. Il problema era che non avevo i pennelli adatti XD
    Anni dopo mi è stata regalata la Naked 2, quindi mi sono attrezzata e ho imparato a fare degli smokey scuri come piacciono a me, ma non troppo appariscenti. Ho cominciato a introdurre gradualmente colori più accesi come borgogna, viola e rosso, fino ad arrivare alle ultime 2 new entries: la glitterosa Ocean Jewels di Becca e la Born to Run di UD <3
    Le palette di Kat mi hanno sempre attratta molto, ma il motivo per cui non le ho acquistate è che ci sono colori che decisamente non userei.

  9. Ricordo che i miei primi ombretti sono stati all’inizio un quad o un trio di non ricordo cosa (molto probabilmente preso al mercato) che andava dal bianco al nero. una cosa teribbile XD Poi mi sono “evoluta” e ho preso su ebay una sorta di palette 88 colori che ho sfruttato da morire per anni! Mi ricordo ancora quanto mi sono arrabbiata con mia sorella quando me l’ha fatta cadere e alcune cialdine mi si sono distrutte!! O_O
    Poi ho iniziato a lavorare, ho avuto un po’ più di soldi nel portafogli e mi sono regalata la Naked!

  10. Delle palette citate possiedo solo la sweet Peach, che ho rivalutato però non reputo di qualità eccelsa. I neutri sono belli scriventi, ma altri ombretti sono poco pigmentati, trasparentini… Insomma bisogna lavorarci un po’! La Norvina mi attrae come selezione di colori, ma alcuni lamentano che la formula non sia facilissima da usare. Comunque adesso chi inizia a truccarsi è molto più avvantaggiato di quando ho iniziato il, dieci anni fa. A quei tempi, per le new entry, c’erano praticamente solo quelle terribili palettine di Pupa e Deborah che con ombretti non scrivevano niente e terribili gloss perlati. Ora invece c’è una scelta molto più vasta!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here