Come sentirsi sazi più velocemente e più a lungo?

  1. La sensazione di fame e sazietà è regolata da fattori ormonali, nervosi e chimici.
  2. Mangiare alimenti ricchi di fibra aiuta a sentirsi sazi più a lungo.
  3. Proteine di qualità a grassi buoni promuovono la sazietà.
  4. È importante limitare gli zuccheri semplici, che causano il “picco glicemico” che porta ad avere fame poco dopo aver mangiato.
  5. Mangiare lentamente e masticare a lungo sono due comportamenti che aiutano a sentirci più sazie.
  6. Bere acqua a sufficienza è utile a far diminuire la fame.

cliomakeup-come-sentirsi-sazi-fame-1La sazietà non è legata alle calorie, anzi. Spesso i cibi più calorici sono anche quelli meno sazianti, e si rischia di avere nuovamente fame poco dopo averli mangiati. E allora come sentirsi sazi più a lungo? La dott.ssa Anna Gerbaldo ci spiega tutti i trucchi per evitare di avere fame poco dopo aver mangiato. Iniziamo!

LA REGOLAZIONE DI FAME E SAZIETÀ

La sensazione di fame e sazietà è regolata da diversi fattori: ormonali, nervosi e chimici.
La regolazione dell’assunzione di cibo avviene nell’ipotalamo, una regione del cervello dove sono presenti il centro della fame e il centro della sazietà.

cliomakeup-come-sentirsi-sazi-ipotalamo-2

FAME E SAZIETÀ VENGONO REGOLATI A LIVELLO DELL’IPOTALAMO

Questi due centri ricevono segnali oressizanti (che stimolano l’appetito) e anoressizanti (che invece stimolano la sazietà). Questi segnali possono essere portati da ormoni, stimoli chimici e fisici tutti strettamente correlati tra loro.

PERCHÉ VIENE FAME?

 

cliomakeup-come-sentirsi-sazi-fame-3A livello ormonale, la grelina, che viene prodotta dallo stomaco durante il digiuno, stimola l’appetito e favorisce l’assunzione di cibo. Un altro fattore che porta all’assunzione di cibo è l’ipoglicemia.

PERCHÉ CI SI SENTE SAZI?

cliomakeup-come-sentirsi-sazi-sazietà-4.jpgLa sazietà è una sensazione che vien provocata da segnali nervosi evocati dalla masticazione, dal riempimento dello stomaco e dall’aumento dell’attività del fegato.

A livello ormonale, la CCK prodotta nell’intestino all’arrivo di cibo nello stomaco e il peptide YY che viene prodotto dopo un pasto (soprattutto se ricco di grassi), stimolano il senso di sazietà e inibiscono l’appetito. Infine, l’aumento della concentrazione di nutrienti (in particolare il glucosio) nel sangue, e di conseguenza l’aumento dell’insulina, partecipano ad innescare la sazietà.

COSA SONO I “CRAMPI DA FAME”?

cliomakeup-come-sentirsi-sazi-crampi-fame-5.jpgIl sistema gastrointestinale presenta un’attività motoria ciclica non solo dopo un pasto (per i processi digestivi) ma anche se si è a digiuno, responsabile dei cosiddetti “crampi da fame“. Questa attività viene risvegliata dall’aumento della concentrazione del sangue di un ormone, la motilina, che si verifica durante il digiuno.

Volete scoprire come essere sazi più a lungo? E i 6 trucchetti utilissimi della nostra dietista? Allora girate a pagina 2!