Saper leggere l’etichetta dei prodotti cosmetici è molto importante, ma purtroppo niente affatto semplice. Spesso infatti i caratteri sono molto piccoli e scritti con un linguaggio tecnico difficile da comprendere per chi non è del settore.

Imparare a capire l’INCI è molto importante perchè ci permette di conoscere tutti gli ingredienti contenuti nei prodotti che solitamente utilizziamo o che vorremmo acquistare. Nel post di oggi abbiamo quindi pensato di parlarvi di come leggere l’INCI, una guida semplice, ma molto utile per poter fare acquisti più consapevoli. È proprio questo il post che stavate aspettando? Allora iniziamo subito!

cliomakeup-come-leggere-inci-1-copertina

Credits: @ehabitat.it

CHE COS’È L’INCI?

Prima di tutto è molto importante capire che cos’è l’INCI. L’acronimo sta per International Nomenclature Cosmetic Ingredients ed è la denominazione internazionale utilizzata per indicare in etichetta tutti gli ingredienti presenti all’interno di un prodotto cosmetico.

cliomakeup-come-leggere-inci-3-esempio-inci

Credits: @lifegate.it

Di recente questa parola è diventata di uso abbastanza comune, ma in realtà esiste dal 1997, anno in cui l’INCI è stato introdotto in Europa dalla Decisione 96/335/CE, aggiornata poi dalla Decisione 2006/257/CE, al fine di “identificare le sostanze con la stessa denominazione in tutti gli Stati membri in modo da permettere ai consumatori di riconoscere facilmente gli ingredienti”.

cliomakeup-come-leggere-inci-4-comunita-europea

Credits: @officinaitalica.it

La nuova edizione riporta più di 17.000 nomi INCI che hanno un rimando a circa 65.000 nomi commerciali e circa 3.800 produttori di materie prime di 98 Paesi.

L’ORDINE DEGLI INGREDIENTI CONTENUTI NON È CASUALE

La lista degli ingredienti deve essere riportata preceduta dalla parola “Ingredienti” o “Ingredients”. È importantissimo sapere che l’ordine non è causale, ma decrescente di peso fino all 1%, percentuale sotto la quale le sostanze possono essere indicate in ordine sparso.

cliomakeup-come-leggere-inci-2-ingredienti

LE PRIME SOSTANZE SONO QUELLE PRESENTI IN MAGGIOR QUANTITÀ

In parole semplici il primo ingrediente dell’elenco è quello presente in maggiore quantità. Se, per esempio, la pubblicità di una crema riporta che quest’ultima è a base di camomilla, ma il nome di questo ingrediente è riportato tra gli ultimi, evidentemente non è così.

IL PREZZO ALTO NON È SINONIMO DI ALTA QUALITÀ

Molte persone sono portate erroneamente a pensare che il prezzo elevato di un prodotto cosmetico sia sempre segno di alta qualità. Alcuni studi condotti su gruppi di donne alle prese con creme costose o economiche, di cui non conoscevano il prezzo, hanno messo in luce che quelle convinte di utilizzare le più costose fossero davvero più soddisfatte delle altre. Eppure, facendo in seguito esami dermatologici obiettivi, il risultato era molto simile per tutte.

cliomakeup-come-leggere-inci-5-packacking

Credits: @pibiplast.com

Questo è un caso emblematico che dimostra quanto la confezione, il packaging e la pubblicità possano influenzare il giudizio del consumatore.

cliomakeup-come-leggere-inci-6-comparazione-creme

È NECESSARIO CONOSCERE IL LINGUAGGIO UTILIZZATO PER DENOMINARE GLI INGREDIENTI

I nomi presenti negli INCI variano secondo la categoria di sostanze considerate. Gli ingredienti di uso comune sono registrati con il sostantivo, generalmente in latino, con cui sono elencanti sul dizionario ufficiale di sostanze di uso farmaceutico, la Farmacopea Europea.

cliomakeup-come-leggere-inci-7-nome-ingredienti

Credits: @ecobiorevolution.it

Le sostanze chimiche sintetiche, così come i derivati vegetali che hanno subito una trasformazione chimica, vengono indicati con il nome tecnico in inglese. I derivati vegetali che non hanno subito altri trattamenti oltre l’estrazione vengono indicati con il nome botanico latino della pianta di origine, eventualmente seguito dal tipo di estratto e dalla parte di pianta da cui sono ottenuti, entrambi riportati in inglese.

cliomakeup-come-leggere-inci-10-esempio-ingredienti

Credits: @djocom.com

Per esempio l’olio di mandorle dolci è indicato come “prunus amygdalus dulcis oil”, mentre l’estratto della noce del karitè viene indicato come “Butyrospermum parkii nut extract”.

cliomakeup-come-leggere-inci-11-lente-ingrandimento

Ragazze, non abbiamo ancora finito! A pagina 2 vi spiegheremo come differiscono le formulazioni in base al tipo di prodotto, scopriremo quali sono gli ingredienti posti solitamente alla fine dell’INCI e parleremo dell’importanza della scelta consapevole!