Indietro
Prossimo

TEST & TRICKS

Prima di mostrarvi questo correttore Benefit in azione ecco le immagini delle occhiaie al naturale. Si tratta di un tipo di discromia leggero, leggermente blu nella parte interna dell’occhio.

cliomakeup-recensione-correttore-benefit-boi-ing-hydrating-concealer-10Occhiaia al naturale, fotografia realizzata con luce naturale.

cliomakeup-recensione-correttore-benefit-boi-ing-hydrating-concealer-11Occhiaia al naturale, fotografia realizzata con luce artificiale.

La texture di questo Boi-ing Hydrating Concealer è particolarmente adatta per chi ha un contorno occhi secco. La parte idratante dello stick infatti aiuta molto.

cliomakeup-recensione-correttore-benefit-boi-ing-hydrating-concealer-12Benefit Boi-ing Hydrating Concealer in 01 Light, fotografia realizzata con luce naturale.

cliomakeup-recensione-correttore-benefit-boi-ing-hydrating-concealer-13Benefit Boi-ing Hydrating Concealer in 01 Light, fotografia realizzata con luce artificiale.

Ovviamente non si tratta di un correttore super coprente ma riesce a rendere la zona immediatamente più luminosa. Una volta steso non si “asciuga” e, per questo motivo, se volete una durata prolungata, vi consigliamo di stendere un velo di cipria.

cliomakeup-recensione-correttore-benefit-boi-ing-hydrating-concealer-14Pelle al naturale, fotografia realizzata con luce naturale.

cliomakeup-recensione-correttore-benefit-boi-ing-hydrating-concealer-15Pelle al naturale, fotografia realizzata con luce artificiale.

È un correttore adatto a tutti? Sicuramente no. Lo consigliamo a chi non ha necessità di coprire discromie evidenti ma è in cerca di un prodotto di facile applicazione che aiuti semplicemente a rendere la zona delle occhiaie un po’ più fresca e riposata.

cliomakeup-recensione-correttore-benefit-boi-ing-hydrating-concealer-16Benefit Boi-ing Hydrating Concealer in 01 Light, fotografia realizzata con luce naturale.

cliomakeup-recensione-correttore-benefit-boi-ing-hydrating-concealer-17.jpgBenefit Boi-ing Hydrating Concealer in 01 Light, fotografia realizzata con luce artificiale.

È l’ideale per chi non ama il trucco troppo marcato e magari necessita di pochi ritocchi sul viso. Ad ogni modo, se volete intensificare la pigmentazione del prodotto, potete sempre prelevare il pigmento con le dita, evitando la parte di stick idratante: così facendo riuscirete ad avere una coprenza maggiore. La durata, in generale, è discreta.

TIPS & TRICKS

Avete delle occhiaie marcate ma anche una zona perioculare piuttosto secca? In questo caso, se volete utilizzare dei correttori particolarmente coprenti ma tendenzialmente secchi, vi consigliamo di stendere prima un primer levigante. Meglio optare però per quelli anti-age in quanto più idratanti rispetto a quelli classici.

C’è da dire però che la miglior “cura” è una buona skincare: il costante utilizzo del contorno occhi aiuta a mantenere la zona idratata e non si rischia il temuto effetto “cakey”. Provate anche ad applicare le maschere, sono trattamenti d’urto che aiutano molto in situazioni di emergenza!

Fermi tutti, non abbiamo ancora finito! Passate alla prossima pagina per leggere la conclusione e le considerazioni finali su questo correttore idratante!

Indietro
Prossimo

4 COMMENTI

  1. A me Benefit attira tantissimo per il packaging. Tempo fa producevano ombretti in crema che erano un amore, belli da vedere nella confezione, belli da vedere applicati, duravano intatti da mattina fino a sera, con qualsiasi clima… costavano parecchio, ma valevano ancora di più. Ovviamente sono fuori produzione.
    I prodotti che propongono adesso mi sembrano solo inutilmente costosi.
    Vedi questo correttore. 25 Euro per un prodotto ottimo per chi non ha occhiaie da nascondere? Rimango perplessa…

  2. Di Benefit ho il pottino per le sopracciglia e mi trovo parecchio bene! 🙂 E avevo provato la minitaglia del Roller Lash. Uno dei mascara migliori che abbia mai provato!
    Mi ha sempre attirata la Hula e i loro blush… hanno un packaging meraviglioso *w*

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here