Lui e lei sono una coppia e si amano, ma entrambi hanno una relazione amorosa consenziente con un’altra donna. No, non è un film di Woody Allen. Mai sentito parlare di poliamore? Con questo neologismo si indica una pratica sempre più in ascesa, anche in Italia.

Entrato nell’Oxford English Dictionary nel 2006 e introdotto anche nel Treccani, viene definito dal primo come: “La filosofia o lo stato dell’essere innamorati o romanticamente coinvolti con più di una persona allo stesso tempo“, e dal secondo come una: “relazione amorosa consensuale caratterizzata dal fatto che ogni partner può avere contemporaneamente più rapporti d’amore“. Si tratta dunque di una forma di relazione non monogama, ma non si tratta neanche di poligamia, quella pratica sociale e culturale che accetta il matrimonio con più individui del sesso opposto.

Per chi pratica il poliamore ogni persona può avere più di una relazione amorosa e/o sessuale con il consenso esplicito di tutti i partner coinvolti. Volete approfondire con noi questa tematica? Allora continuate a leggere il post.

cliomakeup-poliamore-film-love-1

Scena tratta dal film “Love”

BREVE STORIA DEL POLIAMORE

Come anticipato, con il termine “poliamore” si indica una forma di relazione non monogama ed è stato coniato in primis da Morning Glory Zell-Ravenheart, che aveva parlato di “relazione poliamorosa” nel suo articolo “A Bouquet of Lovers”, pubblicato nel 1990. A lei è seguita Jennifer Wesp, che nel 1992 aveva creato su Usenet (una rete mondiale di server interconnessi) il gruppo di discussione alt.polyamory.

Scena tratta dal film The Dreamers

Sempre in quegli anni l’educatrice sessuale Janet W. Hardy e la psicoterapeuta Dossie Easton, iniziano a lavorare a un libro incentrato sulla non-monogamia. Entrambe si definivano queer, cioè senza etichette per il loro orientamento sessuale, e poliamorose ed erano già autrici di due libri dedicati alle pratiche sessuali “stravaganti”.

poliamore

Credits: @PolyamoreInTheMedia

Ad oggi, il concetto di poliamore non è più così legato a una sottocultura anticonformista. Sembra infatti che i millennials siano più inclini a questa “fluidità” relazionale.

cliomakeup-poliamore-pupo-moglie-companga

Pupo ha sposato la moglie Anna nel 1974, mentre la compagna Patricia è al suo fianco da più di 25 anni. Credits: @iodonna.it

In tantissimi sostengono che la vera natura dell’essere umano sia quella di amare più persone contemporaneamente e che la monogamia sia un’imposizione della società, che considera invece la non-monogamia già presente da millenni in altre culture, una pratica alternativa e libertina. Ma si tratta di qualcosa di più complesso.

cliomakeup-poliamore-film-the-dreamers-2

Scena tratta dal film The Dreamers

LA POSSIBILITÀ DI AVERE PIÙ RELAZIONI INTIME

Il poliamore viene molto criticato, ma c’è chi critica anche la monogamia, sostenendo che la maggior parte delle persone siano monogame perché lo impone la società. Non bisognerebbe giudicare le scelte degli altri, ma accettarle o perlomeno cercare di comprenderle.

cliomakeup-poliamore-monogamia

Credits: @ccnchile.com

È normale che un individuo voglia amare per tutta la vita solo un’altra persona, allo stesso tempo però, non va criticato chi sceglie il contrario; così come in generale, non si dovrebbero giudicare filosofie e stili di vita differenti. La monogamia è una scelta, così come lo è la non-monogamia.

cliomakeup-poliamore-film-basta-che-funzioni

Scena tratta dal film “Basta che funzioni”

NEL POLIAMORE TUTTI I PARTNER SONO AL CORRENTE DELLE VARIE RELAZIONI IN CORSO

Se infatti da un lato la maggior parte delle persone sceglie un rapporto monogamo, dall’altra ci sono persone che sentono il bisogno di avere più relazioni intime contemporaneamente. E non si intendono scappatelle, relazioni sessuali extraconiugali, né di tradimenti; si parla infatti anche di poligamia (o non-monogamia) etica, in quanto la condizione necessaria del poliamore è che tutti i partner coinvolti siano al corrente e approvino la scelta.

cliomakeup-poliamore-disegno-poliamore

Credits: @cosmopolitan.com

Il poliamore ha caratteristiche ben precise. Essere poliamorosi non vuol dire “fare ammucchiata” ed essere libertini. Girate pagina per scoprire di più.