ANASTASIA SOARE E IL FUTURO DELLE SOPRACCIGLIA

TeamClio: “Grazie al suo salone è diventata la regina delle sopracciglia. Essendo estetista non ha mai pensato di indirizzarsi verso trattamenti come il microblading, molto di tendenza oggi, o ha sempre preferito ridefinire lo sguardo delle persone attraverso il makeup? C’è mai stato un momento in cui ha pensato di sperimentare tecniche più permanenti?”

Anastasia Soare: “Vent’anni fa circa ho partecipato a un corso per imparare a fare il tatuaggio alle sopracciglia. Ho capito che questa tecnica non mi piace perché il colore con il tempo cambia. Una delle ragazze del mio Team, per esempio, anni fa aveva fatto un tatuaggio per le sopracciglia molto scuro che con il tempo è diventato viola.

cliomakeup-anastasia-beverly-hills.intervista-11-tatuaggio-cambiamento-colore

Credits: @gemmakennelly.co.uk

Adesso quindi è necessario coprirlo con il makeup ed è molto difficile farlo bene. Quando il colore cambia bisogna necessariamente utilizzare dei prodotti di makeup molto scuri per coprire il tatuaggio. Proprio per questo non sono una grande fan delle tecniche permanenti.”

ANASTASIA PREFERISCE UN RISULTATO NATURALE RISPETTO A UNO TROPPO ARTEFATTO

TC: “Recentemente abbiamo visto un nuovo trend dalla Russia, un trattamento di laminazione che crea un effetto molto ordinato delle sopracciglia. Qual è la sua opinione a riguardo?”

cliomakeup-anastasia-beverly-hills.intervista-12-trend-russia

Credits: @veronica.rich.londonlashpro


AS: “Con questo trattamento le sopracciglia appaiono molto dritte. Penso invece che i peletti debbano essere incurvati, in modo tale da seguire la forma naturale dell’arco. Personalmente non mi piace quando le sopracciglia sono troppo dritte, prediligo le forme naturali”.

cliomakeup-anastasia-beverly-hills.intervista-13-curvatura

Credits: @anastasiabeverlyhills

TC: “Crede che i clienti siano sempre più in cerca di un risultato permanente o siano ancora innamorati del makeup e dell’effetto camaleontico che può avere?”

AS: “Come dicevo prima, il problema principale delle soluzioni permanenti è che il colore cambia, quindi è necessario in ogni caso utilizzare il makeup per coprirlo.

cliomakeup-anastasia-beverly-hills.intervista-14-risultato-naturale

Credits: @glitterowo

Le sopracciglia si trovano al centro del viso, quindi il cambiamento del colore è molto evidente, non come quello di un qualsiasi tatuaggio sul corpo. Penso che per ottenere un risultato naturale sia meglio utilizzare il makeup. Questa naturalmente è la mia opinione personale, ognuno deve sentirsi libero di scegliere in base alle proprie esigenze.”

SECONDO ANASTASIA È FONDAMENTALE AMARE IL PROPRIO LAVORO

TC: “Oggi è la Festa della Donna. Data l’occasione vorremmo chiedere se c’è qualche consiglio che può dare alle giovani che vogliono iniziare una propria attività. Qual è il segreto per un business di successo come il suo che l’ha portata ad avviare una partnership con Sephora? La passione e il duro lavoro sono sufficienti o bisogna avere anche un po’ di fortuna ed essere al momento giusto nel posto giusto?”

AS: ”Prima di tutto, per qualsiasi carriera che si voglia intraprendere, è necessario lavorare molto. Se non si ha la passione il lavoro diventa molto più duro. Ogni giorno infatti è una nuova sfida, quindi amare il proprio lavoro è fondamentale per tornare a casa felici e per affrontare ogni giornata con la stessa passione e tenacia. La cosa più importante quindi è amare ciò che si fa. Personalmente penso che le donne amino il makeup: il trucco ci aiuta a sentirci meglio e più belle. Lavorare in questo settore ed essere un makeup artist è una doppia vittoria, perchè si aiutano le persone a sentirsi più belle e felici.

cliomakeup-anastasia-beverly-hills.intervista-15-anastasia-lavoro

Credits: @anastasiasoare

“Secondo me questo è il lavoro più bello del mondo”

A questo punto della mia vita lavoro perché mi piace. Non avrei bisogno di lavorare, ma continuo a farlo, a viaggiare, a creare, e a fare le sopracciglia proprio perchè mi piace. Sentire dire a qualcuno che usa i miei prodotti e che li apprezza è per me la soddisfazione più grande”.

TC: “Qui in Italia abbiamo aspettato i suoi prodotti per molto tempo, quindi siamo molto contente della sua collaborazione con Sephora e che oggi sia qui”.

AS: “Grazie, anche io sono molto felice, è un’esperienza straordinaria”.

ANASTASIA LAVORA A STRETTO CONTATTO CON LA FIGLIA CLAUDIA, PRESIDENTE DEL BRAND

TC: “ Noi del TeamClio lavoriamo per un’azienda a conduzione familiare. Come si trova a lavorare con sua figlia Claudia?”

AS: “Penso che sia fantastico lavorare con la propria famiglia, io amo lavorare con mia figlia. Sono molto orgogliosa della mia carriera personale e sono felice di aver trasmesso a Claudia la passione per questo lavoro. Anche mia figlia lo adora: se ami ciò che fai è come non lavorare”.

cliomakeup-anastasia-beverly-hills.intervista-16-azienda-familiare

TC: “È stata Claudia a creare la nuova palette Riviera?”

AS: “Sì è stata una creazione di Claudia. Io mi occupo dei prodotti per le sopracciglia, mentre lei degli altri. Abbiamo lavorato per tre anni prima di lanciare queste novità. È stato difficile creare la formula del DIPBROW® gel, per poter ottenere un prodotto che desse un risultato naturale, ma ce l’abbiamo fatta. Più lo si usa, più migliora! È molto pratico da portare con sé e può essere anche utilizzato in combinazione con gli altri prodotti della linea.

cliomakeup-anastasia-beverly-hills.intervista-17-norvina

Credits: @norvina. Claudia con un makeup realizzato con la palette Riviera

Con la palette Riviera mia figlia ha fatto un grande lavoro. Pensate che ogni ombretto ha una formula diversa, fatto molto insolito per una palette. Non è stato per nulla facile arrivare al risultato desiderato. Noi lavoriamo a ogni prodotto dall’inizio alla fine, stando dietro a ogni passaggio. Bisogna sperimentare e lavorare di continuo per trovare le formule giuste.

cliomakeup-anastasia-beverly-hills.intervista-19-makeup-riviera

Credits: @anastasiabeverlyhills

Può capitare, per esempio, che dopo 6 mesi di duro lavoro ci si accorga che un prodotto non va bene e bisogna ricominciare da capo. Anche scegliere i colori giusti non è semplice: ce ne sono talmente tanti a disposizione che è difficile trovare quello che stai cercando. Grazie mille delle domande e buona Festa delle Donne alle vostre followers e lettrici”.

Se siete interessate ad altre informazioni sul mondo del makeup non potete perdevi questi post:

1) COSMOPROF BOLOGNA 2019: LE INFO E I BRAND CHE NON POTETE PERDERVI!

2) COME AVERE UNA PELLE LUMINOSA? SCOPRIAMO IL NUOVO TREND VIRALE!

3) TESTIMONIAL BEAUTY 2019: 5 VOLTI DELLA BELLEZZA DA NAOMI A ZENDAYA!

cliomakeup-anastasia-beverly-hills.intervista-19-finale

Ragazze, speriamo che questo post vi sia piaciuto e vi abbia fatto scoprire tante curiosità su Anastasia Beverly Hills. Ora la parola a voi! Preferite le tecniche permanenti per le sopracciglia o l’uso del makeup? Avete mai provato uno o più prodotti di questo brand? Quale tra i nuovi prodotti siete curiose di provare? Fateci sapere tutto nei commenti! Un bacione dal TeamClio!

10 COMMENTI

  1. Mi piace moltissimo vedere i look di Claudia soare (alias Norvina), anche se probabilmente è quanto più lontano da ciò che io porterei nella vita di tutti i giorni… Ma mi piace la sua vena creativa.
    La palette riviera l’ho già addocchiato da un po’… Ma devo resistere! Ho già 8 palette costose, sarebbe uno spreco comprarne un’altra perché non avrei praticamente tempo di usarla!

  2. La storia di Anastasia mi colpisce sempre molto, mi piace pensare che quando si incrociano talento, dedizione e un’idea si possono ottenere risultati incredibili e forse insperati.
    Non ho tanti prodotti del marchio, ho la palette Modern reinassance, la Prism e le polveri per sopracciglia. A parte la prism, che uso pochissimo, trovo tutto veramente valido.

  3. Io ho già la Modern e la Subculture. Volevo prendere Norvina, ma mi sa che punterò su Riviera. Bellissima. *___*

  4. Anch’io è un po’ che adocchio la Riviera, rispetto alle ultime uscite colpisce veramente per l’originalità dei colori. Mi sto trattenendo dall’acquisto per lo stesso tuo motivo, prezzo e quantità di palette che già possiedo e non riesco a sfruttare. La maggior parte del mio make up è da giorno e lavoro in ufficio non è che posso presentarmi truccata come Claudia Soare … quindi sfrutterei veramente poco i colori.

  5. Io ho la Norvina e mi piace molto. però effettivamente se hai la modern e la subculture hai già colori molto simili, meglio la riviera

  6. Anche io come te lavoro principalmente in ufficio, quindi uso spessissimo colore neutro. Però una volta ogni tanto un colore più vivace shimmer sulla sola palpebra mobile e sfumato con il marrone sulla piega mi piace usarlo

  7. Che spettacolo il packaging della Riviera, mi piace tantissimo e la comprerei già solo x quello, a prescindere dai colori che per me sono un tantino “too much”! *_*

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here