COME ELIMINARE IL GLUTINE? TUTTE LE REGOLE!

La completa esclusione del glutine dalla dieta non è facile da realizzare: sono numerosi i prodotti alimentari che possono contenere tracce di glutine, spesso causate dalla contaminazione accidentale nei processi di lavorazione dell’industria alimentare.

cliomakeup-eliminare-il-glutine-8-contaminazione-glutineNei soggetti celiaci, anche una sola briciola può causare malessere. Credits: @als5.liguria.it

La prima cosa da fare, è imparare a leggere le etichette.

cliomakeup-eliminare-il-glutine-9-reading-label

Attualmente, in Italia, in Europa e negli USA i prodotti che possono riportare in etichetta il claim “senza glutine” devono avere un contenuto di glutine < a 20 ppm e si tratta quindi di prodotti estremamente sicuri.


cliomakeup-eliminare-il-glutine-10-spiga

Oltre al buon senso nel preparare i pasti, bisogna sottolineare che qualsiasi utensile o stoviglia, di qualsiasi materiale, se ben lavato può essere utilizzato per preparare alimenti per celiaci.

BISOGNA FARE MOLTA ATTENZIONE DURANTE LA PREPARAZIONE DEI PASTI

Non è necessario avere batterie di pentole separate o utilizzare diverse spugne per il lavaggio. Una pentola pulita, lavata a mano o in lavastoviglie, non contiene residui apprezzabili né di glutine né di altri alimenti cucinati in precedenza.

cliomakeup-eliminare-il-glutine-11-contaminazione-crociata

Al di là delle norme da seguire per i pasti preparati in casa, è fondamentale prestare la massima attenzione quando si consumano pasti all’esterno. È fondamentale avvisare in anticipo il ristorante o altro luogo in cui si decide di mangiare e scegliere poi un piatto che non contenga glutine.

cliomakeup-eliminare-il-glutine-12-ristorante-senza-glutine

Infine, bisogna prestare attenzione ai preparati omeopatici: se i farmaci presenti sul mercato sono privi di glutine, le preparazioni omeopatiche non sono riconosciute come medicinali. In questo senso, non esiste una normativa che ne disciplini i costituenti.

cliomakeup-eliminare-il-glutine-13-omeopatia

COME ELIMINARE IL GLUTINE DALLA DIETA? GLI ALIMENTI SÌ E GLI ALIMENTI NO

Ma come eliminare il glutine dalla dieta? Per farlo bisogna tenere in considerazione che esistono alimenti che possono essere consumati liberamente, altri a cui bisogna prestare attenzione e alcuni che sono vietati.

cliomakeup-eliminare-il-glutine-14-dieta-senza-glutineVia @Pinterest

Gli alimenti permessi sono naturalmente privi di glutine o appartenenti a categorie alimentari non a rischio, poiché nel corso del loro processo produttivo non sussiste rischio di contaminazione.

cliomakeup-eliminare-il-glutine-15-carni-pesci.jpg

Gli alimenti a rischio potrebbero contenere tracce di glutine significative oppure essere a rischio di contaminazione. In questo caso è necessario conoscere e controllare gli ingredienti e i processi di lavorazione. Gli alimenti vietati sono quelli che contengono glutine.

I CEREALI NATURALMENTE PRIVI DI GLUTINE

La categoria dei cereali e delle farine è di certo quella a cui prestare la massima attenzione.

cliomakeup-eliminare-il-glutine-16-farine

Quelli naturalmente privi di glutine sono riso, mais, grano saraceno, amaranto, miglio, quinoa, sorgo, teff, fonio, avena (unicamente come ingrediente dei prodotti presenti nel Registro Nazionale del Ministero della Salute) e naturalmente i tuberi (patate, manioca, topinambur, ecc).

cliomakeup-eliminare-il-glutine-17-cereali-senza-glutine

I PRODOTTI GLUTEN-FREE: SONO NUTRIZIONALMENTE VALIDI?

Oltre ai prodotti naturalmente privi di glutine, esistono alimenti specificatamente formulati per i celiaci. Si tratta di preparazioni erogabili a carico del SSN per i soggetti che soffrono di celiachia. Sicuramente rappresentano un’alternativa veloce e molto simile agli equivalenti con glutine. Tuttavia questi prodotti possono non essere nutrizionalmente buoni.

cliomakeup-eliminare-il-glutine-18-pane-senza-glutineVia @Pinterest

Infatti spesso contengono maggiori quantità di grassi e additivi, per conferire all’alimento un aspetto e un sapore molto più invitanti. Vanno quindi consumati con discrezione e dopo un’attenta selezione delle aziende che li producono con gli ingredienti più validi.

Dott.ssa Anna Gerbaldo

DIETISTA

 

Fonti:

www.monashfodmap.com
www.aiclombardiahome.it
www.celiachia.it
www.msdmanuals.com
www.salute.gov.it
www.ilfattoalimentare.it
Di Sabatino A, Corazza GR. Nonceliac gluten sensitivity: sense or sensibility? Annals of Internal Medicine. 10.7326/0003-4819-156-4-201202210-00010.
Cooper BT, Holmes GK, Ferguson R, Thompson RA, Allan RN, Cooke WT. Gluten-sensitive diarrhea without evidence of celiac disease. Gastroenterology. 79(5 Pt 1):801-6.
Verdu EF. Editorial: Can gluten contribute to irritable bowel syndrome? American Journal of Gastroenterology. 10.1038/ajg.2010.490.
Rubio-Tapia, Alberto MD; Hill, Ivor D; Kelly, Ciarán P MD; Calderwood, Audrey H MD; Murray, Joseph A MD. ACG Clinical Guidelines: Diagnosis and Management of Celiac Disease. American Journal of Gastroenterology. 10.1038/ajg.2013.79
Carlo Catassi, Luca Elli, Bruno Bonaz, Gerd Bouma, Antonio Carroccio, Gemma Castillejo, Christophe Cellier, Fernanda Cristofori, Laura de Magistris, Jernej Dolinsek, Walburga Dieterich, Ruggiero Francavilla, Marios Hadjivassiliou, Wolfgang Holtmeier, Ute Körner, Dan A. Leffler, Knut E. A. Lundin, Giuseppe Mazzarella, Chris J. Mulder, Nicoletta Pellegrini, Kamran Rostami, David Sanders, Gry Irene Skodje, Detlef Schuppan, Reiner Ullrich, Umberto Volta, Marianne Williams, Victor F. Zevallos, Yurdagül Zopf, and Alessio Fasano. Diagnosis of Non-Celiac Gluten Sensitivity (NCGS): The Salerno Experts’ Criteria. Nutrients. 10.3390/nu7064966.
Nardo GD, Villa MP, Conti L, Ranucci G, Pacchiarotti C, Principessa L, Raucci U, Parisi P. Nutritional Deficiencies in Children with Celiac Disease Resulting from a Gluten-Free Diet: A Systematic Review. Nutrients. 10.3390/nu11071588.
Diez-Sampedro A, Olenick M, Maltseva T, Flowers M. A Gluten-Free Diet, Not an Appropriate Choice without a Medical Diagnosis. Journal of Nutrizion and Metabolism. 10.1155/2019/2438934.
Kim HS, Demyen MF, Mathew J, Kothari N, Feurdean M, Ahlawat SK. Obesity, Metabolic Syndrome, and Cardiovascular Risk in Gluten-Free Followers Without Celiac Disease in the United States: Results from the National Health and Nutrition Examination Survey 2009-2014. Digestive Diseases and Sciences. 10.1007/s10620-017-4583-1.

 

 

 

Glutine, celiachia e dintorni: volete scoprire tutta la verità? Allora vi consigliamo questi articoli:

1) IL GLUTINE FA MALE? LA DIETISTA CI DICE QUANDO E PERCHÈ ELIMINARLO!

2) LA CELIACHIA È SOLO UNA MODA? COME DIAGNOSTICARLA, SINTOMI E DIETA GLUTEN-FREE

3) I 4 VELENI BIANCHI: FARINA, LATTE, ZUCCHERO, SALE FANNO DAVVERO MALE?

cliomakeup-eliminare-il-glutine-19-fake-newsLe 3 cose fondamentali per riconoscere ciò che è vero da ciò che è falso.

Chi di voi ha dovuto eliminare il glutine dalla dieta? Come si trova a mangiare gluten-free? Avete dei consigli in particolari per chi è alle prime armi con la dieta senza glutine? Se vi fa piacere, condividete la vostra esperienza con noi!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here