COME FARE LE TRECCINE AFRICANE E COME PRENDERSENE CURA?

  1. Le note treccine africane nascono più di 2000 anni fa.
  2. Le treccine sono più di una semplice acconciatura, sono un simbolo e una tradizione.
  3. Tra i protective style troviamo al primo posto le treccine, stile comodo per proteggere il capello.
  4. Non è vero che le treccine portino alla caduta dei capelli.
  5. È sconsigliato tenere le treccine per più di due mesi.
  6. Le treccine sono ottime per la cura del capello afro.
  7. Vi sono diversi tipi di treccine da quelle attaccate alle famose box braids.
  8. Potete fare le treccine aggiungendo le extension che vi garantiscono una durata maggiore.
  9. Lavare le treccine è molto semplice, bisogna però fare attenzione ad asciugare bene la cute.

ClioMakeUp-treccine-africane-1-cover.jpg

Credits: Foto di Pexels | Martin Kirigua 

Le treccine africane sono tra le acconciature più affascinanti che ci siano. Lunghe o corte, colorate o monocromatiche, diversi sono i modelli di treccine e gli stili che si possono scegliere: abbiamo quindi fatto una piccola e semplice guida sulla storia delle treccine africane e sulla loro cura. Se siete curiose e volete saperne di più, continuate a leggere il post!

QUALI SONO LE ORIGINI DELLE TRECCINE AFRICANE?

La storia delle treccine africane vede la sua origine più di 2000 anni fa. Sono stati ritrovati dei geroglifici raffiguranti treccine riprodotte con attenzione e cura. 

ClioMakeUp-treccine-africane-2-sfinge-egitto.jpg

Via Pinterest 



Un altro esempio che ci sarà capitato sotto gli occhi almeno una volta nella vita è la maestosa Sfinge, la cui capigliatura risulta raccolta in affascinanti intrecci. 

ClioMakeUp-treccine-africane-3-stile.jpg

Credits: Foto di Pexels | Luizmedeirosph

DIVERSE SCULTURE PROVENIENTI DA GHANA E NIGERIA MOSTRANO LE TRECCINE

Quelle che per molti, al giorno d’oggi, sembrano delle semplici acconciature di tendenza, in realtà nascondono un significato ben più profondo. Le treccine africane, infatti, nascono come simboli religiosi, etnici, parentali, sociali, a seconda del tipo di intreccio. Durante la colonizzazione, poi, erano una ribellione silenziosa, via segreta per tramandare le proprie tradizioni e radici. 

ClioMakeUp-treccine-africane-4-cultura-simboli.jpg

Via Pinterest 

Ad oggi, le treccine africane sono un’acconciatura davvero affascinante e molto pratica. Sotto la famiglia dei protective style, ovvero stile protettivo, sono ottime per proteggere i capelli afro naturali garantendo una comodità non indifferente nella fase dell’hair care. 

ClioMakeUp-treccine-africane-5-protective-style.jpg

Credits: Foto di Pexels | Nappy 

PARTIAMO CON QUALCHE INFORMAZIONE DI BASE

I protective style nascono, come suggerisce il nome stesso, per proteggere il capello. Di fronte a temperature eccessivamente rigide, il riccio afro rischia di risentirne.

ClioMakeUp-treccine-africane-6-stile-protettivo.jpg Credits: Foto di Pexels | Ogo

Ecco perché non è male fare qualche treccia ogni tanto. Oltre ad essere un’acconciatura caratterizzata da grande stile, protegge il capello dal freddo o da altri fattori esterni. Sfatiamo subito quindi un falso mito, le treccine africane non fanno perdere i capelli, anzi proteggendoli li aiutano a crescere.  

ClioMakeUp-treccine-africane-7-acconciatura.jpg

Credits: Foto di Pexels | Godisable jacob 

Allora perché capita di perderli una volta tolte? I motivi principali sono due: da una parte il fatto di tenere su le treccine per troppo tempo. Consigliamo infatti di sfoggiarle per un massimo di due mesi, oltre potrebbero effettivamente creare danni al capello. 

ClioMakeUp-treccine-africane-8-trend.jpg

Credits: Foto di Pexels | Maatla Kebs 

Dall’altra parte, se ci pensate bene, quotidianamente perdiamo i capelli, spazzolandoli ad esempio. Se per due mesi non ne abbiamo modo, vedremo una volta sciolte le trecce cadere tutti i capelli che avremmo dovuto perdere per ragioni naturali in quel lasso di tempo. 

ClioMakeUp-treccine-africane-9-colore.jpg

Credits: Foto di Pexels | Nappy

Ragazze, eccoci a metà del post. Nella prossima pagina vedremo i diversi modelli di treccine, come farle e come curarle. Se siete curiose, continuate a leggere il post!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here