Ldieta Plank è un regime alimentare ipocalorico molto famoso, soprattutto negli Stati Uniti. Il menu della dieta Plank è molto restrittivo e prevede solo tre pasti da consumare senza alcuna variazione, senza la possibilità di avere snack o spuntini durante il corso della giornata. Con la dieta Plank la promessa è di perdere fino a 9 kg in sole due settimane, senza prevedere una dieta di mantenimento: si dice infatti che la dieta Plank funziona per i 3 anni successivi, ovvero che non è necessario seguire uno scherma alimentare per mantenere il peso costante.

Ma sarà proprio così? Scopriamo cos’è la dieta Plank, il menu previsto con gli alimenti concessi e i vietati, alcune testimonianze sull’efficacia della dieta Plank e le opinioni della dietista del TeamClio per sapere se consiglierebbe o meno questo regime alimentare.

cliomakeup-dieta-plank

Credits: Foto di Unsplash | Bill Oxford

COS’È LA DIETA PLANK NEL DETTAGLIO E QUANTI KG SI POSSONO PERDERE

Sebbene il nome della dieta Plank sembri rimandare a un noto fisico tedesco, Max Planck (ideatore della teoria dei quanti) non ha ovviamente nulla a che vedere con questo personaggio di spicco. L’origine della dieta Plank rimane quindi, al momento, sconosciuta.

cliomakeup-dieta-plank-insalata

Credits: Foto di Pexels | Cats Coming



La dieta Plank è famosa perché le testimonianze di chi l’ha provata sulla propria pelle sono nella maggior parte dei casi positive: sembrerebbe proprio che la dieta Plank funzioni, quantomeno nel breve termine.

cliomakeup-dieta-plank-meal-prep

Credits: Foto di Pexels | Ella Olsson

Ma nello specifico, a cosa ci riferiamo quando parliamo di dieta Plank? Come altre diete molto restrittive come la dieta Lemme, anche questo regime alimentare ipocalorico risulta efficace nel farci perdere peso.

cliomakeup-dieta-plank-salmone

Credits: Foto di Pexels | Krisztina Papp

Come tutte le diete fatte in autonomia, però, può essere pericolosa non essendoci una figura di riferimento professionale che possa guidarci nella perdita di peso. La dieta Plank è una dieta iperproteica fai-da-te che consente, secondo chi l’ha seguita, di perdere 9 kg in 15 giorni.

cliomakeup-dieta-plank-wow-3

Via Giphy

Si tratta di una dieta ipocalorica, che quindi prevede l’introduzione di meno calorie giornaliere rispetto a quante se ne consumano in media: è per questo che la dieta Plank funziona. 

cliomakeup-dieta-plank-vegetali

Credits: Foto di Pexels | Daria Shevtsova

Questo regime alimentare restrittivo, però, non prevede una dieta di mantenimento Plank: promette infatti di far mantenere il peso perso per un periodo complessivo di 3 anni, senza grossi sacrifici ulteriori.

COME FUNZIONA LA DIETA PLANK: QUALI SONO I PRINCIPI SU CUI SI BASA E GLI ALIMENTI CONSIGLIATI O VIETATI

Essendo una dieta low-carb iperproteica molto restrittiva, la dieta Plank deve essere seguita per non più di due settimane di fila. Questo perché si tratta di un regime squilibrato.

LA DIETA PLANK È IPERPROTEICA E INCLUDE POCHI CARBOIDRATI

Il menu dieta Plank settimanale deve essere quindi ripetuto per due volte di seguito: non si tratta di una proposta alimentare flessibile né variegata, anche se esiste anche una sorta di dieta Plank modificata, che prevede cioè alcune sostituzioni.

cliomakeup-dieta-plank-acqua-limone

Credits: Foto di Pexels | Nadi Lindsay

Le regole della dieta Plank sono rigidissime e prevedono:

  • l’eliminazione totale non solo delle bevande alcoliche e zuccherate, anche anche dell’acqua frizzante 
  • l’obbligo di bere almeno 2 litri d’acqua naturale al giorno
  • l’uso, come condimenti, solo di succo di limone, aceto, un cucchiaino di olio al giorno e pochissimo sale

cliomakeup-dieta-plank-zucchero

Credits: Foto di Pexels | Mali Maeder

  • vietate banana e uva come frutta, sì a tutto il resto dei frutti da consumare nella quantità di 150-200gr al giorno
  • no allo zucchero, da sostituire con la stevia (a proposito, qui potete leggere l’approfondimento della nostra dietista sulle sostituzioni allo zucchero bianco)
  • la carne da consumare è a scelta tra vitello, manzo, pollo e cavallo
  • non è consigliabile un’attività fisica intensa perché è una dieta ipocalorica molto restrittiva

MENU DIETA PLANK SETTIMANALE E LE (POCHE) SOSTITUZIONI POSSIBILI

Scopriamo ora insieme il menu dieta Plank originale e modificata, nel senso che introduce qualche sostituzione. Vi avvisiamo, la dieta Plank è molto restrittiva e prevede il consumo limitato di carboidrati e vegetali.

GIORNO 1
Colazione: caffè amaro
Pranzo: 2 uova cucinate senza grassi (sode), spinaci con un pizzico di sale
Cena: una bistecca e insalata

GIORNO 2
Colazione: caffè amaro e un piccolo panino
Pranzo: una bistecca, insalata e un frutto
Cena: prosciutto cotto e un’arancia

cliomakeup-dieta-plank-carote

Credits: Foto di Pexels | Eva Elijas

GIORNO 3
Colazione: caffè amaro e un piccolo panino
Pranzo: 2 uova cucinate senza grassi (sode) e pomodori
Cena: prosciutto cotto e insalata

GIORNO 4
Colazione: caffè amaro e un piccolo panino
Pranzo: un uovo sodo, formaggio tipo svizzero e carote
Cena: yogurt scremato e un frutto

GIORNO 5
Colazione: caffè amaro e un piccolo panino
Pranzo: pesce lessato e pomodori
Cena: una bistecca e insalata

cliomakeup-dieta-plank-carne

Credits: Foto di Pexels | Eiliv Aceron

GIORNO 6
Colazione: caffè amaro e un piccolo panino (altre versioni prevedono tè con succo di limone)
Pranzo: petto di pollo grigliato
Cena: un uovo sodo e carote

GIORNO 7
Colazione: una tazza di tè
Pranzo: bistecca alla griglia e un frutto
Cena: a piacere (con moderazione)

cliomakeup-dieta-plank-uova

Credits: Foto di Pexels | Foodie Factor

La dieta Plank modificata prevede, come accennavamo, qualche (blanda) sostituzione: al posto di un uovo, si può mangiare una scatoletta piccola di tonno al naturale. Gli spinaci possono essere sostituiti con cicoria o biete, così come il pane della colazione che può essere eliminato e sostituito da 3 fette biscottate.

cliomakeup-dieta-plank-formaggio-magro

Credits: Foto di Pexels | Karolina Grabowska

Il formaggio svizzero del giorno 4 può essere sostituito con un formaggio magro, anche spalmabile. Le uova, invece di essere fatte bollire, possono essere cucinate in altro modo ma senza aggiungere olio o grassi.

Ragazze non è tutto! Quali sono i vantaggi e gli svantaggi della dieta Plank? E quali sono le opinioni delle persone che l’hanno provata? Saranno rimaste soddisfatte dei risultati? Cosa ne pensa la nostra dott.ssa Morgana Villa di questa dieta? Se volete scoprirlo, leggete pagina 2!

39 COMMENTI

  1. Gia il solo nome mi viene voglia di saltare avanti al prossimo articolo. Appena ho letto “plank” mi è tornato in mente l’esercizio che faccio in palestra e lo detesto ahahah

  2. Appena ho visto il titolo infatti ho detto: Ma applicano la fisica quantistica anche alle diete adesso? Com’è possibile? xD ahahah
    A parte gli scherzi, se facessi una dieta del genere sverrei già al primo giorno! Una dieta del genere non la da nemmeno il dottor Nowzaradan ai suoi pazienti!
    (Chi guarda “Vite al limite” intenda!)

  3. Non uccidetemi, concordo che presa come regime alimentare nel senso di dieta da seguire a lungo termine o stile alimentare, chiamatelo come volete è assolutamente sbagliata e non è nemmeno da prendere in considerazione. Però presa come dieta lampo in vista di un evento come per esempio perdere qualche chilo prima di una vacanza o un matrimonio anche queste diete hanno il loro perchè. Vanno bene anche usate come kickstart per una dieta a lungo termine, nel senso che si segue un regime più restrittivo all’inizio e poi si prosegue con un regime più moderato che integra tutte le categorie di alimenti inteso a lungo termine. Se mi dite che devo mangiare così 365 giorni all’anno dico assolutamente no, ma per 2 settimane posso anche farla senza particolari problemi.

  4. Boh considerato che non puoi fare praticamente esercizio fisico (perché davvero rischi di svenire, e lo dico io che non sono una mangiona) perderai anche 9 chili, ma rimani flaccida, senza tono. In più rischi di perderli nei punti sbagliato come la faccia, e dopo ti vengono più facilmente le rughe. Ora io sono magra e quindi non ho mai sentito la necessità di una dieta lampo per un evento, ma forse preferirei avere qualche chilo in più ma bello sodo che qualche chilo in meno e moscio no?

  5. All’universita ebbi una compagna che aveva la tua stessa “teoria” della dieta lampo per un evento. Un giorno la portammo fuori dall’aula priva di sensi. Direi che questa cosa del “mangio niente perché al matrimonio devo essere bella” è una gran buffonata.

  6. Io adoro wuell’uomo! Ahahah scherzo, però avevo visto un meme del dottore che mi aveva fatto morire dal ridere. Era appesa la sua foto a un frigorifero e con una frase delle sue. Ahahah

  7. Però mangiare niente e fare 3 pasti al giorno anche se restrittivi sono 2 cose diverse, io ne ho fatte diverse (ma che poi sono tutte uguali) e non ho mai avuto problemi.

  8. Ahahah si anche io lo adoro xD E’ forte a modo suo :’) E’ vero la sua foto davanti al frigo con la scritta: “io ti vedo”!!

  9. Premesso che sto parlando di persone ragionevolemente in forma e sane senza particolari patologie, stiamo parlando di 2 settimane non di 2 anni di dieta. In 2 settimane non ti vengono le rughe e la pelle cadente, molto probabilmente la maggioranza del peso perso è acqua in eccesso credo che sia fisicamente impossibile perdere 9kg di grasso in 2 settimane, ma se ti aiuta a farti star meglio in te stessa per un’occasione importante non ci vedo nulla di male. Per quanto riguarda l’esercizio fisico se pensi di correre la maratona hai sbagliato dieta, ma se fai esercizio leggero non muori.

  10. Magari è soggettivo, io sono sicura che con una dieta del genere il giorno n. 2 sverrei… Però per esempio il mio ragazzo ha adottato un regime alimentare che non condivido per nulla perché infatti non viviamo ancora insieme (gliene dico di tutti i colori ogni giorno!!) Salta letteralmente i pasti, soprattutto il pranzo con la scusante che si sente pesante poi per lavorare (lavora in cantiere!) e mangia alla sera, neanche tanto. Poi si abbuffa solo nel week end… Ecco, mi domando come faccia a stare in piedi. Io sono seduta tutto il giorno ma appena mangio un po’ meno mi sento debole e mi gira la testa.

  11. Sicuramente è soggettivo, dipende credo anche dai periodi, per esempio io faccio molta più fatica nei giorni del ciclo perchè sono già stanca sia fisicamente che psicologicamente e l’unica cosa che aiuta è un kilo di cioccolato … Comunque saltare i pasti non è mai consigliato nemmeno dalle diete più bislacche.

  12. Conosco benissimo e fatta prima dell’estate lo scorso anno. Volevo dare il colpo di grazia prima di iniziare a MANGIARE DAVVERO BENE. L’abbiamo fatta sia io che il mio ragazzo e lui ha perso 6 kg e io 4. Devo dire che non ho fatto fatica a farla, dura talmente solo due settimane quindi non fai nemmeno in tempo a stancarti degli ingredienti e poi difficilmente mangio carboidrati come pane, pasta quindi basta solo un minimo di forza di volontà.
    La parte “più pesante” è non spizzicare ma bevendo tanto ti passa velocemente. Ho letto di persone che dopo due giorni smettevano…per carità, nessuno dice che è una dieta lampo sana ma mollare dopo due giorni… ripeto, basta forza di volontà. A me ha fatto bene anche perchè da una parte ti regola perchè ti costringe a non mangiare schifezze lontano dai pasti quindi la tua testa inizia ad abituarsi…bisogna prenderla per quel che è, una dieta lampo che si fa per due settimane e stop. Io sto benissimo, il mio ragazzo pure e quindi l’abbiamo provata. Poi abbiamo iniziato il nostro percorso sull’imparare a mangiare bene e a porzionare bene il cibo. Fare ginnastica e a ficcarci una carota in bocca se arrivi a casa affamato verso sera. Stop. Bisogna solo fare le cose con testa e consapevolezza

  13. Ciao Elenella, la perdita di 9 chili la devo ancora trovare, io ne ho persi 4 e il mio ragazzo 6 e abbiamo continuato a fare ginnastica perchè non è vero che le forze non le hai perchè comunque mangi quando devi mangiare solo non ti sfondi di roba. Dura talmente poco che non fai nemmeno in tempo a stufarti degli ingredienti che mangi e alla fine delle due settimane dici “beh potrei tranquillamente continuare” poi ovviamente non lo fai perchè non è certo un regime alimentare da seguire. Partendo dal presupposto che mangiare bene è alla base di tutto, come prova non è male, più che altro ti dico che è una sfida con te stessa, forza di volontà

  14. Il termine ”mangiare niente” è sbagliato, è vero. Si riferisce al mangiare poco e con porzioni minuscole.
    Meglio prendere consapevolezza e usare la testa sempre, fare movimento e mantenere una dieta giusta tutto l’anno.

  15. In un mondo ideale ti dò ragionissima, è la cosa più sana. Putroppo, parlo per me, sono prona a mangiare troppo e spesso male … l’alimentazione sana è sempre il numero 1 nei miei buoni propositi

  16. Forse per aiutarti, almeno una visita da un bravo dietologo ti potrebbe essere d’aiuto. Comunque capisco perché mio marito è uguale e per quanto dica lui stesso che deve mangiare meglio, non ci dura nemmeno un’ora..

  17. Sinceramente dal nome ero convintissima che fosse collegata a quell’odiosissimo esercizio che faccio in palestra! XD comunque io da un anno a questa parte sono in ballo con un regime alimentare che mi consente di mangiare bene, regolarmente, con porzioni giuste. Poi ultimamente il weekend la dieta va un po’ a ramengo, ma 1/2 volte a settimana vado in palestra. Non ho avuto perdite di peso consistenti e repentine ma dai 69,9 che pesavo quando ho iniziato, ma sto comunque perdendo poco alla volta e in maniera costante. Ora ne peso 61,5! (cosa che non succedeva da qualcosa come 10 anni oramai). Sto comunque lentamente continuando a perdere (vorrei arrivare a 59/60 almeno). L’ho fatto anche in vista del matrimonio, ma soprattutto per me, perché a quasi 70 kg mi sentivo appesantita, non mi piacevo, e ogni vestito che mettevo mi faceva schifo. -_-“

  18. Complimenti ‘ con la costanza, allenamento e alimentazione giusta, vedrai che ti stai facendo un regalo bellissimo!
    E congratulazioni per il matrimonio!

  19. Trovo la dieta tradizionale del dietologo particolarmente difficile da seguire, ne ho consultati 2 negli anni, perchè devi pesare tutto e in generale le quantità di alcuni alimenti sono talmente misere che non mi preoccupo nemmeno di mangiarli: pane, pasta, patate, uova e latticini e quindi anche la dieta del dietologo si riduce a proteine e insalata e alla fine 0 vita sociale perchè se vado al ristorante non posso chiedere 100grammi di pesce lesso. Sono fuori tutto il giorno esco alle 7.30 del mattino e arrivo a casa alle 7.30 alla sera, preparare i pasti tutto pesato da portare al lavoro è troppo impegnativo, quindi trovo più pratiche le diete stile keto o paleo dove non si pesa e non si contano le calorie, per me funzionano e riesco di solito a mantenerle a lungo termine anche mantenendo una vita sociale accettabile. Però so come sono fatta e ammetto che non riesco sempre a mangiare sano, non ho l’aureola … la dieta lampo non posso condannarla perchè mi ha aiutato in zona cesarini in tante situazioni. Deve però essere di una o 2 settimane al massimo poi diventa insostenibile e malsana.

  20. Questo articolo e’ pieno di falsita’.
    Le uova hanno colesterolo ma non creano cattivo colesterolo nel sangue.
    In Asia mangiano tantissime uova e le persone sono molto sane.
    Io mangio almeno 15 e anche piu’ uova a settimana da anni, sono in forma e non ho il colesterolo alto.
    Queste malinformazioni sono datate.
    Ancora con questa storia che i grassi saturi non fanno bene.

    Ad ogni modo sta dieta mi sembra ridicola.

  21. “I grassi saturi non fanno male”, ma non fanno neanche bene (se pensiamo a quelli contenuti negli snack di origine industriale, i prodotti da forno confezionati e così via)….sono i grassi di origine animale e si trovano in alimenti come burro, lardo, strutto, formaggi, ecc. e anche nelle uova, che ne contengono 3,3 gr ogni 100. Come tutte le sostanze nutritive assunte con i cibi non bisogna abusarne, ma variare il più possibile il regime alimentare. Proteine, carboidrati, grassi andrebbero assunti in proporzioni variabili in ogni pasto della giornata. Io ho il colesterolo nella norma così come tutto l’assetto lipidico e la nutrizionista, mi ha lasciata libera di mangiare le uova con un tetto massimo di 6 alla settimana, ma se il colesterolo fosse stato fuori range il massimo era 2. Se ne mangio 2/3 alla settimana è tanto. Comunque non sono informazioni sbagliate se parli con un qualsiasi medico ti dirà di limitare il più possibile i grassi saturi e preferire quelli insaturi e polinsaturi di origine vegetale e presenti anche nel pesce, che sono anche più digeribili.

  22. Forse hai consultato dietologi classici. Mia cognata ne ha visto uno, da cui va da un anno, e non pesa nulla, mangia di tutto ma un po’ meno. Ha perso diversi kg ma senza esagerare con le restrizioni.

  23. Io davo per scontato che si parlasse di grassi saturi animali o cocco e palma. I cibi industriali e raffinati manco li calcolo perche’ non li considero cibo. Mangio un sacco di burro, panna, uova, ecc…Non sono mai stata piu’ sana e bella. Il colesterolo ingerito non va ad aumentare quello cattivo.
    I nostri nonni ne mangiavano di burro, uova, latte, carni
    Gli animali carnivori ne mangiano molto. Molti oli vegetali sono sbilanciati per quanto riguarda omega 6 e 3 a favore degli omega 6 che creano infiammazione nel corpo se troppi. Il pesce invece e’ ricco di omega 3.
    Concordo su tutto il resto.
    Quello che dicono i medici…..dipende quale medico poi, spesso anche loro hanno informazioni sbagliate.
    Seguo il mio buon senso e faccio prima guarda.
    Dagli anni 50 si e’fatta una propaganda a favore di margarine e altre porcherie, demonizzando i grassi animali saturi solo a scopo economico.
    Finalmente ci si sta rendendo conto che erano tutte bugie.

  24. Ciao! Scusatemi ancora, evidentemente sono in una fase polemica,della mia vita. Credo ancora che questi post sulle diete e falsi miti per perdere peso ( vedi post sul fumo) siano fuorvianti. Qualcuno spesso non arriva a fine post per leggere il disclaimer della nutrizionista. Inoltre, per quanto io sia ignorante in materia, credo ci siano anche alcune info non corrette. Buona giornata!

  25. Complimenti! Essere costanti, ma soprattutto cambiare in meglio le proprie abitudini, è la parte più difficile.

  26. Grazie! 😀 Sinceramente la parte più difficile è stata all’inizio dove mi dovevo attenere tassativamente a tutto quello che c’era scritto nella dieta che la dietologa mi aveva dato, ma mangiavo (e mangio), parecchio! I miei 80 grammi di pasta o pane a pasto non me li ha tolti, ma ho parecchia verdura (200gr a pasto) e devo alternare uova, carne, pesce, legumi, formaggi… con quantità definite e tot volte a settimana. Ora non dico che non la sto seguendo, ma essendomi abituata ora è diventata la normalità (anche se comunque un po’ di maionese, di dolce, cose che teoricamente non potrei mangiare, le mangio comunque 😉 Ho dovuto imparare ad aggiungere i legumi alla dieta, cosa che prima erano totalmente esclusi!

  27. Grazie mille!! 😀 Sì, anche se sono “solo” 8.4kg persi lo sento. Fare le scale con 70kg addosso e farle con 61.5kg è una cosa completamente diversa!

  28. Ciao! La prima che mi viene in mente è che più che delle uova mi preoccuperei dei formaggi e dell’associazione tra i due alimenti. Comunque non ce l’ho con questa dieta in particolare ma con le diete che promettono grandi risultati in poco tempo. Le ragazzine/i sono influenzabili e proporre regimi alimentari sbagliati può incentivare spirali pericolose che possono portare a malattie quali anoressia o bulimia solo per citarne due. Grazie per il gran lavoro che fate sempre per tutte noi che leggiamo il blog e per il vostro impegno affinché tutte le info siano accurate e up to date.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here