SUPER NOVITÀ! VAI SU ORA!!! 😁

Forum L’ANGOLO DI NOI CIOMPETTE CHAT Noi con….ansia, panico, depressione Rispondi a: Noi con….ansia, panico, depressione

Rispondi a: Noi con….ansia, panico, depressione

Homepage Forum L’ANGOLO DI NOI CIOMPETTE CHAT Noi con….ansia, panico, depressione Rispondi a: Noi con….ansia, panico, depressione

#123576
Martina2706Participant
Messaggi: 42

Ciao a tutte ragazze! wow abbiamo riempito 6 pagine con questo argomento e sono contenta che Monchichi abbia lanciato la discussione perchè faccio parte del club anche io. Abbraccio forte forte tutte voi con delle storie così difficili, tenete duro e amatevi! Io sono entranta in un periodo molto difficile quando stavo per terminare l’università, ero una fuori sede, e decisi di lasciare l’appartamento perchè erano rimasti una manciata di esami e per quelche mese potevo resistere facendo la pendolare. A quel punto mi sono rinchiusa in casa a studiare, solo studiare, nient’altro. Da li si è innescato un meccanismo di ansie, apparentemente senza motivo, appena mi alzavo la mattina, un nodo mi stringeva la gola e la sensazione mi accompagnava spesso per tutta la gionata. Ho iniziato a trascurarmi, ero sempre giù di morale, sembravo invecchiata di colpo, uscivo con gli stessi vestiti che portavo in casa, con tute e maglioni enormi spesso ridotti male. La sera spesso piangevo senza motivo. Mi sono resa conto che la cosa stava degenerando quando vedevo le facce stupite degli amici che per strada non mi riconoscevano. Ero intimorita dall’andare in qualunque posto fosse diverso dai soliti frequentati, e quando mi facevo coraggio capitava che tutto intorno iniziasse a girare, sentivo solo il brusio delle voci delle persone che saliva nella testa e nient’altro, solo tanta confusione e diventavo irrequieta e mi allienavo. L’unico modo per calmarmi era riportarmi a casa e non solo, dovevo mettermi a letto, che nella mia testa, era l’unico posto dove ero al sicuro. Dopo di che, il posto dove mi ero sentinta “male”, per così dire, diventata un posto orribile dove non volevo tornare. A volte mi capitava con i grandi spazi aperti, per strada, sempre quando ero da sola, la paura si insinuava e spesso quasi correvo per tornare a casa, prima che il nodo alla gola diventasse vomito, perchè a volte succedeva! e da li poi la paura di vomitare in pubblico, era tremendo. La cosa più brutta che come ha detto anche Monchichi, gli attacchi arrivavano anche in procinto di cose belle, come cene, viaggi, feste!!! il Livello di ansia saliva fino a stringermi la gola in modo soffocante. Mi sono rivolta ad una psicologa che più che curarmi, perchè non ero un caso grave, mi ha dato dei consigli per distrarmi e vivere più serenamente. In parte hanno funzionato, il periodo più tremendo è passato anche grazie a mio marito che mi ha sempre spronato a reagire, poi uscivo con le amiche, passavo molto tempo all’aria aperta, nel verde, ho preso un cane, mi sono iscritta in palestra, da li nuovi amici e così via… Apparenti piccole cose, ma che sono state utili. L’ansia c’è sempre, il nodo alla gola arriva prima di ogni cosa che sia importante, esami, colloqui, scadenze, riunioni, anche prima di cose belle, come il battesimo di mio nipote, ho rischiato di vomitare in macchina andando in chiesa, ma la cosa strana, come dicono molte di voi, che poi in quel momento preciso che vivi la situazione, stai bene, passa tutto! Lo noto soprattutto con il sonno, quando vivo periodi di forte stress a lavoro, dormo come un sasso, passato quel periodo, ho continui incubi e ho il sonno molto distrubato, e spesso sogno quelle che sono le mie più grandi paure, come se l’organismo abbassasse la guardia e boom! tutto esplode! Sto imparando a conviverci, ho una confezione di valeriana sempre con me, e se mi scappa da piangere piango e se mi sveglio di sobbalzo in piena notte, apro gli occhi e cerco di pensare a delle cose belle. Forza ragazze! questa è la mia esperienza! vi abbraccio tutte!

POST POPOLARI