Ciao ragazze!

Ho pensato di iniziare una serie dedicata ai diversi tipi di fondotinta, perché ne esistono veramente tanti e così diversi tra loro che può valere la pena analizzarli più nel dettaglio. Quella di oggi vuole essere principalmente un’introduzione, che vi aiuti a chiarirvi subito le idee su questo prodotto.

48382_v1000x1500

Il fondotinta è uno di quegli step del nostro make-up che può realmente fare la differenza; secondo me non c’è niente di male a non truccare occhi o labbra, ma ci tengo che la mia pelle sia sempre al meglio e so che spesso bastano davvero pochi accorgimenti per ottenere il look che desidero.

Iniziamo col dire che il fondotinta non è assolutamente necessario: se avete una bella pelle o se vi dà fastidio la sensazione sul viso potete facilmente farne a meno e magari lavorare con un po’ di correttore per mimetizzare le imperfezioni. Tuttavia in alcune situazioni non rinuncerei mai all’effetto pelle-di-porcellana che ottengo utilizzando un fondo, soprattutto di sera, quando faccio un trucco occhi bello carico e ho bisogno di una base impeccabile.

chloe1

Purtroppo il giudizio sui fondotinta è terribilmente personale: quello che piace a me e che funziona sul mio viso può essere tremendo per un’altra persona, anche con una pelle simile alla mia. Per questo l’unico modo per trovare quello perfetto è provarlo direttamente su di noi; visto che i fondi possono essere molto cari, la cosa migliore sarebbe andare in profumeria e farsi applicare il prodotto in questione, o se fosse possibile chiedere a una commessa di farci un piccolo campioncino per testarlo almeno un paio di volte prima di procedere con l’acquisto.

Indicativamente, però, possiamo dividere i prodotti in base al tipo di pelle: secca, normale, mista, grassa e sensibile. Diciamo che se leggete bene le indicazioni e se fate qualche ricerca su internet prima di comprare un fondotinta non dovreste avere brutte sorprese; per aiutarvi nella scelta, però, dedicherò una serie di post ai migliori prodotti delle varie categorie. Per ora ho pensato a:

-Fondotinta liquidi

-Fondotinta compatti in crema

-Fondotinta compatta in polvere

-Fondotinta minerali

-Fondotinta in mousse

-Fondotinta in stick

-Creme colorate

-BB Cream

-Fondotinta low cost

-Fondotinta costosi

Mi raccomando, fatemi sapere con quale volete che inizi!

Una volta individuata la texture più adatta a voi bisogna procedere con la scelta del colore, che può rivelarsi un vero incubo! La tentazione di provare il fondotinta direttamente sulla mano è forte, lo so, ma la pelle in quel punto è di una tonalità molto diversa rispetto a quella del viso, quindi nel 99% dei casi finireste per comprare il prodotto sbagliato! Diciamo che il metodo classico è di individuare due o tre colori che potrebbero fare al caso vostro e “swatcharli” sulla guancia, uno accanto all’altro; in questo modo, confrontandoli tra di loro, dovreste rendervi conto di quale si avvicina maggiormente alla vostra carnagione. Se poi non siete ancora convinte uscite dal negozio e andate sotto la luce naturale: solo così avrete la conferma definitiva (e comunque vi consiglio di portare un’amica che vi aiuti nella decisione!).

201306031923_base-maquillaje

Ricordate sempre che il fondotinta dovrebbe semplicemente migliorare e uniformare il vostro tono di pelle, non sconvolgerlo completamente! Se siete amanti dell’abbronzatura non comprate un fondo troppo scuro, restate sulla tonalità giusta e utilizzate piuttosto bronzer e blush per scolpire il viso! Tenete poi a mente che i fondotinta spesso si ossidano durante il giorno, cioè si scuriscono; se siete quindi indecise tra due colori prendete quello più chiaro e non avrete brutte sorprese!

Ok ragazze, direi che per ora è tutto! Spero che questa introduzione al complicato e affascinante mondo dei fondotinta vi sia stata utile, ma soprattutto mi auguro che i prossimi post dedicati a questo prodotto possano risolvere i vostri dubbi e problemi! Un bacione a tutte! 🙂