Ciao ragazze!

Oggi voglio raccontarvi le storie di una serie di donne del presente, ma anche del passato, che hanno o che hanno avuto un ruolo di fondamentale importanza nel mondo del beauty. Ognuna di loro ha dato il suo contributo scrivendo la storia del make-up e più in generale della bellezza.

Sapevate che è solo grazie a Estée Lauder che possiamo provare i prodotti in negozio e ricevere un campioncino?

Vi parlerò dunque di alcune personalità di spicco e soprattutto dei loro meriti. Ma chi sono queste donne e qual è la chiave del successo? Per scoprire questo e molto altro ancora, non vi resta che continuare a leggere il post!

ClioMakeUp-donne-mondo-beauty-cambiamento-guadagno-tutte-copertina

LE DONNE DEL PASSATO: LA FAMA CHE DURA NEL TEMPO!

Vi dicono nulla nomi come Elizabeth Arden, Estée Lauder, Coco Chanel, Madam C.J. Walker, sicuramente alcune di loro le conoscerete benissimo, più per i brand che hanno fondato e ai quali hanno dato i nomi, che per la loro storia. Altre invece sono forse meno note, tuttavia al giorno d’oggi si sentono ancora gli echi della loro fama nel passato e sono ancora molto celebri e influenti nel mondo del beauty.

Per saperne di più, sfogliate la gallery che ho preparato per voi: troverete le loro storie e la chiave del successo destinato a durare nel tempo! 🙂

Le donne del passato che hanno cambiato il mondo del beauty!

Per assicurarvi una migliore esperienza raccomandiamo l’utilizzo della gallery da cellulare recente, con sistema operativo aggiornato all’ultima versione e browser Safari se su dispositivi Apple e Chrome se su dispositivi Android o Windows Phone, grazie della collaborazione!


PAT MCGRATH

Molte di voi conosceranno già Pat poiché ve ne ho parlato spesso qui sul blog e come molte di voi sapranno è una tra le mie make-up artist preferite. Ad oggi è considerata una delle più infuenti truccatrici degli ultimi anni.

La sua carriera inizia intorno agli anni ’90 dopo aver lavorato con l’editor Edward Enninful. Da quel momento hanno inizio le collaborazioni con i più grandi esperti del settore. Di recente ha anche lanciato una sua linea di prodotti che ha letteralmente fatto impazzire il web!

ClioMakeUp-donne-mondo-beauty-cambiamento-guadagno-pat-mcgrath

BOBBI BROWN

Bobbi Brown fa la sua comparsa negli anni ’90 e diventa celebre grazie alla capacità di enfatizzare in modo esemplare il make-up naturale, che spesso viene considerato sciatto e privo di carattere pur essendo invece in grado di valorizzare ogni volto. Fonda la Bobbi Brown Cosmetics che dopo circa vent’anni dalla sua fondazione diventa un vero e proprio colosso della cosmesi.

ClioMakeUp-donne-mondo-beauty-cambiamento-guadagno-bobbi-brown

Ad oggi i suoi prodotti vengono venduti in più di mille negozi in cinquantasei paesi in tutto il mondo. Il brand mantiene sempre la filosofia di Bobbi: le donne sono belle anche senza trucco, il compito del make-up è quello di enfatizzarne la bellezza con semplicità.

Ragazze, non è finita qua! Nella prossima pagina trovate tante altre donne che pian piano stanno scrivendo la storia del make-up, la loro fama durerà nel tempo come quella di Estée Lauder e Elizabeth Arden? Lo scopriremo! Andate a pagina due se siete curiose di conoscerle! 🙂

70 COMMENTI

  1. Tutto interessante, ma che stress la gallery. Non sono riuscita a leggere tutte le didascalie, non riuscivo a far scorrere il testo. all’inizio quando tutte se ne lamentavano, a me funzionava mentre adesso no.

  2. Un bel tuffo nel passato! Son riuscita a vedere parzialmente la Gallery… Le donne del presente non mi ispirano, Pat esclusa ☺

  3. Ciao Clio! Grazie per questo bell’articolo. Avevo voglia di leggerne uno cosí! Sapete che ho sempre pensato che Bobbi Brown fosse un uomo????ah beata ignoranza! Buona domenica a tutti!

  4. Queste storie mi affascinano sempre , w le donne con la D maiuscola … un appello alle commesse di Sephora , non siate restie a dare i campioncini , prendete esempio da Estée Lauder , una grande donna così da non rendervi antipatiche

  5. Molto molto d’accordo con te per la linea di beauty Clio’s and Gattonzoli, per i campioncini di Sephora ho notato che sono commisurati ai soldini che spendi, davanti a me in coda, una signora ha speso 400 euro e le hanno regalato una clutch di Guess, molto molto carina!

  6. Anche io! E non mi sono nemmeno mai posta la domanda. Cioè: Bobbi è chiaramente il nome di un uomo (o di un cane) nella mia mente!

  7. Nella mia mente Bobbi, così come Bob, è sempre stato il diminutivo di Robert, quindi decisamente un uomo!

  8. Brava Gabry! Hai detto bene!!! ☺️ Dovrebbero darne almeno due o tre qualsiasi cosa si compra!!!
    Sono d’accordissimo sul fatto di una linea di make-up e di creme!!!! ☺️

  9. È così interessante scoprire tante cose sul beauty!!! ☺️
    Ci sei anche tu,Clio nella lista delle Donne con la D maiuscola!!!! Ti manca solo una linea tutta tua!!!☺️

  10. E 1 politica intelligente il cliente si sente coccolato prova i prodotti e ritorna Ke ne sai sw ho preso solo 1 maschera se poi nn mi boglio comprare tt la collezione dI chanel x dire ??? (So giusto x dire

  11. Comunque Huda Beauty su instragram ha quasi 15 milioni di follower..e da poco é uscita anche la sua linea di prodotti labbra (matite e rosetti opachi alla Kylie Jenner). Mance Charlotte Tilbury nella carrellata e ci sono proprio tutte

  12. Anche a me quando ho comprato il clarisonic mi hanno dato Una pochette di jimmy choo! Quando ho comprato le naked nulla… Eh va be!

  13. Secondo me dipende anche dai punti vendita , non tutti sono uguali , io vado sempre in quello di Monza e hanno le braccine corte anche se spendi cifre non proprio basse , ciaooo

  14. Io spesso li chiedo, proprio senza pudore ahahah poi dipende da quale commessa becco, ce ne sono un paio che ormai conosco e con loro posso andare sul sicuro. Altre invece hanno proprio il braccino corto, allora in quel caso chiedo! 🙂

  15. Che poi non capiscono che comunque avrebbero un riscontro , se mi dai un campioncino lo provo e se mi piace sono più invogliata all’ acquisto …

  16. È vero ci sono stata due volte e anche se una volta ho comprato un po’ di cose costose mi hanno dato poco e niente…….va meglio in altri store se conosci la venditrice che sa che sei una affezionata cliente

  17. Infatti se ti chiami Bobbi io penso a un maschietto…….vabbè ho imparato qualcosa……mi piacciono molto questi post un po’ “storici”!

  18. Vero, la nostra Clio ha decisamente rivoluzionato il modo di truccarsi e di volersi bene di tantissime italiane !

  19. Grazie toti e Potter sono quelli bianchi vero? Oscar e quello cn gli okkio ni verdi e la mimi quella a chiazze vero?

  20. Grazie Estée Lauder per aver inventato i campioncini! Li adoro e vorrei che me ne dessero mille! I campioncini di profumo li tenevo anche in auto per le volte che mi dimenticavo di mettere il profumo a casa.

  21. Conosco bene la storia di tutte queste donne formidabili!.. e se penso che la maggior parte di loro hanno fatto tutto questo in tempi dove il “ruolo e l’immagine” della donna era molto molto lontana da quella di oggi.. beh.. GRAZIE! grazie a tutte voi!

  22. Fra le “storiche” manca Helena Rubinstein che è stata una vera pioniera, la sua accesa concorrenza con Max Factor e Elizabeth Arden ha dato una grande spinta in avanti alla ricerca e allo sviluppo del makeup, fra le altre cose ha creato uno dei primi mascara waterproof negli anni ’20 e il primo mascara con scovolino zigrinato e tubo verticale cilindrico come quelli che usiamo ancora oggi negli anni ’50 (prima c’era il panetto solido di sapone e pigmento da inumidire e strofinare creati da Rimmel e “Mr Maybelline”). Aggiungerei anche Barbara Hulanicki di Biba negli anni ’70, senza le sue mega palette con decine di ombretti eccentrici e le “innovative” sfumature di marrone dal beige nude ai bronzi metallici non avremmo mai avuto le varie Naked, ChocolateBar, Vice, ecc 😉

  23. A me fa sempre sorridere la guerra tra la Arden e la Rubinstein, a distanza di un isolato (a New York) eppure non si sono mai incontrate :)))

  24. Ciao Gabry. ..da sephora “fanno schifo” ma anche dalla gardenia mettono paura. Il mese di agosto ho speso in profumi più di 100€…non mi hanno dato niente, nada, nisba, niet……ma daiiiiii ii! !!!!

  25. Ciao, io ne ho talmente tanti di campioncini di profumi ormai, e che magari non mi piacciono neanche, ma ho deciso di riciclarli per profumare…la macchina appunto!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here