Ciao a tutte!

Oggi torniamo a parlare di pelle e skin-care, in particolar modo degli effetti che ha l’inquinamento sulla cute a lungo termine! Sappiamo tutte quanto gli agenti atmosferici facciano male alla pelle e, se i raggi UV erano per noi una minaccia, sappiate che l’inquinamento non è da meno e sarà dunque necessario correre ai ripari e mettere in pratica qualche piccolo accorgimento.

In questo post vi diremo quali sono gli effetti dell’inquinamento sulla pelle e vi faremo vedere quali sono i prodotti e i rimedi adatti per purificare la cute dalle tossine dannose per la nostra salute.
Se l’argomento vi interessa e siete curiose di saperne di più, allora non vi resta che continuare a leggere il post!

ClioMakeUp-inquinamento-male-pelle-detox-mascherina

IL PEGGIOR NEMICO DELLA PELLE!

Studi recenti hanno dimostrato che il peggior nemico della pelle non è più il sole, bensì l’inquinamento atmosferico che oltre a influire sulla salute e in particolar modo su quella dei polmoni pare che sia all’origine dell’invecchiamento cutaneo, della pelle disidratata e dell’insorgere di brufoli e acne.

Tutte le varie sostanze inquinanti creano degli effetti deleteri sulla cute.
L’ozono e gli ossidi di azoto provocano infiammazioni rendendo la pelle irritata ed estremamente reattiva.

ClioMakeUp-inquinamento-male-pelle-detox-effetti

Il monossido di carbonio è responsabile della cosiddetta “ipossia tessutale” cioè il carente apporto di ossigeno ai tessuti. Inoltre fa anche rallentare il metabolismo della pelle e ci ritroviamo con l’incarnato spento e grigiastro, la nostra pelle invecchia precocemente e si secca in modo preoccupante.


Un’altra sostanza poi, il biossido di zolfo, danneggia il film idrolipidico della pelle (barriera protettiva naturale della cute) rendendola irritata e sensibile.
Le particelle e i pulviscoli in sospensione possono provocare irritazioni ed allergie.

ClioMakeUp-inquinamento-male-pelle-detox-pelle-filmidrolipidico

Insomma come potete immaginare si tratta di una condizione davvero a rischio specialmente per la stragrande maggioranza di persone che vive nelle città e in particolar modo in quelle con un tasso elevato di smog.

LE CONSEGUENZE DELL’INQUINAMENTO SULLA PELLE

Una delle prime conseguenze dell’inquinamento sulla pelle è il generarsi dei cosiddetti radicali liberi che provocano numerosi danni a carico della cute favorendo soprattutto l’invecchiamento della pelle.

Alcuni studi scientifici hanno poi evidenziato gli effetti negativi dell’inquinamento sull’idratazione e sull’eccessiva desquamazione della pelle che è quindi soggetta a perdere elasticità e luminosità ed essendo più vulnerabile può facilmente arrossarsi e macchiarsi.

ClioMakeUp-inquinamento-male-pelle-detox-pelle-disidratata

Secondo infatti uno studio pubblicato sul Journal For Investigative Dermatology, smog e agenti inquinanti favoriscono l’aumento fino al 20% dell’insorgenza di macchie sulla pelle e rughe.

Nella ricerca sono stati confrontati due gruppi di donne che avevano trascorso gli ultimi 24 anni della loro vita in città e in campagna. Si era appunto scoperto che quest’ultime avevano meno rughe e iper-pigmentazione in viso.

Dunque ragazze, queste erano solo le cause e gli effetti dell’inquinamento sulla pelle. Cosa fare per correre ai ripari e per rimediare ai danni che lo smog provoca sulla nostra pelle? Qual è la routine adatta a noi e quali sono i trattamenti specifici? Se siete curiose di scoprirlo andate a pagina due!

35 COMMENTI

  1. Inquinamento di certo, ma credo che chi aveva vissuto in campagna sembrasse più giovane anche per l’alimentazione. Le creme servono sicuramente ma quello che mangiamo ancor di più per la nostra pelle.

  2. Sulla pelle influirà l’inquinamento, ma pure l’alimentazione, lo stress, lo stile di vita… mi pare un po’ allarmista sto post.

  3. Boh, non mi convince……le creme? Certo, ma si deve mangiare sano e si dovrebbe cambiare la società competitiva che abbiamo costruito e che genera uno stress da paura!

  4. Concordo con gli altri commenti sull’importanza dell’alimentazione, ma anche una buona cura della pelle protegge assai

  5. mmmm non mi convince questo post.. non perchè non mi sia piaciuto e sia colpa vostra sia chiaro, ma per i dati delle ricerche riportate. Credo sia allarmista perchè sappiamo che inquinamento e raggi UV fanno male alla pelle, ma incidono in larga misura il fattore stress, alimentazione, fase della vita ecc.

  6. Si e no..
    Per completezza, l’ozono fa male ad alte concentrazioni ma è un riparatore tissutale ad altre (avevate parlato anche voi di ossigeno terapia). In città inquinate ti respiri un bel po’ di mg di ozono al giorno, soprattutto se ti fai delle belle corsette e aumenti il respiro. Se proprio mi dovessi preoccupare lo farei anche per i polmoni (e non solo per l’ozono).
    Creme cremine, si certo aiuteranno ma non è che faranno chissà che.
    I solari, non so, vorrei sentire un esperto sul fatto che sia sempre opportuno mettersi un solare 50, anche in inverno! indubbiamente ci sono persone che dovrebbero o lo fanno per particolari problemi ma credo che la maggior parte di noi potrebbe evitarseli a meno che non vada in montagna a sciare.
    Magari esistono altri modi per proteggersi che non siano i filtri.
    Detto questo quando vado a Milano e la sera mi lavo la faccia il cotone è marrone!

  7. Ci sono in effetti diversi studi
    che sottolineano che i filtri chimici, usati dalla maggior parte dei prodotti solari, siano piuttosto dannosi, in particolare perché riflettendo la luce scaldano eccessivamente l’epidermide producendo radicali liberi, aumentando quindi a lungo termine il rischio di tumori della pelle e invecchiamento precoce. Sono preferibili i filtri minerali ma che purtroppo sono poco compatibili con un uso quotidiano (prodotti mediamente pastosi e difficili da assorbire). Molto meglio una buona pulizia serale e prodotti adeguati per nutrire la pelle che caricare il viso di filtri Uv durante la giornata!

  8. Anche io credo che possano andare a produrre altri radicali quindi potrebbe essere controproducente. Alla fine i radicali li “spegni” con altri radicali, anche se non so di preciso il meccanismo d’azione di una crema solare.
    D’altra parte i filtri tipo ZnO2 fanno un pastone immettibile. Forse un micronizzato no.
    Però magari ti basta il filtro 15 del fondotinta oppure integrare di più la dieta.

  9. Io uso delle creme con filtri minerali che non fanno pastone..ma naturalmente non sono economicissime. In realtà anche quelle più pesanti lavorandole bene e con fondotinta sopra non mi fanno grossi problemi.

  10. Ma infatti! Anche il correttore ha un spf 15! Mi sembra esagerato usare un filtro 50 anche d’inverno, in giornate senza sole o stando al chiuso

  11. Io utilizzo da anni ormai il brand Ultrasun che ha appunto solari con all’interno filtri minerali. Lo utilizzo solo in estate: in particolare la protezione 50 antiage è la mia compagna fedele a luglio e agosto, e sebbene non sia una crema leggerissima non dà nemmeno grossi problemi col make-up – è pur vero che negli stessi mesi non uso praticamente mai fondotinta, ma solo BB cream. Invece le protezioni dalla 30 in giù o quelle dedicate allo sport sono decisamente più leggere. Spero di esserti stata utile!
    Ciao!
    Laura ClioMakeUp

  12. Un secolo a demonizzare il sole, per poi capire che sono lo smog, gli agenti chimici inquinanti, a farci del male! E direi!!!! Era ora!!! Sui tumori che ci dicono da tempo? Meglio non parlarne qui. Oggigiorno siamo fortunati se possiamo vivere fuori città, altroché, la qualità dell’aria cambia nettamente! Lasciamo stare la faccenda della protezione 50 in inverno in città, è impensabile, non si può sentire. Ovviamente se la mia pelle ha bisogno di respirare e depurarsi da tutto lo smog, il consiglio qual’è? Di andarla a tappare con qualche bel filtro chimico! Anche quando non serve, possibilmente!! È solo allarmismo, che alla lunga ci danneggia di più, regaliamoci con il buon senso, e facciamo respirare questa pelle!

  13. In inverno hai scoperto il viso (neanche tutto perché ho il cappello sulla fronte), magari un banale occhiale da sole basta, se ha le lenti giuste.
    Alla fine ti rimarrebbe fuori naso e bocca, amen. Per quella mezz’ora che faccio a piedi in cittá..
    Anche se mi sentirei un po’ fuori luogo con gli occhiali da sole in inverno..

  14. Che l’inquinamento non possa che far male mi pare lapalissiano. Che possano esistere cosmetici con marcati effetti detossinanti mi pare solo una trovata di marketing.

  15. Non so come siano come consistenza e stesura, ma so che i solari Omia dichiarano in etichetta solo filtri minerali.

  16. Grazie cara! Tutto ok, tutto sommato. Si va avanti. I suoceri hanno la casa a Visso, pare anche lì tutto ok. Vorremmo sapere, ma abbiamo paura di andarci. Aspettiamo qualche giorno. Voi come state?

  17. 6 anni fa abbiamo preso una importantissima decisione, abbandonare la città per trasferirci in un paesino di provincia, c’è qualche Contro…ma uno dei più grandi Pro è l’aria..La mattina sento gli uccellini, l’aria frizzantina, l’odore della terra bagnata, i vicini che mi regalano i pomodori, le zucchine, le mandorle, le uova..tutte cose a km..anzi, a metri 0!…niente clacson, ne urla, ne puzza di smog, tutta un’altra storia..Certo qui fa più fresco, l’inverno è umidissimo e dura parecchio più che in città nonostante siamo a pochissimi km, facciamo i pendolari…ma ogni giorno al rientro a casa..guardare il verde che si avvicina..per me è impagabile.
    La pelle..non ci avevo minimamente pensato a questo pro..

  18. Io, a parte quelle che a quanto pare ha sentito tutta Italia, non ho avvertito niente altro, quindi direi bene. A Visso ci sono stata tanti anni fa’, per una sciata a Forca Canapine. Mi fa male vedere questi posti così feriti. A Norcia c’erano passati appena vent’anni fa, e ora di nuovo, peggio pure.

  19. Scusate, ma la crema della bottega verde all’Acido Glicolico sul sito la mette a 32 euro.. alla faccia dell’economico. C’è un errore?

  20. Che invidia… Noi stiamo cercando casa e a parte i prezzi che fuori città sono più economici, a me piacerebbe vivere più a contatto con la natura.. Il mio ragazzo non è molto d’accordo o meglio, dice che sarebbe bello ma lui preferirebbe avere i principali servizi che una cittadina può offire a portata di mano… Ok, sarebbe comodo però non sono del tutto d’accordo…

  21. Io uso quella della Skinceutical fattore 50. Ma anche la kielhs ne fa una molto simile per consistenza e prezzo. Entrambe di assorbono subito, ma non sono bio. Di bio ho provato dei campioncini della protezione solare minerale bioheart, devi lavorarli un po’ ma sono meno pastose di altre.

  22. Un buon compromesso sarebbe una casetta in mezzo al verde, appena al limite di confine di un paese di medie dimensioni, con ogni servizio…

  23. Grazie per la risposta! Sei stata gentilissima!!
    In effetti sì, ci sono molte cose che devono essere valutate.. Un buon compromesso sarebbe una zona verde, fuori dal centro insomma, in una qualche cittadina fornita di servizi… Abbiamo visto delle case in pieno centro (si parla comunque di piccole città, con meno di 20.000 abitanti) ma io non ce la posso fare… per carità, amo le comodità e non lo nego, ma così è troppo anche per me! Insomma, la ricerca continua! 🙂

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here