Ognuna di noi ha risentito del problema delle doppie punte almeno una volta: quelle antiestetiche punte dei capelli che si “dividono” (in due ma a volte perfino in tre!) e che rendono la capigliatura disordinata facendola apparire anche poco sana.

Ma cosa sono e perché vengono? Si tratta di un’evenienza molto ricorrente, specialmente tra chi ha i capelli lunghi, ma a onor del vero ci sono diversi fattori che ne agevolano la comparsa. Non si tratta tanto di cose che dovremmo fare, ma più che altro di errori da evitare! Ci sono dei comportamenti sbagliati, infatti, che favoriscono l’insorgere delle doppie punte, alcuni davvero insospettabili.

Abbiamo pensato, quindi, di racchiuderli per voi in un’unica guida. Troverete anche alcuni rimedi naturali efficaci, miti da sfatare e prodotti utili. Pronte a saperne di più? Via con il post!

cliomakeup-doppie punte-teamclio-cover

Credits: Foto di Pexels | Ron Lach

COSA SONO LE DOPPIE PUNTE E COME RICONOSCERLE

Cominciamo dalle basi! Parliamo spesso di doppie punte e altrettanto spesso sentiamo usare questo termine, ma qual è il il significato e cosa sono davvero le doppie punte?

TRICOPTILOSI: IL FUSTO DEI CAPELLI SI INDEBOLISCE E SI DIVIDE

Il nome scientifico è tricoptilosi e si tratta di un’alterazione del capello, più precisamente del suo fusto. Quest’ultimo si indebolisce e si divide, in due e a volte perfino in tre parti. Quello che ne deriva è l’antiestetico effetto disordinato e sfibrato delle lunghezze che tutte conosciamo (e odiamo!).

cliomakeup-doppie-punte-teamclio-1

Credits: @hairpageconnelly Via Instagram



A risentire di questo problema sono specialmente le donne, anche perché tendenzialmente portano i capelli più lunghi e la loro chioma è generalmente più folta. Ci sono delle cause ben precise che determinano le doppie punte, a partire dalla fragilità del capello. Dipende spesso da una carenza o da un’alterazione della cheratina, che ha il compito di costituire i capelli e di renderli più forti e robusti nella loro struttura.

cliomakeup-doppie-punte-teamclio-no

Via Giphy

In realtà, però, a causare questo fastidioso problema sono principalmente alcuni comportamenti sbagliati, errori da evitare che commettiamo a volte senza neanche accorgercene. Se vi chiedete da sempre come eliminare le doppie punte, è proprio da queste abitudini sbagliate che dovete partire! Analizziamole nel dettaglio.

#1 SPAZZOLARE I CAPELLI NEL MODO SBAGLIATO

Per prevenire le doppie punte bisogna prima di tutto scegliere la spazzola giusta e pettinare i capelli in modo corretto. L’ideale è usare sempre spazzole di buona qualità e optare per un pettine o una spazzola a denti larghi, specialmente quando i capelli sono bagnati.

cliomakeup-doppie-punte-teamclio-spazzola

Tangle Teezer, The Wet Detangler Spazzola districante per capelli bagnati. Prezzo: da 13,95€ a 11,85€ applicando il codice sconto CLIOLF su lookfantastic.it

Per evitare di spezzare i capelli, che è una delle cause più comuni del problema, bisogna pettinare poche ciocche per volta, partendo dalle punte stesse e poi andando verso l’alto fino a sciogliere tutti i nodi. Facevate l’esatto contrario? Bene, sbagliavate!

cliomakeup-doppie-punte-teamclio-pettine

So Eco, Detangling Comb. Prezzo: 4,95€ su lookfantastic.it

Sono da evitare le spazzole in metallo o qualsiasi altro strumento che possa strappare i capelli. Inoltre, è importante anche tenere accuratamente puliti i “ferri del mestiere”: parliamo sia della spazzola che di tools per lo styling, come piastre e arricciacapelli da pulire con una certa costanza.

#2 PETTINARE I CAPELLI DOPO LO SHAMPOO

Questo è un altro errore molto frequente. I capelli bagnati, ragazze, sono più fragili e pettinarli dopo la doccia può essere un comportamento molto rischioso che agevola la comparsa di doppie punte (se la chioma è già predisposta).

cliomakeup-doppie-punte-teamclio-errori-1

Credits: Foto di Pexels | Anna Shvets

Fate in modo di pettinare i capelli prima della doccia – seguendo i consigli che vi abbiamo dato – in modo tale da sciogliere accuratamente tutti i nodi prima dello shampoo. Vedrete: i capelli si spezzeranno molto di meno e, in generale, la vostra chioma ne trarrà beneficio.

#3 APPLICARE LO SHAMPOO SU TUTTA LA LUNGHEZZA FAVORISCE LE DOPPIE PUNTE

Non ci avevate mai pensato? A produrre il sebo che sporca i capelli è la cute, per cui lo shampoo andrebbe massaggiato solo sulle radici. Poi, naturalmente, le lunghezze verranno comunque pulite e deterse dallo shampoo che colerà giù, ma sarà molto più diluito e meno aggressivo.

cliomakeup-come-eliminare-doppie-punte-5-doccia

Specialmente se avete i capelli fragili e che si spezzano facilmente, vi consigliamo di optare sempre per uno shampoo delicato, soprattutto se siete portate a fare lavaggi frequenti.

cliomakeup-doppie-punte-teamclio-shampoo-delicato

Restivoil, Olio-Shampoo Nutritivo. Prezzo: 8,32€ applicando il codice sconto CIAOCLIO su farmacosmo.it

L’ideale sarebbe un olio shampoo, con meno tensioattivi e più adatto a cute e capelli sensibili. Sono validi anche gli shampoo con cheratina, rinforzanti e ristrutturanti.

cliomakeup-doppie-punte-teamclio-shampoo-cheratina

Phyto, Phytokératine Extreme Exceptional Shampoo. Prezzo: 10,53€ applicando il codice sconto CIAOCLIO su farmacosmo.it

Scegliere i prodotti giusti fa davvero la differenza, quando si parla di doppie punte!

#4 USARE SOLO BALSAMO CON RISCIACQUO

A tal proposito, parlando di prodotti per capelli con doppie punte, cercate di usare sempre il balsamo, che districa i nodi e rende i capelli più facili da pettinare. Non limitatevi all’utilizzo del semplice balsamo con risciacquo, ma focalizzatevi anche su prodotti di diverso tipo.

cliomakeup-doppie-punte-teamclio-balsamo-senza-risciacquo

Shea Moisture, Hydrate + Repair Multi-Action Leave In. Prezzo: da 12,45€ a 9,58€ applicando il codice sconto CLIOLF su lookfantastic.it

Il balsamo spray senza risciacquo o una crema per i capelli renderanno la chioma più pettinabile e la proteggeranno dalle aggressioni esterne. Di conseguenza, i capelli saranno anche meno soggetti alle doppie punte.

cliomakeup-doppie-punte-teamclio-olio-di-semi-lino

Kelemata, Olio ristrutturante ai semi di lino. Prezzo: 7,03€ applicando il codice sconto CIAOCLIO su farmacosmo.it

Ci sono anche dei rimedi naturali molto efficaci, che assolvono la stessa funzione. Vi suggeriamo di usare oli naturali come l’olio di oliva, l’olio di cocco, l’olio di semi di lino, l’olio di Argan e di jojoba, con cui poter realizzare degli impacchi ricostituenti e nutrienti da fare almeno 1/2 volte al mese.

#5 ASCIUGARE I CAPELLI NEL MODO SBAGLIATO CAUSA LE DOPPIE PUNTE

Asciugare i capelli è un passaggio fondamentale, forse ancor più dello shampoo stesso. Ricordatevi di tamponarli e non sfregarli, usando un asciugamano in microfibra che riduce al minimo l’effetto crespo.

cliomakeup-doppie-punte-teamclio-asciugacapelli

Credits: Foto di Pexels | Cottonbro

L’ideale sarebbe asciugare i capelli all’aria – quando è possibile! – oppure, comunque, evitare di usare il phon a temperature troppo elevate e tenerlo a una distanza di 15-20 centimetri, senza insistere sulle punte. Il calore sconsiderato a cui i nostri capelli sono esposti durante lo styling è, infatti, una delle prime cause delle doppie punte.

cliomakeup-doppie-punte-teamclio-termoprotettore

Wella Professionals, EIMI Thermal Image – Spray termoprotettivo. Prezzo: 10,95€ su lookfantastic.it

Applicate sempre un termoprotettore per capelli, distribuendolo in modo uniforme con le dite tra le lunghezze. Ricordatevi di adoperarlo sia prima del phon che prima di piastra o arricciacapelli. In linea di massima, provate a usare quanto meno possibile questi tools ad alte temperature se avete problemi di capelli fragili e che si spezzano.

Ragazze, non abbiamo ancora finito! Girate pagina per scoprire gli altri errori da non fare per prevenire le doppie punte!

42 COMMENTI

  1. Buongiorno. Le lunghezze hanno bisogno anche loro di una dose di shampoo seppure molto diluito. Smog, frittura, polvere si depositano su tutta la chioma, quindi diluite lo shampoo e applicatelo su tutti i capelli. Per il resto è tutto abbastanza condivisibile

  2. Da quando ci ho dato un bel taglio e sono passata al bio, i miei capelli sono rinati. Non ho doppie punte, mentre prima ne avevo a valanga.
    Quello che faccio io è usare un turbante in microfibra, lasciarlo su una mezz’ora in modo che assorba l’eccesso di acqua, poi spray termoprotettore e phon veloce, giusto per dare un minimo di piega.
    Ciò che non riesco a fare è avere la federa di seta (qui l’inverno si gela e io voglio la flanella

  3. Post molto interessante ! ill filtro anticalcare mi interessa molto però il link non funziona. Buona giornata !

  4. io la notte faccio uno chignon morbido e lo fermo con un mollettone in cima alla testa, ho evitato un sacco di nodi e la mattina i capelli sono voluminosi (per la federa in seta..costa troppo!!). inoltre usare prodotti bio ha aiutata molto, prima dovevo lavarli ogni giorno, adesso durano anche 3/4

  5. Piccolo appunto sul pettinarli da bagnati: per chi è riccia è l’unica soluzione, ma va fatto con il balsamo o la maschera in posa. È una cosa che mi è stata insegnata dal mio migliore amico, che è parrucchiere 🙂

  6. No il termoprotettore è di testanera perché lo avevo e volevo finirlo. Ora che ci siamo ne cerco uno anch’io! Uso tutto il resto bio.

  7. Con tutti sti spruzzi spruzzetti spruzzettini prima dopo e durante il lavaggio i mieo capelli (tendenzialmente grassi) durerebbero 10 minuti puliti.

  8. Ciao ragazze!! quale shampoo è meglio secondo voi, redken o kerastase????vorrei provare uno dei due ma non so quale, ho i capelli fini è un po’ secchi…..

  9. Io avrei spiegato un po’ meglio cosa è lo split ender o avrei messo un link, dall’immagine non si capisce granché 🙂

  10. So che lo avevi già scritto in qualche commento… puoi ripetermi il nome dello shampoo? Mi ricordo solo che è dei provenzali…???

  11. Buona domenica Nikita! Condivido. Non sono mamma ma cucino (per il compagno, amici, parenti). Mmmh i capelli prendono le ” puzze” della cucina e di fumo passivo.. anch’io lavo un pochino anche le lunghezze

  12. Sono bravina, dai. Devo procurarmi una copia della Tangle e le fodere di seta. Riguardo ai balsamo senza risciacquo, consigli? Ho paura che appesantiscano e ungano. Ho eliminato un bel po’ di doppie punte a forza di spuntare e nutrire i capelli con oli (ricino, lino, mandorle, monoi), ma ci vorranno forse ancora 6 mesi buoni prima di vincere.

  13. Secondo me in’altra cosa da tenere presente è la #scelta del taglio giusto!i capelli sfilati hanno maggiori probabilità di incorrere nelle doppie punte che quelli tagliati pari!

  14. Ogni volta qui si ricorda che “prima di usare Phon e piastra bisogna usare un termoprotettore” ma se la cosa è così scontata come mai faccio così fatica a trovarli in giro? Nei supermercati non sanno cosa sia (e magari trovi maschere per gli effetti più improbabili) nelle profumerie sanno cos’ è ma l’han finito, dai parrucchieri ne hanno si, ma devi aprire un mutuo per averli… e dopo aver raggiunto l’agente prodotto giri l’etichetta e leggi: silicone, silicone e ancora silicone… ma se ci ho messo due anni a “disintossicarmi” dai siliconica poi mi spruzzo questo è ricomincio da capo? Morale: ditemi vi prego se esiste un termoprotettore (valido) senza siliconi, acquistabile in Italia e possibilmente a una cifra ragionevole, che soffro di cervicale e non posso lasciare asciugare i parli all’aria (so’ probbremi!!) 😉

  15. Non ho idea di cosa contenga ma io mi trovo bene con quello di jack provot, si trova da tigota e ipersoap ma direi anche all’ipercoop, è leggero e non si nota dopo l’asciugatura

  16. L’unico appunto che manca è il tipo di taglio: i capelli avranno punte forti se tagliati perpendicolarmente alla lunghezza… tutti quei tagli che prevedono di usare la forbice in “obliquo” sui capelli indeboliscono le punte e sicuramente le doppie punte si formeranno più facilmente, così come l’utilizzo di altri metodi diabolici per sfilare, come lo “sfilzino” 😉

  17. Le doppie punte sono molto difficili da debellare se si hanno capelli lunghi… il periodo che li avevo sopra le spalle non ne avevo una mentre ora che li ho a metà schiena ovviamente le ho. Uso due prodotti appositi per doppie punte e lunghezza e li spunto un pochino a ogni luna piena. Ho provato anche io con il bio ma sinceramente non ho viso grandi differenze quindi ho ricominciato con ottimi shampoo ma sempre senza schifezze dentro. Sono soddisfatta ma qualche doppia punta ce l’ho. Se qualcuna di voi ha rimedi infallibili parli pure che qui tutte pendiamo dalle vostre labbra hahahahahahha

  18. Ti riporto quello che scrivono su diversi blog bio:

    “Molti oli vegetali possono essere utilizzati come termoprotettori, ma quali? È importante scegliere oli che abbiano un punto di fumo alto, ovvero che sopportino meglio il calore; i migliori a questo scopo sono: l’olio di vinaccioli, il burro di karité, l’olio di argan, l’olio di cocco e l’olio di avocado.”

    Se hai i capelli ricci aiuta tanto il gel di aloe con giusto una goccia di olio, anche per lo stilyng; io mi trovo bene con i prodotti che trovo al DM, buona parte delle linee per capelli sono senza siliconi e ce ne sono diverse completamente bio. Se non ricordo male Biofficina Toscana ha la Lozione anticrespo che dovrebbe fare anche da termoprotettore.

  19. nemmeno io riesco a dormire coi capelli legati! Oltre al brutto segno, durante la notte mi muovo parecchio, l’elastico si sposta e si aggroviglia sui capelli, quindi faccio peggio!

  20. Ciao mi apre di ricordare che tu usi gli Shampoo Alterna giusto? Vorrei chiederti se hai mai provato quelli della Klorane. Considera che io uso shampoo eco-bio che mi staano dando discrete soddisfazioni rispetto a quelli siliconici tradizionali. Klorane è eco-bio?

  21. No mi spiace, in questo momento sto provando Pureology marchio 100% vegan e zero solfati. Pureology segue una filosofia Eco Sostenibile, si impegna a rispettare l’ambiente e a ridurre il suo impatto dove possibile per questo i prodotti non contengono ingredienti di origine o derivazione animale. Dopo Pureology proverò anche Davines e questo è assolutamente eco-bio…vai a vedere il sito di ognuno…
    A Davines ho scritto 10 giorni fa per chiedere consiglio su quali prodotti acquistare e sono stati carinissimi…
    Potresti provare entrambi, prima uno e poi l’altro. Io sto facendo così 😉

  22. Ciao Giuliva! Chiedi e ti sarà dato! Se vai su hair-gallery.it trovi tutti i termo protettori che vuoi! Il mio amato Alterna BAMBOO SMOOTH ANTI BREAKAGE THERMAL PROTECTANT, trovi MOROCCANOIL, RENÉ FURTERER. C’è anche MATRIX NEW TOTAL RESULTS MIRACLES citato in un post di Clio/Team come TOP così come AVEDA STYLING THICKENING TONIC … prova a darci un’occhiata, se vai tutto sulla sinistra e scegli nella tendina “esigenza” – PROTEZIONE CALORE – ti escono tutti i prodotti 😉

  23. Ah pero’…io usavo l’olio di cocco come termoprotettore perche’ qui in Germania devo ancora capire e far capire come tradurre questo termime…non e’ che posso comprarmi tutto in Italia quando scendo, ogni volta mi ci vuole il furgone ! Ma non acquisto in internet perche’ mio marito teme ancora le truffe.

  24. Se sei in Germania hai l’imbarazzo della scelta per linee bio: al DM la linea Alverde, da Rossmann la Alterra al Muller c’è Terra Naturi; sono tutti marchi proprietari delle catene certificati biologici, hanno prezzi decisamente contenuti e sono validi.
    Anche la Balea al DM fa cose buone ma non bio, io avevo preso il saltz-spray che non era male, lo spray protettivo volumizzante ed hanno degli ottimi latte per capelli tutto senza siliconi.
    Questo è il protettore:
    https://www.dm.de/balea-foehnlotion-volumen-effekt-p4010355135513.html

    I prodotti termoprotettori possono avere le scritte “Hitzeschutz Spray” oppure “Föhnlotion” o “Föhn-Spray ” ;o)

  25. Uheee, grazi mille !! Non sai quanto mi hai aiutata. Appena ho qualche minuto salto da Rossman, perche’ DM e’ piu’ lontano. Della Balea ho preso il siero viso per provare; non e’ male,(il leggerissimo profumo non mi piace, ma puo’ andare) tuttavia voglio provarne anche altri. Mi sono data 1 anno di prove. Non sai quanto tempo c’ho messo per capire qual era il termine balsamo per capelli ! Forse ti sembrero’ ritardata, ma io prima di venire qui NON SAPEVO LETTERALMENTE UNA PAROLA DI TEDESCO !!! E non e che ho grandi aiuti dagli unici italiani che sono qui: sono quasi maschi e non capiscono un tubo !! Allora, ogni tanto puoi farmi da consulente in alemmanno !? Comunque grazie ancora e un grosso abbraccio. Küsse.

  26. Il bello è che io ufficialmente non parlo tedesco :oP
    Ho un DM a pochi chilometri oltre confine in Slovenia e ho imparato con pazienza (e traduttore) i termini che mi servono per poter saccheggiare in coscienza il negozio ^_^

    In caso di dubbi il tuo migliore alleato è il traduttore di google: se ti serve c’è anche la app per smartphone e puoi scaricare le lingue così da averle disponibili anche offline ;o)

    Puoi studiarti i prodotti online con calma e col traduttore integrato di Chrome (tasto destro del mouse-> traduci in italiano/inglese), per fortuna tutti le grandi catene tedesche hanno anche i siti di e-commerce ben fatti con istruzioni d’uso ed inci in chiaro, io ho imparato così, studiandomi con calma i prodotti online e poi andando a colpo sicuro in negozio, col tempo si acquisiscono i vocaboli utili e se ne imparano di nuovi.

    Ulteriore sito che ti consiglio (da leggere col traduttore almeno all’inizio), è:
    https://www.pinkmelon.de/
    ci trovi tante recensioni ben fatte, le nuove proposte ed altre informazioni utili.

    Finora ho provato diverse cosette al DM (Rossmann non c’è proprio, al massimo ho un Muller lontano che visito 1/2 volte l’anno, ha un reparto profumeria e cosmesi favoloso ma da lasciarci un rene) , alcune sono molto valide altre “meh”, se posso esser utile fammi sapere :o)

  27. Si’, lo so con tanta pazienza; anche io mi aiuto col traduttore, ma spesso capita che traduca in modo alternativo, non so se mi spiego. Per es. traducendo “balsamo” mi da “balsam” e le commesse non capivano; poi mi e’ venuto in mente di usare il termine “conditioner” e hanno cominciato a intendere che cercavo il balsamo capelli. L’e’ dura, ma ce la faro’ ! Nel frattempo grazie e ciao. E sempre Baci !

  28. Purtroppo il traduttore verso l’italiano spesso prende cantonate, lavora meglio con l’inglese (stessa radice) o anche con lo spagnolo (più utenti che lo usano e correggono gli strafalcioni), non demordere, vedrai che farai presto tua questa lingua.

    Se vuoi potresti aprire un thread nel forum per le expat in terre teutofone, credo ci si possa scambiare diverse recensioni, suggerimenti e trucchi per sopravvivere all’estero sfruttando al massimo le risorse disponibili ;o)

    PS. Spülung è uno dei primissimi termini che ho imparato insieme al preziosissimo “ohne” ;o)
    PPS. da Rossmann avevo preso dell’Alterra il Lippenpflege “Bio-Kamille”, uno dei migliori burri labbra che abbia provato ad un prezzo ridicolo

  29. Eh, chi lo sa; questo e’ un discorso molto lungo. A me sembra che gli italiani all’estero siano solo capaci di non collaborare; mi danno l’impressione che se possono fanno volentieri a meno di darti amicizia e sostegno; Al contrario, mi pare dei turchi o altre nazionalita’ in generale. Si’, i prezzi sono molto contenuti e ti invogliano a comprare, sempre, pero’ anche il superfluo !! Di Alterra sto usando un Augenplege , ma lo adopero di notte perche’ lo trovo troppo pesante per il giorno e non si asciuga velocemente; al contrario quello Balea e’ leggero, antirughe, fresco e l’asciugatura e’ piu’ veloce e ti puoi truccare dopo 2 minuti. Sto cercando insomma…pero’ nonostante io parli sgrammaticata e anche a gesti non ho per niente paura ad andare dal medico da sola o fermare le persone per strada per chiedere, anche se non capisco tutto.Io sono cocciuta. Quando, tuttavia, ho una novita’ tedesca la metto in rete, per es. trovo interessanti i prodotti P2 e Trend It Up che e’ marchio DM e Astor.
    Beh, ragazza, spero di non averti demoralizzata ne’ annoiata. Fatti sentire io casco dal sonno. Tschüss.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here