Ciao ragazze!

Vi ricordate il post di settimana scorsa in cui vi parlavo delle care, vecchie creme colorate? Come anticipavo alla fine dell’articolo, sembra che questi prodotti siano ormai destinati alla pensione, perché completamente sostituiti dalle “creme-alfabeto”, ovvero le BB-,CC– e presto anche DD-cream.

Schermata 2013-07-03 a 09.06.24
Tutte le mie BB-Cream

Iniziamo con un po’ di storia:

Tutto è iniziato un paio di anni fa con le famose BB-cream aka Blemish Balm aka Beauty Balm: create in Germania intorno agli anni ’60 dalla dermatologa Christine Schrammek, venivano prescritte dai medici alle pazienti che avevano subito interventi di chirurgia estetica o peeling facciali, per le loro qualità lenitive, protettive e correttive. I principali benefici di questi prodotti erano (e sono ancora) la coprenza, l’idratazione, la copertura dai raggi UV, le proprietà anti-aging e rigeneratrici.

blefaromix

Il vero successo è arrivato intorno al 1992, quando sono state esportate in Asia, dove uno dei principali canoni di bellezza femminile è la cura della pelle; lì sono state reinventate e adattate al mercato orientale, con formule e colorazioni particolari. Le donne asiatiche, infatti, combattono con problematiche differenti rispetto a quelle occidentali: generalmente tendono ad avere una pelle grassa e con tendenza acneica e sono alla continua ricerca di prodotti schiarenti. Vista l’enorme fortuna delle BB-cream in Cina, in Giappone e soprattutto in Corea, dove il mercato del make-up e della bellezza è in continua espansione, le aziende occidentali hanno voluto “re-importare” la nuova versione migliorata della crema tedesca, conferendole un’allure esotica e lanciandola come il prodotto che ha fatto letteralmente impazzire le donne asiatiche.

Hyoni-Kang-xln

Gli scaffali delle profumerie americane e poi di quelle europee si sono così riempiti di queste creme, cavalcando l’onda del successo; una volta capito il potenziale di marketing delle due B, alcuni brand, ad esempio L’Oreal, hanno iniziato a proporre intere linee cosmetiche “BB”, che comprendono correttori, blush e ciprie. Come è evidente tali prodotti hanno solo preso in prestito il nome dalle BB-cream e ovviamente non hanno le proprietà delle creme originali.

Visto che i mercati sono in continua evoluzione, le BB-cream sono già state sostituite dalle CC-cream, ovvero “Color Control” o “Color Correcting”. Tendenzialmente si tratta di prodotti per correggere il tono della pelle in modo naturale, con fattori di protezione solare elevati e consistenze più leggere e meno opache (mentre ho notato che spesso le BB-cream sono anche più corpose di molti fondotinta!). All’interno sono presenti pigmenti che coprono arrossamenti e macchie, nonché sostanze che illuminano l’incarnato. Tutte queste caratteristiche le rendono adatte all’estate, perché non pesano sul viso, ma sicuramente sono consigliabili più che altro alle ragazze che hanno già una pelle abbastanza bella, proprio perché così leggere e non troppo coprenti.

miranda-kerr-642-380

Che dire, non abituatevi troppo alle CC-cream… perché in America quest’estate arrivano già le DD-cream, ovvero “Dynamic-Do-All” (Dinamico Tuttofare). Sinceramente tutte queste lettere mi lasciano un po’ scettica, perche’ penso che troppi brand se ne stiano approfittando, lanciando sul mercato prodotti che di originale e curativo non hanno proprio nulla, ma soprattutto lasciando molta confusione. In sostanza bisogna guardare alle BB- o CC-Cream come ai fondotinta: non sono tutte uguali, non sono tutte naturali o poco coprenti, non sono tutte adatte allo stesso tipo di pelle… anche qui c’è da fare una bella selezione in base ai propri bisogni, senza farsi troppo attrarre dalle doppie letterine vicine 🙂

Vediamo quali sono le mie BB-cream preferite:

1) Maybelline Dream Fresh 8-in-1 Beauty Balm: leggera e non troppo coprente, è perfetta per l’estate o per quando voglio una base naturale, perché lascia la pelle idratata e luminosa. Spf 30. Prezzo: circa 9 euro.

bb cream maybelline2) Clinique Age Defense BB-Cream: sempre luminosa, ma più coprente. L’unico problema sono i colori, che tendono al grigio, un po’ come le BB-cream asiatiche! Io ho la numero 2, che in inverno va benissimo, ma appena mi abbronzo leggermente diventa tremenda e mi spegne tantissimo l’incarnato. Spf 30. Prezzo: 27 euro.

bb cream clinique3) Dior Hydra Life BB-Creme: Come potete vedere di questa ho solo il campioncino, ma probabilmente mentre state leggendo sarò in profumeria a comprare la confezione full-size hehe! L’ho usata per tre giorni consecutivi e mi sono innamorata! È molto coprente, sembra quasi un fondotinta, ma mantiene la luminosità e l’effetto naturale delle BB-cream! Spf 30. Prezzo: ehm ehm…circa 50 euro 🙁bb cream dior

E voi ragazze utilizzate le BB-cream? E avete mai provato le CC-cream? Conoscevate la loro storia? Siete scettiche come me o le creme-alfabeto hanno conquistato anche voi? 🙂