Ciao a tutte!

Siamo sicure che tra voi ci sia qualcuna che non riesce a immaginare la sua vita senza il primer occhi o il Clarisonic, o chi non sta mai via una notte senza portare con sé la piastra per capelli o il proprio correttore preferito. Ed è affascinante immaginare come facevano, nel passato, le donne delle classi sociali più elevate a far fronte alla propria beauty routine senza gli impareggiabili strumenti che abbiamo oggi… e che probabilmente tra 100 anni, o anche meno, si riveleranno superati! I romanzi e le biografie su alcune delle donne più belle e sensuali di tutti i tempi, da Maria Antonietta a Cleopatra, possono appagare in parte la curiosità di quelle beauty-addicted che sono affascinate dai trend del passato oltre che da quelli del presente. Abbiamo selezionato alcune abitudini di chi ci ha preceduto nella passione per skincare e makeup. Se l’argomento vi intriga, leggete oltre!

segreti-bellezza-storia-1-rossella-o-hara

1) Un profumo che annuncia il tuo arrivo

segreti-bellezza-storia-1-cleopatra
Sappiamo che molte di voi non amano il profumo che “lascia la scia” ma provate ad immaginare invece il contrario: un sensuale e meraviglioso profumo che precede il vostro arrivo; è solo un altro modo per dirlo, ma suona molto meglio, vero 🙂 ?

Cleopatra, i cui rituali di bellezza a base di bagni al latte e miele sono leggendari, pare abbia anche ideato un cocktail sensualissimo di oli profumati che impiegava proprio allo scopo di annunciare il suo arrivo. Alcune delle fragranze che utilizzava erano rose, incenso, cipresso, neroli e mirra.


2) La maschera all’uovo

segreti-bellezza-storia-2-maschera-uovo
Si tratta di uno dei rimedi più diffusi per curare l’acne e ridurre rossori e infiammazioni. In particolare la “ricetta” si diffuse con la Regina Elisabetta, che utilizzava solo l’albume.

segreti-bellezza-storia-3-clio-uovoAnche Clio ama utilizzare l’uovo per le sue ricette fai da te.

3) Aceto per lavare il viso

segreti-bellezza-storia-4-beauty-routine-egiziTrucco e parrucco nell’antico Egitto.

Oggi il dilemma è: lavare il viso con acqua oppure no? Quali prodotti usare? E per quanto riguarda gli strumenti? Tra acqua micellare, detergenti schiumogeni e nuove teorie che ogni giorno ci regalano nuove “verità” per il lavaggio perfetto, si può provare anche con una semplice miscela di acqua e aceto di mele. Un tonico antibatterico usato fin nell’antico Egitto – ma attenzione, va risciacquato!

4) Bagno alle alghe o al sale marino

segreti-bellezza-storia-5-venere-botticelli

Alcune leggende attribuiscono questo segreto di bellezza nientemeno che… ad Afrodite! Le proprietà benefiche delle alghe sono tuttora riconosciute, così come quelle del sale marino, e, com’è noto, secondo il mito Venere è nata proprio dalla spuma del mare! Peraltro, l’uso del sale marino come ingrediente per ricette di bellezza, e in particolare per gli scrub o i bagni, è comune a tantissime civiltà antiche… e non solo!

segreti-bellezza-storia-6-big-lush-sale-scrubShampoo e scrub per lo scalpo al sale marino (una di noi lo adora!): Big di Lush. Prezzo: a partire da 17,50€

Non potevamo certo tralasciare almeno un paio di beauty-tips della regina di Francia che è passata alla storia anche per la sua bellezza, Maria Antonietta! E per arrivare a tempi più recenti, che ne dite di Coco Chanel? Non vi resta che voltare pagina!

63 COMMENTI

  1. La cosa che mi ispira di più è l’idea di scegliere i colori che donano di più, unico dilemma è capire i propri!! non sono sicura di aver trovato quali mi stanno meglio… forse è anche per questo che non riesco a capire che tipo di sottotono ho 🙁

  2. Condivido!! Mia madre lo usa scaldato per pulire le bottiglie di vetro, funziona a meraviglia ma l’odore in casa per me è troppo forte, preferisco patire il freddo e tenere aperte le finestre che sentirlo, fa proprio venire la nausea.

  3. I miei fortunatamente non lo usano mai, se non mia mamma ogni tanto quello balsamico. Pensa che anni fa il babbo del mio ragazzo ha fatto un piccolo incidente con la macchina, e nel baule aveva una damigiana da 5 litri che si è rotta. Questo è successo a settembre, e siccome ha dovuto anche fate una traghettata il vino è rimasto al caldo e al sole e poi è diventato aceto… Io ho costretto il mio ragazzo a girare con tutti i finestrini giù anche a dicembre perché la puzza non se ne andava

  4. pensa che invece io lo uso per tutto, nella lavatrice, per togliere il calcare dal lavello, per pulire i fornelli……..ammetto che lasci un odore molto forte, ma a me non da fastidio…..ed è molto più economico di tantia viakal e compagnia bella!
    sul viso capisco che sia utile, perchè il sapone è basico, e l’aceto riporta l’acidità alla pelle….come fa il tonico, che forse è più delicato e più profumato!

  5. Sono sempre stata attratta dalle figure femminili del passato e amo alla follia l’imperatrice Elisabetta d’Austria, vera cultrice della propria bellezza: faceva uso di maschere notturne a base di carne di vitello cruda o di fragole e ricorreva a bagni caldi nell’olio d’oliva. Per conservare la snellezza, oltre a rispettare il rigoroso regime alimentare, dormiva con i fianchi avvolti in panni bagnati e beveva misture di albume d’uovo e sale (wikipedia).
    Ho letto libri su libri su di lei e quando vedo una sua foto…ah, che splendore…

  6. Alcuni puliscono anche il pelo del cane, io non posso pensare nemmeno di avvicinarmi a un piatto di insalata condito con l’aceto perché mi viene subito su tutto! Bleah

  7. Mia mamma invece lo usa diluito con acqua per pulire i vetri delle finestre, passandoci poi sopra un panno asciutto per rimuovere l’eccesso! Ed effettivamente l’odore è abbastanza forte, ma le finestre vengono sempre pulitissime e completamente senza aloni, altro che vetril!! 🙂

  8. Mah. Io SO che mi dona il celeste, e che il beige/rosa chiarissimo NON mi stanno bene per niente.
    Una cosa ridicola (molto ridicola), pensando alle decine di colori e tonalità… Ucciderei per un giorno con un personal shopper che potesse spiegaremi come fare! Se poi scappa anche un oretta di trucco ad hoc per la MIA di faccia…

  9. Ciao! Sono a Vienna in questi giorni e sabato ho visitato il castello di Hofbrunn.. Quest’estate ho letto un’ottima biografia di Elizabeth e a quanto pare era proprio ossessionata – 172 cm di altezza e 47 kg?! Contando che i capelli da soli pesavano 6-7 kg era anoressica.. non mangiava mai, faceva ore e ore di sport al giorno (a volte più di 8) ed era sempre di cattivo umore – e ci credo! Però sono d’accordo con te è bellissima 😉 Un mito impareggiabile, nel bene e nel male..

  10. Io invece lo amo…. lo metto su molti cibi, per esempio le patate lessate le mangio con solo aceto e sale. Mi piace così tanto che a volte ne metto pochino in un bicchiere d’acqua e lo bevo ( anche se non potrei perchè soffro di gastrite, ma mi piace troppo ! )

  11. Anch’io quando i cagnetti erano piccoli piccoli ( appena presi) pulivo il pelo con un panno in microfibra che immergevo in acqua tiepida e aceto di mele (l’importante è usare l’aceto di mele e non di vino). Me lo consigliò il veterinario, in attesa di potergli fare il primo bagnetto….

  12. Anche io lo lavo semplicemente con acqua e sapone delicato ( anche lui dorme con me ) ma appena preso il veterinario mi disse che era piccolino per lavarlo ( aveva 30 /40 giorni ) e ho aspettato che aveva due mesi o qualcosa in più. Mi avrà detto di non lavarlo forse per i vari vaccini che gli aveva fatto, non so… A me per esempio non piacciono neanche i vari deodoranti per cani a base di borotalco, preferisco sentire l’odore del mio cane tanto è sempre pello pulito e spazzolato !

  13. Si effettivamente 30-40 giorni sono davvero pochi, forse non aveva nemmeno ancora tutti i vaccini! Io la mia l’ho presa che aveva 2 mesi tipo… Comunque nemmeno a me piacciono i deodoranti, io le pulisco le zampette e appena il pelo con le salviette per il sedere dei bimbi

  14. Il mio sta sempre in casa perchè anche se abbiamo il giardino lui sta sempre sul letto e dorme (in pratica tutto il giorno) poi quando gli vengono i due minuti va in giardino e abbaia come un matto per cinque minuti e torna a letto ! Il sabato e la domenica lo portiamo a spasso con noi la mattina e quando torniamo gli pulisco solo le zampette tanto cammina sulla strada… purtroppo è vecchiotto , ha 13 anni ma comanda ancora lui !

  15. Amido di riso, un toccasana specie in estate. E anche io ho scoperto l’olio di cocco per i massaggi per i bambini.

  16. Io ogni mattina mi lavo il viso con acqua e sale. Mi asciuga un pò di brufoletti, perché nella mia zona c’è troppa umidità e l’ umidità mi porta molti brufoli.

  17. Hai perfettamente ragione! Anche a me piace tantissimo, ho letto molto su di lei.. Ti consiglio appena puoi di fare un viaggio al palazzo reale di Schönbrunn (Vienna) è a dir poco favoloso!! E ti spiegano molto bene la sua storia.. Oltre a vedere i suoi magnifici abiti, scarpe,oggetti per la bellezza, la palestra.. E le meravigliose stanze in cui viveva. Mi ha colpito tantissimo! 😉

  18. Mia nonna mi ha detto che ai suoi tempi alcune donne si pungevano il dito con un ago, in modo da fare uscire una piccola gocciolina di sangue e usavano quest’ultima come blush! Io non lo farei mai, odio gli aghi!!!

  19. anche io sono sempre stata attratta da Sissi, sia quando, da piccola, la credevo una “principessa” bellissima e felicemente innamorata, sia quando ho scoperto la verità sulla sua complessa personalità. Sono amante della montagna e dell’equitazione, come era lei, e capisco benissimo la sua frase sulle escursioni in quota: “Là dove gli altri si sentono sperduti, io riesco a respirare più liberamente”….in Alto Adige, dove vado sempre, mi piace ripercorre proprio una delle sue passeggiate preferite!

  20. io dovevo uscire ieri sera e ho provato un “trucchetto” del trucco di Marilyn (scusate il gioco di parole): ombreggiare lievemente all’esterno e all’ingiù la rima ciliare inferiore..per creare l’illusione di un’ombra naturale proiettata sulle guance dalle ciglia superiori!! funziona, l’effetto è bellissimo….poi a dire il vero era credibile perchè ho di mio le ciglia lunghe e folte come Clio, in caso contrario magari l’effetto è meno “naturale”…

  21. Cos’è cos’è il quasar????
    Ho letto che è un detergente, ma funziona sul serio.
    No, perchè devo lavare tutti i vetri di casa…. mi sparerei un colpo… ma lo devo fare assolutamente. Che cojioni!!!!

  22. Quanto mi affascinano questi post riguardanti altre epoche…
    La cosa migliore credo sia capire quale colore ci stia meglio.. Io amo il verde ma trovo che purtroppo non mi doni molto indosso, invece un colore come il rosso (che non mi piace) credo sia uno di quelli che mi stia meglio in assoluto! Devo cercare un vestitino rosso…. e un cappottino…. 🙂

  23. Anch’ioooo lo odio!!!! Non lo uso mai!!! Quando vado a mangiare dai suoceri e OGNI volta mi mettono l’aceto nell’insalata… quando più di una volta ho detto che mi disgusta…. Grrrrr!!!!!!

  24. Io cerco sempre di adattarmi se sono fuori casa (in casa sono iper schizzinosa), ma alcune cose proprio non le riesco a mangiare. Quindi io piangerei li l’insalata ogni volta

  25. si si, funziona benissimo! io non sono una gran casalinga, ma con quello non ho mai aloni. Lo spruzzi bello abbondante e poi passo un panno in microfibra finchè si asciuga……è una pacchia,e non costa neanche tanto! al tigotà c’è di sicuro, ma anche in molti supermercati (ipercoop sicuro!)

  26. mmm sicuramente ho tanti blu e verdi, fucsia, rosso, bianco e il nero ovviamente, ma anche qualche rosa…

  27. stavo pensando la stessa cosa mentre scrivevo il mio commento hehehehe
    sarebbe bellissimo avere una personal shopper per un giorno che dia qualche dritta su cosa dona di più… io ci sto impiegando una vita a capirlo 😀

  28. già… ma questo cosa significa per il sottotono? non penso di avere una pelle rosata perchè quelli più rosati mi ingrigiscono.. direi che restano neutro o base gialla… anche se sono di carnagione abbastanza chiara

  29. è davvero un trucchetto figo, che si nota solo guardando alcune sue foto con attenzione…aspetta che te ne cerco qualcuna, così può risultare più chiaro! https://uploads.disquscdn.com/images/0a62d7c82163581485cb73632b3c81bb068b1e219238bf8c78cc9f5456de094c.jpg https://uploads.disquscdn.com/images/695400df98535becc333333a2c57c7b38e9653dc89f9a0b626780ddd5d75f8cf.jpg ne ho trovate due in cui, complici le luci, è piuttosto evidente, ma in genere non si notava tanto, sembrava davvero l’ombra delle ciglia!

  30. Donne, vi prego, va bene che il profumo arrivi prima di voi, ma che sia buono! Non cose intossicanti come Angel di Thierri Mugler…

  31. Era una donna bellissima ma purtroppo anche molto triste mlti storici hanno visto in questa sua eccessiva magrezza un indice di anoressia.
    hai mai visto il cartone da piccola ne andavo matta per non parlare del film quando sono diventata grande.

  32. Il tuo sottotono può comunque essere neutro/giallo, cosa probabile, visto che il rosa tende ad ingrigiti. Nonostante ciò probabilmente ti donano maggiormente i colori freddi

  33. ma no, è davvero semplice in realtà!! ti basta un marroncino opaco e un pennello occhi abbastanza preciso, o anche un semplice cotton fioc per avere un effetto ancora più sfumato e naturale! 😉

  34. Infatti visitare Vienna e il palazzo reale è il mio sogno nel cassetto da diverso tempo ormai, ma spero di andarci l’anno prossimo! Ho letto libri su libri che parlano di lei e sogno di vedere i suoi abiti e le sue stanze… che meraviglia… penso si possa avvertire più forte che mai la sua presenza… deve essere stata una vera e propria apparizione all’epoca, quando si mostrava tutta agghindata…

  35. siii, ho tutte le videocassette, viste e riviste cento volte!! niente di più lontano dalla realtà però!

  36. Io amo questo genere di post e spesso mi chiedo che beauty routine, prodotti e quant’altro usassero nel passato; tuttavia, ho trovato che ogni punto è stato affrontato superficialmente

  37. Andrò quest’anno, in primavera, a Vienna, non vedo l’ora! Sicuramente visiterò al castello di Schöbrunn, anche perchè Sissi è una figura che, fin da sempre, mi ha affascinato!

  38. Non è affatto vero! Sia Romy Schneider che Cristiana Capotondi hanno saputo interpretarla molto bene; tra l’altro, mi pare sia proprio il film con Cristiana C. nel quale ci sono varie scene dove lei fa ginnastica a palazzo

  39. Di Romy Schneider non ricordo un’interpretazione dove lei fosse fissata con l’estetica e il fitness, la Capotondi non l’ho vista.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here