Ciao a tutte!

Le foto di Angelina Jolie magrissima sono su tutti i giornali ormai da settimane: alcuni nutrizionisti hanno stimato il suo peso in 35 kg e i suoi fan, così come i suoi familiari, sono in allarme per quello che ormai è l’inequivocabile segnale di una malattia.

In questo senso, sono in molti a sospettare l’anoressia, di cui la celebre attrice aveva già sofferto in gioventù e in particolare dopo la perdita della madre.

Ma Angelina non è l’unica celeb dalla vita apparentemente “perfetta” a venire colpita da una malattia che parte da un profondo disagio interiore: vediamo insieme quali sono i casi più celebri di star ricche, belle e famose che si sono ridotte a dover combattere contro un problema così grande e, purtroppo, diffuso. La speranza è di poterne trarre un insegnamento sul fatto che, no, non possiamo giudicare dalle apparenze e che una vita glamour potrebbe non essere così luccicante come sembra.

ClioMakeUp-angelina-jolie-magra-1

Essere tra le donne più invidiate della Terra non ti rende certo immune a malattie come anoressia o depressione. Tuttavia, se ci pensate, non è un discorso banale e semplicistico come sembra: inconsciamente o meno, spesso siamo portate a pensare che le celeb conducano esistenze perfette e prive di qualsiasi problema; negli ultimi anni poi questa sensazione è amplificata dai social, che ci restituiscono le immagini di vite meravigliose anche nella quotidianità. Donne come Angelina hanno mariti e figli splendidi, vivono in case da sogno e sono ricche, bellissime, intelligenti, ammirate.

ClioMakeUp-angelina-jolie-magra-2-anoressiaAngelina Jolie magrissima

Attraverso Instagram le vediamo viaggiare nei luoghi più belli del mondo, alloggiare in hotel lussuosi, sottoporsi a trattamenti beauty assurdamente cari e sfilare sui red carpet fasciate in abiti da sogno, ai piedi scarpe che costano come una rata del mutuo… e l’ultima parola che ci viene in mente è “disperazione”.


ClioMakeUp-angelina-jolie-magra-3-malataNel caso di Angelina, sempre che di anoressia si tratti, si mormora sia stata provocata dal disagio provato per una relazione tra il marito Brad Pitt e Marion Cotillard.

ClioMakeUp-angelina-jolie-magra-4-primaAngelina nel 2004

Eppure, se ci pensiamo, alcune delle donne più belle e ammirate di tutti i tempi pare fossero profondamente tormentate e infelici: pensiamo a Marilyn Monroe, ma anche a Maria Callas, Judy Garland o Lady Diana.

ClioMakeUp-angelina-jolie-magra-5-maria-callas

Ma torniamo ai giorni nostri e ad alcune star che hanno avuto disturbi alimentari figli di un malessere interiore. Speriamo che, la storia di chi è riuscita a superare la malattia, possa essere di conforto e buon esempio!

Demi Lovato, donna fisarmonica

ClioMakeUp-angelina-jolie-magra-6-demi-lovato

Demi ha iniziato a nutrirsi compulsivamente fin da giovanissima, per poi smettere quasi di mangiare a 12 anni, dopo essere stata vittima di bullismo per il suo essere “grassa”. Oggi, dopo aver ricevuto l’aiuto di cui aveva bisogno, ha dichiarato di essere consapevole che il suo disturbo alimentare continuerà ad influenzare il resto della sua vita anche se, finalmente, ha raggiunto un equilibrio che le permette di vivere sana e felice.

Victoria Beckham fissata con il suo peso

Fa parte di quelle celeb che hanno iniziato a soffrire di disturbi alimentari in concomitanza con il successo. Victoria ha raccontato in alcune interviste di come fosse fissata con il proprio peso, e di come controllasse ossessivamente il proprio corpo alla ricerca di inesistenti rotolini in eccesso.

ClioMakeUp-angelina-jolie-magra-7-victoria-beckhamQui la vediamo magrissima qualche anno fa

La Beckham tuttavia è stata recentemente accusata sui social di voler “promuovere i disturbi alimentari”, dopo che ha condiviso gli scatti di alcuni capi della sua linea di abbigliamento indossati dalla modella Chantal Habscheid.

ClioMakeUp-angelina-jolie-magra-8-victoria-beckham-modellaEcco uno degli scatti incriminati

Lindsay Lohan anoressica

Da enfant prodige a diva problematica, con una vita sregolata e di eccessi: Lindsay Lohan è passata dall’essere normopeso ad anoressica (ha pubblicamente ammesso la sua malattia, insieme all’uso di sostanze stupefacenti).

ClioMakeUp-angelina-jolie-magra-9-linsday-lohan

Insomma, in alcuni casi si tratta giovani star che non reggono la pressione sulla perfezione estetica e le critiche al loro corpo in fase di sviluppo, che a lungo andare possono risultate insostenibili: non è certo un caso che alcune delle cosiddette “baby star” vivono crolli emotivi che possono sfociare, talvolta, in disturbi alimentari, come nel caso di Lindsay, Demi ma anche di Britney Spears, Miley Cyrus e Mary Kate Olsen. Anche Jessica Alba ha confessato di aver avuto disturbi alimentari, quando ha visto il suo corpo trasformarsi passando dalle forme androgine di una ragazzina alle curve morbide di una donna adulta.

ClioMakeUp-angelina-jolie-magra-10-miley-cyrus

Nella prossima pagina vediamo altre star dalle vite apparentemente “perfette” che però non sembrano affatto felici e a proprio agio con sé stesse.

209 COMMENTI

  1. Non sapendo da fonti certe cos’ha Angslina e cosa l’ha provocato non voglio nè commentarla nè giudicarla.
    Per o ho trovato questa frase -Attraverso Instagram le vediamo viaggiare nei luoghi più belli del mondo, alloggiare in hotel lussuosi, sottoporsi a trattamenti beauty assurdamente cari e sfilare sui red carpet fasciate in abiti da sogno, ai piedi scarpe che costano come una rata del mutuo… e l’ultima parola che ci viene in mente è “disperazione”- di una pochezza allucinante. Pensavo che il collegamento ricco=felice o bella macchina=felice fosse un attimo superato…

  2. Le auguro di non seguire la scia di tante colleghe di fama..di cui si commemora la data della morte.
    Sulla malattia…e sulla sua salute non mi pronuncio.

  3. Eppure ricordo un post di tempo fa in cui si parlava di donne ricche e famose che avevano attraversato momenti di depressione (ricordo ad es. che veniva citata Carolina di Monaco, ma non di preciso che post fosse), sotto al quale erano moltissimi i commenti dal tono “che cos’avranno mai qs per essere infelici…sarà noia…non hanno neppure i problemi di noi gente comune..”.
    Ero rimasta tristemente sconcertata: proprio come se ricchezza e potere significassero automaticamente felicità.

  4. me ne frega poco di Angelina Jolie non dovrebbe nemmeno essere menzionata con tutte le cose più importanti che accadono nel mondo ,preoccuparsi per una come lei mi pare veramente ridcolo

  5. Non ho mai compreso xche queste star, pur avendo TUTTO, all ‘improvviso cadano in depressione.. Forse perché scoprono che con i soldi non si comprano i sentimenti?! Specie se del marito/ moglie… Li farei vivere con 1000 euro al mese, vedi poi come gioiscono alla pizzata del sabato sera!

  6. “Comunque stiano le cose, il mondo sta tifando per lei nella speranza che presto si lasci questo periodo buio alle spalle…”
    1° cosa: credo che IL MONDO, me in primis, abbia cose ben più importanti per cui tifare!!!
    2° cosa: ok, così magra sembra malata, ma chi lo dice che per lei questo sia un PERIODO BUIO? L’ha dichiarato lei o l’avete dedotto voi?

  7. Hai ragione. Ma sinceramente una reazione del genere la trovo umana. Nessuno costringe una star a mettere la sua vita sui social, a esporre il lusso in cui vive. Lo fa per suscitare ammirazione, ma anche invidia, bisogna ammetterlo. È normale che poi la compassione manchi.

  8. Temo che la depressione non colpisca in base al conto in banca. La depressione colpisce indistintamente persone che guadagnano 1000 euro al mese e persone che ne guadagnano 1 milione. Questi commenti mi fanno un po’ rabbia, sembra che le star debbano essere senza problemi e perfette. Sono persone reali! Che poi abbiano una vita generalmente più agiata non lo metto in dubbio, ma non significa che non abbiano problemi anche loro.

  9. Angelina non mi pare proprio una star che butta la sua vita sui social o espone il lusso in cui vive. Credo sia una delle star che si vedono meno in giro..e lo dico come un dato di fatto, non che no stia particolarmente simpatica. E secondo me anche questo discorso prescinde dal fatto che siano persone, e in quanto tali possono avere dei problemi. Il fatto che siano ricchi quindi non suscitano compassione..beh non è una frase molto bella ecco.

  10. Sì, anche secondo me è di una pochezza unica!
    Sto pensando alle persone che conosco che hanno avuto problemi di anoressia, e a quelle che hanno avuto problemi di depressione… e, perdindirindina, erano e sono tuttora molto ma molto benestanti! Vuoi vedere che ricco=felice non c’entra una cippa?!?
    E meno male!!! Perchè sennò vorrebbe anche dire che mia figlia, che per ovvi motivi non posso crescere come il principino George, dovrebbe essere una bambina triste e magrissima… mah…

  11. Malsopporto le anoressiche per la componente esibizionista di alcune, che fa parte della malattia eh, ma non so: se alla prima di Kung-Fu Panda (mi pare fosse quella l’occasione dello scatto, no?) vuoi andare direttamente dentro a una bara..

    Che vada da uno psicologo, l’ostentazione del malessere mi irrita moltissimo.

  12. Immagino che subire gli interventi che ha fatto non sia una passeggiata, entrare in menopausa a 39 anni con tutte le conseguenze che ne derivano! Che lo dichiari o meno, di sicuro sono stati 2-3 anni particolarmente difficili per lei. Poi ha 6 figli da considerare (tata o non tata ) e il marito che vuole anche lui attenzioni….

  13. Concordo in pieno con te! Anche a costo di sembrare cinica e insensibile (cosa che nella vita reale non sono)….. ma la vedo così. Non sarà tutto oro quello che luccica, non avranno vita facile su questo non ci sono dubbi, ma ci sono persone con ben altri problemi!

  14. E si forse hai ragione: non significa che non abbiano problemi anche loro. In più hanno tutti i mezzi per poter far fronte ai vari problemi, in caso ne avessero!

  15. 1000 euro al mese? Per molti è un sogno. Io avevo un ex collega che per una serie di motivazioni è senza lavoro (considera che ha 55 anni). In casa sono in quattro e lui va a prendere il cibo alla Caritas, fa continui pellegrinaggi dagli Assistenti Sociali perchè gli trovino un’occupazione. L’umiliazione che prova penso che sia sì causa di depressione e anoressia….. senza contare tutta una serie di problemi (dai più semplici ai più complicati – di salute -) che non può risolvere perchè davvero non ha una lira.
    Poi… mi parlano di Angelina…….

  16. Buongiorno a tutte ragazze! Scusate se scelgo di non esprimere un mio pensiero su questo argomento dato che non voglio usare una notizia che riguarda la salute di un’altra persona per commentare e fare di questo una chiacchiera x riempire 5 minuti in cui mi sto trastullando in casa..finché si tratta di giudicare una cosa divertente a suo modo come un vestito a Cannes o il nuovo strobing di Gigi Hadid ci sto ma dare un mio pensiero sulla salute… Non mi piace…Non la conosco se non come personaggio pubblico e donna bellissima, altro non so quindi chi mi dà il permesso di sentenziare? (Poi tutti noi abbiamo sfortunatamente problemi )Scusate..un abbraccio

  17. Bello vedere come delle malattie mentali ancora la gente sia ignorante come capre… Sono ancore tutti convinti che la depressione si scelga di farsela venire! Ovvio, chi è ricco e famoso non può ammalarsi, come si permette Angelina?! Peccato che la depressione, così come il cancro, l’influenza e il giradito, non guardano il conto in banca di nessuno, sono malattie, e in quanto tali possono colpire chiunque. La gente che commenta in questo blog è imbarazzante.

  18. Sì ma… Siamo sul blog di clio makeup. Il giorno che si parlerà di politica internazionale e disoccupazione mi sembrerà inquietante e fuori luogo, sinceramente

  19. Sto leggendo commenti fuori luogo e vorrei dire la mia:non do’ giudizi medici perché non mi compete, di sicuro però questa donna ha qualcosa che la logora dentro, si vede che non sta bene e le auguro di guarire, questo sia che si tratti di una star o di una persona comune.Tante volte pensiamo che la ricchezza porti felicità mentre la cosa più importante che dovremmo augurarci è la salute!Le battaglie che si fanno contro problemi alimentari o depressione sono durissime (ho esperienza con una mia amica), colpiscono chiunque ed è davvero difficile uscirne quindi fate attenzione a giudicare i comportamenti degli altri quando non sapete.

  20. Clio, credo che dovresti rivedere un attimo il tuo team, le loro competenze e le pretese informative che hanno. Leggo con piacere i post che riguardano il makeup, ma veder trattare un tema tanto serio con una così evidente superficialità e scarsa comprensione credo che danneggi te ed il tuo canale.

  21. Sull’anoressia di Angelina non mi esprimo perché si tratta di un argomento delicato… ma una cosa vorrei dire… che più creaco più capisco perché quella volta Britney ha avuto quello schizzo!! La vita non è facile per nessuno e penso che sia ancora più difficile per loro sinceramente! Credo che sia bruttissimo sapere di poter avere tutto quello di cui si ha bisogno ed essere tristi lo stesso… io, che non ho un centesimo, per ora, me la metto via e mi godo quel poco che ho!

  22. Trovo sbagliato impostare un argomento così difficile su delle foto di vip stile “prima e dopo”. Il disagio di chi soffre di disturbi alimentari va ben oltre i commenti di ciò che a noi arriva solo attraverso immagini e esteriorità (“guarda com’era magra prima e guarda com’è grassa adesso”). Ancora peggio, sottolineando il fatto che nonostante la ricchezza ci sono donne che combattono la depressione, si rischia non solo di fermarsi alla superficie, ma di creare una sorta di anestetizzazione e di cinismo verso questo problema da parte di donne che, giustamente, hanno una vita lontana anni luce da quella delle celebrities e che devono affrontare magari gli stessi problemi con molti meno soldi. Io credo che di certi temi bisognerebbe parlare con tatto e competenza, per sensibilizzare e unire le donne, piuttosto che dividerle.

  23. In realtà è l’articolo ad essere imbarazzante, ha posto l’accento su una presunta perfezione nella vita di un personaggio pubblico, meravigliandosi del fatto che possa soffrire di una malattia che purtroppo colpisce moltissime persone nel mondo, indipendentemente dal fatto che siano ricche o meno, famose o no. Ciò che mi meraviglia è chi tratta questi temi senza nessuna competenza. Parliamoci chiaro: se si parla di un nuovo smalto, è un discorso, ed anche un eventuale pressappochismo ci sta: ma se si deve parlare di temi seri ed importanti, che richiedono di studiare e documentarsi, è un’altra cosa: di certo, continuando a leggere boiate come quelle scritte qui smetterò di leggere questo blog del tutto.

  24. Ho un’amica di 28 anni che ha appena avuto un bambino, ed è sempre stata magra come Angelina se non di più, anche ora dopo aver avuto un figlio. Non mangia tantissimo ma neanche troppo poco è semplicemente così e tutti le danno dell’anoressica. Lei non è né malata, né depressa, né vorrebbe mettere su chili. Sta bene così e il problema lo creano solo gli ignoranti che non sanno stare zitti. Questo articolo è un’offesa. Chi l’ha scritto è superficiale, ignorante e davvero poco sensibile. State diventando pessime. Usate le voci e gossip trovati sul web come verità sacrosanta. Se non sapete cosa scrivere non scrivete niente. Inoltre, da quello che ne so, l’obesità nei paesi occidentali è un problema molto più urgente dell’anoressia (senza togliere nulla alla gravità di questa brutta malattia) ecco, perché non parlate invece del “disagio psicologico” di chi s’ingozza come se non ci fosse un domani e mette foto di pizze e cupcake sui social “promuovendo” uno stile di vita poco sano? Perdonatemi la provocazione ma non ho resistito, questo articolo è davvero pessimo, siete degne dei giornali italiani di bassa lega, complimenti!

  25. Trovo disgustoso quello che hai scritto. Secondo te tutte le anoressiche esibiscono orgogliose la loro malattia? O, come nel caso di Angelina, hanno contratti che le obbligano a presenziare alle prime dei film e di certo le case produttrici non stanno abadare se stai male oppure no. Hai firmato, bene se non vuoi pagare la penale presenzi al tour promozionale del film.

  26. Posso anche essere d’accordo sul livello infimo del blog, ma la gente che sotto ai commenti mette anche il carico sulla briscola scrivendo oscenità tipo “ricca com’è ha anche il coraggio di deprimersi” o “ostenta la sua malattia mettendosi in mostra” significa che questo blog va bene esattamente così com’è, è allo stesso livello del pubblico becero che lo legge.

  27. Diremo a tutte le anoressiche, alle persone obese e anche a quelle che stanno facendo la chemio di mettersi il burqa, così quando escono di casa con i loro corpi segnati dalle rispettive malattie non urtano la tua sensibilità. Già che ci siamo bombardiamo anche l’Africa così tutti i bambini che muoiono di fame li debelliamo, prima che per sbaglio ti compaiono in tv mentre ostentano la loro fame e non dormi la notte. Manderemo in giro solo le modelle di Victoria’s Secret! Ah e mi raccomando, solo razza ariana pura eh!

  28. Scusami sono d’accordo con le frasi alla leggera ma stai scrivendo pubblico becero anche a me che sono stata una delle prime stamattina a scegliere di non commentare x lo stesso motivo..Io ho scelto di leggere questo blog nient’altro x il makeup

  29. Mah non penso sia una questione di soldi che non danno la felicità, ma di testa. Angelina è stata a contatto con gente sfortunata per il suo impegno umanitario, vuoi che non si renda conto? È malata, di testa però, come altre celebrità qui elencate. Il fatto è che loro per qualsiasi cosa sono in prima pagina.

  30. Sì la depressione colpisce ricchi e poveri. Ma per uno povero tutti abbiamo più comprensione, magari non ha nemmeno i soldi per curarsi.

  31. E allora? Pure io sono pubblico di questo blog, quindi mi do della becera da sola? E’ evidente che mi riferivo a determinati commenti ignoranti che sono stati scritti, se te li vai a leggere lo capisci da sola chi sono le becere, se sai di non avere scritto niente di male è inutile che ti offendi, anche perché io manco ti conosco e non ti ho tirata in ballo personalmente citando il tuo nome.

  32. Ah perché la depressione viene solo ai poveri? Nel caso non lo sapessi “depressione” non è sinonimo di “tristezza” e nemmeno di “povertà”. La depressione è una malattia tale e quale al tumore, alla varicella e all’influenza: può venire a chiunque. Nel caso della depressione viene a chi è più fragile mentalmente, e il conto in banca non c’entra proprio un bel niente.

  33. Voglio pensare che Angelina sia come mia madre, sempre stata magra e poi diventando più grande ancora più magra pur mangiando normalmente come tutti noi. Conosco moltissime donne così e non hanno assolutamente problemi con l’alimentazione. Molte donne un pò in carne magari prima del parto diventano poi magrissime… dipende da tante cose. Non ho mai visto Angelina con qualche chiletto di più, magari il viso più paffuto data la giovane età è normalissimo ma il fisico è sempre stato asciutto. Ve la ricordate in “Fuori in 60 Secondi”???? Magra??? Mamma mia! E in “Ragazza Interrotte” o in “Gia, Una donna oltre ogni limite” …Era solo più giovane e florida e aveva una faccia bella tonda ma il resto mica tanto…
    Quando io avevo 18 anni avevo una faccia tonda che sembrava fatta col compasso ma ero magra come un foglio di carta, se mi guardavi di profilo non mi vedevi.
    Ai 30 anni la pelle perde man mano la sua capacità di trattenere acqua e la sua elasticità e si formano le rughe. Questo primo stadio di invecchiamento cutaneo si localizza generalmente sulla fronte, ai lati della bocca, fra le sopracciglia. Intorno ai 40 anni, età di Angelina, anche il rinnovamento cellulare rallenta nel contempo il film idro-lipidico, la principale barriera protettiva della pelle, si assottiglia e ciò determina secchezza e disidratazione; diminuisce la produzione di elastina e collagene che comporta una perdita di elasticità e compattezza cutanea. Fattori ambientali esterni liberano radicali liberi che attivano gli enzimi che contribuiscono alla distruzione dei componenti principali del derma (elastina, collagene, acido ialuronico) peggiorando ulteriormente la situazione.
    Quindi una pelle giovane, soda, florida ricopre le nostre ossa alla perfezione dando un senso di pienezza mentre una pelle adulta che perde elastina, collagene e acido ialuronico ricomprerà sì le nostre ossa ma si vedranno di più spigoli e inestetismi che prima non si notavano.

  34. Quello che intendo dire è che, sebbene per me personalmente una tale magrezza sia sintomo di malattia, magari ad Angelina va bene così, e magari non sta passando un periodo buio, visto che lei non ha fatto nessuna dichiarazione in merito… questo articolo si basa solo su congetture del team!

  35. Be’ quella di Angelina non credo sia una “voce” o un “gossip”, purtroppo che sia malata è evidente e palese anche solo confrontando le foto di anni fa con quelle recenti. La tua amica che citi come esempio, invece, come hai detto è SEMPRE stata magra, quindi è un discorso completamente diverso, è più paragonabile ad una Keira Knightley, che è sempre stata magrissima di costituzione, quindi è evidente che non è malata ma proprio fatta così. Ma Angelina, poveretta, è inutile negare l’evidenza, purtroppo soffre di un brutto disturbo. Poi che sia morboso ed indelicato farci su articoli di giornale ti posso dare ragione, ma è un altro discorso.

  36. Si sta parlando con troppa leggerezza di questo tema. Ma se chi ne soffre leggesse questo post come ci rimarrebbe?
    Ragazze del team/ Clio penso che dovreste un attimo rivedere il post e le parole usate!

  37. Senza contare che, ok, avranno una vita più agiata economicamente, ma pensiamo anche alla pressione cui sono sottoposti: sempre sotto i riflettori, sempre ad essere giudicati per qualunque cosa, sempre seguiti e spiati! Io sarò anche una poraccia, ma almeno a nessuno frega niente se esco struccata in tuta, nessuno mi fotografa finchè mi gratto il naso o sgrido mia figlia in pubblico, etc… vuoi mettere?!?

  38. Guarda che la componente esibizionista non me la sono inventata io, è un tratto tipico di alcuni tipi del disturbo anoressico ed è uno dei motivi per cui generalmente sono persone che risultano antipatiche: la cosa si accompagna spesso a cercare di far sentire fuori posto l’interlocutore normopeso, letto-studiato-esperito direttamente.
    Non so se sei mai stata in una clinica dedicata.

    Il tuo paragone con i bambini africani è piuttosto stupido, non vale nemmeno la pena commentarlo.

    Ad ogni modo sì: coprirsi in modo appropriato è cosa gradita – indipendentemente dal peso – e come ognuno può andare in giro conciato come preferisce, io posso esprimere la mia opinione in merito.
    Il commento sull’abbigliamento della Jolie però non riguardava il fatto che fosse scoperta quanto l’inappropriatezza della mise funerea: non era una proiezione di Maleficent, mi pare.

    Oltretutto, da fumatrice che ciclicamente cerca di smettere, mi risparmio fumare davanti a bambini in occasioni conviviali per non incoraggiare il comportamento patologico, come penso dovrebbero fare altri individui che presentano comportamenti a rischio.

  39. Se nel post si voleva parlare dei disturbi alimentari, lo si doveva fare in un altro modo. A me questo post sembra un modo per parlare di gossip e basta, e sarà che io non sono mai stata una da gossip, non mi interessano i giornali scandalistici e non mi informo molto sulla vita privata delle star, però questo post non mi è piaciuto. L’ho trovato solo un pretesto per parlare di problemi di gente famosa e per alimentare la voglia di speculazioni. Personalmente io non credo alla storia di Brad Pitt e Marion Cotillard, ho visto Brad e Angelina in varie interviste e mi sembravano una coppia molto solida che di certo non persone che sfasciano una famiglia alla prima occasione, anche perché Brad è stato vicino ad Angelina anche quando lei ha “perso” tutte le parti del corpo che per definizione ti rendono donna. Non è cosa da tutti. Per me è molto più plausibile pensare che tutti questi cambiamenti sul corpo di Anglelina l’abbiano scompensata dal punto di vista ormonale ed ora non riesce più a prender peso. Mia madre ad esempio ha problemi alla tiroide e lei più di 47 kg non è mai stata. Poi anche Britney Spears, se fatte delle ricerche scoprirete che soffre di disturbo bipolare e all’epoca aveva avuto un crollo psicologico. Insomma, se si voleva parlare dei problemi legati all’alimentazione ed alla psicologia che le persone possono incontrare nel corso della vita, per me lo si poteva fare in altro modo. Post dedicati al gossip a me personalmente non piacciono.

  40. Non voglio fare la buonista a tutti i costi, perché non lo sono di carattere, sono anzi abbastanza cinica e scettica. Ma spesso chi ostenta il lusso la felicità l’amore ecc è proprio perché dentro si sente vuoto e non realmente appagato da ciò che ha, tanto da cercare il consenso degli estranei.

  41. Credo che tu intenda dire: “Perchè, se sei consapevole di essere anoressica, ti mostri in pubblico con un vestitino del genere dove si vede tutta la tua magrezza?”
    Credo che le cose siano due: o vuol far sapere a tutti che è malata, o lei paradossalmente si piace così…
    In ogni caso, queste sono mie congetture, come praticamente tutto quello che c’è scritto in questo articolo… e un articolo scritto così non ha senso, secondo me… sembra Novella2000.

  42. Ho citato l’esempio della mia amica solo per sottolineare quanto sia fuori luogo speculare sull’aspetto fisico di qualcuno. Angelina non ha mai detto di avere problemi e pur essendo sulla bocca di tutti non sappiamo se sia malata o meno, è veramente solo gossip, non c’è una sola fonte attendibile.. E cmq anche Angelina è sempre stata magrissima, in alcuni momenti della gioventù era magra come ora, solo più paffuta di faccia..

  43. Guarda, penso che i problemi di antipatia nei confronti delle anoressiche li abbia solo tu, a me non sono mai state sulle balle, semmai mi hanno sempre fatto gran compassione. Ah e sì: essendo stata in cura presso il reparto di dietetica del Niguarda di Milano di anoressiche ne ho viste a mazzi. Secondo: la Jolie aveva un semplicissimo, banalissimo tubino nero. Cos’aveva di funereo? Terzo: il fumare è una cosa che si può evitare di fare, che si può nascondere, e se non fumi nessuno può indovinare se sei una fumatrice o meno: purtroppo, invece, l’aspetto fisico dato dalla malattia no, quindi ribadisco: deve murarsi viva in casa oppure uscire col burqa “per non incoraggiare il comportamento”? I malati non possono farsi vedere perché se no fanno propaganda pro-malattia? Non mi sembra che vada in giro coi festoni “DIGIUNATE PER DIVENTARE COME ME, MAGRO E’ BELLO”. Sei davvero ridicola in quello che scrivi. E anche offensiva verso chi è malato.

  44. Era solo una precisazione non voleva essere una polemica e poi sappi che mica mi offendo da persone che non conosco tanto meno da polemiche

  45. E poi io sono stata sui toni educati e diplomatici tu no anche se pensiamo la stessa cosa quindi rileggi tu i tuoi toni scusa eh

  46. Benissimo. Quindi è come dire che le obese devono andare in giro vestite col tendone da circo per non far vedere quanto sono grasse, altrimenti “ostentano” la malattia della grassezza e “incoraggiano” il prossimo a mangiare fino ad ammalarsi? Ma ce la fate?

  47. Guarda è inutile che cerchi di fare la superiore, stai facendo una figura di emme dopo l’altra con ‘sti commenti nazisti, e te lo stanno facendo notare tutti, quindi fai più bella figura se taci.

  48. Beh sì l’articolo ha poco senso, come spesso accade qui da un po’ di tempo a questa parte.

    Quello che intendevo io era una mera considerazione da “sto facendo pausa, cazzeggio online”, adesso la spiego così ci capiamo:

    l’esibire l’eccessiva magrezza sottolineando il proprio malessere agli occhi dei presenti – o in questo caso specifico, del mondo – è un tratto distintivo di molti tipi di anoressia: uno dei sintomi;

    mi pare che, intervenendo con quell’abbigliamento triste che sottolinea una certa debilitazione, la Jolie abbia mostrato un comportamento del tipo sopra descritto;

    come le feci acquose sono un sintomo del colera, l’ostentazione del deperimento è un sintomo dell’anoressia
    e
    come non mi piacciono le feci acquose (né amo le feci in generale)
    non apprezzo l’ostentazione del deperimento.

    Così si capisce meglio..?

  49. Non ha mai detto di averli non vuol dire che non li abbia, non è che deve per forza farci l’elenco completo di quello di cui soffre. Sul discorso del tumore ha ritenuto di rendere pubblico il suo iter per testimoniare a favore della prevenzione, magari quest’altro disagio è una cosa di cui non sente di parlare, mica è obbligata. Magra come alla premiere di Kung Fu Panda non lo è stata mai, vai a riguardare le foto da modella quando aveva 15 anni e tutte le foto nell’arco della sua carriera. Magra sì, longilinea, snella: ma questi aggettivi NON descrivono le foto di quel red carpet, proprio no.

  50. Io diplomatica con certe persone che insultano non lo voglio essere di proposito, con chi dice che i malati devono coprirsi per non ostentare non ci tengo a essere carina e gentile. Poi per essere che non ti sei offesa e che manco mi conosci come ci hai tenuto però a venire qui a mettere i puntini sulle i!

  51. E tu continui a non saper leggere, mi fai lo stesso effetto dell’ostentazione del deperimento e della diarrea acquosa.

  52. Ricordo che la vita di angelina si può definire solo apparentente perfetta.. è una donna che si è confrontata fin dalla giovane età con la malattia della mamma.. con la lotta con il cancro e la sconfitta…si è tolta tutto ciò che poteva togliersi per sfuggire al male del secolo, ma è probabile che non l’abbia mai tolto dalla sua anima. È una donna molto fragile che combatte da sempre.. è evidente guardando la sua vita in modo meno superficiale, ed anche se è dotata di una bellezza sconvolgente, sono certa che nel suo specchio non veda questo. Non so se dietro questa ricadita ci sia il tradimento del belloccio con la gattamorta francese non lo so.. ma di certo non ritengo che la sua sia mai stata una vita così spensierata….

  53. Brava 😀 siamo ufficialmente arrivati alla totale mancanza di argomenti validi e alla conseguente disperazione del dover ricorrere agli insulti da asilo. “Cacca bleah specchio riflesso buttati nel cesso!” (però invece di cacca scrivi “diarrea acquosa” per farci vedere che sei colta). Stima!

  54. Senti visto che non si può parlare stai a posto così! Poi x il fatto di non conoscerci scusa non sapevo che prima di scrivere su un blog si deve essere amiche intime! Scrivi quanto vuoi di certo non ti riso più

  55. No, non li ho solo io, son tratti tipici.
    Che non significa li abbiano tutti gli affetti, comunque immagino che starci da utente dia una visione molto diversa.

    Tutto il look della Jolie mi pare molto decadente, se per te è allegro immagino che troverai Halloween un tripudio di ritratti di benessere, questi son gusti.
    Perché ti irrita tanto una mia impressione ora lo capisco.

    Il fumo è una dipendenza, un comportamento patologico, il paragone era volto a questa analogia ma era diretto non alla magrezza, più all’insieme.

    Comunque non ha molta importanza che tu pensi io sia ridicola o meno, son punti di vista, se hai una storia di disturbi alimentari, non puoi capire il mio punto di vista.

  56. Guarda, sei te che sei venuta a fare le tue “precisazioni” (?), io stavo rispondendo ad un’altra ragazza con la quale commentavamo l’infimo livello sia di questo post che di alcuni commenti sotto, chi ti ha chiamato? Per poi finire a dover cercare la litigata per forza? Oh ma pedalare!

  57. No, ti ho risposto nell’altro commento, molto semplicemente: a questo non c’era niente da rispondere, era solo una tua opinione.

    L’analogia resta valida.

  58. Infatti, purtroppo. Anzi poi il più delle volte le celebrità vivono in realtà talmente superficiali e piene di persone vuote e false che anzi!, sono più portate della gente comune a cadere vittime di disturbi mentali e comportamentali. Angelina ha sofferto fin da bambina per via di suo padre, poi ha visto morire mamma e zia che adorava per la stessa malattia, poi si è sottoposta a interventi invasivissimi di non facile decisione pur di evitare lo stesso male. Certo, dall’altro lato ha la sua carriera di regista e attrice, il suo ruolo di ambasciatrice umanitaria, un marito che le vuole un gran bene e la supporta e sei figli, ma spesso i fantasmi che hai dentro rimangono lì per sempre, non basta tutta la felicità del mondo a farli sparire, magari si fanno lunghi sonni ma non vanno mai via del tutto. Angelina è sempre stata borderline fin da adolescente. Per quello mi fanno incavolare i commenti ignoranti di chi dice “cos’ha da deprimersi che è ricca” o “cosa ostenta la sua malattia”, ma come si permettono? Ricco e famoso spesso vuol dire tutto tranne che felice!

  59. Non avevo considerato l’ipotesi scompenso ormonale, in effetti ci potrebbe stare. In un certo senso me lo e glielo auguro, nel senso che l’anoressia è una brutta brutta malattia bastarda e quindi spero che il motivo della magrezza eccessiva sia quest’altro. Poi vabbe’, se stai a sentire gli spetteguless Brad Pitt ogni settimana divorzia, la lascia o la tradisce, quindi vabbe’ quelli lasciano il tempo che trovano!

  60. Spero sia come dici tu, ma io anche quando era molto magra non le ho mai visto delle gambe così. Spero sia una fase o comunque una cosa dovuta ad altro che non siano malattie!

  61. Scusami sai, però tutti hanno diritto di dire la loro, se poi io dissento, lo posso dire, ma senza essere scortese e senza credere di essere depositaria della verità!
    Commenti tipo “ma ce la fate?” mi sembrano arroganti e basta…
    E comunque, ce la faccio benissimo, e ti spiego cosa intendevo dire: se io fossi obesa/anoressica e me ne vergognassi, uscirei di casa coprendomi, per mostrare il meno possibile un corpo di cui io stessa mi vergogno. Se io fossi obesa/anoressica e non me ne vergognassi, o me ne fregassi, uscirei di casa anche in costume da bagno, per dire! E’ ovvio che non ho detto che le obese devono andare in giro col tendone da circo!

  62. Tutte le malattie psichiatriche colpiscono soggetti che hanno più predisposizione (per ennemila ragioni diverse da individuo a individuo). I casi di depressione hanno SEMPRE un background, non ti viene mai così per caso o random.

  63. Mah, che Angelina sia magra non c’è dubbio. Ma non so se attribuire il tutto all’anoressia.
    Ricordiamoci che alla Jolie è stato diagnosticata una possibilità altissima di cancro. Sono morte sua mamma e sua zia. Lei si è sottoposta a masectomia e si è fatta toglioere utero e ovaie. Non sono operazioni da poco e implicano dei cambiamenti ormonali pesanti. La sua magrezza potrebbe essere dovuta anche a delle cure a cui si sta sottoponendo o scompensi ormonali di vario genere.
    Comunque anche io ho trovato questo articolo di una pochezza allucinante. Ridurre tutto banalmente a problemi psicologici, pensando che siccome sono ricche e famose dovrebbere essere felici. Avete citato la Callas… Era una donna profondamente sola, voleva dei figli e non ci è mai riuscita. E l’unico uomo che lei ha amato tantissimo la lasciò per la Kennedy.
    Non è un dramma da poco.

  64. Non ho mai discusso sul blog e non comincio certo adesso dunque le tue opinioni erano giuste ripeto, non ero solo “d’accordo ” sul tutta l’erba un fascio tutto qui. Passa una buona giornata ciao

  65. Io non ho le competenze per dire cosa sia sintomo di anoressia, però sicuramente penso che se Angelina si fosse presentata con un bel trucco, non così pallida, con un abito che la valorizzasse, sarebbe sembrata meno malata!
    Quindi credo di capire quello che vuoi dire…
    Del resto, io stessa ho passato un periodo un po’ brutto in cui mi andava bene che la gente mi “compatisse”: niente trucco, abiti scuri, etc… poi mi sono accorta che quando ho iniziato a sentirmi meglio, automaticamente ho ricominciato anche a curare di più il mio aspetto… volevo che la gente pensasse: “oh, finalmente si è tirata su”!
    L’unica cosa, non mi trovo d’accordo quando dici che malsopporti le anoressiche per i tratti esibizionisti, perchè comunque sono malate, oltre che fisicamente anche mentalmente, e non lo fanno volontariamente…

  66. Queste sono le prove viventi che i soldi non sono tutto nella vita.Puoi fare la vita da nababbo,ma se hai dei disagi interiori che ti segnano nel profondo,è tutta un’altra storia.In questi casi tocca lavorare costantemente su se stessi per ritrovare l’equilibrio psico fisico e se non si riesce a farlo da soli,bisogna rivolgersi a chi è del mestiere.

  67. Come al solito facciamo tutte finta di essere condiscendenti con le “ciccione”, perché fa brutto discriminarle, ma siamo delle furie scatenate con quelle troppo magre. E’ una storia vecchia come il mondo. In realtà dire “perché, se sei consapevole di essere anoressica, ti metti un vestito che fa vedere tutta la tua magrezza?” è una frase che può essere tranquillamente scambiata con “perché, se sei consapevole di pesare 150 kg, metti un vestito che fa vedere tutti i rotoli?”. Però appena lo si fa notare tutti si affrettano a dire che no, mica ho detto che le ciccione devono coprirsi! E però le magre sì? Ok, mettiamo che Angelina è davvero malata di anoressia (intendo proprio clinicamente): perché dovrebbe coprirsi, come a vergognarsene? Perché se mette la gonnellina bisogna dirle che esibisce ed ostenta la malattia, o peggio, la pubblicizza? Perché invece se Lena Dunham, Amy Schumer, Rebel Wilson, Gabby Sidibe o tutte le altre vip di taglia grande si svestono (o comunque non si infagottano in abiti che le camuffano) le elogiamo per il “coraggio di combattere contro gli stereotipi fisici ed essere loro stesse”?

  68. No, no! Non ricordo di chi, ma non penso proprio! È solo che quei commenti mi avevano molto stupita (negativamente) e invece mi ha fatto piacere oggi leggere il (tuo) commento di una che la vede come me!

  69. Comunque penso che il post (per quanto scritto male e superficiale) intendesse proprio dire che per quanto noi persone comuni possiamo pensare, l’essere ricchi e famosi non vuol dire automaticamente essere felici. Spero che la troppa magrezza della Jolie sia dovuta unicamente a conseguenze degli interventi a cui si è sottoposta, come ipotizzi tu, e non davvero all’anoressia.

  70. Ah ok!! Infatti non ricordavo di avere scritto cose simili, ma l’incipit del tuo commento mi ha fatto venire dei dubbi 🙂 comunque si, anche io rimango stupita dalla superficialità di alcune persone e anche di come spesso vengano utilizzati due pesi e due misure quando alla fine certe cose non riguardano proprio il conto in banca!

  71. Oooookkkkk, proprio tutto come dici tu, sono assolutamente d’accordo con te in tutto e per tutto, come non esserlo?!?!?
    Buona giornata

  72. La depressione, come tutte le malattie psichiatriche, ha sempre un fattore sia genetico/ereditario che di predisposizione.

  73. Infatti trovo che il tono di questo articolo sia totalmente inadeguato rispetto al tema trattato.. patologie come anoressia e turbe psichiatriche sono vere e proprie malattie e lasciano segni indelebili su chi ci passa.. Non è giusto spoilerare con tanta leggerezza e senza alcuna competenza a riguardo argomenti così importanti e delicati…

  74. Confesso che questo articolo l’ho trovato anche io abbastanza agghiacciante…sbattere in rete una infilata di foto di ragazze evidentemente in difficoltà l’ho trovato come minimo di cattivo gusto. Se un senso c’era nell’articolo io non l’ho proprio colto.

  75. e nel 2016 ce lo deve ancora dire un blog che ricco e famoso non vuol dire essere felice ? capisco che ci sono anche lettrici più giovani che magari ambiscono al ruolo di star ed é importante fare capire loro che non é tutto oro quel che luccica…ma a me sembrano comunque concetti un pò superati…

  76. Hai ragione, è un pensiero semplicistico ma molto comune, chi lo fa è perché di solito pensa “Avessi io i suoi miliardi sarei felice come una Pasqua!” peccato che non siamo tutti uguali e non abbiamo tutti la stessa testa… Probabilmente la Jolie sarebbe stata una persona tormentata anche da operaia a 1000 euro al mese in un monolocale, soldi e popolarità non sono una cura anzi credo che addirittura possano peggiorare o certe situazioni… Forse la Jolie meno esposta, scrutata e sbattuta sui giornali sarebbe stata un pochino meglio. Dico sempre che io non farei mai cambio con queste donne, attrici, modelle o principesse. Saranno ricche, popolari, famose ma non sono tranquille e libere. Secondo me.

  77. Infatti, non è detto che avere fama e denaro equivalga automaticamente ad essere felici. Bisogna saperli gestire.

  78. Come tutte le malattie non infettive.
    La cosa della fragilità mentale mi suona tanto come una (credo non voluta) ghettizzazione delle patologie psichiatriche, della serie “era depresso perché pazzo” (esagerando).

  79. o magari semplicemente una persona sopvrappeso o sottopeso non si vede così e quindi non si preoccupa di come esce di casa ?!?! Non vi é venuto in mente che tra il “esibisco la magrezza” e il “me ne vergogno e quindi mi copro” ci siano un pochino più di sfumature ?!?!

  80. Purtroppo a me sembra che quando il team cerca di affrontare argomenti complessi, il risultato sia spesso superficiale. Forse sarebbe meglio se si occupassero solo di temi più semplici.

  81. EEra proprio quello che volevo dire anche io.. fare una carrellata del genere con foto prima_dopo, come se si sstesseparlando di uun fondotinta o di un nuovo colore di capelli… mah…

  82. in questo invece concordo in pieno con te! sopratutto sul punto numero 2
    sul punto numero 2 se soffre le auguro di stare meglio ma non me ne faccio certo un cruccio al di là di una semplice empatia tra esseri umani

  83. questo non é vero…si può subire un evento di vita traumatico e cadere in depressione senza predisposizione genetica…i fattori di rischio sono molteplici e ancora non ci sono studi chiari su quali siano i fattori predominanti. poi ci sono varie forme di depressione che non é il caso di stare a descrivere qui alcune delle quali più legate alla genetica. Ma a chiunque può succedere di avere bisogno di aiuto per un episodio depressivo nella vita.

  84. Sinceramente sono stufa di sentire queste campagne terroristiche sulla magrezza. Ok sono magre, avranno i loro problemi di salute, sentimentali etc … o semplicemente sotto pressione perchè vengono pesate e misurate tutte le volte che escono di casa e messe a confronto con fotografie di quando avevano 20 anni, oppure semplicemente sono contente così e fanno esercizio e mangiano poco per mantenersi così. Essere o volersi mantenere magre non è necessariamente sintomo di problemi mentali, poi sono tutte bipolari se ingrassano o dimagriscono? Toh che coincidenza avrò acnh’io lo stesso problema perchè di diete yoyo ne ho fatte a bizzeffe, non voglio sminuire il problema della malattia psicologica o della depressione patologica ma sembra quasi una scusa che viene tirata fuori dalle star quando il gossip rompe, “lasciatemi in pace sono magra/grassa/pelata/riccia/miope perchè sono bipolare” e chiusa la faccenda …

    Poi, facciamo lo stesso articolo sulle persone obese? Perchè si può fare tranquillamente body shaming ad una persona molto magra, come in questo articolo, ma se si dice ad una persona che ha 35 di BMI che è obesa e malata è una cattiveria? Non si parla di epidemia di obesità, allora diciamo chiaramente che mangiare fino ad ammalarsi è uguale ad affamarsi e che fare fatica a fare un piano di scale perchè si portano 50 chili in più sulle spalle non va bene!

  85. diciamo che si può apprezzare il tentativo e sono sicura che le motivazione a monte era onorevole…probabilmente fare capire che a chiunque può capitare e che non bisogna quindi vergognarsene…il problema che qui si sono tirate fuori foto prese a casaccio senza uno straccio di prova che i cambi di peso siano legati a patologie mentali. Un conto é riprendere per esempio foto tratte dalle varie associazioni che se ne occupano, un conto é questa carrellata senza capo né coda.

  86. Mi accodo alle opinioni delle altre ragazze ed anche ad un commento che avevo scritto per i beauty look di Cannes: personalmente non capisco il senso di post fatti da un insieme di fotografie scaricate da internet accompagnate da 3 righe di commento.

  87. Secondo me non si tratta di essere poveri o ricchi, famosi e non ….. è l’insoddisfazione causa di tutti i mali….. Chi troppo vuole nulla stringe, non solo in senso economico ma false aspettative, il voler pretendere l’impossibile da noi stessi e da gli altri, il pilotare ogni cosa, il non voler accettare che la vita non potrà mai essere come vogliamo, entrare a far parte dei soliti schemi societari….. La vita possiamo solo accettarla così com’è…. Solo allora riusciremo ad essere sereni con noi stessi e con il mondo!!!

  88. L’articolo é mal strutturato e il tono risulta fuoriluogo.Detto questo, tutti si ammalano : ricchi e poveri.

  89. Scusate TEAM , ma perche’ fate questo genere di post?
    1) non e’ adatto al blog – mi sembrava di parlasse di make-up non di problematiche serissime
    2) scrivete le cose come se parlaste tra di voi, non va bene, xche’ qua siamo tante e diverse e non e’ possibile che si sia tutte daaccordo con quello che pensate voi tra di voi!
    3) con questi argomenti “pesanti” e seri scritti da persone non addette, dietologi, psicologi, spicoanalisti,ecc ecc, scatenate l’inferno nei commenti, c’e’ chi se ne frega e passa oltre, chi ha passato queste cose e ci sta male, chi e’ in cura attualmente, chi e’ solo super sensibile e chi riesce a non commentare per non trovare da dire inevitabilmente…
    PERCHE’ SCRIVERE DI QUESTE COSE? PERCHE’? ME LO FATE SAPERE PER FAVORE?
    E NON RISPONDERESTE SOLO A ME MA A TUTTE LE AMICHE DEL BLOG!!
    grazie.

  90. Si può essere ricchi e infelici, ma credo che la depressione sia una malattia per ricchi.
    Chi si deve alzare tutti i giorni alle 6, gestire un’attività, o comunque lavorare e cercare di far stare tutto in equilibrio (entrate ed uscite, casa/lavoro/famiglia), dubito abbia il tempo di interrogarsi ed approfondire il proprio stato d’animo, e lasciarsi andare giù.
    E credo che per la gente che mediamente si scontra con problemi quali: pagare le bollette, trovare il tempo di riordinare casa, portare i figli a scuola e farli giocare.. vedere chi non ha problemi economici, ed è più padrona del proprio tempo, ammalarsi di depressione e anoressia (sebbene i disturbi alimentari, siano abbastanza correlati a quel tipo di vita) può dare comunque perplessità.

  91. Ostentazione del malessere?
    Essendo un’attrice, sfilare sul red carpet, fa parte del suo lavoro. Non è ostentazione.

  92. io n ho ancora capito cosa si è fatta renee zelweger… o come si scrive 😀 capisco che cè qualcosa di diverso negli occhi ma… nella foto prima ha spazio tra l occhio e il sopracciglio… ma la palpebra cadente…. in quella dopo l’occhio è piu aperto ma il sopracciglio è piu attaccato all’occhio… si è fatta rimuovere la palpebra?? giuro è da quando è uscita la notizia che non ho ancora capito cosa si è fatta fare!! XD

  93. Parole sante! Ho letto stamattina presto ma non avevo il tempo materiale per scrivere. La penso come voi e mi accodo ai commenti.
    Meglio se vi limitate al Make up!!!

  94. Cara Clio e ragazze del TEAM, mi spiace dirvelo ma questo post è davvero sotto la media, sembra roba presa pari pari dai pessimi siti di gossip americani che infestano la rete. Non dico che nei siti di makeup non si debba parlare di malattie mentali, depressione, bullismo, problemi alimentari e queste cose qui. Ma sono i toni ad essere sbagliati. Non pensate a come potrebbe stare una ragazza che soffre di questi problemi e legge il blog? Anche Michelle Phan parla di argomenti delicati nel suo sito, ma lo fa con tatto e delicatezza.

  95. Anche io ho pensato la stessa cosa, il tema è delicato ed è stato trattato in maniera da Anche i ricchi piangono. Ultimamente vedo molto gossip stile americano in questo sito, con star che non ci rappresentano; preferirei più contenuti che aiutassero le ragazze ad avere fiducia in se stesse. Più empowerment e meno gossip!!

  96. Spero che la mia possa essere una critica costruttiva… Trovo che questo post sia “poco sentito”. C’è una carrellata di foto random di vip magre e brevi didascalie abbastanza banali. Avrei preferito qualche riflessione personale più “vera”. Non mi sembra un post scritto dopo una riflessione profonda, quando si ha proprio la necessità di far capire il proprio punto di vista e si ha davvero qualcosa da dire. Mi sembra si sia voluto solo parlare di un argomento poiché di tendenza al momento. Secondo me se non ha veramente l’ispirazione meglio non trattare certi argomenti. Peccato perché sarebbe stato interessante. Tuttavia, solitamente apprezzo i vostri post che trattano temi diversi dal make up 🙂

  97. Con questo articolo avete solo offeso una grande e splendida donna come Angelina. Trattare un argomento simile in questo modo è imbarazzante. A questo punto mi pongo alcuni interrogativi sull’intelligenza di chi scrive, o quanto meno sulle vostre scelte editoriali. Ma scusate, nel 2016 ci vuole tanto a metter su due parole in croce, non banali, meno superficiali e meglio ponderate, se proprio proprio si vuol affrontare un tema del genere? Questo davvero è il livello? Era meglio rimanere a parlare di creme solari! Capisco che non siete certo giornaliste, vi sarete un po’ improvvisate, ma un minimo di deontologia e di tatto in quanto donne, in quanto esseri umani! E invece vi riducete ogni volta a fare del becero gossip come le arpie! Il vostro pubblico merita di più! Altrimenti basta andare su Novella2000. Assurdo

  98. Ciao TeamClio, sapevo del dimagrimento di Angelina grazie ad un post di Clio.
    Comunque bel post, brave! 🙂

  99. Ma di che parli?
    Io ho solo risposto alla domanda a fine post, se lo sapevo o no.
    Ammetto di non aver risposto a tutte le domande, ma è perchè ho da fare…

    Ti faccio copia e incolla della fine:

    “Ragazze, eravate già a conoscenza del preoccupante dimagrimento di Angelina? Che idea vi siete fatta? Anche a voi, di fronte a questi episodi, viene da pensare che in fondo non è tutto oro quel che luccica, e che forse… siamo più felici e serene noi “persone normali” delle semi-divinità che sfilano sul tappeto rosso? Un saluto dal TeamClio! “

  100. Grazie mille per il copia e incolla, ma non ce n’era bisogno: mi è bastato quello che ho letto da me.

  101. Amo questo blog, lo leggo sempre con piacere, ma se posso permettermi quest’articolo non mi è piaciuto! Mi sembra un po’ superficiale riguardo ad un argomento delicato come i disturbi alimentari…In più mi sembra che il caso di Angelina Jolie sia stato esaminato con vera e propria disinformazione!!
    Angelina non solo ha sofferto di anoressia da piccola e ha perso sua madre pochi anni fa, ma si è anche sottoposta a un’isterectomia e ad una DOPPIA mastectomia dopo aver scoperto di avere un gene mutato (come sua madre) che la sottoponeva ad alto rischio di cancro!!
    Vorrei vedere come reagirebbe chiunque di noi a una cosa simile, si è procurata una menopausa volontaria a 40 anni a causa di un rischio altissimo che già aveva e non potrà più avere figli! E probabilmente soffre di depressione, cosa non da prendere alla leggera.
    Sicuramente nè Clio nè le ragazze prendono questi argomenti alla leggera, ma mi è sembrato un post degno dei giornali e siti più frivoli, e non da voi, che siete brave e dalle quali mi aspetto qualcosa di meglio.

  102. Nessuno ha detto che hai fatto qualcosa di male. Ho solo fatto una considerazione sul tipo di informazione che una persona può selezionare da un post del genere.

  103. A me sembra che abbiano parlato con tatto e competenza, se per te non è così, non vedo perchè devi venire sopra a criticare il mio commento.

  104. No io ho letto tutto e selezionato tutto. La frase su Angelina era per rispondere alla domanda, poi mi sono dimenticata di rispondere alle altre domande.

    Cosa devo fare nel commento per farti contenta? Tutto il riassunto del post.

    Ok riassumo: il team spera che dagli esempi di donne che ci sono passate e che ora stanno meglio anche le donne comuni possano prendere esempio per cercare di guarire.
    Infine bisogna considerare che tutte le donne possono ammalarsi di anoressia o altro, non occorre essere povere, può capitare anche alle ricche e famose che apparentemente hanno una bella vita.

    Ok dopo questo riassunto potrai dormire sta notte.

  105. No, qui sul blog chi è ciccione è in forma!! E guai a chi si permette di dire il contrario. Leggo questo blog da un paio d’anni ma non ho mai visto un articolo (o una parola) denigratorio su chi è sovrappeso. Chi scrive avrà sicuramente la coda di paglia..e non dico altro. Due pesi e due misure..

  106. Concordo,questo post non mi è piaciuto per nulla, non sono riuscita a cogliere il messaggio che voleva trasmettere, far vedere che la vita delle star non è tutta rose o fiori? Elencare le persone che hanno avuto questo disturbo? Fare del gossip? Personalmente preferisco anch’io leggere post su argomenti più semplici e leggeri se questo è il risultato per le tematiche più complesse. E preferirei più post scritti da clio, ultimamente sono per la maggior parte scritti dal team, nulla contro il team a priori ma vengo su questo blog per clio, e io suoi post sono sempre meno, si sta perdendo il senso del blog

  107. Cara Diana, magari vediamo le cose in modo diverso, ma quelle foto le ho percepite come se la tristezza di quelle donne fosse stata “messa in piazza” 🙁

  108. A partire dal fatto prendo le distanze dalla vostra discussione, mi intrometto per una pignoleria (non me ne vogliate): l’ostentazione della magrezza cui si riferisce Federica esiste, non è una questione di antipatia verso le anoressiche ma fa parte della malattia. Parlo con sicurezza sempòicemente per esperienza personale (e anche un minimo di competenza aquisita). Anoressia e bulimia e disturbi alimentari in generale, sono malattie estremamente complesse e come ogni malattia hanno diverse sfumature. Ognuno soffre di depressione, anoressia ecc in modo personale sviuppando diversi sintomi e comportamenti, non tutte le anoressiche si vantano della loro magrezza perchè non tutte sono “malate allo stesso modo” (non parlo di gravità di malattia ma di sintomi e esternazione del problema). Anche riguardo alla clinica dietistica ho da dissentire, non tutte le cliniche affrontano gli stessi tipi di pazienti e, come ripeto annoiandovi, non tutti hanno gli stessi comportamenti. Il caso della Jolie mi è indifferente ovviamte non ho i mezzi per giudicarla (come qui nessuno credo) ma non escludo che ci possa essere una componente psicologica che la porti ad appunto ostentare la sua fisicità, di conseguenza sottolineando il suo problema.
    Detto questo aggiungo che avere opinoni discordanti è normale quindi da amate del vivi e lasciavivere vi auguro buon giornata 🙂

  109. Più che con tatto e delicatezza mi sembra un discorso fatto con leggerezza…Anche se per passare i 1o minuti in autobus un aicolo del genere penso possa andare benissimo, cercare di affrontare l’argomento in modo serio è ben diverso da farlo come è scritto in queste poche righe..quindi mi delude un po rispetto alla media del blog. Ma è solo opinione personale 🙂

  110. Sì, l’intento era sicuramente buono, però credo che avrebbero fatto meglio a documentarsi in modo più approfondito. Altrimenti, c’è un forte rischio di ottenere un articolo di gossip e nient’altro.

  111. Clio, io ti adoro, perdonami quindi. Questo post fatto in questo modo non funziona. Sono la prima a elogiare il vostro lavoro quando fatto bene. La prima. Da tre anni quasi. Quindi, esprimo anche una critica adesso, col fine unico di essere costruttiva e non polemica. Sembra un post di gossip. Sembra un curiosare, non per dire “capita a tutti, l’importante è farsi aiutare. Capire che bisogna farsi aiutare, e trovare la forza di superare le cose brutte della vita” ma semplicemente per curiosare qua e là. So che il vostro intento era buono, lo so perché, Clio, ti seguo perché mi piaci. Purtroppo, però, certe cose non si possono improvvisare (non dico che sia stato fatto qui, sicuramente vi siete impegnati). Conosco gli sbattimenti delle persone per scrivere articoli di giornale e dei giornalisti nelle redazioni, certe cose non si possono scrivere così se il tuo intento non è mero gossip. Quindi, forse, dovreste capire meglio che direzione volete dare al vostro lavoro e “giornale online”. Questa è la mia semplice opinione in merito a questo post. Nulla di più. Non la prendere male, o come attacco. Sono la prima a elogiarvi in ogni altra situazione. Te lo dico come lo direi a mia sorella maggiore, come ad una sorella maggiore.

  112. Purtroppo l’anoressia è una malattia grave che colpisce sempre più persone.. e forse il fatto di stare sotto ai riflettori e di dover essere giudicate costantemente anche per il proprio aspetto può diventare una causa scatenante di questa patologia tra le stars..

  113. Ho letto questo post durante la pausa pranzo e ci sono tornata appositamente adesso che ho smesso di lavorare perché volevo scrivere qualche riga di commento. Per fortuna vedo che altre utenti hanno già espresso buona parte del mio pensiero. Avrei tanto preferito leggere un post al giorno sugli abiti e i makeup di Cannes (come ha fatto Chiara Ferragni in questa settimana) piuttosto che un post del genere. Anche perché non ne capisco il senso: volevate fare informazione sui disturbi del comportamento alimentare? Volevate sostenere Angelina Jolie in un momento di difficoltà personale? Volevate imbonirci con la tesi della sovraesposizione mediatica dei giovani vip quale fattore di rischio per il vago ma temutissimo “crollo psichico”? Oppure avevate solo l’esigenza di buttare giù frettolosamente due righe a caso per riempire uno spazio sul blog? Temo sia quest’ultima l’opzione più probabile. E me ne dispiace perché sono convinta che molte di noi lettrici silenziose che seguono il lavoro di Clio fin dagli esordi sarebbero ben contente di mettere la propria professionalità al servizio della crescita del blog e -chissà- magari lo farebbero anche in maniera più attenta. Il lavoro di blogger ha molte caratteristiche in comune con quello del giornalista e non va preso alla leggera, soprattutto pensando alla diffusione che ha questo canale e al suo enorme potere di influenzamento…penso che a trattare certi temi in maniera superficiale si faccia più danno che altro, soprattutto a chi di certe condizioni soffre davvero. Mi metto nei panni di un’ipotetica Angelina Jolie che per caso dovesse imbattersi in questo post: come ci rimarrei per lo smercio dell’immagine mio corpo non più “perfetto” e per la sfilza di luoghi comuni mischiati a buoni sentimenti di corredo? Malissimo penso.

  114. Mi dispiace unirmi alle critiche, ma dopo i numerosi post di qualità bassina inizia a sembrarmi giusto dire la mia.. Clio, ti seguo da anni e apprezzo molto la chance che dai alle ragazze giovani del tuo team. Ma le persone che leggono questo blog purtroppo (?) lo leggono per te, per le tue opinioni e per la tua capacità di trattare anche argomenti più complessi e delicati con piglio intelligente, dando sempre spunti di riflessione. E mi duole dire che gli articoli scritti dal team non rispecchiano per niente il tuo modo di affrontare le tematiche. Mi capita di trovarli quasi “offensivi” per il livello di approssimazione e la scarsissima cura, partendo dalla grammatica (in un blog deve contare) fino ai concetti espressi. Eppure non mi considero un pubblico particolarmente “difficile”… ma se mi trovo di fronte a articoli sempre meno approfonditi (anche solo su una banalità come la questione Pitt/Cotillard. In un articolo recente il direttore di Vanity Fair Italia ha spiegato di rifiutarsi di pubblicare tale notizia perchè riteneva le fonti di questo gossip assolutamente inattendibili, tant’è che sembra non ne parli nessun giornale USA) il fastidio diventa inevitabile, e la voglia di leggere diminuisce molto. Mi spiace davvero ma per quanto possa capire le buone intenzioni nel far lavorare delle giovani, dovresti controllare di più ciò che scrivono, perchè la cosa inizia a pesare sulla qualità generale del blog.

  115. Scusa ma non era assolutamente una critica al tuo commento! Mi dispiace se pensi questo è se ti ho dato questo pensiero scusami! Volevo solo spiegare una considerazione da un mio punto di vista. Ciao un bacione

  116. Anoressia, bulimia e qualsiasi altro disturbo alimentare o mentale credo vadano trattati diversamente, senza dare niente per scontato e soprattutto senza cadere nel solito cliché che anche nel fantastico mondo di Hollywood non tutto è oro quello che luccica. Innanzitutto si sarebbe dovuta fare una distinzione tra anoressia e bulimia, spiegare brevemente cosa sono e cosa comportano. Poi avreste dovuto ricercare delle storie di star che hanno affrontato il problema è che ne hanno dato testimonianza, rimandando magari anche ad articoli /video (la Lovato per esempio ha girato una toccante docu/intervista per Mtv). Il “pare” e “sembrerebbe” non sono vocaboli adatti a questi argomenti, già circondati da un’aurea di mal informazione e confusione. Prima di trattare di argomenti così forti e che esulano dalle vostre competenze dovreste fare un minimo di ricerca, perché non si parla del vestito di tizia a Cannes o del nuovo rossetto della Mac. Non è un argomento che può essere trattato in poche e superficiali parole. L’idea era buona, peccato che sia stata mal sviluppata. Fossi in voi toglierei il post, perché questo davvero non si può leggere.

  117. Che poi questo è un blog di makeup , hanno messo foto di donne che prima erano in carne e poi per problemi che nessuno saprà mai sono dimagrite …ieri hanno fatto un post sui mascara , si sono fotografate le loro ciglia al naturale e basta , no scusate state parlando di mascara e non mettete le foto del prima e dopo ? Il vostro lavoro è questo non le psicologhe , non offendetevi !!!

  118. ma non solo sul blog, dappertutto … io continuo a leggere articoli che danno addosso agli stilisti che non fanno taglie forti o che impiegano modelle troppo magre, alle star che sono troppo magre, articoli che attaccano le persone che puntano il dito sui grassi. Poi mi vengono a dire che la malattia più diffusa del mondo moderno è l’obesità? Ma come si fa a dire che grasso è bello, non parlo dell’aspetto fisico, ma della qualità di vita. Che bello è non poter fare una vita attiva e normale perchè si è troppo sovrappeso, non poter giocare con i propri bimbi perchè si è subito senza fiato, aver problemi alla schiena e alle ginocchia e peggio pressione alta, colesterolo a mille, diabete, apnea e possibile asma, ma che vita è? Certo si può fare lo stesso ragionamento che abbiamo fatto per le magre, che magari hanno problemi che risolvono con l’eccesso di cibo o che magari si piacciono così. Però mi sembra che se le grasse si piacciono grasse va bene così, ma le magre no devono ingrassare!!!

  119. No no tranquilla non mi è sembrata una critica, rispondevo solo che dal mio punto di vista l’articolo andava bene.

    L’unico commento di oggi che mi è sembrata una critica è quella presa in giro, come se io non avessi letto o capito tutto l’articolo, che mi ha scritto un’altra ragazza.

  120. Oltre che articoli superficiali, anche mal documentati. Non è il primo. Della serie “prendiamo un po’ di notizie leggiucchiate qua e là (senza troppa attenzione), quello che ci ricordiamo a memoria e sbattiamolo in un post”.

  121. non sono del tutto d’accordo. Certo, chi si sveglia alle 6 difficilmente avrà il tempo di controllare lo smalto sbeccato la piega non perfetta il mascara sbavato o altre cose così. Ma l’ansia, la depressione, non aspettano che tu le cerchi. Si insinuano nella tua testa, non ti fanno dormire la notte, non ti fanno mangiare, ti fanno piangere, non riesci a concentrarti su ciò che devi fare, vai avanti con un macigno sullo stomaco che se non curi diventa sempre più grosso. Non è che se lo ignori perché non hai tempo scompare.

  122. Non ho detto che scompare o di trascurare i sintomi, ma il tipo di vita t’impone di cedere molto più difficilmente rispetto a chi ha tanto tempo e può permettersi di passare le giornate anche senza dover far nulla.
    Le uniche persone che ho conosciute che erano depresse erano quelle che potevano permettersi di restare a letto a piangere e a non mangiare.
    Se devi pagare la rata del mutuo, se devi portare i figli a scuola, vedi come ti alzi. Perché la tua vita ha una direzione più terrena e materiale.

  123. Certo, ma io non metto in dubbio il fatto che con dei compiti scanditi devi trovare la forza di alzarti, accompagnare il figlio a scuola, andare a lavoro, accompagnare il figlio in palestra, portare fuori il cane, pagare la bolletta, pulire la casa. Ma questo non ti impedisce di smettere di mangiare, per esempio. Di piangere mentre lavi i piatti. Di crollare per una brutta notizia. L’esaurimento nervoso io l’ho riscontrato su giovani e adulte, ricche e povere, lavoratrici, studentesse e disoccupate.

  124. Ahahah sai che sto post ha combinato un casino tra i commenti! Io pure che non litigo quasi mai con nessuno ho scambiato due battutacce con una tipa che poi la pensavamo pure uguale pensa

  125. Ciaoo Non sono d’accordo perché la depressione può venire a chiunque.. E dicono ci sia anche un fattore genetico ma non è del tutto certo.. Lo dico perché l’ ho studiato ed ho potuto purtroppo vedere + persone depresse…prima del manifestarsi..durante e dopo.. 🙁

  126. Brava..hai perfettamente ragione.. !!! Mi sorprendono certi commenti..nel senso non capisco come mai pensano certe cose.. Probabilmente sono persone che non hanno avuto modo di vedere persone che sono andate in depressione o anoressia.. O comunque le patologie psichiatriche

  127. Massì, non sono esperta di anoressia – forse solo un po’ più preparata della media in materia, ma non è il mio campo -, sono solo abituata a parlare con dottori e a volte mi dimentico di cambiare registro quando dovrei.

    Comunque era esattamente quello che intendevo, a me è venuto spontaneo il collegamento per mera abitudine 🙂

  128. D’accordo, come ho appena commentato sotto la risposta di un’altra ragazza, l’insieme trasmette malessere e appunto essendo una piuttosto esperta di immagine e affini, mi pare logico pensare sia stata una scelta deliberata.
    Magari no, perché ci ritrovo un dato che non mi piace ho fatto il collegamento.

    Poi fossi stata presente non è che le avrei detto su, è solo una considerazione personale.

  129. Non ho detto che non può venire a chiunque.
    Ho detto una cosa ben diversa: i “poveri” si possono permettere di meno di essere depressi, e secondo me cedono pure di meno, anche se “superficialmente” avrebbero molte più motivazioni

  130. Come può una persona che sta male celare il suo malessere, specie se ha un’esternazione fisica? Non è un’emozione che si dissimula (ed essendo un’attrice dovrebbe riuscirci).
    È troppo magra, e la sua magrezza si noterebbe comunque, anche infagottata come puoi notare nell’altra foto. Ha messo un vestito semplice neanche attillato. Non ci vedo ostentazione di nulla, francamente.

  131. Scusami sai, ma ovviamente mi sento chiamata in causa, anche perchè credo che tu abbia fatto un riferimento a me anche in un post che parla di tutt’altro, quindi ho dedotto che tu ti sia risentita parecchio. Non ti ho mai presa in giro nè ti ho mai scritto che non hai capito l’articolo. Casomai, la mia era una critica indiretta al modo in cui è stato scritto il post, che ha cioè posto troppo l’accento sull’aspetto gossipparo della vicenda. Leggere un commento del tipo “sì, l’ho letto che la Jolie è magrissima” mi è sembrata la conferma del fatto che il post fosse stato scritto male. Mi dispiace se ti sei offesa, ma francamente non mi è sembrato nemmeno carino da parte tua partire in quarta, con la “gentilezza” del riassunto e tutto il resto. Se prendi così male i commenti che dissentono dai tuoi o “le critiche”, mi dispiace veramente tanto. Credo che abbia ragione Rossella82, questo post ha infiammato gli animi. Ti auguro una buona serata.

  132. È che io credo che i compiti scanditi possano aiutare una persona, in caso di depressione.
    Non sono un medico, ma secondo te una persona che può restare a letto a commiserarsi e a piangere, ha più opportunità di guarire rispetto ad una, che dovendo continuare a lavorare , a confrontarsi con gli altri genitori a occuparsi dei figli senza il sostegno di una tata, ha la giornata più “piena”? Per me, no.
    Tenere la mente occupata, può essere un valido aiuto. Non dico ignorare, ma razionalizzare i problemi.
    Poi ci tengo a precisare il motivo per cui ho scritto.
    Io non voglio biasimare troppo (anche se sì, hanno torto) le persone che dicono “è bella, ricca, famosa, che ha da essere depressa”, perché appunto magari loro lo sono (o potrebbero esserlo) perché non riescono ad avere una vita dignitosa, sono stati lasciati per qualcuno che è più bello è più giovane. Non so se mi sono spiegata.

  133. Non so ma non mi pare che questo post possa essere considerato diverso da altri che sono stati fatti su celebrità che si sono sottoposte a interventi di chirurgia plastica, o che sono soggette a obesità……è molto comune infatti considerare l’anoressia una malattia, e l’obesità il semplice esito del mangiare troppo, fai una bella dieta, tanto sport e via! Sono ENTRAMBE malattie mentali che devono essere curate innanzitutto psicologicamente. Ripeto, questo post non mi scandalizza affatto né lo trovo scadente….è chiaro che un post è un piccolo flash su un tema, se vuoi approfondisci…..certo adoro i post di Clio, la sua spontaneità è davvero meravigliosa!

  134. Ok parlare di attualità e non solo ed unicamente di make-up, però mi sembra si stia un pochettino trascendendo gli obiettivi originari…

  135. Effettivamente potevano ALMENO provare UNO dei mascara che consigliavano. Non dico tutti ma diciamocelo quelli lowcost erano il minimo sindacale… Mi spiace per le ragazze del team ma i loro post sono quanto meno inutili se non propio assolutamente inutili e mal pensati come questo…

  136. Io non ho scritto “dimagritissima”, ho scritto “dimagrimento”.

    Non ho preso male i commenti a parte il tuo che mi sembrava una presa in giro nei mie confronti.

    Se volevi criticare il post andava bene (infatti l’hai fatto nel tuo commento quello non collegato al mio), ma non so perché scrivere sotto al mio commento ciò che hai scritto, che non sembrava una critica al post ma al mio commento.

    Sarò pur libera di essere d’accordo con il post e di non doverlo riassumere ma scrivere solo “bel post” e non per questo aver capito solo che Angelina è dimagrita.

    La prossima volta fatti i fatti tuoi, invece di puntare il dito contro qualcuno e presumere da un commento che non ha capito il post.

    Altrimenti se preferisci puntare il dito, non ti lamentare se scrivo che mi hai infastidita.

  137. La tua risposta parla da sola. Io il mio l’ho fatto, ti ho anche detto che mi dispiace. Detto ciò, stai tranquilla, non oserò mai più contraddirti! 😀

  138. Se davvero la tua era una critica al team, sotto al mio commento lo scrivevi in modo chiaro.

    Ma mi spiace, dal commento sembrava solo una critica a ciò che ho scritto io. Anche perché non leggo nel pensiero e tu hai scritto:
    ” Ecco cos’è passato di tutto il post: la notizia gossippara sul dimagrimento della Jolie. ” che è una chiara presa in giro a ciò che ho scritto io.

    Non ho detto che le persone non possono contraddirmi, mi pare di aver rispettato tutti i commenti delle ragazze che mi hanno risposto che secondo loro il post era stato scritto con poca delicatezza o altro.

    Però non accetto che qualcuno venga a prendermi in giro, solo perché ho scritto 2 righe non vuol dire che non abbia capito il post, ma vuol dire che ho una vita.

  139. Post davvero superficiale.. L’anoressia è un disturbo psicologico come l’obesità,ricordiamocene!!
    Peccato che se si sbatte in copertina una star ingrassatissima, iniziano tutti col solito tormentone: la bellezza non è nella taglia.
    Angelina Jolie è una grande donna,fortissima ma fragile.
    Metterla in questa playlist del cavolo è davvero una presa di posizione STUPIDA su ciò che sono veri disturbi, cercando del gossip più che parlare di argomenti seri, che causano anche morti!
    Eppure mia cara Clio anni fa ti dissero che eri ‘grassa’ e successe un polverone..poi perchè ve ne uscite con questi post così futili??????
    SENSIBILITA’ ZERO

  140. Infatti, un anno fa quel infelice “cicciona” riferito a Clio sembrava l’insulto peggiore del mondo, ma chiamare tutte le altre anoressiche va bene, perché è evidente che non sono “sane”! Allora andiamo tutti in giro a chiamare ciccione chi supera la 44/46, tanto è evidente che non sono magre, è chiaro che DOVREBBERO perdere qualche chilo! Quanta ipocrisia!!

  141. mamma miaaa…che pesantezza…peggio i commenti dell’articolo..che ansia..tutti a dire…fatto bene..fatto male..chi si insulta..prendete le cose con leggerezza..e’ un articolo..non si sta giudicando la vita degli altri..e’ una realta’ che le persone si possono autodistruggere per svariati motivi..non e’ questo il posto per discutere della vita di Angelina o altre..il tema e’ il cambiamento fisico di donne che lavorano e vengono ammirate per la loro bellezza e unicita’ ..sono star dello show business..e ripeto business come dice Tina… se l’articolo non vi piace andate oltre..easy life!!

  142. Ti dico la verità, col mio lavoro precedente mi alzavo la mattina alle 6 e tornavo a casa alle 8 e mezza di sera, impegni ne avevo tanti ed ero anche a contatto con le persone perciò non passavo la giornata intera da sola in ufficio ma interloquivo con moltissime persone. Però a me la depressione è venuta, prima ho cominciato a non dormire più di 4 ore per notte, poi ho praticamente smesso di mangiare e alla fine mi è pure venuto un bell’esaurimento nervoso. Risultato: attività chiusa e ora dopo 6 mesi ho trovato un lavoro part time che non sarà niente di speciale ma lo preferisco mille volte di più al lavoro che facevo prima, e in questi 6 mesi non sono rimasta nel letto a piangermi addosso 🙂 forse semplicemente ci sono persone che sono più portate a soffrirne e chi invece meno, io purtroppo faccio parte della prima categoria, ma ti assicuro che i miei mille impegni hanno soltanto ritardato uno scoppio che comunque alla fine c’è stato ed è anche stato parecchio difficile da gestire. Invidio chi si è sempre alzato tranquillo alla mattina!

  143. mi fa piacere che ora tu stia meglio. Di certo non volevo suonare troppo superficiale nel considerare queste patologie.

  144. io ti dico che anch’io un perido sono stata magrissima…
    la mia vicina obesa andò a dire alla mia famiglia che ero anoressica… ma io le ho mai detto che lei era obesa??e che se faceva le scale veloce rischiava un collasso? (roba di 150 kg)… ora porto una 40 e mi sento dire continuamente (da persone con una 50) “mangi poco, mangi come una gallina,sei troppo magra”… Anche io un periodo sono diventata una 44, ma mi sono messa di volontà, e con dieta e sport sono dimagrita IL GIUSTO.. quindi in molte invece di criticare dovrebbero prendere esempio….
    inoltre ricordiamo che un conto è una 46 che fa sport, un conto una 46 che non fa un cavolo!! sembra che le modelle curvy ora stiano dando l’esempio del ‘tranquilla,non fare un cavolo per il tuo fisico perchè ora va di moda così’… le modelle curvy fanno sport, sono toniche!!!!
    rimango che una donna ANORESSICA ha problemi tanto quanto una OBESA

  145. Concordo. A me piace questo blog per distrarmi pensare ad argomenti leggeri e fare quattro chiacchiere con chi lo segue. Non mi sembra il caso di affrontare problemi grandi come i disturbi alimentari… questo articolo inoltre lo trovo un Po superficie stile “before and after”.

  146. Non ti preoccupare, non mi sono offesa ma ho pensato di descriverti la mia situazione come “testimonianza” diciamo 🙂 grazie!

  147. ma se è un blog beauty parlate di questo se è di make up che avete competenza,già quando si resta in tema ce ne sarebbero di cose da dire ormai i post giornalieri sono di una pochezza e una banalità senza limite basta a chiunque aprire qualsiasi altro blog di beauty per trovare una marea di recensioni quotidiane di prodotti che stanno x uscire testati in anteprima,collezioni dettagliate e non fatte con foto pubblicitarie ma con tanto di swatches a un mese dal lancio ,qui ormai si trovano gossip e articoli che vorrebbero trattare temi seri non riuscendoci a volontà,post di recensioni di illuminanti usciti sul mercato 10 anni fa,post su quando usare la cipria,post sulle collezioni primaverili quando in profumeria erano soldout da un mese e semplicemente fatti con un copia incolla di immagini,penso che molte ragazze restino x simpatia verso clio e altre perché amano ritrovare qualche amica con cui parlare,ma io rifletterei

  148. Gabry, carissima, sono d’accordo con te …poi un po’ troppo di frequente trovo i loro articoli fatti proprio a tirar via purtroppo…

  149. Grazie per aver condiviso la tua sofferenza. Sono felice che ora stai meglio e spero che la depressione resterà solo un brutto ricordo… Ti abbraccio virtualmente, ma con solidarietà e tanta stima

  150. qui si confondono degli stati d’animo, come la tristezza o le preoccupazioni quotidiane, con una vera e propria malattia che ti attanaglia e ti impedisce di alzarti dal letto la mattina, ricco o povero che tu sia.

  151. non so 🙁 a me non sembra invece…forse perchè le persone che conosco che hanno avuto di questi problemi avevano comunque tante cose da fare e preoccupazioni.. forse per quello mi riesce difficile pensarla così… ma rispetto il tuo punto di vista =)

  152. Ciao! Scusa se mi permetto di chiederti una cosa, quali sono i magazine a cui ti riferisci? Grazie

  153. Esatto, un po’ tutti i post che vogliono trattare argomenti diversi sono superficiali, non c’è una riflessione ma solo due frasi scritte un po’ a casaccio…

  154. Il mio era un commento generale, non per forza sulla Jolie, che peraltro non seguo e quindi non so come si comporti sui social. Non ho detto che siccome uno è ricco non suscita compassione, hai semplificato il mio discorso. Ho detto, rispondendo ad Ale, che trovo umane alcune reazioni di esasperazione davanti ai problemi di alcuni vip, che magari fino al giorno prima ostentavano la loro vita perfetta su facebook. Attenzione, non ho detto reazioni “giuste”, ho detto “umane”. È logico, tutti devono affrontare dei problemi prima o poi, e i soldi non danno la felicità. Mi sembrano punti scontati.

  155. Forse ho usato la parola consenso e non era quello che volevo in realtà indicare. Mi spiego facendo un esempio: io sono stata con un ragazzo 6 anni, stavamo benissimo insieme, felici e contenti. Nessuno dei due ha avuto bisogno di mettere “impegnato con” su Facebook, o mille foto di regali reciproci, o dediche amorose alla mercé di tutti. Al contrario, conosco molte coppie che lo fanno, ma se poi scavi, ti rendi conto che sono coppie infelici, che appunto per questo hanno bisogno di dimostrare agli altri (e forse a se stessi?) di essere felici. Ora non voglio dire che questa è una regola, ma che accade spesso. Ecco, con il mio commento di prima intendevo questo 🙂

  156. Ad ogni modo, a prescindere dal post che effettivamente tocca un tema delicato e non adatto a un blog di trucco, mi sembra che ci sia un’avversione esagerata contro il team.

  157. Ciao Colette e ciao ragazze, anche io vorrei portarvi la mia testimonianza. La depressione è una malattia e in quanto tale può venire a chiunque; non va scambiata con lo sconforto, la tristezza o l’apatia. Non è che detto che chi sia depresso stia a letto tutto il giorno; io, per esempio, vado all’università, studio, convivo e quindi mi occupo della casa, della spesa, della cena, del mio fidanzato. Ho una vita piena eppure la depressione non mi ha risparmiata. Ho iniziato ad avere attacchi di panico, a piangere continuamente, a fare pensieri orribili, a mangiare in modo compulsivo, a sentirmi inutile. Ognuno ha dei sintomi diversi, che si manifestano per cause diverse (biologiche, psicologiche, sociali…). Io sto combattendo, non ho smesso di portare avanti i miei impegni, ma il malessere cerca di devastarti, dentro e fuori, nei modi più subdoli, anche mentre tu provi a non dargli retta.
    Forse non hai tutti i torti quando dici che “il tipo di vita che fai ti impone di cedere più difficilmente…”, ma non perchè tu abbia mille impegni, ma perchè dentro di te hai dei punti più fermi. Non è il senso del dovere, sono le motivazioni che trovi nel tuo profondo, il senso e il valore che riesci a dare alla tua vita, la tua forza personale. Sei tu, in sostanza.
    Come in ogni malattia c’è chi è più a rischio e chi meno, ma quando una persona si ammala non dovrebbe suscitare perplessità, ma solidarietà. Durante la depressione si prova già fin troppa vergogna per se stessi.
    Ti ringrazio Colette per aver dato il tuo parere e avermi ispirata, per condividere il mio.
    Buona giornata a tutte 🙂

  158. Infatti. Molte criticano il post perché superficiale ma poi sparano a zero sul team e sui commenti delle altre.

  159. ne leggo molti x non farti la lista digita su google “beauty blog” che ti esce un mondo poi se ti abboni alla news di qualcuno vedi cosa ti arriva ogni giorno

  160. Grazie te l’ho chiesto perché è da poco che seguo i blog e chiedevo quali sono o più belli appunto x quanto riguarda i makeup e le anteprime di cui parlavi. Grazie

  161. A tutte coloro che dicono:”ah con la vita che fa come fa ad essere depressa?”Quanta superficialità,approssimazione…La depressione ti scava dentro,non vivi ma ti dibattito stancamente,ogni giorno è un macigno…e la gente che ti guarda con supponenza,che non ti prende sul serio,che pensa che tu faccia il personaggio…TACETE se non sapete…abbiate rispetto.

  162. Forse perché ha manifestato la propria incompetenza. Se non si è in grado di svolgere bene un lavoro, secondo me sarebbe meglio non svolgerlo affatto. Inoltre, chi scrive pubblicamente si espone al giudizio, anche di critica, delle persone che leggono: se al “Team” non piace essere giudicato (e si vede anche dal fatto che gli articoli non sono firmati personalmente), forse dovrebbe cambiare mestiere…. Non c’è nulla di male ad esprimere una propria opinione: è un diritto.

  163. Ovviamente. Solo che il Team non sta dove sta per caso, è Clio che l’ha scelto e suppongo anche che supervisioni il loro lavoro. Solo che nessuno osa muovere critiche contro di lei, mentre verso il Team è un continuo. Onestamente non trovo motivata tutta questa avversione! Io per prima preferisco gli articoli di Clio e fondamentalmente seguo il blog per avere le opinioni di lei, ma non mi sembra che le altre ragazze siano così terribili.

  164. No non li voglio confondere. Ma temo di aver parlato di un argomento che non conosco troppo, a giudicare dalle parole di chi ci è passato. Scusatemi se mi sono espressa in maniera troppo superficiale.

  165. Figurati, non mi sono sembrate superficiali. Sono state fondamentali per condividere tra di noi le nostre esperienze e testimonianze 🙂 Grazie ancora.

  166. hai ragione mi trovo d’accordo con te, questo articolo mi sembra uno dei tanti che si leggono diu giornali settimanali come Gente, Di più o altri simili che hanno solo lo scopo di far parlare di questi V.I.P. in un modo o nelll’altro! Purtroppo sempre più spesso quando leggo articoli scritti dal Team mi viene da pensare che manca di consistenza e che non hanno ne capo ne coda!

  167. brava hai detto bene! ma poi, chi lo dice che noi vorremmo avere sta vita? e inoltre, povera donna, un po’ di pietà per angelina, basta parlarne!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here