LE UNGHIE NON DEVONO ESSERE TROPPO LUNGHE O SQUADRATE

Unghie troppo lunghe o squadrate possono dare un effetto cheap

Unghie eccessivamente lunghe o troppo squadrate possono risultare da una parte scomode e, dall’altra, non sono il massimo per il galateo.

cliomakeup-galateo-unghie-1Tap! Tipititapititap! Tap!

Ciò non vuol dire che bisogna sfoggiare solo ed esclusivamente unghie cortissime e di forma rotonda, ma trovare una giusta via di mezzo tra la lunghezza con cui far sembrare le mani più aggraziate ed affusolate, e una forma non troppo geometrica.

cliomakeup-galateo-unghie-34Via Pinterest

C’è l’imbarazzo della scelta: squovale, ovale, a mandorla russa…per avere idee ed ispirazioni a riguardo, potete dare un’occhiata qui, dove parliamo delle principali forme che potete dare alle vostre unghie! 



cliomakeup-galateo-unghie-12Credits: beautylish.com

IL COLORE DELLO SMALTO DEVE ESSERE ALL’INSEGNA DELLA SOBRIETÀ

Fino a mezzo secolo fa, l’unico colore di smalto considerato appropriato e non fuori luogo era…il rosso! E adesso? Adesso le cose sono cambiate, ed il galateo delle unghie è diventato più flessibile, dando il via libera a tutte quelle nuance facilmente abbinabili e neutre capaci di adattarsi ad ogni tipologia di outfit e di contesto.

cliomakeup-galateo-unghie

Tra i grandi classici benvenuti dalla beautyquette figurano colori come i beige, i nude, lo smalto color latte, ma anche classici intramontabili come bianco, nero e rosso, fino ad arrivare, in base alla stagionalità, a colori come il borgogna (autunno-inverno) e i colori pastello (primavera-estate).

cliomakeup-galateo-unghie-33

Via Pinterest

La parola d’ordine è, in ogni caso, sobrietà: meglio lasciar perdere le nail art elaborate e arricchite di brillanti ed inserti, e optare al massimo per decorazioni delicate, meglio se su sfondo monocromatico!

cliomakeup-galateo-unghie-1Oppure, che ne dite della half-moon manicure, riportata in auge dalla pin-up moderna Dita Von Teese? 

UNGHIE FINTE? NO GRAZIE

La naturalezza è un fattore molto importante per la beautyquette

Questo punto si ricollega a quanto abbiamo già detto riguardo la lunghezza e la forma delle unghie, ma anche ad un fattore molto importante per la beautyquette, ovvero la naturalezza. Tutto ciò che ha un aspetto palesemente artefatto o finto, infatti, andrebbe evitato, e per questo il galateo delle unghie suggerisce di non indulgere in ricostruzioni e tip troppo evidenti.

cliomakeup-galateo-unghie-3Sbrilluccicosissime, ma decisamente scomode! Via Pinterest

Piuttosto, meglio sfoggiare unghie naturali, anche corte, ben limate e decorate anche solo con una passata di smalto trasparente e, non c’è neanche da dirlo, ben pulite! In commercio si trovano delle spazzoline adatte a rimuovere lo sporco da sotto le unghie e, in pochi secondi, il loro uso può fare una grande differenza.

cliomakeup-galateo-unghie-4Credits: wisegeek.com

NON TORTURARE UNGHIE E PELLICINE

La tentazione di mangiarsi unghie e pellicine, quando si è stressate può essere forte, ma per la beautyquette va assolutamente contrastata. Probabilmente avere unghie rosicchiate e cuticole devastate è la cosa peggiore che ci possa essere per il galateo delle unghie!

cliomakeup-galateo-unghie-2

Dunque, se sotto questo punto di vista si desidera essere impeccabili, fate un bel respirone e cercate di non torturare le mani: vi ringrazierà l’etichetta, ma lo faranno anche le vostre dita ;-)!

cliomakeup-galateo-unghie-3

Unghie “al bacio”!

Ragazze, volete saperne di più sulle unghie e su come essere in linea con la beautyquette con manicure impeccabili? Allora leggete anche:

1) PEONY PINK, IL COLORE MUST-HAVE A PROVA DI BEAUTYQUETTE!

2) FLIP MANICURE, LA NAIL ART “DOUBLE FACE” CHE STA FACENDO IMPAZZIRE IL WEB!

3) 7 CONSIGLI NAIL ART PER NON COMBINARE PASTICCI 

4) I PRODOTTI ESSENZIALI PER UNA MANICURE COI FIOCCHI!

cliomakeup-galateo-unghie-4Come mostrare la manicure appena fatta con nonchalance e classe: Lana Del Rey, lo stai facendo bene :-D!

Ragazze, voi osservate tutti i suggerimenti del galateo delle unghie? Oppure preferite continuare ad assecondare il vostro gusto senza seguire alcun tipo di dritte? Amate portare le unghie corte e arrotondate, o vi piace sfoggiarle lunghe e sensuali? Fatecelo sapere nei commenti! Un bacione dal Team!

22 COMMENTI

  1. Non mi sono mai mangiata le unghie in vita mia. Ma le pellicine……. 🙁
    Addio, me ne vado. Mi sento “maleducata” 😉

  2. Vedere unghie sbeccate, non é mai un bel vedere. Idem di lunghezza diverse. Fortunatamente ci sono vari accorgimenti. Ho provato da poco lo smalto semipermanente e mi é piaciuto molto. Unghie sempre perfette e crescono molto. Peccato il costo e la rimozione.
    Sicuramente anche la copertura gel, sarà ottima, ma x ora preferisco il semipermanente… Comunque le unghie mi si sono rovinate :-(ecadesso lo smalto classico, mi dura pochissimo…

  3. Le mie sono squoval o sqare,dipende dalla lunghezza a cui arrivo. Devo dire che vado a periodi… ho avuto il periodo solo franch, il periodo folle solo colore, il periodo super fluo a ogni costo con mani e piedi diversi e anche con tocco bicolor, periodo pied de poule, periodo tartan, periodo glitter, periodo graffiti, periodo incoco e adesso sono ritornata al periodo franch… che alla fin fine trovo sia quello più bello, che sta su tutto, più fine e allo stesso tempo sexy

  4. Adoro prendermi cura di mani e unghie…lo smalto è stato il mio primo make up, con mia mamma faccio la “serata delle unghie” ed è un momento di relax. Gli smalti che preferisco sono quelli nude, proprio perché odio vedere le unghie sbeccate, inoltre è un colore molto elegante. Vorrei provare la linea nude della collistar, mi trovo bene in generale con i loro smalti.
    Ah….assolutamente trash secondo me le unghie lunghissime che sembra vadano di moda nell’ultimo periodo

  5. Io ho le unghie corte e squoval più per praticità che per vezzo o bon ton, con le unghie lunghe non riesco a far nulla purtroppo, le limo e le accorcio tutte le settimane perchè mi crescono a velocità della luce. Non amo le unghie ricostruite perchè mi dà fastidio lo spessore e, in quelle lunghe, so che è ADHD ma odio la riga che si vede sul rovescio. Un’altra cosa che non riesco a portare è lo smalto di colore diverso sui piedi, sarò antichissima ma non riesco a farmene una ragione, metto lo smalto diverso sui piedi solo quando porto la french sulle mani – perchè odio la french sui piedi. Per quanto riguarda i colori, avendo le unghie corte non mi faccio problemi porto sia i neutri che i colori sgargianti. Detto ciò mi toglierei la soddisfazione di avere una manicure come quella di Lana Del Rey almeno per una serata.

  6. Non amo assolutamente le nail art, però suppongo che chi se le fa non abbia il minimo interesse per l’effetto naturale, anzi, al contrario voglia attirare l’attenzione degli altri. Quindi secondo me su questo il galateo non coglie il punto.

  7. Beh è come dire che se vai a cena alla casa bianca in un minidress di paillettes vuoi attirare l’attenzione. È vero, ma sicuramente il galateo non lo trova elegante!

  8. Odio ogni tipo di nail art , però mi piace portare in ordine le unghie perchè come dite voi sono una carta da visita infatti mi piace portare il semipermanente , non vado oltre..

  9. Senza dubbio, ma secondo me è un’ovvietà perché è chiaro che chi fa una scelta di quel tipo non ha l’obiettivo di essere elegante 🙂

  10. ci voleva una guida così anche se penso che le amanti degli artigli e dei disegni, strass, colori, chipiùnehapiùnemetta.. ci faranno poco caso 😉
    Io di mio adoro i rosati sarà che devo ammetterlo sono pigra e mi permettono di avere la mano in ordine tutta la settimana. Le porto non troppo corte, abbastanza squadrate..e credo che non mangiando unghie e pellicine, la mano risulti già abbastanza in ordine di suo, anche col solo smalto trasparente.
    In generale credo, e come sempre, ognuno dovrebbe fare ciò che vuole, ma nel rispetto anche un pò delle situazioni: se di mio non mi immagino per nulla al mondo con le unghie lunghissime(e quindi pure incurvate) doppie per effetto del gel (che purtroppo pochi sanno applicare) e con ogni sorta di colore e disegno su…ecco non vieto a nessuno di farlo, ma magari più per il amre che per il lavoro o una cerimonia ufficiale!
    .. mio modesto parere insomma, ogni situazione ed età vuole il suo dress code e il suo nail code! 😉

  11. Sono in vacanza da un giorno e lo smalto sul pollicione ha fatto quelle antiestetiche rughette del tipo “hai fatto una mossa falsa prima CGE io mi asciugassi( con tanto di risata malefica)”. Ovviamente non ho nè solvente nè smalto. Me lo terrò così sperando che nessuno oltre a me lo guardi!

  12. Si, la french sui piedi mi infastidisce perché penso sempre a come cavolo si possano tenere le unghie così lunghe se poi ti devi infilare le scarpe! Io prima dello smalto sui piedi le accorciò sempre. Mi piacciono i rossi scuro, ma ancor di piú il rouge noire di Chanel ( in una splendida imitazione kiko, ovviamente). Per le mani di solito non ne metto ma semplicemente perché indossando per lavoro perennemente i guanti la parte finale rimane sempre senza smalto che se ne va in mezza giornata indipendentemente dal numero di passate e dal top coat. Siccome odio profondamente l’unghia con smalto rovinato, preferisco limarle bene, non troppo lunghe, e via! Sono a posto!

  13. AMEN!!!
    Ma la soluzione migliore per lo smalto sbeccato è avere sempre in borsa lo smalto che indossiamo… Se si sbecca, in due secondi si copre la sbeccatura (poi a casa si sistema a dovere). Prima regola quando facevo la commessa…. Se mi si sbeccava lo smalto, la responsabile iniziava a lanciare occhiate da falco e intimava di andare in magazzino a sistemarlo. Io sono d’accordo: o smalto sbeccato è come una calza smagliata: non si può vedere!! Soprattutto se si fanno lavori a contatto col pubblico dove le mani sono spesso in primo piano.

  14. Rosso e soprattutto rosso scuro dipendente! Qual è il numero del rouge noir tarocco di Kiko? 😀

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here