Da molti anni ormai sentiamo circolare il termine body shaming. Molte celebrità sono infatti state vittime di insulti e critiche riguardanti il loro corpo: dalla cellulite di Ashley Graham criticata da Vogue Italia, alla mania più social contro i piedi di Chiara Ferragni, i giudizi negativi sulla fisicità femminile sembrano non mancare mai.

Ma stavolta, il web ha detto basta! Infatti, solo qualche giorno fa un importante giornale italiano si è scagliato contro le amiche della Ferragni (in vacanza ad Ibiza per il suo addio al nubilato) definendole “rotonde e felici”. Scopriamo insieme cosa è successo in seguito, e come affrontare una questione importante come il body shaming!

cliomakeup-body-shaming-amiche-ferragni.jpg

La foto tanto criticata sui giornali è in realtà un bellissimo ricordo di un momento speciale!

CRITICHE ALLE AMICHE DI CHIARA FERRAGNI, DEFINITE “NON TROPPO MAGRE”

cliomakeup-body-shaming-amiche-ferragni-ibiza.jpg

Chiara Ferragni e le sue amiche sono bellissime in questa foto scattata ad Ibiza!


Un gruppo di amiche in vacanza, riunite nella bellissima Ibiza per festeggiare un addio al nubilato, decide di pubblicare una foto su Instagram, riunendosi in costume attorno alla futura sposa… Fino a qui nulla di nuovo, in quante hanno partecipato a vacanze simili? Ma cosa succede se a sposarsi è l’influencer più famosa del mondo?

cliomakeup-body-shaming-amiche-ferragni-ibiza

Un’altra splendida foto dell’addio al nubilato di Chiara Ferragni! Credits: @chiaraferragni

Ovviamente, iniziano a circolare commenti, giudizi sui social e articoli sui giornali. Uno in particolare, ha però fatto indignare il web, che si è ribellato alla descrizione delle amiche della Ferragni definite “rotonde e felici”.

cliomakeup-body-shaming-ferragni-ibiza

La prima ad insorgere è stata proprio Chiara, che ha difeso strenuamente le sue amiche e il loro diritto ad avere il fisico che preferiscono. Anche il pubblico social è insorto contro questi giudizi, schierandosi dalla parte di queste ragazze e criticando molto pesantemente l’articolo che le offende.

cliomakeup-body-shaming-instagram copia

Non vogliamo fare critica, ma mostrarvi cos’è successo e come Chiara Ferragni ha risposto all’articolo che commenta il corpo delle sue amiche. #bodyshameingisforloser
Credits: @chiaraferragni 

LE IMPERFEZIONI SONO PUNTI DI FORZA

cliomakeup-body-shaming-love4.png

Ma questo è solo uno dei tanti casi di body shaming, i quali hanno coinvolto non solo le celebrità, ma anche tante ragazze normali.

OGNI DONNA, ALMENO UNA VOLTA NELLA VITA, SI È SENTITA RIVOLGERE UN COMMENTO NON TROPPO LUSINGHIERO riguardo la sua fisicità

Diciamo la verità, ogni donna, almeno una volta nella vita, si è sentita rivolgere un commento sul suo aspetto fisico e questo, naturalmente fa soffrire. Soprattutto perché, spesso e volentieri, il pubblico femminile deve confrontarsi con standard estetici molto alti, che spingono a sentirsi inadeguate o imperfette.

cliomakeup-body-shaming-love3.jpeg

Bisogna sempre sentirsi belle e amare se stesse!

Quando parliamo di critiche sull’aspetto, non parliamo certo solo del peso o della forma fisica: al contrario, i difetti sembrano spuntare come funghi su tutto il corpo: dal taglio di capelli che non dona, alle dita dei piedi, alla forma del naso…

cliomakeup-body-shaming-love2.jpg

Insomma chi più ne ha più ne metta, tante donne però hanno deciso di non sottostare a questo tipo di attacchi e hanno deciso di rendere le proprie cosiddette “imperfezioni” un vero punto di forza!

cliomakeup-body-shaming-love1.gif
Le celeb vittime di body shaming sono più di quante si possa immaginare. Ma in molte hanno deciso di dire basta, diffondendo un importante messaggio di autostima e self love! E se vi dicessimo che fra di loro c’è anche una ex modella di Victoria’s Secret? Curiose?? Non vi resta che andare alla prossima pagina!

78 COMMENTI

  1. Premesso che ritengo l’articolo del Corriere della Sera imbarazzante e triste e premesso che a me le amiche della Ferragni non sembrano poi così rotonde (anzi, le vedo in forma e penso siano delle belle ragazze), trovo abbastanza curioso che proprio la Ferragni, che è un modello da imitare per migliaia e migliaia di donne, ragazze ed adolescenti, si sia indignata così tanto per questo stupido articolo, quando lei ha fatto della sua a volte eccessiva magrezza un marchio di fabbrica! E non mi si venisse a dire che lei mangia, che lei è magra di costituzione e tutte queste stupidaggini simili, perchè io sono sempre stata molto molto magra, ma non ho mai fatto sport per pigrizia e ho la cellulite e le gambe non più toniche e nei periodi in cui mangio molto oppure mangio tante schifezze (tutte quelle che lei ama postare sui social immortalandole nelle foto) anche io ingrasso! Quindi no a questi beceri articoli ed insulti, ma no anche all’incoerenza!

  2. Ho una domanda: ma voi andreste in giro con i pantaloncini inguinali e un fisico non proprio filiforme? Siate sincere? Lo fareste? Io no. E non è questione che non amo i miei difetti, anzi amo talmente me stessa da provare della dignità. E non vado in giro conciata da farmi prendere in giro.

  3. Io no, ma no tutte sono Me.
    Siamo tutti diversi, il fatto che io mi faccia problemi ad indossare pantaloncini inguinali non stabilisce che tutti debbano smettere di indossarli se hanno cellulite/ciccetta/smagliature o altro. Fortunatamente esistono le diversità e a me sinceramente non cambia nulla vedere in giro pantaloncini su cosce “imperfette per gli standard”…qui non si parla di mostrare le parti sessuali, ma cosce o pance, chi mette in mostra le chiappotte in città è volgare che pesi 40 kg o 100 secondo me, chiunque invece può permettersi di indossare un pantaloncino per stare fresca, e se a me desse fastidio alla vista…..mazzi miei, o no?

  4. Ora, non che io ami particolarmente la Ferragni, anzi… Però sinceramente non mi sembra poi così incoerente in questo caso: in fondo sostiene che ognuno è libero di avere il corpo che preferisce, da cui si deduce che lei preferisca avere un corpo magro. Poi certo hai ragione, per essere così magra molto probabilmente mangerà pochissimo, però trovo sia giusto che si sia indignata e che l’abbia detto chiaramente, proprio perchè, come hai detto anche tu, è un modello da imitare per molte donne e sarebbe stato peggio se fosse stata zitta e avesse fatto finta di niente, lasciando passare il messaggio che l’articolo dicesse cose giuste.

  5. Shhhh!! La verità è che il messaggio di accettazione è fantastico se non fosse che alcune ragazze lo hanno interpretato come mangio come un camionista, non faccio sport ma mi metto gli short inguinali e la pancia di fuori perché io mi accetto!

  6. Bella mancanza di rispetto, bella MALEDUCAZIONE giudicare i corpi altrui, sia magri che grassi.
    Magari un bel cestino di c@@@i propri sarebbe cosa buona e giusta.
    Per quanto mi riguarda, TOLLERANZA ZERO con questa gente.

  7. E’ vero… è andata esattamente così. Da avere 5 chili in più a essere obesi ce ne passa, ma soprattutto per la salute, però adesso non si può più dire nulla altrimenti si offendono e dicono che sei un brutta persona… il mondo è diventato difficile

  8. Assolutamente no… vedo delle cose in giro che mi lasciano a bocca aperta. Preferisco e ho sempre preferito, su di me, un chiletto in meno che un chiletto in più. Mi piace che un vestito non tiri, mi piace che i pantaloncini stiano bene senza essere volgare, mi piace curarmi per non avere la cellulite e amo amarmi. Ci sono stati periodi, ma penso che capitino a tutti, in cui ho avuto qualche chilo di troppo e non ero felice assolutamente ma non per quello che pensavano gli altri, perchè non ho mai mai mai avuto problemi in quel senso, ma per come mi vedevo io. Credo che la cosa più importante è piacere a se stessi ma credo anche che il proprio corpo vada trattato come un tempio e bisogna curarlo per farlo stare bene. Far passare il messaggio che Ashley Graham è curvy non credo sia corretto, qualche chilo in più al tuo normo peso è curvy, il resto è obesità e fa male al nostro corpo

  9. ….mah.
    probabilmente solleverò qualche polemica, ma questo è il mio pensiero e tant’è.
    parto dicendo che si, quella del Corriere della sera è stata un’uscita veramente infelice, non vedo sinceramente dove siano “rotonde” queste ragazze, e vi assicuro che non ho proprio problemi di vista, anzi.
    però c’è un però.. io la Ferragni non la reggo, idem questo stuolo di sue cloni/fotocopie/aminemiche che si è tirata dietro per il suo addio al nubilato.. ma nonostante questo capisco si sia sentita lei “punta sul vivo” (?) vista la pessima uscita del quotidiano.
    quello che non reggo io personalmente, è l’ipocrisia (perché questo è, non giriamoci attorno) della suddetta fashion blogger nel dire di voler promuovere il messaggio che è necessario accettarsi e bla bla bla, quando lei stessa peserà a dir tanto 50 kg da bagnata.
    Insomma, è facile fare i moralismi legati al body shaming quando tu stessa porti una taglia 36/38, eh?
    ovvio che questo non giustifica nemmeno chi, in caso contrario, abbandona il comune senso del pudore al nome di “io mi accetto”, andando in giro in modi veramente osceni.

  10. Allora… la Ferragni a me non è antipatica, trovo che sia stata molto fortunata nella vita ma sicuramente qualcosa di buono deve avere sta povera ragazza no??? Ci sono ragazze più belle? Sicuramente, ma non importa…lei è riuscita a trasformare il suo passatempo preferito in lavoro e ci fa pure un sacco di soldi! E’ come chi dice che i tagli di Fontana non sono arte… ok non sarà l’arte classica che uno intende ma comunque lui ci ha pensato, l’ha fatto ed è diventato famoso…non credo sia un cretino messo lì. Bisogna sempre guardare al di là delle cose e delle persone per me… giudicare così non fa bene e non ti rende più intelligente. Il fatto che non mi piaccia che lei metta qualsiasi cosa su instagram può non piacermi ma non mi dà certo il diritto di offenderla. La foto di Ibiza con le sue amiche la trovo graziosissima e penso al ricordo che avranno tutte quante… io ho fatto altrettanto all’addio al nubilato della mia migliore amica???? Certo che no! Ma ognuno nella vita fa ciò che crede e se non reca danno a nessuno fa bene a fare quello che la fa felice. PUNTO E STOP. Per il Corriere ho poche parole… poveretti, si vede che non hanno di meglio da fare nella vita che insultare delle belle donne in costume! Posso pensare che Rachel Zeilic abbia qualche chilo di troppo ? Per come sono fatta io preferisco un chilo in meno che uno in più ma è una bellissima ragazza che si diverte! Fa benissimo a mettersi in costume, deve continuare a farlo e se sta bene così nessuno ci deve mettere becco. La Ferragni ha fatto bene a rispondere e ritengo anche che i commenti sgradevoli sul suo Instagram dovrebbero essere levati perchè è assurdo che una persona venga insultata. Questi social dovrebbero bloccare commenti sgradevoli. Oltretutto non capisco nemmeno perchè queste persone la seguano se non la amano…boh… i soliti leoni da tastiera che odiano la propria vita, a mio parere

  11. Rotonde… allora io che cosa sarei, un dirigibile? Mah…
    Secondo me si parla tanto di accettazione di se stessi per come si è, che è certamente una cosa giusta, ma si lascia l’argomento solo alla parte superficiale. Voglio dire, è facile pensare che delle modelle bellissime non abbiano problemi a proclamare l’accettazione di sé, perché tanto sono stupende così come sono, eppure se esiste l’anoressia vuol dire che esistono anche donne già di per sé magre ma che non si accettano. Così come esiste la bulimia e l’obesità, o altri problemi meno estremi, ma in ogni caso è difficile, anzi penso molto raro, che qualcuno riesca ad accettarsi al 100% senza desiderare mai che qualcosa sia diverso, anche una sciocchezza. Io mi sto dedicando a me stessa, ho iniziato da qualche giorno una dieta seguita da una nutrizionista, perché pur sentendomi bene come persona, vorrei sentirmi meglio fisicamente ed esteticamente, e in piccolissima parte ne sto già traendo beneficio. Ora come ora è una sfida, ma non perché io non accetti me stessa, anzi! È perché mi voglio bene! La vera accettazione secondo me è lavorare continuamente su sé stessi per poter tirare fuori il meglio di sé, ogni volta di più, attraverso sfide e impegno, e non una scusa per potersi fermare e dire “devo sapermi accettare per come sono” solo come risposta di difesa. Se si sta sulla difensiva, vuol dire che in quello che ci viene detto un pizzico di verità c’è…
    Detto ciò, ritengo comunque che se io devo lavorare su me stessa per potermi accettare, ciò non significa che posso criticare il corpo degli altri, anzi… mi sento in dovere di guardare gli altri con lo stesso rispetto e lo stesso affetto, indipendentemente da come sono. Chi spara a raffica sui difetti altrui ne nasconde probabilmente di peggiori 😉

  12. Selvaggia Lucarelli ha scritto un articolo in merito, che mi trova assolutamente d’accordo… e praticamente dice più o meno quello che hai scritto tu!

  13. Sapevo della vicenda..quello che a me sconvolge (ho una visione da insegnante) è che per i giornali, fonte di informazione che divulga per il mondo intero, possano lavorare persone che, senza riflettere, passano messaggi rovinosi per la nostra umanità.
    Non miglioreremo mai, finché certi messaggi saranno leggibili dai mezzi di informazione “ufficiali”..
    Si sa che per molti, se qualcosa è stata detta in tv o scritta su un giornale, allora è sacra.. dovrebbero cominciare a selezionare meglio giornalisti e loro contenuti.

  14. La penso cone te, questa necessità di denigrare gli altri sproloquiando sulla libertà di parola….li vorrei vedere tutti questi Adoni, queste Madre Natura..

  15. No, vabbè, ma sul serio? Dove sarebbero rotonde le amiche della Ferragni? Mi sembrano tutte ragazze normalissime, magari di varie taglie, ma grasse dove??? Commento veramente triste e maleducato da parte di un giornale… Non lo definirei nemmeno un giornale serio! Ultimamente vedo di quegli articoli in giro per il web fatti con i piedi, ho visto anche articoli offensivi verso le star. Quindi io mi domando … ora chiunque può fare il giornalista?
    A parte ciò a me la Ferragni sta antipatica, non la seguo infatti però non mi metto neanche ad insultarla o a prenderla in giro per i piedi (che poi perché sarebbero brutti i suoi piedi? Perché sono lunghi?) Però in questo caso non posso che darle ragione…
    Comunque anche io mi accetterei di più se fossi Barbara Palvin ahahah

  16. Purtroppo al giorno d’oggi non si può più dire nulla su nessun argomento. Sono sempre tutti pronti ad indignarsi.

  17. A me la Ferragni non sta simpatica e non mi interessa difenderla, ma le ragazze magre che rimangono magre anche se non mangiano tutti i giorni lattuga esistono. Io sono magra e difficilmente ingrasso, ma non ho le ossa sottili come la Ferragni e ho molto più muscolo. Una delle mie migliori amiche invece è magra con ossa molto più piccole delle mie e zero muscoli, e ti assicuro che anche se qualche volta mangia come un camionista non mette su un etto. Forse anche chiara è così, no?

  18. Io no però devo anche ammettere che mi trovo a guardare con invidia quelle che se ne sbattono e si mettono quello che vogliono.

  19. Sai che davvero? Non si può più dire nulla su nulla perchè risulti razzista, aggressivo, omofobo, misogino… di tutto di più e neanche se si usano modi gentili o si esprime semplicemente il proprio parere in modo educato. Ho proprio notato che se si inizia a parlare con qualcuno di qualcosa sia religione, sia politica, sia moda ecc ecc sono sempre tutti pronti ad aggredite e a dire la loro. Non so se è perchè ormai siamo tutti molto stressati dal contesto che la vita in generale ti mette davanti ma sarebbe meglio darsi una calmata. Io cerco sempre di non dare giudizi o di capire una persona perchè dice determinate cose, magari io posso fraintendere oppure la persona non si è spiegata nel modo corretto… non so, credo sempre che guardare oltre aiuti molto, anche a vivere meglio

  20. Non ne posso più del bodyshaming. E non nel senso in cui si potrebbe interpretare. Non sopporto più questa parola. Una parola abusata per indicare qualsiasi commento che non sia un “pollice in su”.

    Ma partiamo dai fatti: ma voi vedete rotondità, sedere e seno, o spigolosità in questa foto? Io vedo belle linee tonde. Ma ovviamente bisogna leggere male il messaggio.
    E poi ma questa foto l’avete o non l’avete fatta voi e mostrata al mondo? E perché l’avete fatto? Siete in costume, in vacanza. Non ad un esame, non ad una competizione sportiva. State mostrando il corpo. Se io mostro una cosa è perché voglio esporlo agli occhi e al pensiero altrui. Però guai, guai se dai voce ai pensieri. Inutile dire che non tollero gli insulti, ma non si può pretendere che se vivi sui social tu non riceva commenti anche di non apprezzamento o in questo caso di apprezzamento velato, forse inconsapevolmente, da un’offesa indiretta.
    Tutto questo condividere e mostrare a tutti ovunque sul globo, ci sta portando agli antipodi della democrazia. La libertà di opinione è diventata un boomerang. La mia libertà di dire e essere limita la libertà altrui di esprimersi. È un parossismo.

  21. Io non riesco a guardarle con invidia. Mi chiedo se abbiano lasciato il senso estetico a casa insieme ad un abbigliamento migliore.

  22. No, io con il mio fisico sono sempre stata molto critica: a 20 anni con 40 kg così come ora che ho chili e anni in più.
    Credo che il mio sia un problema di bassa autostima.

  23. Concordo ma lasciami dire che anche se tratti il corpo come un tempio puoi ritrovarti con 5 chili di troppo e/o con la cellulite (anche se sei magrissima, è predisposizione: l aveva anche la mia insegnane di aerobica magrissima e bellissima)

  24. Vero che ci sono ragazze così (avevo la compagna di classe così).
    Ma la Ferragni, non è magrissima di costituzione (non che importi): in foto di anni fa era più morbida, meno magra (e stava meglio), credo sia in dieta perenne (e son affari suoi, lo so)

  25. Il titolo è da denuncia.. perchè rotonde o meno non sono c*** vostri da commentare pubblicamentare! Brava la Ferragni stavolta! Che poi (commento da bar): rotonde dove??? O la Ferragli le amiche se le sceglie in base alla tg, o paga a tutti pacchetti massaggio, spa etc così come paga le vacanze ad Ibiza(TOP!)

    Detto ciò avrei voluto non girare la seconda pagina: body shaming significa letteralmente giudicare le forme del corpo delle persone, soprattutto attraverso il web e i social network, dove girano queste foto. Pratica deprecabile a qualunque livello, perchè lo fa il Corriere e lo facciamo anche noi quando ci permettiamo di dire “ma come va girando, quel vestito la ingrossa” “ma che polpacci” “ma perchè si mette le gonne corte se non se lo può permettere…” etc etc etc…

    Ma, se care mie VIPS girate nude (tg38 o 48 non fa differenza) o sul vostro sedere ci costruite una carriera…beh.. è un’altro discorso! é come se dalla parrucchiera non commentassi i tagli che mi fa vedere perchè offendo la modella… quella ci guadagna e ci guadagna pure Kim che vi piace tanto citare! Se non aprlassimo di questo e dei matrimoni le Kardashian nemmeno esisterebbero… allora un conto è veder spiattellata la propria immagine con commenti ingiuriosi, un conto è venderla: la libertà è di questo mondo quindi fanno quel che vogliono, e considerando gli imperi economici per molti fanno anche bene, ma non diventiamo ipocrite! c’è una consapevolezza enorme di ciò che si mostra e di ciò che deve trapellare come messaggio…

  26. si pure io ahahahahahaha … il titolo è vergognoso perchè i giornali dovrebbero commentare le notizie rilevanti, e la taglia di quelle ragazze non lo è (e nn deve esserlo): questo credo sia il punto… Solo che, se scrivi magre e studende non ti querela nessuna… Dovremmo invece tutti togliere il peso e la taglia dalle info rilevanti che definiscono una persona!

  27. Concordo in pieno Colette! Qualche mese fa una beauty influencer nostrana ha fatto una foto mentre spingeva il carrello del supermercato nel parcheggio, aveva una gonnellina e delle ciabattine infradito (costate probabilmente 150 euro ma questi son fatti suoi…) e si è messa sulle punte. Una ignara follower commenta: brava ti sei messa sulle punte per slanciare le gambe! Il tutto accompagnato da emoticon sorridenti….non l’avesse mai fatto! La tipa le risponde a dir poco infuriata: come ti permetti di offendermi, io non ho un filo di cellulite, ho le gambe snellissime della serie sono stragnocca tu che vuoi? E poi tutta una tirata sul bodyshaming con una pletora di commenti servili, ah che roba sono invidiose ecc. La poverina ha di nuovo commentato chiedendo perdono (!?) che lei voleva fare una battuta che riteneva amichevole…ecco a cosa ci portano (a volte) i social…..non si può più dire niente!

  28. Ecco. Evitando accuratamente i social ignoro fin dove si può arrivare. O meglio dove proprio non riescono ad arrivare le menti di questa gente alienata che ha buttato la coerenza dalla finestra.

  29. Ma al di là di tutto (maleducazione, bidy shaming ecc…) dove sono rotonde le ragazze in quella foto?? Sempre di più comincio a credere che chi scriva certi articoli abbia grossi problemi (di vista e/o di testa), oppure non sappia l’Italiano. Non mi spiego sennò certe definizioni così distorte e lontane dal vero … Se questo è essere rotonde…

  30. Assolutamente vero e non è facile anche perchè 5 chili di troppo non sono poi chissà cosa tra estate e inverno però devo dire che quando ero piccolina io di cellulite ne vedevo ben poca mentre le nuovissime generazioni sono tutt’altra cosa. A 15 anni non sapevo nemmeno cosa fosse forse anche perchè era diverso tutto il cibo che si mangiava, adesso ci sono mooooooolte più tentazioni… ed è difficile davvero

  31. No, scusa no, la cellulite non è un problema di una generazione piuttosto che di un’altra, ma di genetica: ci sono donne che anche in sovrappeso non ne soffrono e donne magrissime che ne hanno tantissima.
    Io dallo sviluppo in poi l’ho sempre avuta anche se poca, ho amiche che sono sempre state in grande sovrappeso e che non ne hanno per niente.
    Certo se mangi male contribuisci ad aumentarla ma se sei predisposta (insufficienza venosa) non ci sono diete, sport, massaggi che bastino.
    A 15 anni io già lottavo per contenerla e non mangiavo schifezze (essendo vietate in casa mia) ma verdura, frutta ed ero stata una bambina magrissima, sottopeso.

  32. Sul serio??? Permalosetta sta tizia! Io il bodyshaming lo interpreto quando si offende gratuitamente e ripetitivamente, in continuazione. E’ ovvio che se sei un personaggio pubblico certi commenti te li potresti aspettare ma finchè restano isolati pazienza, sul fisico ci fai la carriera, però se poi (come avevano fatto con la Ferragni) hanno iniziato a prenderla in giro e ad insultarla sotto ogni foto in cui aveva un sandalo… ecco io lì inizio a reputarlo come bullismo…

  33. Io parlo per quel che ho visto e vissuto… da me ho notato questa differenza anche generazionale come il fatto che quando ero ragazzina io c’era tantissima gioventù con l’acne e adesso praticamente non ne vedo. Sicuramente dipenderà da tante cose però è una cosa che ho notato come il fatto che da mia madre in dietro era difficile vedere la cellulite. Ma sempre per l’esperienza mia ovviamente non parlo di tutto il mondo

  34. Se tua madre non aveva cellulite è genetico che tu non ne abbia.
    Ma madre soffriva di insufficienza venosa, così io, così mia nonna…

    Si ereditano anche cose così.

  35. Mah, di certo non mi metto a guardare come stanno vestite le persone per strada e nemmeno non ho tempo da perdere per prendere in giro chi non è vestito secondo i miei gusti. Che poi, scusa, ma tu il pantaloncino inguinale te lo metti perché ti piace o perché vuoi che ti chiedano se sei appena uscita da una sfilata di Victoria’s Secret?

  36. Che coooooosaaaaaa????
    Ma in Italia stanno perdendo la testa ……sul serio!
    Mi sembrano bellissime ragazze con un bel fisico.
    Ve l’avevo detto che in Italia c’e’ una mentalita’ del c…o!!!

  37. Scusami Clachantal ma io non penso che per perorare una causa tu debba essere per forza punto sul vivo. Mi spiego meglio: io sono bianca, ma difendo ugualmente il diritto all’inclusività nei vari brand cosmetici per le persone di colore, ovvio che non mi tocca sul vivo però penso sia giusto difendere i diritti altrui. Idem per Chiara, lei è magra e ci tiene molto alla sua linea, ma questo non la priva del diritto di difendere ogni tipologia di corpo 🙂

  38. E’ questione di come uno si piace. Se io mi piaccio di piu’ con qualche chilo in meno non vuol dire che tutti devono sentirsi cosi’.

  39. Si, ma e’ anche una questione di gusto poi. Magari poi non ci andrei in giro neanche portando la 38.

  40. concordo. purtroppo quando si parla di accettarsi come si è il messaggio che passa è spesso “non curarti del tuo benessere” quando la verità è tutt’altra. accettarsi significa cercare di stare bene con se stessi, e questo implica anche prendersi cura del proprio corpo e della propria mente, ma senza ossessionarsi sui difetti e senza fare rinunce come potrebbe essere pensare di non potersi mettere un certo abito per via della statura eccetera (non è detto che su una bassa un vestito al polpaccio non possa stare bene, ne è la prova la mia ex prof di tedesco che era alta tipo 1.55). c’è chi per stare meglio fa una dieta come c’è chi per stare meglio la interrompe. ogni vita è un viaggio diverso.

  41. C’è anche da dire che quando una persona vive quasi esclusivamente di immagine come la Ferragni che mette anche le pulci del cane di casa su instagram, diventa dura quando non puoi commentare sull’immagine stessa. Sul titolo dell’articolo bisogna fare il processo alle intenzioni … è possibile che una giornalista del Corriere, una delle maggiori testate nazionali, sia così maldestra da non accorgersi che verrà sicuramente interpretato come offensivo? Oppure se ne è accorta benissimo e ha voluto rovinare l’ addio al nubilato alla Ferragni? O ha voluto essere ironica perchè effettivamente la Ferragni è magrissima e nessuno l’ha capita?

  42. Le ragazze nn sono rotonde, sono i forma. Ma se pure fossero più grasse, dov’é il problema??? Sapevo della vicenda e nn mi é piaciuto l’articolo, in questione.
    Mi sembra un’istigazione ai disturbi alimentari e un rosicamento clamoroso, x delle ragazze che, beate loro, festeggiavano un addio al nubilato. Certo in modo glamour e fuori dagli schemi classici, ma se la sposa può permetterselo, nn vedo il problema.
    La giornalista, pareva una che rosica di invidia Poco professionale …

  43. Il mio puritanesimo vittoriano (ormai dichiarato in tutti i post di questo tipo) è una favolosa livella e trovo un certo tipo di abbigliamento che mostra troppa “pelle” come il pantaloncino o la minigonna inguinale di cattivo gusto sia su un fisico perfetto che su uno “sfatto” e adatto solo per la piscina o la spiaggia (non entro nel discorso dell’igiene perchè sennò sembro pazza). Riesco a dare però più credito a chi si guarda allo specchio e pur essendo rotonda, per usare il termine del Corriere, si mette quel che le pare e al diavolo quello che pensano gli altri. Non possiamo essere tutte Gigi Hadid …

    Io mi faccio problemi a mettere le maniche corte perchè non mi piacciono le mie braccia …

  44. Infatti è ciò che ho detto, ognuno è libero di essere come vuole e allo stesso tempo difendere l’altrui diritto di essere come si preferisce!per questo dico che chiunque ha il diritto di perorare una causa 🙂
    Chiara è magra e si piace così, però perché non dovrebbe difendere il diritto di una donna curvy di essere felice con se stessa?fisici diversi ma stesso diritto all’amor proprio e al ricevere rispetto

  45. E’ cambiato molto anche lo stile di vita oltre all’alimentazione, ovvio ci sono molti più cibi di convenienza, meno tempo per cucinare perchè in una coppia si lavora entrambi – io sono cresciuta con mamma e anche la nonna a casa – ma ora invece di muoversi si sta seduti davanti alla TV/tablet/telefonino … quando ero ragazzina io le palestre praticamente non esistevano (almeno nel mio paesino), si usciva a piedi o in bici o si faceva uno sport

  46. Non è una questione di essere filiforme o meno, io probabilmente me li potrei anche permettere, ma non per questo andrei in giro con i pantaloncini inguinali, se non come copricostume per andare a prendere un drink nel bar della spiaggia. Comunque io sono per il vivi e lascia vivere. Se vedo pantaloncini inguinali su una ragazza, che sia magra o grassa, con o senza cellulite, non sono certo ad affittarla come volgare. Anzi, in un certo senso ammiro la sua capacità di infischiarsene… Anche io vorrei comincia ad infischiarmene di certe cose… Si vive molto meglio… Senza contare che ormai ho capito che non è la lunghezza di un orlo a fare qualcuno un poco di buono o meno. Mia opinione personale non condivisibile ovviamente

  47. Sono assolutamente d’accordo con il post….quelle ragazze sono tutte bellissime e in forma, insomma sono donne vere!! Chi ha scritto l’articolo è ovviamente uno di quegli uomini che non sa cosa sia una donna, o meglio, si ferma all’aspetto fisico avendo come punto di riferimento una donna che nella realtà non esiste. Se i giornali e le riviste continueranno a pubblicare questo tipo di commento ritenendolo del tutto nella norma invece di fare un passo avanti se ne faranno due indietro!! Certo, questi titoli fanno vendere di più perchè ci sono persone che acquistano solo per non farsi scappare certe “rotondità” e criticare, intendevo questo quando parlavo dei due passi indietro!! finchè ci saranno persone “ignoranti (che ignorano il rispetto)” disposte a leggere della spazzatura ci saranno sempre “pseudo giornalisti” che potranno permettersi queste uscite pensando che siano assolutamente normali. Amarsi, amare ciò che siamo, non solo il nostro aspetto fisico o il peso, ma la totalità del nostro essere splendide donne!! Questo è un titolo di giornale che provoca sdegno e che fa soffrire, ma pensate alla recente sentenza della Cassazione sui casi di violenza sessuale…..chi pensate che l’abbia pensata e votata se non solo uomini?? Sono disgustata!!

  48. Premetto che non amo la Ferragni, ma Sinceramente non vedo il problema il problema se lei si indigna per certi articoli. Anche io sono magra e tonica ed un minimo ci tengo al mio aspetto, ma mi indigno comunque un sacco quando sento certi discorsi, perché sono convinta che la libertà di ciascuno di fare quello che vuole del suo fisico sia sacrosanto. È ipocrisia? Allora è ipocrisia anche quando mi indigno che ci sono un sacco di giovani senza lavoro, solo perché io per fortuna il lavoro ce l’ho? Se tutti ci indignassimo solo quando siamo punti sul vivo, che mondo triste che sarebbe, ognuno abbandonato ai suoi problemi, senza trovare un minimo di comprensione dagli altri

  49. Ovvio che non possiamo avere tutte il fisico di Gigi Hadid, ma la consapevolezza del proprio corpo si. Sottolineo che nessuno parla del diritto o meno di indossare ciò che si vuole. Per me chi sceglie un capo che non dona, rispetto ad uno che dona di più, semplicemente non ha senso estetico.

  50. Per me non c’è differenza tra un giornale o altro. E non leggo grasse se leggo rotonde, che forse voleva essere un elogio al non voler rincorrere la magrezza ossuta a tutti i costi come spesso sembra aver fatto proprio la Ferragni.

  51. Però devi anche mettere mettere in conto che la concezione di un abito che calza bene addosso varia a seconda della persona. Magari tu per un outfit che ti dona intendi qualcosa che fatti ti faccia sembrare più magra, che faccia sembrare la tua 42 una 40, mentre io mi sento più bella se la mi aveva 42 sembra una 44. La bellezza non è qualcosa di definito, non è che se non hai un fisico asciuttissimo allora non sei bella, o che se un vestito non ti fa più magra allora non ti sta bene. Il problema di oggi è che si ha un’idea di bellezza troppo omologata che spesso è creata dalle donne stesse, del resto non si trovano mai commenti da parte maschile sul chilo in più, il filo di cellulite ecc.

  52. Non credo minimamente che possa essere ben vestita solo una donna magra. Ma il senso estetico è molto più oggettivo di quanto si pensi. Il senso estetico nel vestire si concretizza in buon accostamenti cromatici; buona scelta dei tessuti, armonia nello scoprire e fasciare tra la parte superiore e inferiore del corpo e soprattutto nel valorizzare i punti forti e camuffare quelli deboli. Rihanna che ha cambiato fisicità (non so se per scelta o no) scegliendo dei pantaloncini inguinali focalizza l’attenzione sulla cellulite e il grasso del sedere. Sta meglio, con lo stesso fisico, in altri vestiti che distolgano l’attenzione da questi difetti.
    O è bello vedere il rotolino perché hai scelto un vestito che stringe nel punto sbagliato?

  53. Capisco quello che dici, però questa appunto è la tua opinione basata sull’idea che hai di bel fisico, nel senso che magari a te non piace il grasso sul sedere e quindi trovi brutto un vestito che lo metta in evidenza anziché nasconderlo, però magari per un’altra persona è il contrario perché ha un’idea di bellezza diversa dalla tua, stessa cosa nello stile, per te un accostamento è elegante ma lo stesso può risultare volgare ad un altro. Alla fine credo che si tratti di cose talmente soggettive che non possano essere giudicate, ci si può solo mantenere sulla propria lunghezza d’onda

  54. Non c’e’ differenza per te perche’ probabilmente tu hai un punto di vista piu’ puro mentre moltri altri ci hanno visto un giudizio negativo nel titolo del giornale.

  55. Ti ringrazio per la purezza attribuitami. Però credo che sarebbè meglio per tutti soffermarsi prima sulle parole poi sui possibili significati, evitando di fare processi all’intenzione.

  56. Mia cara, non so chi può trovare bella la cellulite o il rotolino strizzato…. credo che Rihanna voglia volutamente fregarsene e manifestare platealmente la sua menefregaggine (concetto contorto a mio avviso se fosse vero). Io qui però non sto parlando di fisico bello o non bello, ma di gusto nel vestirsi. E ho visto donne con bei corpi che si mortificavano con scelte di abbigliamento oscene. Io non voglio essere una 42 che finge di essere una 40. Voglio che i vestiti esaltino il mio corpo. Ho un pò di fianchetti e la pancia attualmente. Trovo esteticamente brutte su di me top attillati su questi punti. O jeans che strizzando e fanno quel brutto effetto ai lati di ciccia che esce. Non è una questione di kg ma di linee. Di abbigliamento che si adagia bene. Non credo ci sia molto di soggettivo. La bellezza e l’estetica è molto più oggettiva di quanto si voglia.

  57. Esatto, a un certo punto diventa solo spavalderia esteriore quando in realtà non ci si sente poi così a proprio agio con se stessi… mettere una pezza è sempre più facile che ricucire da capo un abito su misura, meno faticoso e più veloce, ma il risultato…

  58. Stop a tutto! Basta non ne posso più …. l’ importante è essere sani, essere in salute….. TUTTI NOI SOTTOVALUTIAMO QUESTO FONDAMENTALE ASPETTO! Capiamo questo ragionamento quando ci ammaliamo o qualcuno a cui vogliamo bene o conosciamo si ammala….essere magri nuoce alla salute come del resto essere grassi (entrambi i casi non per patologie).Se si smettesse di criticare sempre le scemenze e si considerasse più il valore delle fortune che si ha, prime fra tutte,appunto, la salute, tutto diventerebbe più riguardoso e rispettoso! SENZA LA SALUTE NON SI FA NIENTE NEANCHE VIVERE! Un conto è curarsi esteticamente un conto è essere per forza magri e belli solo per questioni è ideali societarie.

  59. C’è una vignetta che gira da un po’ sui social, non so se l’ Vista… dice
    “Beh, per essere del tutto onesti, a mio modesto parere, ovviamente senza offendere nessuno che pensa diversamente dal mio punto di vista, ma anche guardando la questione in una prospettiva diversa e senza condannare il proprio punto di vista, considerando tutte le opinioni valide di ognuno, credo sinceramente di avere completamente dimenticato quello che stavo per dire.”

  60. Che poi povera l’unica che veramente non è taglia 38/40 è la Zeich che fra l’altro mi sembra anche l’unica vera e simpatica..

  61. Non so chi sia. Io in quella foto vedo, Ferragni a parte, delle ragazze sorridenti e senza ossa sporgenti.

  62. Un’amica della F che ha pubblicato un messaggio rivolto alla famosa giornalista e delle foto non posate

  63. me lo sono chiesta anche io.. piu’ guardavo la foto e piu’ mi dicevo “e queste sarebbero rotonde??” .. mah.

  64. Io non so come si permette la gente di scrivere certe cose.. che poi rotonde dove??? Ce ne sarà forse forse una che porta una 42 tra quelle lì, tutte le altre sono oggettivamente magre! Il mondo è impazzito ma loro in quella foto sono bellissime e felici per cui chi si deve vergognare qui è chi ha fatto il commento!

  65. Io penso che il/la giornalista (non ho letto l’articolo) intendesse dire che non sono magrissime tipo Rumi Neely, ma in forma, anche se non so perché in un articolo dove puoi parlare di cosa fa la ferragni a Ibiza e potendoti collegare a mille altri argomenti (matrimonio/fedez/il posto dove è lei è ha mangiato/ chi sono le ragazze e da quanto si conoscono per esempio), devi per forza commentare la forma fisica delle invitate. Poteva dire mille cose e ha toppato di brutto. Detto questo, ci infervoriamo tanto, ma continuiamo a considerare “magro” l’unico complimento accettabile.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here